Domanda:
Come mai le modalità moderne si basano sullo stesso insieme di intervalli?
Yohan Straussenberger
2020-06-10 20:45:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono riuscito a trovare alcuna risposta in merito in modo specifico, quindi presumo ci sia qualche concetto di base dietro questo che mi è sfuggito.

Quindi, per quanto ne so:

Moderno le modalità si basano sullo stesso insieme di intervalli, come mostrato in questa immagine.

enter image description here

Per giocare in una modalità moderna dovresti semplicemente per iniziare da un grado diverso di quell'insieme di intervalli, e avresti una modalità.

Questo suscita la mia curiosità: perché questo schema è così cruciale? Dopo tutto, una scala può essere composta da qualsiasi presunto insieme casuale di intervalli. Allora come è nato questo modello specifico? E cosa spiega l'aderenza ad esso, rispetto a diventare pazzi e usare schemi di intervallo che sono lontanamente diversi da questo schema? (Nella musica occidentale, almeno.)

Grazie per il tuo tempo.

Stai parlando di una diversa sequenza di passi interi e mezzi? O stai parlando di altri tipi di intervalli (microtonali)?
Mi riferisco a diverse sequenze di passi interi e mezzi
Non ce ne sono molti ragionevoli, vedi la mia risposta.
"Dopo tutto, una scala può essere composta da qualsiasi presunta serie casuale di intervalli". Dice chi? Questo non sarebbe davvero una scala.
@ggcg Dipende dalla tua definizione di scala. Per quanto ne so, una scala è un qualsiasi insieme di note musicali ordinate per frequenza o altezza fondamentale. Quindi teoricamente, qualsiasi insieme di note (anche casuale) può essere considerato una scala. Per chiarire, quando dico intervalli mi riferisco a intervalli appartenenti a 12 TET. (multipli di mezzo passo)
Le modalità sono molto semplici. Con un pianoforte e cinque minuti liberi puoi spiegarli a un bambino. Ti chiedi: "Cosa spiega l'adesione a [modalità] rispetto al diventare completamente pazzi?" Penso che le modalità ricevano un'attenzione indebita su questo sito da persone che sperano di capire la musica per mezzo di formule e tabelle come la tua. Ci sono molti compositori e musicisti che impazziscono completamente. E ci sono molte tecniche e approcci alla musica che raramente vengono menzionati qui.
A me sembra una specie di pleonam .. le modalità vengono effettivamente definite partendo da diversi punti della scala maggiore. Quindi, per rispondere alla tua domanda? perché è definito così. Ora, se vuoi sapere perché la scala maggiore è diventata un modello così importante, questa è un'altra domanda molto ampia
Questo risponde alla tua domanda? [Perché ci sono solo 7 modalità?] (Https://music.stackexchange.com/questions/98905/why-are-there-just-7-modes)
Detto solo là fuori, il libro "All Possible Scales" enumera esaurientemente tutte le scale 12TET, utili o no. https://www.johndcook.com/blog/all-possible-scales/ Anche dove le bilance hanno nomi (e quindi, probabilmente, qualche utilità), quelli vengono menzionati.
Solo per fare l'avvocato del diavolo, qui. Non c'è assolutamente nulla che ti impedisca di usare una scala diversa basata su un diverso insieme di intervalli. Esempi relativamente comuni includono una scala di toni interi (tutti i toni interi, ci sono quarta e quinta aumentate ovunque) e una scala diminuita (tutte le terze minori, ci sono solo 4 note in questa scala).
Sei risposte:
ggcg
2020-06-11 00:27:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se vuoi concentrarti su scale fatte da passi nella scala cromatica, accordatura 12TET, allora ce ne sono dozzine, almeno 72 a cui riesco a pensare (in realtà il doppio se la mia memoria è corretta). Nello stile di musica carnatico dall'India si costruiscono scale utilizzando solo note della scala cromatica 12TET con alcune restrizioni. Il set più grande di scale carnatiche può avere diversi modelli ascendenti e discendenti e non deve avere 7 toni. Tuttavia esiste una serie di moderni Ragas carnatici chiamati Melakarta Ragas che hanno tutti 7 toni. L'insieme di 72 ha una limitazione di avere una P5 (la dominante) presente. Oltre a questo si ha ogni possibile combinazione unica di 2 °, 3 °, 4 °, 6 ° e 7 °. E per ciascuno consentono intervalli maggiori, minori e diminuiti, purché non coincidano con la nota successiva. Ad esempio, se un Raga ha M2 può avere M3 e m3 ma non d3. Tuttavia, se il Raga ha m2, può avere un d3 (double flatted 3rd). Ciò consente bit cromatici separati da ampi intervalli. Da questo set è possibile generare un set completamente nuovo aumentando o diminuendo il 5 °, per quei Raga che non hanno m6 o a4, rispettivamente. Tra le moderne scale Raga e le tradizionali scale carnatiche ce ne devono essere ben più di 100.

