Domanda:
Suonare uno strumento stonato danneggia l'orecchio musicale?
user28
2011-05-03 23:36:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il mio pianoforte ha quasi 100 anni e non riesce più a rimanere accordato. Ripararlo costerebbe molto di più di quanto valga il pianoforte e non sono ancora pronto per uno nuovo. Quindi per ora sono bloccato a suonarlo. È in qualche modo in sintonia con se stesso - di solito entro un'ottava va bene, allarga due ottave e noterai un problema - ma è da qualche parte circa 2,5 semitoni più basso di quanto dovrebbe essere.

So che i cantanti d'opera, ad esempio, possono danneggiare le loro voci cantando stonate. C'è qualcosa di simile per l'orecchio? In particolare, l'ascolto costante di questo pianoforte stonato mentre lo suono danneggerà la mia capacità di riconoscere le note intonate o di suonare a orecchio? È a lungo termine o posso recuperare facilmente? E quali prove ci sono a sostegno di ciò?

Cantanti lirici che danneggiano le loro _voce_ uscendo stonato? Non intendi dire che danneggiano la loro reputazione?
@oberdada No. Se ti stai chiedendo come / perché, potrebbe essere una buona domanda.
Quattro risposte:
#1
+15
Kyle Brandt
2011-05-03 23:46:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un aneddoto:
questo è totalmente aneddotico, ma mi è sempre piaciuto sintonizzarmi con un sintonizzatore e assicurarmi di avere ragione a 440 anni. Dopo averlo fatto per un anno circa, Di solito potevo sentire se il mio gruppo fosse più alto o più basso di 440, ma non si sarebbe preoccupato dopo un minuto di aggiustamento.

Per me, ho sempre inteso suonare in sintonia come una sorta di triangolazione tra:

  • Tonalità relativa
  • Un senso più debole di tonalità assoluta
  • Memoria muscolare

Essere coerenti con i toni corretti aiuta con l'aspetto del pitch assoluto di questa "triangolazione".

La pratica rende permanenti:
Ho sempre considerato "la pratica rende perfetti" come un carico di malarkey. Tutto ciò che fa pratica è radicare le cose e renderti migliore nel farle. Se ti eserciti a fare qualcosa di sbagliato, diventi migliore e più abituato a farlo male. Pertanto ti consiglierei di accordare il tuo pianoforte.

Ma sii flessibile:
Detto questo, puoi spingerti troppo lontano molto facilmente. Un altro tratto importante di un musicista esperto è la flessibilità. Quindi, anche se direi che è meglio per il tuo orecchio suonare il più possibile su un pianoforte accordato, non vuoi andare all'estremo opposto e non avere voglia o paura di esercitarti su uno strumento o una situazione che non è perfetta.

Infine, l'intonazione è appresa:
In un certo senso, l'accordatura equa è "sbagliata" secondo gli armonici. Ma alla maggior parte delle orecchie occidentali suona bene. Questo vale anche per alcune musiche del mondo che utilizzano scale alternative. Quindi questa potrebbe essere una fonte di prova che suonare qualcosa che è stonato per lunghi periodi di tempo (diciamo, almeno un mese) probabilmente non è una buona idea.

La perfetta pratica rende perfetta la permanenza.
#2
+5
Anthony
2013-06-15 21:29:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le persone con un'intonazione perfetta spesso trovano note stonate molto fastidiose anche se suonate da sole. Le persone con intonazione relativa non lo fanno, a meno che non vengano suonate insieme a intonazioni intonate.

Onestamente non capisco perché le persone con intonazione perfetta odiano la musica stonata, anche quando gli intervalli sono corretta. Non ho un'intonazione perfetta e sono contento di non averlo.

Non importa l'altezza esatta di una nota, A 440 è solo una scelta che le persone fanno per semplificare l'accordatura. C'è bisogno di un'accordatura standard (per ovvie ragioni).

Dato che A 440 è solo una scelta arbitraria (440 non è un numero magico per le nostre orecchie), credo che l'altezza perfetta sarebbe estremamente rara e inefficiente se non ci fosse l'accordatura standard.

