Domanda:
Le pause intere e mezze note devono essere scritte solo su righe specifiche?
Lilitu88
2011-10-31 03:59:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho sempre scritto l'intera pausa di nota sulla 4a riga del rigo e la mezza nota sulla 3a. La vedo sempre in questo modo e non ci ho mai pensato molto fino a poco tempo fa un musicista con molta più esperienza di me li ha scritti su linee diverse e quando l'ho fatto notare quella persona ha detto che non aveva importanza e che potevano semplicemente essere scritti qualsiasi riga.

Mi chiedevo se fosse vero o no. Personalmente non vedo motivo per scriverli altrove, dal momento che penso che sarebbe inutile e forse confuso. Sto chiedendo la notazione corretta. Questi resti appartengono a linee specifiche o no?

Tre risposte:
#1
+9
Iain Hallam
2011-11-04 08:01:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le pause appartengono a linee specifiche per conformarsi agli standard che la maggior parte dei lettori a prima vista si aspetterebbe, ma per espandere il caso di voci diverse su un rigo ...

Se stai chiedendo a uno dei le due parti di un pentagramma si interrompono per poche battute (invece di essere all'unisono con l'altra parte), è normale indicarlo avendo intere pause della battuta o più alte delle note dell'altra parte (la parte 1 si interrompe ) o inferiore (la parte 2 si interrompe).

Mi capita spesso di trovarlo nelle partiture vocali in cui si hanno soprano e contralto o tenore e basso su un rigo, e nelle partiture del direttore d'orchestra in cui più musicisti (come come flauto 1 e 2) condividono un pentagramma.

Hey! Nella situazione in cui mi trovavo c'era una sola voce, ma grazie per aver menzionato un caso in cui ha senso, dal momento che non ci avevo pensato e potrebbe essere interessante per qualcun altro in futuro. Vorrei poter unire questo con la risposta di @Matthew's !!
Per i casi in cui una voce si interrompe per molte misure, potrebbe essere meglio avere semplicemente una notazione "Solo Altos" o "Soprano tacet fino alla misura 37", ma se le voci entrano ed escono frequentemente, l'uso delle pause è spesso più chiaro.
#2
+9
user28
2011-10-31 20:48:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, le pause intere e metà dovrebbero sempre essere puntate nel terzo spazio del rigo. Come osserva il dottor Mayhem, è standardizzato per facilitare la lettura. Non significano nulla di diverso se li metti altrove, ma non ha senso spostarli altrove a meno che tu non voglia confondere le persone. Il tuo conoscente esperto dovrebbe riconoscere che non ci vuole alcuno sforzo in più per disegnarli nel posto giusto!

Mi sarei aspettato di avere dei voti ancorati nei miei esami di teoria se avessi disegnato le pause sulle linee sbagliate. Tutta la notazione è arbitraria, ovviamente, ma se la posizione non ha importanza, perché non disegnare i gambi della nota sul lato sinistro della nota invece che su quello destro? E così via. Esistono convenzioni per abilitare e migliorare la comunicazione e non vedo motivo per rinunciarvi quando le alternative non offrono alcun vantaggio.

Come notato nei commenti, più voicing sono una buona ragione per regolare la posizione delle pause.

Notare che più voci sullo stesso rigo possono diventare un'eccezione alla regola generale di dove posizionare le pause intere e mezze; in quei casi, dovresti essenzialmente posizionarli per chiarezza. Realisticamente, probabilmente non useresti un riposo completo in quel contesto, però. E, sì, come insegnante di teoria, ho dedotto punti per la notazione non standard.
In effetti, sono favorevole alle eccezioni quando fanno le cose * migliori *!
A volte puoi vedere queste pause anche al di fuori del personale. Sembrano cappelli a cilindro corto.
#3
+2
Doktor Mayhem
2011-10-31 04:07:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non avrà molta importanza dove sono scritti, poiché non hanno note associate, tuttavia se leggessi a prima vista un pezzo veloce, vorrei che fossero nella posizione standard per accelerare la mia lettura e, si spera, prevenire la confusione.

Esistono convenzioni notazionali; certamente il significato non cambierebbe, ma se non c'è motivo (come più voci per rigo) per cambiare la convenzione, non si dovrebbe farlo. In questo senso, importa dove sono scritte le pause, ed è almeno tecnicamente scorretto fare altrimenti.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...