Domanda:
Come distinguere tra un quinto diminuito e un quarto intervallo aumentato?
Von Huffman
2014-01-09 21:03:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Entrambi sono un tritono a parte, entrambi suonano allo stesso modo. Come possiamo distinguere quando un intervallo è una quarta aumentata o una quinta diminuita?

Contesto:

Nella guida vocale apprendiamo che quando l'ortografia dei toni di tendenza (7 ° e 4 ° grado ) forma una quinta diminuita che si risolveranno verso l'interno (l'uno verso l'altro), e quando l'ortografia dei toni di tendenza forma una quarta aumentata tenderanno a risolversi verso l'esterno (una via l'uno dall'altro).

Ciò significa che in V7 risolvendo in I in Do maggiore (da Sol7 a Do) i toni di tendenza sono B e F. A seconda delle voci B e F possono essere una quarta aumentata o una quinta diminuita.

Qual è la differenza?

possibile duplicato di [Qual è la differenza tra un G ♭ e un F #?] (http://music.stackexchange.com/questions/2/whats-the-difference-between-a-g-and-an-f)
@CarlWitthoft Questa è una domanda sui nomi degli intervalli e l'altra sull'equivalenza enarmonica. Sono molto diversi.
@Dorn è davvero la stessa cosa: nominare le note sulla pagina contro le `` regole dell'armonia '', con un pizzico di scale vere rispetto a quelle temperate.
@CarlWitthoft non è affatto la stessa cosa. Gli argomenti sono diversi. È come dire che lo spartito per pianoforte è uguale allo spartito per percussioni perché ha la stessa indicazione del tempo ed è per la stessa canzone.
Eppure le risposte pubblicate qui sono fondamentalmente le stesse delle risposte lì.
Volevo solo aggiungere che * non * sono la stessa nota, poiché la loro notazione consente di differenziare (la quarta aumentata è una quarta con un diesis, la quinta diminuita è una quinta con un bemolle). Potrebbero avere lo stesso tono, cioè suonare lo stesso.
@Dom di nuovo, anche qui, le note * non * sono le stesse. Se si sale da, diciamo B4, al successivo F (F4), l'intervallo è una quinta diminuita. Se sali da quel F4 al B successivo, (B5), l'intervallo è un quarto aumentato. Vedi come B4 e B5 non sono la stessa nota? Appaiono in un altro punto dello staff. In altre parole, sono indicati in modo diverso, il che significa che non sono la stessa nota.
@RolandBouman non ci sono però né taglienti né piatti. Dire "si capisce dal diesis / bemolle" è fuorviante. Inoltre ci sono momenti in cui l'intervallo deve essere invertito per avere senso nel contesto. Ci sono molte volte in cui un 4 aumentato si comporta come un 5 diminuito e viceversa. Quando si esegue la guida vocale non si utilizzerà quasi mai una 4a aumentata, ma si utilizzerà sempre una 5a diminuita. Può sembrare un quarto aumentato, ma a causa del contesto non lo è
@Dom, Non ho mai detto che ci deve essere un bemolle o un diesis. La mia osservazione tra parentesi è solo un esempio; Non sono riuscito a chiarirlo. Tuttavia il mio punto è ancora valido: proprio a causa della notazione possiamo dire la differenza tra una quarta e una quinta, poiché questi intervalli differiscono in posizione verticale su un rigo. (E il numero esatto di semitoni determina quindi se è perfetto, diminuito o aumentato). Il tuo punto sul contesto riguarda la funzione armonica. Va bene e va bene, ma non influisce sulla nomenclatura degli intervalli di base.
La "nota blu" è sempre chiamata "si5", mai "# 4". Mi sono sempre chiesto perché. Dilemma simile?
Cinque risposte:
Dom
2014-01-09 22:10:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La differenza sta nell'ortografia. Il tritono (4a aumentata (A4) / 5a diminuita (d5)) prende il nome dal contesto in cui viene analizzato.

Le note di G7 nell'ordine sono G, B, D e F. Da G a B è una terza maggiore (M3), da G a D è una quinta perfetta (P5) e da G a F è una 7a minore (m7). Analizziamo il Sol come nota fondamentale, tutto è basato sulla distanza dal Sol alle altre note. Potremmo considerare B in G come una 6a minore (m6), o D in G come una 4a perfetta (P4), o F in G come una 2a maggiore (M2). Il motivo per cui non lo facciamo è che non è utile analizzare in questo modo perché impiliamo gli accordi in 3 °. Analizziamo dal basso (root) verso l'alto. Per questo motivo la distanza da B a D è una terza minore (m3) e la distanza da B a F è una quinta diminuita (d5). Anche in questo caso può essere invertito, ma questo non è utile per l'analisi.

Nel contesto delle scale, ci sono due modalità che dimostrano come una 5a diminuita e una 4a aumentata siano differenti. I modi sono Lydian e Locrian. Poiché il 4 ° grado della scala di Lidia è maggiore che perfetto, l'intervallo è un 4 ° aumento e poiché il 5 ° grado della scala di Locride è meno che perfetto l'intervallo è un 5 ° diminuito. Di seguito metto le due modalità basate sul Do maggiore.