Penso che sia probabile che le persone con intonazione perfetta possano essere influenzate negativamente dall'ascoltare sempre musica stonata (specialmente se il loro orecchio è ancora in via di sviluppo), perché il Il modo in cui hanno sviluppato la tonalità perfetta era attraverso l'ascolto delle stesse esatte tonalità per un lungo periodo di tempo (probabilmente nella prima infanzia).

Per le persone con tonalità relativa (che non stanno cercando di sviluppare una tonalità perfetta) non importa, e non dovrei influenzare affatto le loro capacità uditive. Se lo strumento non è in sintonia con se stesso, sarà spiacevole, ma non influenzerà le tue capacità uditive. In effetti, potrebbe aiutarti a memorizzare gli intervalli più piccoli e migliorare nell'accordatura.

P.S. Uno dei miei amici è un chitarrista che ha un tono perfetto, ma non è così bravo. Gli ci vogliono uno o due secondi per indovinare una nota e lo fa bene circa l'80-90% delle volte. Lo mettevo alla prova suonando note che cercava di indovinare. Una volta gli ho dato alcune note e nella maggior parte di esse era fuori di un semitono. Il motivo, ha detto, era che aveva suonato la sua chitarra senza accordarla per un po 'e lentamente è diventata un po' piatta, e il suo orecchio si è abituato. La mia chitarra, tuttavia, era accordata, quindi le note gli suonavano un po 'acute.

+1 per aver menzionato che 440 è arbitrario. È uno standard semplicemente perché è facile da produrre; gli strumenti più vecchi erano sintonizzati su altre accordature.
Mi annoio sempre quando le persone suonano una musica che conosco bene e aggiungono i propri colpi di scena modificando gli intervalli in alcune parti della canzone (e anche con l'artista originale che ha suonato la loro canzone in modo leggermente diverso nelle registrazioni dal vivo e in studio e io '' ho familiarità con l'uno ma non con l'altro), sembra sbagliato, anche se fatto deliberatamente. Sono sicuro che le persone con un tono perfetto sperimentano cose simili con musiche stonate, probabilmente peggio, suonano in modo diverso dal previsto e quindi tutto suona male, il che è davvero fastidioso.
Avendo un'intonazione perfetta, trovo che le note stonate disturbino perché non ci sono abituato, e poi, se provengono da strumenti acustici o voci umane, spesso le prendo come segno che qualcuno non si è accordato correttamente. Tendo ad accettare di più le note stonate se l'intero pezzo è spostato di intonazione allo stesso modo o se il pezzo è solo leggermente stonato (ad esempio non apro il coperchio quando si accende la musica A432, anche se sembra più piatto).
Trovo anche che la musica stonata sia fastidiosa quando la trascrivo - può suonare bene quando ascolto l'originale, ma poi la mia riproduzione sembra che le note non siano corrette.
#3
+1
Armadillo Bill
2017-10-14 00:57:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il tuo cervello ha la capacità di ricordare i passi. Ovviamente, alcune persone possono farlo meglio di altre. Se desideri riconoscere o memorizzare le altezze, suonare o ascoltare musica stonata è controproducente. Se sei giovane e sei serio riguardo alla musica, sconsiglierei vivamente di ascoltare o suonare musica stonata.

Se sei interessato a memorizzare le altezze, c'è un modo per farlo. Scegli una nota come C o A. Impara come suona questa nota in tutte le diverse tonalità, maggiore e minore. Porta con te un diapason quando sei lontano dal tuo strumento e ogni volta che ci pensi, vedi se ricordi come suona la nota. Usa il diapason per confrontare la tua memoria con il diapason (o forse una registrazione sul tuo iPod).

