Domanda:
Leggermente stonato?
Jon
2014-06-09 19:48:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono incredibilmente depresso. Ho sempre desiderato essere un musicista e negli ultimi 5 anni ho imparato varie scale, accordi in ogni tonalità in varie posizioni su e giù per il manico della chitarra e ho speso un sacco di soldi in lezioni e mi sono chiesto perché non stavo progredendo come altri hanno. Ho pensato prima di tutto che fosse perché suonavo strumenti scadenti, quindi ho comprato chitarre fantastiche e lo stesso, non progredivo.

Recentemente stavo chiacchierando con un amico e mi ha chiesto perché piegavo sempre una nota fino a quando era "un suono troppo acuto" invece di piegarlo semplicemente in altezza (sto suonando nel genere Blues quindi è un bend di tono intero) e ho risposto "perché è l'unico modo in cui posso differenziare i due suoni distinti". È stato allora che mi ha colpito. Qualsiasi cosa suonata entro un raggio di 3 tasti suona identica.

Ho quindi realizzato lo stesso per gli accordi, un accordo di sol maggiore suona come un accordo di fa maggiore e anche lo stesso accordo di la maggiore accanto ad esso mentre posso distinguere un accordo di fa maggiore dal la maggiore. Tuttavia non posso dirti quale è più alto senza saperlo, tutto quello che posso dire è che tonalmente suona in modo diverso. Una singola nota suonata diciamo che il primo tasto, il secondo e il terzo suonano tutti uguali mentre al quarto tasto suona in modo diverso ma ancora una volta non saprei dire se fosse più alto o più basso.

Il mio insegnante di chitarra mi ha insegnato come trovare gli accordi per una canzone che sto ascoltando e ne capisco la teoria. Faccio scorrere il dito fino alla nota premuta, sento suonare il bassista e so quale accordo viene suonato, ma la maggior parte di ciò che sento suonare un bassista è la stessa, quindi non sono mai in grado di suonare insieme a una canzone che sento, Devo sempre prendere nota della canzone, poi andare a trovare gli accordi online e poi suonare bene.

Quando suono con altri riesco quasi sempre a capire in quale tonalità si trova la canzone, ma a parte suonare l'accordo iniziale sono perplesso. Devo solo aspettare che l'accordo ritorni di nuovo e poi strimpellarlo. Devo sapere quali sono tutti gli accordi e poi sto bene, ma se gli altri musicisti decidono di suonare fuori allora sono perso perché non ho più un quadro di riferimento diverso da quello iniziale.

Posso dire che una nota suonata su 4 tasti o più avanti è tonalmente diversa da quella iniziale, ma per note ravvicinate suonano tutte uguali e aver impiegato 2 ore + al giorno per 5 anni non ha allenato affatto le mie orecchie. Inoltre non riesco a discernere quando la mia chitarra è accordata o leggermente stonata, deve essere selvaggiamente stonata per farmi notare.

Non so cantare e anche la mia voce parlata è piatta, quindi ho imparato a mettere la punteggiatura a quello che dico, a usare le pause e a cambiare il volume di quello che dico perché mi mancano il tono e la cadenza. Non male e molto raramente viene preso in considerazione perché sono ragionevolmente intelligente, tuttavia a scuola è stato raccolto abbastanza spesso, quindi non mi è mai stato chiesto di narrare o leggere un passaggio di un libro a causa della "piattezza" di esso. La cosa strana è che riesco a capire quando qualcun altro sta cantando in modo piatto.

Qualche idea gente?

Se tutto il resto fallisce, potresti prendere in considerazione uno strumento in cui l'accordatura fine del tono creato non è sotto il tuo controllo, come la maggior parte degli strumenti a tastiera. Suonare una chitarra richiede di mettere a punto l'intonazione con le dita (questo fa parte da dove proviene parte dell'espressività); suonare (diciamo) un pianoforte richiede di premere i tasti giusti con la tecnica e il tempismo corretti. La musicalità sta nel fraseggio e nelle scelte dinamiche. Ci sono alcuni casi limite, fusione di note e simili, ma l'altezza fondamentale è impostata dallo strumento.
Hai spesso problemi a sentire le flessioni nelle domande poste da altre persone o in altri casi? (ad esempio, quando le persone si flettono alla fine della frase per indicare una domanda) In caso contrario, non sei stonato
Molte persone che pensano di essere sorde non lo sono, quindi molti dei consigli. Ma alcuni in realtà lo sono (il discorso monotono è un indicatore comune) e nessuna quantità di allenamento può migliorare per loro. Essere un musicista richiede talento oltre che pratica, potrebbe essere realistico considerare che potresti non esserlo. È una brutta mossa pensarlo come tempo investito, se ti piace giocare, continua a divertirti, se non lo fai riposare forse?
Ironia della sorte, ho letto tutta la tua domanda immaginando una voce piatta e monotona.
Tre risposte:
#1
+17
Caleb Hines
2014-06-09 22:13:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sospetto fortemente che esercitarti a cantare (lo so, hai detto che non puoi, ma fidati di me su questo) sarà la cosa migliore possibile per te. A differenza di suonare uno strumento, cantare rimuove tutto il bagaglio tecnico estraneo che si trova tra la tua intuizione musicale mentale e la produzione fisica di un suono musicale, quindi è il modo più diretto per allenare la tua mente a riconoscere le altezze.

