Domanda:
Perché usare la chiave di C #?
Stinkfoot
2017-07-25 03:12:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stavo leggendo di Brahms ed è stato detto che aveva composto un pezzo in C # Major.

AFAIK, generalmente non usiamo C # Major nella musica jazz o rock perché la tonalità ha 7 diesis, quindi è più facile usare la sua chiave enarmonica - Db, che ha solo 5 bemolle nella sua tonalità .

Perché un compositore classico come Brahms dovrebbe comporre qualcosa in C #?

Se moduli in senso orario sul cerchio delle quinte potrebbe avere più senso dire "F #" => "C #" invece di "F #" a "Re"
Per quanto ne so, jazz e rock non userebbero Db * o * C #. Stai chiedendo dal punto di vista della lettura? Come per la maggior parte degli strumenti, la diteggiatura di ciascuno è la stessa.
Duplicato di https://music.stackexchange.com/questions/43293/why-have-i-never-found-any-music-written-in-the-key-of-c-sharp-major
Dal punto di vista di un chitarrista, "C #" a volte ha più senso, perché puoi semplicemente schiaffeggiare un capotasto sul primo tasto e dito tutto come faresti in una chiave "C". Quando si fa questo, trattare la pace come "C #" è un po 'più facile di "Db".
@LeeWhite - dal punto di vista di un buon chitarrista, suonando l'uno o l'altro, lo stesso vale, poiché un buon chitarrista non utilizzerà necessariamente accordi aperti. Usando gli accordi barrati, la lettura di entrambi finirà allo stesso modo. E come sono entrati qui i chitarristi ...
Buono o non buono: a volte un capotasto è sufficiente per portare al pieno utilizzo degli accordi aperti. Ma in effetti, è molto situazionale, quindi perché non l'ho postato come risposta. :-)
@LeeWhite - nota che la domanda è basata su Brahms, non sulla musica per chitarra.
@Tim nota che la domanda è basata su Brahms, non sulla musica per chitarra.
@Tim-I'm chiede dal punto di vista di un compositore: numerosi fattori in gioco. Il re sembra essere usato abbastanza nel jazz / RnB (almeno io lo chiamo Db-quei generi tendono a usare i tasti piatti) Doodlin 'di Horace Silver, coperto da Ray Charles e innumerevoli altri è registrato in re e Ray Charles lo fa in Db (è uno strumentale). Charles usa abbastanza Db - il suo famoso Drown in My Own Tears è in Db. Anche Albert King - Born on a Bad Sign (e altri) è in Db. I cantanti tendono ovviamente a usare tasti che funzionano per le loro voci - se Db è una delle tue buone chiavi di canto, lo usi.
Ma cantare in Re non è lontano cantare in Do # ... e io ho capito che non si tratta di chitarre ...!
@Tim - Certamente. Ma come ho detto, il mio background è principalmente jazz e RnB dove generalmente usano i tasti bemolle - penso sempre che termini di tasti bemolle. Come hai suggerito, è a causa delle corna. _Ero uno che ha capito che non si tratta di chitarre_ - beh .. non proprio - Era la mia domanda e sapevo cosa stavo chiedendo. Dai un'occhiata al mio commento sulla risposta di Neil Meyer: il mio commento è un'ora prima del tuo. LOL - non importa. Ho chiarito la domanda ora (non pensavo di poterne una, ci sono risposte pubblicate.)
Tre risposte:
#1
+8
Pat Muchmore
2017-07-25 09:01:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'idea che il numero di alterazioni in una tonalità di chiave sia direttamente proporzionale alla difficoltà di lettura è comprensibile, ma non è sempre vera. In effetti, molte armonie cromatiche molto comuni sono relativamente brutte in Re ♭ ma non troppo male in C #. L'accordo napoletano - una triade maggiore con una fondamentale sul grado di seconda scala abbassato - sarebbe un accordo maggiore di Mi ♭♭ nella tonalità di Re ♭ ma solo un accordo di Re maggiore in Do #. Tutti e tre gli accordi di sesta aumentata standard avrebbero B ♭♭ nella tonalità di D ♭ ma A nella chiave di C # (sebbene, ammettiamolo, avrebbero tutti Fx in C # ma solo G in D ♭).

Il punto non è che C # sia inequivocabilmente più facile da leggere, solo che l'idea di leggibilità non è così semplice come contare il numero di diesis o bemolle nella firma. Ancora più importante, gli artisti più esperti, anche se una volta potrebbero aver trovato difficile C #, non ritengono più che la lettura di alcuna chiave sia un problema così grande.

