Domanda:
Con che temperamento suonare Monteverdi?
thSoft
2014-01-10 17:15:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vorremmo eseguire brani dall'Orfeo di Monteverdi su strumenti d'epoca. Secondo recenti ricerche, qual è il temperamento più autentico che avrebbe potuto essere utilizzato per gli strumenti a tastiera nel primo barocco italiano?

Non posso garantire per il primo barocco, ma dal significato medio barocco sembrava essere il più comune. Questa è l'era di riferimento per la discussione sul temperamento, quindi sono stati praticati e teorizzati molti tipi diversi. Scegliendo il temperamento che ritieni si adatti meglio ai pezzi (in base alla gamma di tonalità, alla durata di ciascuna tonalità, ecc.), Direi che stai praticando l'esperienza autentica. Certo, se trovi un buon testo su Monteverdi e temperamento, faccelo sapere!
Grazie, ho già pensato al significato di 1/5 virgola. So che il miglior temperamento varia da pezzo a pezzo, quindi deve essere determinato dalla pratica e dall'ascolto, suonando efficacemente il pezzo e ascoltando attentamente. Sfortunatamente l'accordatore aveva bisogno di una scelta urgente e non ho avuto la possibilità di provare, ecco perché ho postato una domanda qui. La prossima volta avrò a portata di mano un software MIDI adatto. :)
Penso anche che l'intera gamma di frequenze dovrebbe essere spostata verso il basso da LA = 440. Quanto? Non sono sicuro. Forse A = 435 o inferiore.
No, tjb1982, ai tempi di Monteverdi l'accordatura sarebbe stata intorno a LA = 392 o LA = 415, che sono rispettivamente un intero passo e mezzo sotto LA = 440. Ai tempi di Bach la maggior parte delle orchestre si accordava su LA = 415, ma c'erano organi a canne accordati su LA = 466, che è mezzo passo sopra LA = 440. L'accordatura di LA = 430 è apparsa all'epoca di Schubert. A = 440 non è stato ampiamente adottato fino all'inizio del XX secolo.
@thSoft, qual è il nome del tuo gruppo musicale e dove si esibiscono, per favore? Hanno un sito web?
@WheatWilliams Siamo l'ensemble Simplicissimus di Budapest: https://facebook.com/simplicissimus12
Due risposte:
Caleb Hines
2014-05-31 06:08:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

FWIW, defunto costruttore di organi e scrittore Stephen Bicknell, in questa descrizione introduttiva dei temperamenti menziona l'accordatura di un organo continuo al significato di un quarto di virgola per un'esibizione di Monteverdi del Taverner Choir & Consort.

Quindi direi un quarto di virgola inteso con il tono A sintonizzato su 392 Hz o 415 Hz (non sono sicuro quale fosse usato nell'Italia di Monteverdi; in Francia in quel periodo era LA = 392 Hz.) Ci riferiamo all'accordatura di LA come il * diapason * o * kammerton *.
La persona che ha posto la domanda ha detto che il loro gruppo suona su strumenti d'epoca, che sarebbero progettati per il diapason inferiore. Per suonare in LA = 392 o LA = 415, devi avere strumenti a fiato e ottoni speciali costruiti per quell'accordatura. Non puoi "risintonizzare" strumenti a fiato e ottoni che sono stati costruiti per LA = 440 più in basso. Allo stesso modo, se si scende a LA = 392, i musicisti di archi ad arco potrebbero dover passare a un calibro più spesso di corde.
Parlamene! È leggermente fastidioso ogni volta che provo a suonare il mio registratore A = 440 insieme a una registrazione di musica barocca su Youtube, solo per scoprire che è stato registrato in tono storico.
Grazie per le tue intuizioni! Per la cronaca, a causa del nostro budget, stavamo suonando solo con strumenti ad arco e basso continuo, quindi sarebbe stato facile accordare l'organo a un meanone di 1/4 di virgola, ma stavamo suonando a LA = 466Hz, che abbiamo ottenuto con Usig A = 415Hz strumenti e trasposizione di una seconda maggiore verso l'alto, quindi abbiamo suonato con temperamento equabile.
user1044
2014-05-31 19:27:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per diversi anni sono stato responsabile pubblicitario, marketing e commerciale per un'orchestra da camera barocca ad Atlanta, Georgia, Stati Uniti d'America. Ho posto la questione del temperamento e della messa a punto dell ' Orfeo di Monteverdi a diversi amici che si esibiscono con quel gruppo. Se ricevo loro risposta, posterò le loro risposte qui.

