Domanda:
Domande generali sulla notazione di spartiti per pianoforte
user7070
2013-09-16 06:35:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

example

Questa è la canzone che volevo fare, non su un piano ma in FL Studio. Ma non suono il piano, quindi ho bisogno di aiuto per sezionare questo pezzo.

  1. Quelli ## C, cosa significano (e come si chiamano?)
  2. Quella prima nota F direttamente a destra del C come dovrei suonarla perché mi sembra che sia un 4/4 eppure è tutto da solo.
  3. Quella nota precedente che stavo prendendo per quella riga, vuol dire che la tengo premuta finché non ricevo quelle note FA e il tipo di interruttore
  4. Qual è il problema con quella nota di riposo con i 2 punti in cima a quelle 2 note come li influenza?
  5. Alla fine c'è una nota intera ma ce n'è una metà (correggimi se sbaglio perché wiki dice che è un'ottava nota ma sembra non suonare bene) perché c'è?

Queste sono tutte le domande che posso pensare di porre in questo momento. Grazie in anticipo.

P.S. Se usi FL Studio e hai qualche consiglio su come farlo e / o creare un pianoforte realistico (o almeno uno che suona come originale nel link del video) sarà molto apprezzato.

Ecco la canzone originale:

Grazie a tutti per aver postato sul mio ultimo post, ma penso che avrei dovuto mettere il pezzo che volevo prima di fare domande. Domani darò un'occhiata alle tue risposte per darti la possibilità di modificarle e dato che è tardi dove sono.
Cinque risposte:
American Luke
2013-09-16 06:53:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I due segni diesis sono l ' tonalità di chiave. Identificano la tonalità in cui deve essere suonato il pezzo. A destra dell'indicazione del tempo (questo è ciò che chiamate 4/4) c'è un anacrusis, una misura incompleta. La linea curva sopra le prime sei note ti dice di legare quelle note (non di tenerle). Questo ha significati leggermente diversi a seconda dello strumento. Tuttavia, significa sempre che non ci dovrebbero essere interruzioni tra le note. Dovrebbero scorrere senza problemi da uno all'altro. Il resto (un mezzo resto punteggiato da due punti) indica che la prima voce dovrebbe tacere per un minimo più un semiminima più un croma (o 3 e 1/2 battute). La seguente croma è l'ultima 1/2 battuta della misura.

L'armatura in chiave ti indica di diesis o bemolle determinate note se non diversamente specificato. In questo caso, tutte le F e le C sono diesis a meno che non abbiano accanto un accidentale (diesis, bemolle o naturale). Questo ti dice anche che la chiave è Re maggiore o si minore. O la nota D o la nota B è il centro tonale del pezzo.

L'anacrusi è una misura incompleta. In questo caso dura solo la metà di un battito. Per mantenere il brano equilibrato, l'ultima misura sarà lunga solo tre battiti e mezzo. Immaginalo come prendere mezzo battito dall'ultima misura e contrassegnarlo davanti alla prima misura.

La legatura viene suonata in vari modi. Sugli strumenti a fiato, si suona senza linguette tra le note. Sugli strumenti a corda, la direzione dell'arco non è invertita tra le note. Sul pianoforte, la prima nota viene tenuta leggermente sovrapposta alla seconda. Tutte queste tecniche hanno l'effetto di creare una transizione graduale tra le note. L'opposto sarebbe uno staccato netto.

Il resto è una mezza pausa con due punti, come vedi. Il primo punto ti dice di aggiungere metà della lunghezza del resto al resto, il secondo ti dice di aggiungere metà della metà al resto (un quarto). Quindi, un riposo a doppio punto dura il 75% in più del rispettivo riposo.

Con il resto di 3 battute e 1/2 lunghe e quattro battute in una misura (in questo pezzo), rimane 1/2 di battuta. Poiché una battuta in questo brano è una semiminima, metà di una battuta sarebbe una croma ed è qui che ottieni la croma F #.