Quindi, come parte della tua domanda, i "modi" che hai elencato sono semplicemente quelli su cui gli europei sono confluiti.

Una seconda parte della tua domanda sembra essere più storica e culturale che tecnica. Le sette modalità che hai elencato si allineano nel modo in cui lo fanno principalmente grazie alla sintonizzazione 12TET. Tieni presente che in poche migliaia di anni queste scale divennero più ampiamente utilizzate nelle culture dell'Europa occidentale rispetto ad altre, e ce n'erano altre. Inoltre, quando la musica divenne standardizzata, vi fu il desiderio di trascrivere (o semplicemente scrivere) brani popolari più vecchi in una nuova notazione musicale standard. Ciò ha introdotto modifiche ai brani originali per adattarli il più possibile alla scala Major standard che si stava evolvendo. Una sorta di interpolazione del vicino più vicino applicata alle note. Se fai una ricerca potresti trovare alcune informazioni sui modi antichi che alla fine divennero dorici, frigi, ecc. Le versioni antiche non suonavano esattamente come l'equivalente moderno. A questo si aggiunge il fatto che molti stili musicali orientali utilizzano toni 1/4. C'è uno strumento turco chiamato Saz che è simile alla chitarra e ha tasti a un quarto di tono. Cose simili esistono nella musica persiana. La musica persiana ha una grande influenza sulla musica classica spagnola, ma la chitarra si è evoluta fino all'accordatura 12TET. Quindi le frasi melodiche vengono modificate per adattarsi il più possibile alla scala diatonica. Una combinazione di molti fattori probabilmente ha portato al diagramma che hai pubblicato nella tua domanda originale. In aggiunta ad alcuni che ho menzionato, includerei l'evoluzione di grandi orchestre e la complessa armonia probabilmente ha costretto la necessità di scale standard più semplici poiché c'è meno improvvisazione nella musica classica occidentale e nella musica corale che nella musica popolare.

Alla fine della giornata questi sono i meme che sono sopravvissuti. Si sono sviluppati mentre altri sono stati persi con la forza. Per l'influenza di compositori e artisti che preferivano queste scale.

Riferimento: Classical Music of India di Subramaniam e Subramanium

* Quindi, come parte della tua domanda, i "modi" che hai elencato sono semplicemente quelli su cui gli europei sono convergenti. * Non credo sia arbitrario che la musica occidentale si concentri su questi schemi di scala. La musica occidentale ha un'armonia che si concentra sulle triadi maggiori e minori. Le scale che utilizza sono quelle che consentono di formare molte triadi maggiori e minori.
Matt L.
2020-06-10 22:29:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per restringere le possibilità, concentriamoci sulle scale eptatoniche con solo passi interi e semitono. Come seconda restrizione, concordiamo sul fatto che non vogliamo due mezzi passi consecutivi nelle nostre scale. Queste restrizioni potrebbero sembrare arbitrarie, ma sono abbastanza ragionevoli da un punto di vista melodico e armonico (per le orecchie occidentali, almeno).