Temo di aver confuso le cose con molti dei miei commenti qui, quindi ho bisogno di usare una risposta per spiegarmi. Il temperamento è un problema (il più importante per la persona che pone questa domanda) e l'accordatura di base (in cicli al secondo, o Hz) è un altro. Durante il periodo barocco, diverse città, nazioni e località in Europa e altrove usavano diverse accordature di base (denominate kammerton in tedesco e diapason in altre lingue), e talvolta all'interno nella stessa posizione sarebbe stata utilizzata un'accordatura di base completamente diversa a seconda che la musica fosse per coro, per orchestra o per organo a canne. Ci sono anche esempi di brani musicali per combinazioni di coro, orchestra e organo in cui il compositore ha scritto lo spartito in diverse trasposizioni di tonalità per le diverse sezioni a causa delle diverse accordature di base impiegate tra quelle sezioni.

Mentre A = 392 era l'accordatura "barocca francese" più comune, e A = 415 era l'accordatura "alto barocca" più comune, e A = 466 era usato per alcuni organi a canne e strumenti come il flauto dolce, c'era un'ampia variazione. Proprio come ogni città aveva la propria ora e i propri orologi ufficiali, non era possibile per tutte le diverse nazioni del mondo standardizzare su una certa sintonizzazione di base in quel momento della storia.

Nell'era moderna, l'accordatura di base più comune è LA = 440Hz. I gruppi di musica antica oggi di solito scelgono tra A = 392 (un intero passo sotto A = 440), A = 415 (un mezzo passo sotto A = 440) e A = 466 (mezzo passo sopra A = 440). Inoltre, per la musica classica e del primo periodo romantico, come quella di Mozart e Schubert, un'accordatura di base concordata è LA = 430.

L'accordatura di base è una questione molto importante per gli strumenti musicali e per i cantanti . Chiedere a un cantante o coro moderno di "risintonizzare" l'esecuzione di un brano tanto quanto un intero step down o mezzo step up può mettere a dura prova la qualità del tono che i cantanti possono produrre. Inoltre, gli ottoni e gli strumenti a fiato sono costruiti in un modo che limita fortemente la loro capacità di accordare o accordare. Ci sono stati tempi e luoghi nella storia in cui ci si aspettava che i musicisti professionisti di ottoni e fiati possedessero due o anche tre set di strumenti, costruiti per diverse accordature di base, per adattarsi a qualsiasi accordatura di base richiesta per il diverso repertorio.

Per quanto riguarda l'accordatura usata da un particolare compositore circa trecento anni fa o più, i musicologi sanno con certezza solo se riescono a trovare diapason effettivi usati in quei luoghi e tempi, o possono effettuare misurazioni da strumenti storici effettivamente suonabili la cui accordatura variano molto, come registratori o canne d'organo.

+1 Bella panoramica storica di cui questa pagina aveva davvero bisogno. ... Nel penultimo paragrafo, parli di "set di strumenti"; è questo perché, prima dell'introduzione degli strumenti a valvola, i suonatori di ottoni avevano bisogno di strumenti in più chiavi?
Immagino che la risposta sia "una specie di". Nell'era barocca, tutta la musica per trombe era scritta in re maggiore, a meno che non avessi una tromba che potesse impiegare un certo tipo di muto che abbassava l'altezza di 1/2 passo o di 1 passo intero (e questo era raro). Alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX, tuttavia, un trombettista avrebbe due trombe perché potrebbe suonare lo stesso pezzo dallo stesso spartito con un'orchestra che si sintonizzava su LA = 440 e un'altra orchestra che suonava A = 415 o A = 430.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...