Mi dispiace volevo dire giusto
@AmericanLuke: Per mantenere la buona qualità della tua risposta, ti suggerisco di modificare per riflettere i cambiamenti nella domanda. Sembra che sia diventato stabile ora ... ;-)
@AmericanLuke- "The anacrucis ... etc" ottima risposta, ma scommetto che in questo pezzo qualcuno si è dimenticato nell'ultima battuta.
Buona risposta, anche se un'omissione e un errore (mi dispiace, sembra scortese). Il Re non è * necessariamente * la nota centrale, poiché due diesis significano Re maggiore * ob minore *. Ora l'errore: su un pianoforte, il legato non ha nulla a che fare con il premere delicatamente e ammorbidire l'attacco. Ogni tanto si legge "ff" all'inizio di una legatura gigante, e Beethoven (per esempio) ha l'abitudine di mettere "sf" sotto le legature. Su un pianoforte si dovrebbe rilasciare la prima nota poco dopo l'inizio della seconda. Questo viene spesso insegnato in seguito perché porta a un gioco "colloso" se non suonato bene.
Hai ragione riguardo al si minore. Il piano non è il mio forte (nessun gioco di parole: P), però.
Music Teacher
2013-09-16 07:50:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per approfondire un po 'la tonalità (visto che hai chiesto) ... se ci fossero solo due segni # (diesis), la musica sarebbe nella tonalità di Re, con un fa diesis e un do diesis da riprodurre in tutta la musica.
Possono esserci fino a 7 diesis (o bemolle, che assomigliano a una "b" minuscola appiattita) nell'armatura di chiave e appaiono sempre nello stesso ordine: i diesis sono FCGDAEB. Gli appartamenti vengono visualizzati in ordine inverso: BEADGCF. I simboli sono sempre sulle linee o sugli spazi delle note che identificano come diesis o bemolle. Forse hai già imparato le linee e gli spazi del personale? Le linee della chiave di violino sono EGBDF (Every Good Boy Does Fine), con FACE negli spazi. Le linee di chiave di basso sono GBDFA (Good Boys Do Fine Always) e ACEG (All Cows Eat Grass) negli spazi. Prima di iniziare a suonare, assicurati di aver compreso tutte le basi della musica. Sono disponibili molti ottimi libri di teoria musicale (controlla il tuo rivenditore di strumenti locale o vai online) che ti aiuteranno a insegnare da solo. Provane uno nella serie di Hal Leonard. Sono abbastanza autoesplicativi. Buona fortuna.

NReilingh
2013-09-17 00:32:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo sembra essere uno sforzo di squadra, quindi ecco la risposta alle tue domande 3, 4 e 5:

Quella nota precedente che stavo prendendo su quella linea, significa che tengo fino a quando non ricevo quelle note FA e il tipo di interruttore

La linea che si estende su ogni serie di note è chiamata legatura. Indica che quelle note formano una frase e dovrebbero essere suonate in modo che siano collegate insieme. Non è necessario sostenere ogni nota suonata fino alla fine della legatura; indica semplicemente una linea melodica.

Questo è diverso da una legatura, che collega due o più della stessa nota scritta in serie, semplicemente estendendo la durata ritmica. Questo viene fatto per collegare l'accordo sul movimento 4 della misura 1 in modo che la sua durata si estenda fino alla misura 2.

(Notare che i miei numeri di misura contano dalla prima misura completa. L'ottava nota (o mezza battuta) all'inizio è chiamata "trasporta alla battuta 1").

Qual è il problema con quella nota di riposo con i 2 punti sopra quelle 2 note come fa che effetto li?

La mezza pausa con due punti (che ha una durata di tre battiti e mezzo) nella parte superiore della misura 2 è una specie di strana decisione editoriale, ma indica una seconda voce, in modo che le durate ritmiche in quella battuta non entrino in collisione. Non influenza l'accordo F # -A. Se non ci fosse riposo lì, l'accordo di una nota intera dovrebbe essere più corto di una nota di un ottavo per fare spazio al pickup della nota di ottava di F # alla battuta 3. Nel modo in cui è scritta, quella battuta ha una voce di fondo che suona la F # -Un accordo per quattro battute e una voce acuta che rimane fino a quando non suona l'ultima ottava nella battuta. Tieni presente, tuttavia, che alcuni redattori lo avrebbero considerato ovvio e avrebbero omesso la metà del resto doppia punteggiata.

Alla fine c'è una nota intera ma ce n'è una metà (correggimi se sbaglio perché wiki dice che è un'ottava nota ma sembra non suonare bene) perché è lì?

