Domanda:
Perché le note sono ordinate come se fossero su un pianoforte?
Seery
2019-04-29 08:39:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Perché l'ordine dei tasti / note su un pianoforte C, C #, D, D #, E, F e così via è diverso dall'ordine di consonanza come C, G, E, B e così via?

Per prima cosa, come determineresti la posizione delle note che "appartengono" agli armonici superiori quando cambi tonalità, ad es. dalla C alla A?
Hai assolutamente ragione Carl. Ho letteralmente passato 3 settimane, ore al giorno, usando il pensiero primo principio per stabilire la composizione dalla sua forma più pura, scientifica. A volte diventa opprimente e talvolta la logica ti sfugge.
Cinque risposte:
#1
+19
topo Reinstate Monica
2019-04-29 12:38:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come altre risposte hanno sottolineato, ci sono vantaggi per il giocatore nell'avere le note in ordine di altezza, piuttosto che disposte per consonanza; probabilmente rende le cose più facili anche per i costruttori di strumenti!

Tuttavia, l'idea di mettere insieme le note di consonanti non è affatto folle. In effetti ci sono altri layout di strumenti che fanno qualcosa di simile. Un esempio è il sistema Stradella, utilizzato sulle fisarmoniche, che utilizza colonne di pulsanti disposti in un cerchio di quinte. Molti layout di tastiera isomorfici 2D sono disposti in modo che le note consonanti siano adiacenti in alcune direzioni. Gli strumenti elettronici moderni possono spesso essere configurati in modo che i tasti suonino solo le note di una certa scala.

... e naturalmente ci sono altri strumenti, come la chitarra, che hanno layout completamente diversi; una giustificazione per l'accordatura standard della chitarra è che rende le terze maggiori, le quarte e le quinte molto facili da raggiungere.

Quindi l'idea di mettere insieme le note delle consonanti va bene; è solo che il pianoforte sceglie una serie diversa di vantaggi che ottieni dal farlo in un modo diverso!

Vale la pena notare, tuttavia, che solo un lato di una tipica fisarmonica è disposto in questo modo, mentre l'altro lato è solitamente una tastiera dritta in stile piano, quindi puoi eseguire accordi molto facilmente da una parte e la melodia dall'altra.
La differenza, ovviamente, tra un pianoforte e una chitarra è che un pianoforte ha essenzialmente un layout unidimensionale (da sinistra a destra) mentre una chitarra ha un layout bidimensionale (su / giù per il collo rispetto a corda a corda). Potrebbe avere senso impostare un pianoforte per consonanza, o qualche altro schema, se i tasti fossero bidimensionali!
@dwizum vero - in effetti tutti i miei esempi sono 2D.
@DarrelHoffman Questo è vero solo per una fisarmonica a piano (da cui il nome) che in realtà è l'eccezione. Hai anche la fisarmonica a bottoni, la fisarmonica e il bandoneon, che hanno tutti più file di pulsanti su ciascuna mano con diversi sistemi di accordatura. L'arrangiamento più diverso dalle tue aspettative ha note consecutive su mani alternate!
#2
+7
Timinycricket
2019-04-29 08:58:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ogni tasto del piano è di un semitono su (destra) o giù (sinistra) in altezza rispetto ai tasti adiacenti.

Il tuo esempio potrebbe funzionare se volessi suonare solo nella tonalità di Do maggiore, ma potresti immaginare di provare a imparare a costruire triadi su una tastiera disposta nel modo che suggerisci? Attualmente è perfettamente adatto per suonare in qualsiasi tonalità molto facilmente.

Considera anche una situazione in cui volevi passare da Do maggiore a Do minore; dove metteresti una nota di Mi bemolle? A metà del piano?
#3
+7
Kilian Foth
2019-04-29 12:33:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uno dei motivi è la facilità di gioco, come menzionato dalle altre risposte.

Ma su uno strumento a tastiera meccanica, i tasti di varie intonazioni corrispondono a corde di varie lunghezze, ed è molto più facile costruisci il telaio in acciaio se le corde sono ordinate in base alla lunghezza come canne d'organo, piuttosto che alternarle dappertutto.

#4
+6
user60469
2019-04-29 14:39:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Consonante in quale accordatura o scala? Consonante sotto quale aspetto e funzione armonica? In questo modo si trova la follia o il bandoneon, uno strumento con un layout diverso per mano sinistra (accompagnamento) e mano destra (melodia, a un certo punto del tempo per una scala fissa ma con note cromatiche cresciute come un cancro tutte intorno alla parte regolare) e per spingere (layout originale per la scala maggiore da qualche parte nel mezzo) e tirare (layout originale per la dominante della scala maggiore).

È noto per essere uno dei più difficili strumenti da padroneggiare, e ha ancora un numero molto inferiore di note effettive rispetto a un pianoforte nonostante abbia circa il doppio delle "posizioni" del suono (una posizione è un pulsante fisico ma contato due volte per spingere e tirare poiché le note sono diverse). Eppure la sua evoluzione (durante la quale maturato sempre più pulsanti) iniziato sul presupposto di creare uno strumento semplice per giocare a uno completamente cromatica.

#5
+2
Tim
2019-04-29 12:13:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Certamente funzionerebbe, ma solo nella tonalità suggerita o in qualsiasi altra tonalità che utilizzi il set armonico di quella chiave.

Passare a qualsiasi altra chiave in cui giocare sarebbe un incubo. È già abbastanza brutto per i principianti ora, con pochissimi modelli in grado di spostare semplicemente altri tasti, (senza cambiare i modelli di tasti bianco / nero) ma con un'impostazione specifica della chiave come suggerisci, è quasi come tornare indietro nel tempo a quando solo i clavicembali suonava bene in una tonalità, ma quella era la loro accordatura, quindi un motivo diverso.

Quindi, fondamentalmente, no. Immagino che quasi ogni idea possibile sia stata utilizzata con riferimento a dove si trovano le note sui pianoforti (e altri strumenti), e ciò che otteniamo è il migliore disponibile, anche se spesso è un compromesso.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...