Quando ascolti musica, alla radio, musak, qualunque cosa, clacson, 60 cicli di ronzio (60 cicli di ronzio è un SIb) impara a identificare quella tonalità o tono rispetto al tono del tuo diapason. Crea piccole melodie che ti aiutano a mettere in relazione l'altezza del tuo diapason con tutte le diverse tonalità maggiori e minori. Impara a cantare queste melodie usando i solfeggi 'fixed do'. 'Fixed do' significa altezza del concerto, cioè ogni sillaba del solfeggi corrisponde alla sua altezza corretta. "Moveable do" usa la sillaba "do" per rappresentare la tonica di qualsiasi tonalità diversa. Ascolta il tuo diapason mentre ascolti la musica e ascolta come l'intonazione del tuo diapason si armonizza con la musica che stai ascoltando, ovvero come il tuo diapason si armonizza con le varie diverse chiavi, altezze degli accordi e modalità. Quando ti senti sicuro, scegli una nota diversa e lavoraci usando lo stesso metodo. Ho comprato un set di diapason, 13 forchette. C, C #, D ...... fino a C un'ottava sopra. Uso solo dodici sillabe per i solfeggi. Uso le sillabe chiave bianche; do (impasto) re (raggio) mi (me) fa (fah) così (così) la (legge) ti (tee) do, e sillabe piatte chiave nera; ra (rah) me (may) se (say) le (lay) te (tay). Ci sono anche sillabe acute enarmoniche. Trovo che usarli crei confusione. È meglio usare sempre la stessa sillaba per la stessa altezza. Secondo me.

Alcune persone pensano che dovresti lavorare su un campo diverso ogni settimana. Mi sono concentrato su un solo tiro forse per alcuni mesi alla volta. Ho fatto notevoli progressi. Di solito riesco a produrre una C con la mia voce in qualsiasi momento. Anche se c'è musica in sottofondo che è in una chiave completamente diversa. Con la pratica tendo a riconoscere immediatamente chiavi diverse.

Se i bambini piccoli fossero incoraggiati a farlo, svilupperebbero un tono assoluto.

Ci sono articoli su questo se sei interessato a saperne di più.

Sii paziente. Farai molti errori. Ma puoi imparare a farlo. Mi sono scoraggiato una volta e ho rinunciato. Stavo rovistando nella mia camera da letto e mi sono imbattuto nel mio diapason in Do Ho sentito immediatamente il suo tono nella mia mente. Era come essere schiaffeggiato in faccia. Ho controllato e sono rimasto piuttosto sorpreso dal fatto che il mio ricordo del campo fosse perfetto. In perfetta sintonia.

Alcuni diranno che questa abilità non è particolarmente preziosa. Mi ha aiutato a suonare in ambienti improvvisati con altri musicisti. Di solito riesco a identificare una tonalità senza dover suonare una nota sul mio strumento. Questo è un piccolo passo verso lo sviluppo di ciò che viene comunemente chiamato "tono perfetto", "tono assoluto" o "memoria del tono".

A volte mi dimentico come suona una C. Così come a volte dimentico molte cose, come ad esempio il nome di una persona. Ciò non significa che non conosco il nome della persona, l'ho semplicemente dimenticato momentaneamente.

Ho notato che quando suono la mia chitarra, molto spesso so cosa suonerò, un accordo di RE, per esempio, suonerà come prima di suonarlo. In passato, il mio orecchio non era in grado di fare come può ora che ho prestato attenzione e ho cercato di ricordare come suonano le altezze.

La saggezza convenzionale era che ci sono alcune persone hanno un "tono perfetto", ma la maggior parte delle persone no. Questo non è proprio vero. La "tonalità perfetta" è una funzione della memoria. Il cervello umano può imparare a ricordare le piazzole. Questo non è un problema tutto o niente. Se non riuscivi a ricordare un tono, non potresti cantare una canzone. La domanda è: "per quanto tempo riesci a ricordare una presentazione?" E te lo ricordi domani? Dopo aver iniziato a provare, ho notato che la maggior parte delle volte potevo cantare un Do perfettamente intonato, la prima cosa al mattino quando mi svegliavo.

Identificare le chiavi dei pezzi senza suonarle (/ cantarle) è una forma di intonazione perfetta.
#4
+1
Laurence Payne
2017-10-14 03:17:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se hai un grado di intonazione perfetta, potresti dover ricalibrarlo quando ottieni un pianoforte migliore. Ma niente sarà danneggiato. Qualunque cosa ti dia l'impressione che i cantanti lirici possano danneggiare le loro voci cantando fuori tono?



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...