Abbiamo risposto semplicemente con l'ultima domanda, ma vale la pena ripetere che i nomi delle durate delle note (metà, quarto, ottavo) sono relativi a una misura 4/4 (il C all'inizio del brano è una scorciatoia per 4/4). È un po 'controintuitivo quando si entra in altri tempi in chiave, ma è così. Una nota con una bandierina sullo stelo dura mezzo battito, ma è chiamata ottava, perché occupa un ottavo della durata di una misura di 4/4. Quindi, supponendo che stiamo ancora parlando della battuta 2 o 4, la metà del resto punteggiata da due punti sopra l'intera nota indica che c'è una seconda voce sopra l'intera nota, quindi nessuno dei ritmi di quella voce entrerà in conflitto con l'intero- nota l'accordo sotto di esso.

Sono d'accordo con la tua sinossi del resto, ma con la frase che include il croma, direi che non è scritta bene. Forse le note per la "melodia" dovrebbero avere la coda rivolta verso l'alto? Tuttavia, avrebbe potuto essere scritto in un modo migliore.
@Tim Non è sicuramente la migliore incisione. Ci sono anche collisioni di layout con legature OVUNQUE.
Più avanti nella canzone, il cantante canta la stessa melodia dell'intro. Sarebbe impossibile cantarlo come scritto - non puoi riposarti e cantare contemporaneamente!
Ebbene sì, ma è perché non puoi cantare due note contemporaneamente per cominciare. (A meno che tu non sia [Bobby McFerrin] (http://www.youtube.com/watch?v=codmxk7uLv8&list=PL3k87bGPB2gmiXZ9xuXcX4yLSjEMHu2Cv&feature=player_detailpage#t=131).)
Non sono d'accordo con la relatività alla firma 4/4. Mi è stato detto che ha una base storica: nella musica antica, la maggior parte dei pezzi aveva una firma x / 1. Nel tempo (qui stiamo parlando di secoli) è diventato x / 4, ma i nomi delle note non si sono evoluti.
@11684 Interessante, ma non sono sicuro di cosa tu non sia d'accordo. La mia risposta non ha tentato di spiegare il perché e il come della terminologia della durata, solo il cosa - "le durate delle note sono relative a una battuta 4/4" è un'affermazione vera ai giorni nostri.
No, sono relativi a una nota intera. Una firma 4/4 sembra essere esattamente la stessa lunghezza (poiché 4/4 = 1). La tua dichiarazione potrebbe essere riscritta "le durate delle note sono relative a x / x" (ovviamente x è uguale a se stesso). Relativo a una nota intera non significa relativo a una firma che sembra essere abbastanza lunga da contenerla e abbastanza corta da non aver bisogno di pause.
@11684 Una nota intera è solo un'altra durata - a cosa è relativo "tutto"? Questo è quello che sto cercando di mostrare creando un'equivalenza con il metro. E sì, avrei potuto dire "la terminologia durazionale è relativa a una barra di x / x tempo, dove x è una potenza intera positiva di 2" - è ancora corretto, ma usare solo una barra di 4/4 come esempio è molto più facile da capire. (A proposito, non si può dire che 4/4 abbia un'equivalenza matematica a 1 - è un'indicazione di tempo, non una frazione.) Se desideri discutere ulteriormente, inviami un ping in [chat].
Tim
2013-09-16 21:27:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Grappolo di domande> Grappolo di risposte!

1..I 2 cancelletti si riferiscono a 2 note che rimarranno un semitono più alte del normale per questo brano. Immagina una nota F (al piano) come quella bianca a sinistra di 3 neri: questo F si acuisce e ora viene suonata come quella sinistra dei 3 neri.

2.Quella 1a F (ora un F # !!) è l'ultimo 1/2 battito di una battuta che dovrebbe essere mostrato, per chiarire, ma non lo è. La prima e l'ultima battuta spesso lo fanno. Contare 1, 2, 3, 4 e, e questa nota viene suonata sui bit "e". 3. Quella linea è una frase - se dovessi cantare la melodia, non prenderesti fiato finché non arrivassi alla fine di quella linea curva - è un po 'come una virgola scritta.

4. il riposo con i punti non è necessario. Dovrebbe significare non fare nulla finché non suoni la nota successiva (un altro F # !!), ma poiché ci sono altre cose in corso e la musica non è divisa in SATB, è uno spreco.

