Domanda:
Suggerimenti per l'utilizzo di tempi in chiave complessi in una canzone pop "orecchiabile"?
Luke
2013-03-05 21:25:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto cercando di scrivere un po 'di musica sulla scia di una band che ho scoperto di recente chiamata Icarus The Owl, che usa alcune indicazioni di tempo piuttosto stravaganti (qualsiasi cosa dal 21/16 in territori più strani) ma riesce sempre a mantenere accattivanti ganci e voce.

Mi chiedo se ci sia un trucco per farlo bene, ci ho provato in passato e ho scoperto che se vado oltre i cinque o i sette diventa MOLTO contorto. Il mio problema sembra derivare dal tentativo di mantenere il polso della canzone, in particolare con i piatti.

Non sono affatto un esperto di jazz, ma mi piacerebbe vedere informazioni o suggerimenti pertinenti su qualsiasi stile di musica, non solo questo tipo di roba post-hardcore-pop-punk!

Ecco un esempio di quello che sto guardando, da quello che ho raccolto inizia in 17 / 16 si sposta quindi in 9/8 e successivamente in 3/4 e 4/4.

Due risposte:
#1
+9
eteich
2013-03-06 03:09:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il modo in cui questa band si sta avvicinando ai tempi dispari è aggiungendo il resto a una sorta di indicazione del tempo facilmente digeribile.

In termini di 17/16, lo suonano come 4/4, ma aggiungendo un sedicesimo alla fine del battito. La cosa del 9/8 equivale ad aggiungere un'ottava nota in più alla fine di una misura di 4/4.

In questo modo ottieni il ritmo di 4/4 e poi creano tensione alla fine della battuta o frase aggiungendo le note extra, che interrompono solo momentaneamente il metro percepito.

Per me per lo più non suona nemmeno come nient'altro che 4/4, stanno solo facendo strane considerazioni regolarmente. ^^
#2
+4
user1044
2013-03-07 03:34:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono un autore di canzoni, ma direi: studia la musica del gruppo hard rock canadese Rush. Hanno un'abilità riconosciuta da tempo nello scrivere canzoni con molti cambi di metro dispari ma che fanno sembrare tutto naturale e non eccessivamente complesso per l'ascoltatore. Questa è un'abilità rara.

Sul lato più tenero, lo stesso si può dire del compositore pop e cinematografico di grande successo Burt Bacharach (ha 84 anni; il suo periodo di massimo splendore è stato negli anni '60). Non usa frequenti cambi di tempo dispari, ma la maggior parte delle sue canzoni ha alcune misure dispari in posti poco appariscenti. Questi non sono invadenti per l'ascoltatore, ma possono essere piuttosto impegnativi per i musicisti da suonare correttamente.

Questi sono entrambi buoni esempi, ma Burt Bacharach a volte può portare il cambio di indicazione del tempo a livelli piuttosto difficili. Sto pensando a "What's New Pussycat" in cui NON POSSO stare al passo. Una canzone più rock che ha un tempo dispari ben integrato sarebbe "Sanitarium" dei Metallica. O è 4/4 + 4/4 + 2/4 o come preferisco contarlo: 10/4.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...