Domanda:
Cos'è una modalità parallela?
Von Huffman
2014-06-12 18:16:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cos'è una modalità parallela? Come vengono utilizzate le modalità parallele nella composizione e / o nell'improvvisazione?

Tre risposte:
#1
+21
Caleb Hines
2014-06-12 20:13:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Due modalità sono parallele se condividono lo stesso tonico. Cioè, D Major, D Minor, D Dorian e D Mixolydian sono tutti modi paralleli. L'uso di una modalità parallela provocherà un'alterazione cromatica della tua solita tonalità. Ad esempio, Dorian usa # 6 e Phrygian usa b2 (rispetto a una tonalità minore o modalità Eoliana), mentre Mixolydian usa b7 e Lydian usa # 4 (rispetto a una chiave maggiore o modalità ionica).

Al contrario, due modalità sono relative se condividono la stessa tonalità. D Major, B Minor, A Mixolydian e E Dorian sono tutti modi relativi. L'uso di una modalità relativa non causa generalmente alterazioni cromatiche, ma fa spostare la tonica su una nota diversa.

Nella composizione (o improvvisazione) le modalità parallele consentono l'uso di accordi presi in prestito, tramite miscela modale, per aggiungere colore al pezzo. Un esempio potrebbe essere l'uso dell'accordo minore iv al posto di IV, nella tonalità maggiore. Un altro esempio potrebbe essere gli accordi bIII, bVI e bVII che sono comuni in alcuni stili di rock.

La forma più comune di modi paralleli è tra tonalità maggiori e minori parallele. Alcuni brani in tonalità minore prenderanno in prestito l'accordo di I maggiore parallelo alla fine, una tecnica nota come Terza Piccardia. In alcune sinfonie in tonalità minore, è possibile trovare l'intero movimento finale nel maggiore parallelo (come la 5a di Beethoven). Alcuni compositori barocchi come Vivaldi ripetevano occasionalmente un tema maggiore in un parallelo minore per dargli una nuova dimensione. Anche la scala minore melodica ascendente può essere pensata come una forma di miscela modale, prendendo in prestito le sue note dal maggiore parallelo.

In breve, ti danno nuovi "colori" armonici da usare, senza costringerti a farlo. cambia il tuo tonico.

#2
+3
Tim
2014-06-12 23:54:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per espandere un po 'l'ottima risposta di Caleb, prendiamo il Do maggiore. Nessuna tonalità in chiave, poiché tutte le note sono 'bianche' - nessun # o b. I paralleli sono - Do minore con 3 b. Do dorico con 2 a. C. frigio con 4b, do lidio con 1 #, do mixolidia con 1b, do eolide con 3b (come minore), do locriano con 5b. Questo esempio sono le modalità "ordinarie", che mostrano che la casa o la radice di C possono coinvolgere un sacco di altre note che possono manifestarsi quando la melodia si sposta in una modalità parallela, ancora "a casa" in C qualcosa.

#3
+1
r lo
2014-06-12 19:16:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stesse radici ma note diverse. C ionico, C dorico, C frigio, ecc.

Percepisco un potenziale per questa risposta da espandere.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...