Domanda:
Perché il basso continuo non è stato ampiamente utilizzato dopo il periodo barocco?
8128
2011-04-30 19:06:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto studiando un quartetto d'archi di Haydn. Questo (ovviamente) non ha un basso continuo.

Perché il basso continuo non era più usato nel periodo classico? Aveva qualcosa a che fare con lo sviluppo degli strumenti disponibili?

C'era una sorta di divieto imposto in GB alle orchestre della chiesa, lasciando la musica della chiesa accompagnata solo dall'organo. In realtà non ne so molto, ma so che ho inchiodato un sacco di continuo in GB.
Solo una nota a margine interessante, ci sono alcune registrazioni delle sinfonie complete di Mozart e Haydn che in realtà utilizzano un Basso Continuo con Clavicembalo. Ero curioso di sapere se questa fosse o meno una pratica storicamente informata.
È interessante notare che il basso continuo è emerso di nuovo nel XX secolo, nella forma della sezione ritmica jazz: Stessi strumenti: archi di registro basso, tastiera e con l'aggiunta di batteria - che svolgono la stessa funzione: mantenere un `` groove '' sottostante, che funge da una base per le voci soliste. La sezione ritmica jazz non si è sviluppata dal basso continuo - è un interessante esempio di evoluzione parallela nella musica - simile all'ala dell'uccello e all'ala del pipistrello.
Ho visto righi per basso continuo nelle prime sinfonie di Mozart. Nessun basso figurato come nelle opere di Bach, ma più come abbreviazione di violoncelli e contrabbassi.
Due risposte:
#1
+6
ogerard
2011-04-30 23:10:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sembra che gli strumentisti disponibili (più degli strumenti) fossero fondamentali, nonché una figura del compositore come un maestro individualista e totale della musica che scrive.

Lo sviluppo del virtuosismo dei violoncellisti (come come Joseph Franz Weigl, amico di Haydn, Josef Fiala, Josef Reicha (amico di Mozart) e più tardi i fratelli Duport e Romberg) è stato influente in questa evoluzione e ha eguagliato il livello di maestria e l'individualità di importanti violinisti e tastieristi / compositori.

Vedo Haydn veramente al punto di svolta di quelle forme quando ogni parte del basso continuo (contrabbasso, di solito un violoncello e tastiera) non viene più ammassata insieme come armonia di sottofondo e arazzo musicale ma come individuo membri di un gruppo. Ciò influisce su Haydn non solo per la musica da camera, ma anche per le sue sinfonie (le prime hanno un basso continuo che suonava da solo durante le esibizioni, le ultime non ne avevano).

Come musicisti esperti sia di violino che di la tastiera, Haydn o soprattutto Mozart non potevano accontentarsi di lasciare che un interprete applicasse ricette tradizionali alla tastiera o al violoncello per seguire la loro composizione.

Mozart per l'interazione e l'ammirazione di Haydn e poi di Beethoven hanno rafforzato questa tendenza. Questo può essere osservato nella maggior parte della musica da camera di Mozart, in particolare trii con pianoforte.

I compositori scoprirono che scrivere parti corrispondenti a strumenti di basso continuo tradizionali era un importante mezzo di espressione per le loro idee e consentiva uno stile e sperimentazioni più distintivi .

A proposito, diversi storici insistono sull'origine della sonata del trio della forma del quartetto (abbandonando la tastiera a causa delle circostanze).

In questo senso un quartetto d'archi segue questa tendenza , in quanto è davvero una forma esplicita scritta dal compositore a quattro voci con solo strumenti ad arco. Haydn stabilì il genere e Mozart lo seguì con attenzione.

Forse dovresti confrontare

  • trii / quartetti / quintetti con pianoforte (come gli oltre trenta trovati per Haydn in Hob XIV e Hob XV, opere di Mozart e poi Beethoven, Schubert, Schumann)

e

  • sonate / doppie sonate / trio sonate con basso continuo come le prime opere di Haydn (opus 1, opus 8) e molti compositori più anziani, come Purcell, Buxtehude, Händel, Bach.

Nei due casi hai da 2 a 4 strumenti a corda e una tastiera. Ma il primo gruppo ha parti esplicite per ogni giocatore. Puoi sostenere che nel primo gruppo puoi guardare compositori come Mozart che sviluppano progressivamente uno stile mozartiano per scrivere parti di violoncello o viola. Mozart praticava la viola e notò che gli piaceva suonare la viola quando suonava la sua musica da camera con gli amici per essere al centro dell'armonia.

Un fatto interessante che ho imparato facendo alcune verifiche per questa risposta : Johann André, editore musicale e acquirente della maggior parte del manoscritto di Mozart dopo la sua morte ha trascritto tre trio di Mozart con pianoforte in quartetti d'archi, questa è la sua opera 32. È stata registrata nel 2008 dal Quartetto Tomasini per l'etichetta Hungaroton .

#2
+2
Mark Lutton
2011-04-30 20:21:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È solo un cambiamento di stile, come il modo in cui i gruppi blues e rock sono passati dall'avere chitarre solo in sottofondo ad avere le chitarre in primo piano.

Il basso continuo era una sorta di accompagnamento standardizzato, tipicamente dato solo una linea di basso e simboli di accordi e l'archiviazione negli accordi ad libitum. J.S. Bach stava già cominciando a esercitare un maggiore controllo, scrivendo parti di tastiera invece di lasciare che l'esecutore improvvisasse. Alcune delle sue sonate soliste sono scritte solo per assolo e tastiera, senza parti di basso o violoncello separate.

Anche per quei pezzi di Bach potresti aggiungere un basso continuo e funzionerebbe comunque. Mozart e Haydn si sono allontanati da quello stile di musica verso uno stile in cui tutte le linee - anche la parte del violoncello - sono voci in primo piano senza sottofondo. Ascolta un quartetto d'archi Haydn e prova a suonare accordi insieme ad esso: non funziona così bene come con Bach.

A proposito di quelle chitarre nelle band blues - dovevano fare molto più lavoro di sottofondo prima che Mr Fender inventasse il basso negli anni '50, Prima di allora, avevano bisogno di un pianista per suonare un basso potente - dopo di che, la chitarra era in grado di farlo assumere una posizione più prominente. Non evoluzione, ma innovazione.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...