Domanda:
Controesempio di tecnica del contrappunto?
BillyTunin
2016-05-20 02:52:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto cercando di comprendere appieno il concetto che "Contrappunto" implica ... ma non riesco a pensare a nessuna situazione in cui un contrappunto non sia presente su una canzone / pezzo / qualunque cosa.

Se il contrappunto è la tecnica per gestire in modo indipendente le voci mantenendo un suono armonioso (nella maggior parte dei casi), quando non viene utilizzata questa tecnica? Penso che un buon esempio di NON-contrappunto mi aiuterebbe.

Immagino (per quello che ho letto su Internet) che il primo esempio di questo sarebbe una semplice canzone in cui c'è un cantante con una linea melodica e una chitarra che suona alcuni accordi il primo accento di ogni battuta, per esempio. Ma non capisco perché questo non è un caso di contrappunto? È perché non è lo stesso strumento a gestire le diverse voci? È perché gli accordi non contano come "un'altra linea melodica"? E se è così, allora ... cosa succede se il cantante sta eseguendo la sua linea melodica e sotto di essa, un bassista sta suonando un'altra linea melodica (armoniosamente coerente). Conterebbe come usare la tecnica del contrappunto?

Bene, hai ragione sul fatto che ci sono relativamente pochi brani / pezzi con più voci in cui non c'è * assolutamente * alcuna prova di contrappunto ... è solo che alcuni pezzi sono più caratterizzati dal movimento contrappuntistico, altri meno - quindi è un asse, non una cosa binaria "sì / no".
Nella musica occidentale, ci sono alcune tradizioni puramente monofoniche, ad esempio il canto in pianura e la musica delle cornamuse scozzesi (Piobaireachd o Ceòl Mòr). La musica "classica" indiana (ignorando le colonne sonore dei film di Bollywood influenzate dall'occidente!) Non ha il concetto di "armonia" o "contrappunto" - solo una melodia, un ronzio e percussioni.
@topomorto * Obbligatorio "John Cage '4:33'" *
Le melodie degli inni sarebbero ciò che stai cercando?
Quattro risposte:
#1
+5
Dom
2016-05-20 03:44:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il contrappunto è la relazione tra voci che sono armonicamente dipendenti, ma sono indipendenti in altri aspetti come il ritmo e la forma. Il contrappunto è realmente osservato solo in brani che hanno più melodie indipendenti o in altre parole di natura polifonica.

L'esempio di cui parli è omofonico o consiste in una melodia e un'armonia distinte. Quindi non c'è contrappunto nel senso tradizionale che hai due melodie distinte che sono armonicamente dipendenti, ma indipendenti in altri modi. Invece hai una melodia e qualcosa che la sostiene armonicamente. C'è ancora la voce che conduce e l'idea che le due parti siano in qualche modo correlate, ma non è un contrappunto.

Ci sono molti pezzi che sono ottimi esempi di musica polifonica che dimostrano contrappunto come invenzioni, fughe e canoni che dimostrano perché questa è una tecnica potente da usare.

Bella risposta! Grazie. Con questa risposta + i due commenti alla mia domanda, penso che tutto si concluda bene e otteniamo una bella risposta completa. Comunque, volevo aggiungere: tieni presente che ho chiesto esempi NON contrappuntuali e alla fine hai parlato di esempi contrappuntuali. E inoltre, mentre esponi la tua spiegazione sul contrappunto ... non ho potuto fare a meno di chiedermi "beh ... qual è la differenza tra polifonia e contrappunto, allora?" - si spera, qualcuno [già chiesto] (http://music.stackexchange.com/questions/3118/is-there-any-real-difference-between-counterpoint-and-polyphony?rq=1)
#2
+2
Samantha Y
2019-04-04 22:03:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oggi mi sono chiesto "c'è un esempio di musica rigorosamente non contrappuntistica?" e non potevo davvero pensare a una risposta oltre a qualcosa come una singola semplice melodia (ad esempio 'Yankee Doodle') o musica non occidentale (e non avevo niente di più specifico di quello, solo che era leggermente al di fuori della mia competenza ), e questi sono menzionati nei commenti e nelle risposte.

Ma la mia incapacità di rispondere ha portato a una ricerca su Google, e quindi, mi ha portato a questa domanda e quindi condivido il seguente video, che analizza il contrappunto "volutamente terribile" di Mozart nella sua opera "Un musical scherzo ', e ho pensato che fornisse un'interpretazione interessante della risposta e che potrebbe interessare lo studioso generale di contrappunto:

Ovvero , mostra in particolare come si potrebbe scrivere male il contrappunto, fino al punto di "perdere il punto", se perdonerai il gioco di parole non intenzionale.

#3
+1
Nick
2016-05-20 03:51:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La sezione di apertura di Spanish Dance No 3, di Granados, penso fornisca un chiaro esempio di musica non contrappuntistica.

Nota come si muovono le diverse voci lo stesso contorno e lo stesso ritmo. Probabilmente è il mio meno preferito dei 12 balli, ma non lo dimentichi mai perché è così rigido.

#4
  0
Kevin
2019-04-04 23:41:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è molta musica nella cultura pop organizzata con una melodia primaria supportata da una sezione ritmica. Gli strumenti nella sezione ritmica spesso suonano da soli le melodie, ma queste melodie hanno lo scopo di fornire consistenza ed enfatizzare l'armonia, non di interagire con la melodia principale. Pensa a un bassista jazz o un chitarrista di supporto in una canzone rock.

Hai già visto fogli di piombo prima: un pezzo di carta con una singola melodia annotata con accordi, e lo stesso foglio di carta è dato a ogni membro di un'intera band. Il cantante o lo strumentista suona la melodia come scritta mentre tutti gli altri improvvisano sugli accordi. I vampiri del tastierista, il chitarrista strimpella, il bassista se ne va in giro ... Ma gli strumentisti di supporto non suonano pensando al contrappunto. Il loro obiettivo è fornire uno sfondo che si adatti al ruolo principale.

È ancora questo contrappunto? Forse, a seconda di quanto si usa la definizione di contrappunto. Ma di certo non è un contrappunto nello stesso modo in cui lo pensavano i compositori classici, e molti di questi musicisti probabilmente non pensano affatto al contrappunto, non a causa della mancanza di istruzione o conoscenza della teoria, ma solo perché sono immersi in un cultura musicale che guarda la musica da una prospettiva diversa.

Con questo in mente, ci sono interi mondi di musica rock, jazz, pop, elettronica, rap e di colonne sonore di film e giochi che in genere non utilizzano contrappunto, almeno non nel senso tradizionale.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...