Domanda:
Notazione di più voci nella musica per pianoforte
lochok
2014-08-07 06:27:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto cercando di fare delle composizioni per pianoforte dove (sfortunatamente) non è il mio strumento nativo. Qual è il modo accettato per gestire la notazione di più voci in una situazione come quella di cui ho incluso un estratto?

Excerpt

Dovrei notare che la mia preferenza sarebbe quella che ho visto nel Preludio n. 15 di Chopin in re bemolle maggiore dove i minimi erano travati con le crome
Tre risposte:
George
2014-08-10 00:12:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se tutto deve essere nello stesso rigo (cioè deve essere suonato da una mano sola), l'estratto che mostri nella tua domanda va bene per Tastiera.

Se vuoi chiarire che le mezze note che si uniscono sono voci diverse, puoi mettere i gambi verso l'alto per quelle alte e verso il basso per quelle inferiori. Ma questo non è necessario a meno che tu non stia scrivendo musica in stile polifonico (cioè una fuga), il che non sembra essere il caso.

nonpop
2014-08-10 00:56:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quello che hai qui va per lo più bene, ma vorrei fare un paio di modifiche. Vale a dire, metterei le pause nella prima e nella seconda misura sotto le note 1/2. In questo modo sembrano più delle pause nella voce di 1/8 note. Se non ti piace, metti almeno le pause nella seconda misura sopra o sotto le note 1/2 perché ora sembra che la misura abbia una lunghezza di dieci note da 1/8.

Se lo scrivessi con le 1/2 note con le note da 1/8 come nel 28/15 di Chopin, interpreterei il passaggio in modo leggermente diverso. Così com'è ora, lo suonerei come se ci fosse una melodia / armonia (1/2 note) e poi un accompagnamento (rest-pah-pah-pah, rest-pah-pah-pah, ...). Se mettessi travi sulle note 1/2 (che è meno standard tra l'altro), proverei a far suonare l'accompagnamento come se non avesse pause. Ciò renderebbe la melodia più simile a (a-c-c-c a-c-c-c e-c-c-c ...) invece che (a a e ...).

Mark Lutton
2014-08-07 07:49:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non dici quale sia il tuo strumento nativo, ma se è flauto, oboe, clarinetto, fagotto, tromba, corno o trombone, dai un'occhiata alla partitura orchestrale di un brano che hai suonato e confronta, ad esempio la prima e la seconda parte di flauto con un rigo di flauto nella partitura.

Le due parti sono compresse in una linea. Ogni volta che i due flauti suonano linee diverse, le prime note di flauto hanno i gambi che si alzano e le seconde note di flauto hanno i gambi che si abbassano. Le pause di ogni riga verranno posizionate verticalmente per essere vicino alle note della riga.

Puoi vederlo nella terza misura dell'esempio. Nella prima e nella seconda battuta i resti sono stati posizionati dove si adattano. Per la musica per pianoforte, non è importante quale voce sia "prima" e quale "seconda", quindi qualcosa che sarebbe ambiguo per due musicisti (cioè chi suona cosa?) Non è ambiguo se suonato da una mano sola, ma deve esserlo possibile tracciare la linea di una voce e la linea dell'altra voce in modo che il pianista possa suonare una voce più forte e l'altra più bassa se vuole.

Le due mezze note sono sullo stesso gambo perché rappresentano una voce (una voce che può suonare due note contemporaneamente). Se rappresentassero due voci, sarebbero su gambi separati e vedremmo tre voci sulla linea. Quindi, se nella prima misura il compositore desiderava che la prima voce suonasse LA poi MI, e la seconda voce suonasse MI poi LA, invece della prima voce che suona AA e la seconda che suona MIE, allora il primo accordo sarebbe la radice di LA -up e E-stem-down, e il secondo sarebbe A-stem-down e E-stem-up. Fare in modo che l'ascoltatore ascolti la melodia come AE invece di AA sarebbe una sfida per il pianista, ma fattibile.

Per altri esempi, guarda le fughe di Bach per clavicembalo, in particolare quelle con 4 o 5 voci.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...