Se hai un amico che sa cantare ed è disposto a lavorare con te, potresti trovare interessante questo suggerimento: http://listeningbookaudio.com/tonedeaf.htm

Questo sito web lo farà mettiti alla prova per vedere se sei stonato: tonedeaftest.com

Supponendo che non lo sia, alla fine vorrai fare qualche forma di allenamento dell'orecchio, ma non sono sicuro che tu sia ancora pronto per questo. Lo dico solo ora perché sono sicuro che altre risposte lo menzioneranno e perché quello sarà il prossimo passo. A questo punto, però, sarebbe un po 'come chiedere a una persona daltonica di imparare ad abbinare i colori. Probabilmente è necessario migliorare il riconoscimento delle singole presentazioni prima di imparare a riconoscere gli intervalli. (e con "riconoscere", intendo "essere in grado di distinguere", non "essere in grado di nominare" - pochissime persone hanno la capacità di nominare effettivamente una presentazione individuale in isolamento).

#2
+13
filzilla
2014-06-09 22:38:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nessun problema. Ecco alcune cose per aiutarti a capire meglio dove sono le tue orecchie e come le elabora il tuo cervello.

NOTA BENE: non sono un medico o sono qualificato per raccomandare specialisti.

La prima cosa che dovresti fare è visitare un audiologo e fare alcuni test in modo da avere un riferimento di base su come percepisci il suono rispetto a ciò che è la norma. L'audiologo può trovare qualcosa che potrebbe attirare l'attenzione e può consigliare a un patologo del linguaggio di assistere. Allo stesso modo, il tuo medico di famiglia potrebbe consigliarti anche altri esperti.

Hai mai avuto danni alle orecchie durante la crescita, artefatti di un attacco infantile con qualsiasi cosa correlata alla febbre o qualsiasi cosa seno, mascella o orecchie infiammate? Qualsiasi cosa del genere potrebbe essere un'informazione utile per il tuo medico.

Fino a quando non avrai dei dati scientifici reali da personale sanitario professionista, non saprai davvero come procedere per quanto riguarda la terapia o il trattamento.

Nel frattempo, consiglio di esercitarti ad ascoltare, a basso volume e sottovoce.

Due cose su cui potresti voler lavorare sono discernimento di intonazione e ritmo, non preoccuparti troppo di la parte teorica in questo momento, avvolgi le tue orecchie intorno ai cambiamenti di base a basso volume.

Prova a fare un diario sonoro per aumentare la tua consapevolezza e comprensione del suono.

Ecco un esercizio. Trova un posto tranquillo, chiudi gli occhi (questo diminuirà la quantità di aria di cui avrai bisogno quando spegnerai la parte del cervello che elabora la vista), inizia a registrare ogni suono che senti. Ad esempio, il tuo respiro, una leggera brezza sul tuo braccio, il vento tra gli alberi, il vento tra gli alberi lontani, un uccello (che tipo di uccello? Gabbiano, corvo, pettirosso?), Jet che passa molto sopra, un'auto che passa , un corno del treno lontano, e così via e prova questo come ripetizioni. Fai un elenco di 20 cose (potrebbe richiedere da 5 a 10 minuti), fai una pausa di 5 minuti, ricomincia, un altro elenco. Fai una sessione di 30 minuti ogni due giorni, per una settimana. Se ti piace, fai di più, se ti aiuta a farlo per il resto della tua vita.

Questo è in parte basato su qualcosa di cui ho letto molti anni fa da una meravigliosa e incantevole compositrice, Pauline Oliveros. Da allora ha fatto progressi e ha plasmato un intero curriculum su "Deep Listening".

Link:

http://journal.sonicstudies.org/vol02/nr01/a12

http://www.osborne-conant.org/oliveros.htm

Un'ultima nota. Non arrenderti. Se hai veramente passione e amore per la musica, troverai un modo. Ricorda che ci sono molti musicisti compresi quelli celebri che hanno disabilità inclusa la sordità. Non dimenticare che Beethoven era quasi completamente sordo verso la fine della sua vita.

"... alla fine della prima della sua Nona Sinfonia nel 1824, dovette voltarsi per vedere il tumultuoso applausi del pubblico perché non poteva sentire né l'orchestra. "

fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Ludwig_van_Beethoven

#3
+9
Karen
2014-06-10 00:39:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima di tutto, non c'è motivo di rinunciare alla musica solo perché non puoi distinguere le altezze. È una montagna di problemi, ma non impossibile. Filzilla ha dato ottimi suggerimenti su dove iniziare. Eccone qualcuna in più dopo che avrai ottenuto una linea di base dall'audiologo.

Aggiungerò il suggerimento dei giochi vocali. Il canto ha il vantaggio di essere molto fisico e, con i giochi di voce, non è necessario essere in grado di cantare più di una nota. Con la tua voce, puoi letteralmente sentire dove la vibrazione è centrata nel tuo corpo anche se hai problemi a sentire il tono. Questa è la più semplice che conosco.

Prendi qualcuno a cui sei vicino a cui non importa fare cose strane. Stare a un piede di distanza e una persona canta una nota (ad alta voce). La seconda persona cerca di abbinare la nota. A questa distanza, la nota diventa un'esperienza di tutto il corpo e anche le persone che normalmente hanno difficoltà a trovare le note possono spesso avere successo. Se puoi imparare a farlo, prova una persona a variare la nota e l'altra a seguirla.

Prova a trovare un insegnante specializzato nell'aiutare le persone a imparare a differenziare il tono. Forse cerca insegnanti di canto che amano lavorare con i principianti o qualcuno che di solito lavora con bambini piccoli e musica.

Se tutto il resto fallisce, o se decidi che preferiresti aggirare la montagna piuttosto che combattere per superarla, prendi in considerazione l'idea di iniziare a suonare le percussioni. Ti permetterebbe di continuare a fare musica e saresti in pochissimo svantaggio rispetto ad altri musicisti. Inoltre sembra che ci siano sempre 10 eccellenti chitarristi per ogni buon batterista.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...