Domanda:
Tendenze dell'accordatura dell'arpa
user303537
2014-04-23 18:15:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono un flautista e suonerò il flauto in un ensemble di arpa. C'è qualcosa che dovrei sapere riguardo ai problemi di accordatura con le arpe mentre suono. Ci sono note o ottave che tendono ad essere più piatte o più acute di altre?

Per interesse quali strumenti comporranno questo ensemble?
Due risposte:
jjmusicnotes
2014-04-23 19:00:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il numero di problemi di messa a punto dipende dal livello di abilità e dall'intonazione. Tra voi due, è molto più probabile che sarai quello stonato. Le arpe sono cordofoni e la natura dello strumento impiega un'eternità per accordarsi (proprio come un pianoforte) e scordare generalmente con la stessa frequenza di un pianoforte se non adeguatamente mantenute.

Mentre le loro note sono semplicemente colto in esistenza, il tuo deve essere creato dall'aria che aumenta automaticamente la variabilità nella tua intonazione.

Quindi, se vuoi evitare problemi di accordatura con le arpe (o qualsiasi altro strumento per quella materia) esercitati sui toni lunghi e persino sul respiro gestione.

Le arpe stonano * WAY * più frequentemente dei pianoforti. Devono essere regolati prima di ogni esibizione e spesso necessitano di controlli a campione durante le esibizioni.
Interessante: non l'ho mai sperimentato personalmente. Suppongo che dipenderebbe da come venivano suonati e da quanto dovevano essere spostati. Se usassi davvero qualcosa di diverso da quel piccolo dolley per arpa, ovviamente controllerei l'accordatura.
Anche con il dolly. Ho suonato in diverse orchestre e l'arpista è sempre alle prove con almeno 30 minuti di anticipo, e sono sul palco prima dei concerti molto prima dello spettacolo solo per poter accordare. Una volta, ero seduto proprio accanto all'arpista durante le prove, e sono rimasto sorpreso dalla frequenza con cui eseguivano piccole e silenziose accordature tra i movimenti e talvolta anche durante più misure di riposo. La mia amica arpista ODIA il suo strumento con una passione ardente a volte!
È molto sfortunato - le arpe sono abbastanza odiose da trascinare in giro per cominciare (io stesso sono un tubista e posso simpatizzare con contrabbassisti e percussionisti ...) A tal fine, direi che è una testimonianza dell'arpista allora per essere subdolo - Non me ne sono mai accorto.
Codeswitcher
2014-04-24 11:29:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Consentitemi di consigliarvi di entrare in contatto con il vostro ensemble di arpa e di chiedere loro se c'è qualcosa che dovreste sapere su quale sistema di accordatura useranno. Sono sia un fiatoio che un arpista, e talvolta gli arpisti dimenticano che i fiati non possono fare tutto, dal punto di vista dell'accordatura, possono.

Dovresti essere avvisato che le arpe, a causa della loro varietà di forme storiche e poiché sono sintonizzati manualmente dal musicista, tutto il tempo, possono essere e spesso vengono suonati con tutti i tipi di temperamenti alternativi.

Ad esempio, suono un'arpa a 19 corde a fila singola del tardo rinascimento prevalentemente per Repertorio del XVI secolo, quindi ho * il mio bambino in un'accordatura a meanone in mi bemolle che è storicamente appropriata per il mio repertorio. Una delle tante opzioni di questo tipo; il XVI secolo vide una profusione di temperamenti. Almeno il mio LA = 440; altri ensemble di musica antica (specialmente quelli incentrati sul periodo barocco) si sintonizzano su LA = 415 o LA = 460 o LA = chissà cosa.

Molti arpisti folk / celtici usano l'accordatura pitagorica; puoi dirglielo perché si accordano da una singola altezza spostandosi in quarte e quinte. Altri non conoscono i temperamenti e usano semplicemente un accordatore elettronico per chitarra (o immagino che oggigiorno ci sia un'app per questo e usano i loro telefoni) e finiscono con lo stesso temperamento equabile LA = 440 che tutti conosciamo e amiamo.

Non ho idea di cosa facciano i suonatori di arpa orchestrale. Immagino che LA = 440 temperamento equabile, perché orchestrale.

In ogni caso, dovrai chiedere ai tuoi arpisti / arpisti che cosa stanno facendo per accordare o temperamento. Le probabilità sono che non stia succedendo nulla di strano. Ma la cosa divertente delle arpe è che le opzioni sono molto più ampie rispetto alla maggior parte (tutti?) Altri strumenti. Quindi forse tocca semplicemente la base con l'insieme.

Quanto al fatto che le gamme siano più acute o più piatte, può dipendere dallo strumento, ma generalmente quando le arpe vanno alla deriva, esse risultano piatte. Questo perché la stessa tensione che li tiene in sintonia può lentamente farli stonare, in modo tale che la tensione si allenti. Tensione lenta, passo più basso. Inoltre, maggiore è la tensione, più refrattaria è la corda; ciò può significare una tendenza per i registri superiori ad andare per primi. Ma su un'arpa, non è semplice come un tono acuto == alta tensione, perché le differenze di peso delle corde.

Ma in realtà, la cosa da cui dipende maggiormente la probabilità che l'accordatura sia spenta è la novità della corda . Quindi ti ritroverai con problemi di messa a punto davvero idiosincratici. Ad esempio, l'ultima corda che ho sostituito di recente sulla mia arpa è la LA sopra il Do centrale. Quella corda è la prima a suonare piatta; Combatto costantemente con esso, riportandolo in posizione. Le stringhe attorno ad esso sono molto stabili.

* E con "have" intendo ovviamente "continua a rimetterlo dentro, ancora e ancora e ancora".



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...