5 Non capire questa domanda. Adesso vado a sdraiarmi.

Circa 4: non è uno spreco. Come dice @NReilingh nella [sua risposta] (http://music.stackexchange.com/a/12000/249), indica una sovrapposizione in cui le due note intere dovrebbero durare completamente per l'intera misura e le otto note si sovrapporranno con l'ultima durata delle note intere. Questa è annotata come una voce separata, il che significa che la prima parte della misura, la voce che appartiene all'ottava nota, necessita di una mezza pausa a doppio punto per riempire la prima parte della misura.
awe
2013-09-17 14:19:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  1. I 2 cancelletti all'inizio di ogni riga sono l'armatura di chiave, e sta a indicare che questi acuiranno (aumenteranno di mezzo passo) tutte le note su quelle linee (F e C alzati a F # e C#).

  2. L'ottava nota all'inizio è una nota che viene appena applicata prima della prima misura come pre-aggiunta (preludio) prima dell'inizio della prima misura. Questo potrebbe essere scritto prima con una mezza pausa doppia punteggiata per dare una misura completa, ma come vedi qui è più comune quando è solo una sorta di rapido preludio alla prima misura completa.
    Se guardi l'ultima misura dell'intero pezzo, probabilmente vedrai che l'ultima misura manca un ottavo, che è solo un tecnicismo richiesto per riassumere tutto in un set di 4/4 completi misure.

  3. Come indicato al punto precedente, la prima nota ha durata solo un ottavo, ma l'arco sopra significa che tutte le note sotto l'arco rimarranno appese insieme (non separandoli con un attacco evidente). Vedi che c'è un arco in più sull'ultima nota da un quarto nella misura che si lega all'intera nota nella misura successiva, il che significa che questa è fondamentalmente la stessa nota che dovrebbe essere suonata come una senza separazione.

  4. La mezza misura punteggiata da due punti serve a riempire il vuoto prima dell'ottava nota che prelude alla misura successiva. Questo per non entrare in conflitto con le note intere di seguito sulla stessa riga in quella misura. Questo modo di farlo normalmente indica una voce separata, ma qui viene fatto per indicare che gli otto dovrebbero essere suonati prima che le due note intere finiscano perché dovrebbero durare per l'intera misura.
    Per spiegare i punti: senza i punti, la pausa sarebbe di mezza misura (2 battute). Ogni punto dice che la durata dovrebbe essere aggiunta della metà della lunghezza del precedente annotato. Ciò significa che il primo punto aggiungerà la durata della metà della mezza pausa (che è un quarto). Ora il totale è di 3 battiti. Il punto aggiuntivo significa anche aggiungere metà del quarto, che è un ottavo. Il risultato sarebbe quindi una durata di 3,5 battiti. L'ultimo 0,5 battito è l'ottava nota alla fine per sommare i 4 movimenti completi della misura.
    Un altro modo per dirlo è: (un approccio matematico)
    La pausa è 1/2 + 1/4 + 1/8 = 7/8
    L'ottava nota è 1/8. Quindi è facile vedere che una pausa di 7/8 più una nota di 1/8 aggiunge fino a 8/8, che è un intero.

  5. Non lo sono sicuro di cosa intendi con "l'ultimo" qui. L'ultima in linea è una nota da un ottavo che prelude la prima misura sulla linea successiva. Davvero la stessa dell'ottava nota che prelude alla terza rd misura.

Nota : con tutte le spiegazioni in mente , vedrai che le prime 2 misure sono sostanzialmente uguali alle 2 misure successive.

Inoltre, dovresti fare affidamento su wiki quando dice "ottavo". La base per la denominazione della lunghezza di una nota è che una misura è 4/4.

  • Una nota intera è 4 battiti (durata dell ' intera misura ).
  • Una mezza nota è 2 battiti (durata della metà del misura ).
  • Una nota da un quarto è 1 battito (durata di un quarto del misura ).
  • Un ottavo nota è 1/2 di un battito (durata di un ottavo della misura ).
  • Una nota di sedicesimo è 1/4 di un battito (durata di un sedicesimo del misura ).

Quindi la denominazione si riferisce alla lunghezza di una misura, non alla lunghezza di un battito. I riferimenti di lunghezza si basano sempre sulla misura 4/4, anche se il tempo in chiave effettivo è diverso.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...