Penso che il C # sia sempre più facile perché devi solo affilare tutto a meno che non ci sia un naturale gettato lì dentro - non devi pensarci. Non così in Re ♭.
@Stinkfoot Forse, questo ha un certo senso per me. Poi di nuovo, potresti sostenere che i diesis su E e B sono intrinsecamente più confusi. Ma soprattutto, non penso che i musicisti professionisti abbiano molti problemi con * qualsiasi * tasto.
#2
+6
ttw
2017-07-25 04:00:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Forse per completare una serie di 24 pezzi in tutte le tonalità maggiori e minori o forse solo per essere la tonalità parallela di C # minore o la tonalità relativa di LA maggiore. Questi sono tre motivi comuni.

Un altro motivo dipenderebbe dallo schema armonico dell'intero brano. Se la musica modulasse sul lato "piatto" della tonica originale, essendo scritta in Re si potrebbe facilmente generare 8 o più bemolle in una tonalità. (Ovviamente, spostarsi sul lato "diesis" della tonalità originale genererebbe molti diesis extra se avviato in C # maggiore.) (Il lato piatto e il lato diesis si riferiscono alle direzioni attorno al ciclo di quinte.)

La tonalità relativa (minore) di C # è LA # m. C # m è relativo a Mi maggiore.
Un altro motivo potrebbe essere che il pezzo era originariamente in re maggiore e il cantante aveva avuto una notte dura in precedenza.
_singer ha avuto una notte difficile in precedenza_ - LOL. Come i cantanti che sembrano abbandonare il loro materiale di pochi passi ogni pochi anni ... Così com'è, penso che la composizione di Brahms sia strumentale - sto cercando di ricordare dove l'ho vista. Ha un certo numero di pezzi per pianoforte solo in C #, ma penso che quello che ho visto fosse un pezzo orchestrale.
Far cadere una voce di un semitono forse non è utile quanto lasciarla cadere di un tono. a malapena vale la pena.
O anche un terzo minore nei giorni brutti. C'è anche il problema di un pianoforte sistematicamente piatto (o diesis).
@Stinkfoot il secondo movimento del primo quintetto per archi di Brahms inizia in do diesis maggiore, ma la tonalità è per do diesis minore. L'intero movimento gioca con la relazione tra i due tasti - finisce quasi in do diesis maggiore, ma lo strappa via alle ultime battute e finisce su un accordo di la maggiore stranamente inquietante. L'unico altro Brahms che conosco in do diesis uno dei valzer op. 39. So che sembra controintuitivo, ma il Do diesis maggiore mi sembra una tonalità molto diversa dal Re bemolle. Difficile da spiegare.
@MarkM - Non credo che quella fosse la composizione. Ma guardando ho trovato lo stesso materiale che hai citato. _C diesis maggiore mi sembra una tonalità molto diversa dal re bemolle_ Capisco che tecnicamente / meccanicamente è completamente diversa, ma ti suona diverso? Su un pianoforte moderno che sembra un po 'strano. I tasti neri potrebbero suonare un po 'diversi dai tasti bianchi su un buon pianoforte? IDK - Non suono davvero il piano - solo scherzo con una piccola tastiera elettrica per imparare, ecc.
@Stinkfoot - So che non ha molto senso. Penso che sia simile all'effetto McGurk: https://www.youtube.com/watch?v=G-lN8vWm3m0 Sapere che è diesis in do rispetto a re bemolle lo fa sembrare diverso.
@MarkM _Sapere che è diesis in do diesis rispetto a re bemolle lo fa sembrare diverso_ - Sì, lo capisco - un effetto psicologico. Il fatto è che io sono allo stesso modo. Suono un bel po 'di jazz: il re è una tonalità "fantastica". C #, non proprio. Nel jazz / RnB il lato piatto pone l'enfasi (nella tua mente) sui fiati e la pervasiva dominante 7a tonalità - ti fa pensare alle notti tarde e alle luci basse nei club pieni di fumo. :)
#3
  0
Daniel L. Berendt
2018-11-03 20:48:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A volte può essere una cosa psicologica, piatto è piatto, mentre tagliente è vivace o ottimista. Come si "interpreta" un pezzo di chiave bemolle o un pezzo di chiave diesis? Solo qualcosa a cui pensare, un altro punto di vista. Greywolf Rednight (Dan Berendt)



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...