A parte le modalità nella tua domanda, potrebbe sorprenderti che, date le restrizioni sopra , c'è solo un'altra scala a 7 note (e le sue modalità) che ha uno schema diverso di passi interi e mezzi: la scala minore melodica. In quella scala i due mezzi gradini sono separati da un solo gradino intero. I modi di minore melodico sono usati molto nel jazz, quindi in realtà non aderiamo esclusivamente ai modi di chiesa.

Nota che se permettiamo due mezzi passi consecutivi, c'è di nuovo solo un'altra scala (ed è modalità): la scala maggiore napoletana. Quindi ci sono solo tre sistemi (cioè 3x7 = 21 scale) di scale eptatoniche con solo passi interi di tono e mezzo tono: la scala maggiore e suoi modi, la scala minore melodica e suoi modi, e la scala maggiore napoletana e suoi modi. Tutte le altre scale hanno almeno un intervallo che non è né un mezzo passo né un intero passo, oppure hanno più o meno di sette note (come la scala pentatonica minore e maggiore, l'intera scala dei toni, le scale diminuite, le scale bebop, ecc.)

Se vuoi davvero impazzire, dovresti considerare di lasciare il sistema di scala eptatonica in 12-TET e cercare nuovi suoni con temperamenti diversi.

Le scale diminuite e intere sono comunemente usate, quindi perché limitarsi a scale a 7 note.
@piiperiReinstateMonica: Punto giusto, ma è davvero una limitazione scelta arbitrariamente, solo per ottenere un po 'di concentrazione. Se includo l'intero tono e la scala diminuita, ci si potrebbe chiedere perché non includere scale bebop a 8 note, ecc.
Ho cercato di imparare la teoria musicale di base. La tua restrizione "non vogliamo due mezzi passi consecutivi nella nostra bilancia" è stata brillante. La lampadina si è accesa nella mia testa. Ciò ha perfettamente senso e mette davvero un "modello di intervalli" in una luce migliore. (Scala maggiore / scala minore). Molte grazie.
La scala "sesta diminuita" di Barry Harris ha semitoni consecutivi e puoi creare suoni meravigliosi con essa. Le scale blues hanno semitoni consecutivi. Ma non suoni necessariamente i semitoni consecutivi _ allo stesso tempo._
@piiperiReinstateMonica: Naturalmente, ci sono molte scale con semitoni consecutivi. Anche le scale del bebop hanno semitoni consecutivi, ma sono per lo più lì per ragioni melodiche, non tanto per ragioni armoniche. Lo stesso vale per la scala blues. Di solito non accompagni un blues con accordi costruiti sulla scala del blues. Questo è diverso dalle scale eptatoniche standard, dove costruiamo accordi impilando le terze di ogni tono di scala.
Quindi presumi che in _altre_ scale le note siano per "ragioni armoniche"? Cosa significa? Una garanzia che le combinazioni di note possano essere selezionate in modo casuale? O che le pile di terzi hanno un senso? Penso che ci sia un elefante in questa stanza e questo è: * e allora * se una scala ha questi intervalli. Cosa ci fai con loro? O c'è un presupposto implicito concordato secondo cui, se non diversamente specificato, "scala" significa "griglia di riferimento per la costruzione di pile armoniche di terzi"? A proposito, è esattamente a questo che serve la scala di Barry Harris, e ha semitoni consecutivi. Presupposti!
topo Reinstate Monica
2020-06-11 01:29:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

perché questo schema è così cruciale?

Non lo è, davvero - succede solo che soggettivamente funziona abbastanza bene, con la maggior parte dei suoi punti di partenza (a parte, probabilmente, il Locriano) che produce modalità che hanno interessanti possibilità armoniche e melodiche.

Dopo tutto, una scala può essere composta da qualsiasi presunto insieme casuale di intervalli.

Beh, dipende da cosa stai cercando di ottenere. Se vuoi consentire l'armonia consonante, ha senso avere alcune note che siano in consonanza con la tua nota fondamentale e con altre note nella scala; Se guardi le note della scala diatonica, per cominciare permette 6 quinte, 6 quarti e 3 terze maggiori, in una scala di sole sette note, il che mi sembra una resa abbastanza buona (il fatto che ci siano 6 quinte si riferisce al punto di Michael Curtis che i toni diatonici possono essere tutti riorganizzati come quinte perfette ascendenti.)

E cosa spiega l'aderenza ad esso?

Non penso che ci sia un'aderenza ad esso, se guardi a un ampio corpus di musica. Minore armonia chiave? Di solito va al di fuori della scala diatonica. Armonia delle tonalità principali moderna, del resto anche. Ogni volta che qualcuno "modula"? Probabilmente vanno al di fuori della scala diatonica. Allo stesso modo "accordi presi in prestito". Scala blues? Non diatonico.

Ovviamente molti di questi casi si potrebbe dire che sono quasi diatonici, o rappresentano un movimento tra una scala diatonica e l'altra, o qualcosa del genere. Il che va bene se ti aiuta come modo di comunicare o fare la tua analisi.

Nel caso in cui sembri che sto cercando di denigrare o privare del diritto di voto la scala diatonica, non lo sono. Mi piace!

Michael Curtis
2020-06-11 03:35:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uno dei significati di "modalità" è semplicemente "rotazione" di una scala. Suonare la seconda modalità della scala maggiore significa suonare i toni della scala, ma a partire da RE , il secondo grado. In questo senso "modalità" significa non modificare la serie di intervalli della scala ma semplicemente ruotarli.

Il secondo punto è che le modalità elencate sono tutte modalità diatoniche . Questo è un modello cruciale in molta musica, perché i toni diatonici sono il fondamento del sistema maggiore / minore. Perché? Una spiegazione è che i toni diatonici possono essere tutti riorganizzati come quinte perfette ascendenti e questo intervallo è acusticamente significativo.

Ci sono molti altri modi. I modi di minore armonico e minore melodico sono abbastanza comuni in molti stili musicali diversi.

Laurence Payne
2020-06-12 03:29:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stai partendo da una falsa premessa. Sì, ci sono 7 scale derivate dalla scala maggiore. Etichettali come "modalità moderne" se preferisci. Ciò non conferisce loro alcuno status speciale, o addirittura implica che siano usati più spesso di altre scale a 8 note. Storicamente, Harmonic Minor è stato probabilmente utilizzato più di qualsiasi "modalità moderna" tranne Ionian (major).

Rosie F
2020-06-11 19:36:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hai menzionato la musica occidentale proprio alla fine: vuoi dire che la tua domanda deve essere limitata alle sole scale occidentali? Se è così, allora un fattore che limita fortemente la scelta è la prevalenza di un temperamento con solo 12 altezze per ottava. Lascia un numero limitato di opzioni per ogni grado della scala.

Il 7 ° grado può essere maggiore o minore

Il 6 ° grado può essere maggiore o minore

Il 5 ° grado deve essere praticamente una quinta perfetta sopra il tonico (se non lo è, la triade tonica suona dissonante, e questa è l'unica triade che vuoi che suoni consonante)

Il 4 ° grado può essere perfetto o aumentato

Il 3 ° grado può essere maggiore o minore

Il 2 ° grado può essere maggiore o minore

Anche così, questo consente alcune scale che non lo sono nella tua lista, ad es il doppio armonico maggiore, maggiore ungherese, doppio armonico minore (minore ungherese) e minore rumeno (dorico ucraino) scale.

Il 4 ° grado non può essere maggiore o minore, può essere perfetto, aumentato o diminuito.
@MattL. Ops. Grazie per il commento. Corretto.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...