 F Lydian: FGABCDE FP1 M2 M3 A4 P5 M6 M7 P8 
 B Locrian: BCDEFGA BP1 m2 m3 P4 d5 m6 m7 P8 

È lo stesso interno, ma il contesto ti consente di sapere come chiamarlo. Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti fammi sapere che questo è un argomento piuttosto ampio.

Ecco una fonte sulla notazione degli intervalli e la loro inversione.

Dave
2014-01-09 22:03:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In solo intonazione, il debole. quinto e ago. quarta hanno altezze leggermente diverse.In 5-limit solo intonazione, è il caso che l'intervallo (rapporto di frequenza) tra un Fa più alto e un Si più basso è una quinta diminuita (610 centesimi) e l'intervallo tra un più alto Si e un Fa più basso è una quarta aumentata (590 centesimi). Questa differenza di altezza può essere ottenuta con strumenti ad altezza continua, ad es. archi senza tasti e soprattutto voce; quindi sono diversi perché (possono) suonare in modo diverso. La notazione riflette questa differenza in termini di approccio "misurare gli intervalli contando le lettere".

Per la guida vocale, ho imparato questa regola mentre queste due voci si spostano sulle note disponibili che sono un passo di 1/2 via, piuttosto che descrivere di regola la contrazione / espansione di un intervallo. Tuttavia, quest'ultimo approccio ha senso. Come esempio si consideri un voicing (da basso ad alto) B F B (ho eliminato qualsiasi altra nota dall'accordo G7) tipicamente queste voci andrebbero a C E C con una cadenza G7-C. Il dim. il quinto si è contratto e l'aug. il quarto si è espanso, proprio come indicherebbe la tua regola.

Questo diventa ancora più rilevante nell'armonia da barbiere, in una certa misura anche nel blues e nel soul: il tritono 7-limit 7: 5 è in realtà una consonanza, e suona molto diverso dalla sua inversione 10: 7.
Tim
2014-01-17 18:35:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non possiamo, a meno che non sia scritto sul pentagramma. Un ago. 2nd suona proprio come un min. 3rd; un 6 ° minimo suona proprio come un 5 ° agosto, un 7 ° debole suona proprio come un 6 ° maggiore ecc. ecc. È il contesto musicalmente che denoterà quale deve essere chiamato. Il solo ascolto di un intervallo non può dirci come dovrebbe essere scritto o chiamato. Se, ad esempio, il SI al Fa più alto è nella chiave di dire G, allora sarà un si5.Per renderlo un # 4, tecnicamente sarà B a E #, che lo inserisce in un'altra tonalità, ma poi cessa comunque di essere un FA. Usando i nomi delle note, come hai fatto, di B e F, può essere chiamato solo si5. Se hai citato, ad es. C e F #, questo sarebbe solo un # 5. (come Cb e F).

EDIT: Sì, tutto dipende dalla voce. Gli intervalli sono tradizionalmente contati dalla nota più bassa a quella più alta. Pertanto - B> F è un 5 diminuito, poiché B> F # è P5, mentre F> B è un 4 aumentato, poiché F> Bb è P5. Almeno questa è la prova sulla carta!

Dopo averci pensato ancora, B-F è sempre un b5 e F-B è sempre un # 4. Deve essere, dato che B-F # è il P5 e F-Bb il P4. Non c'è altra risposta corretta. A meno che tu non chieda quasi due note che sono un tritono a parte, dando, ovviamente, lo stesso suono. Come ho detto prima, solo dal suono, un intervallo non può essere necessariamente dato un nome corretto.

Chris
2015-03-02 21:16:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ciò significa che in V7 risolvendo in I in Do maggiore (da Sol7 a Do) i toni di tendenza sono B e F. A seconda delle voci B e F possono essere una quarta aumentata o una quinta diminuita.

Su un accordo G7 (SOL-SI-RE-FA) il SI - FA è sempre una 5a diminuita. Tuttavia in un'inversione dell'accordo (diciamo B-D-F-G) può diventare F - B che è una 4a aumentata. Come vedi in ogni caso, la risoluzione rimane la stessa, B va in C e F va a E.

Quindi questo è vero:

quando l'ortografia del i toni di tendenza (7 ° e 4 ° grado) formano una quinta diminuita che si risolveranno verso l'interno (l'uno verso l'altro), e quando l'ortografia dei toni di tendenza forma una quarta aumentata tenderanno a risolversi verso l'esterno (una via l'uno dall'altro)

Dato che gli accordi sono costruiti su 3 °, è naturale chiamarlo tutte le volte 5 ° diminuita. Tuttavia, se stiamo facendo un'analisi armonica, dobbiamo considerare se questo V7 è in posizione radice o in un'inversione.

Neil Meyer
2015-03-02 22:04:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come possiamo distinguere quando un intervallo è una quarta aumentata o una quinta diminuita?

È tutto molto semplice. Supponendo che tu sia nato con almeno cinque dita e puoi contare fino a cinque puoi farlo.

Prendiamo C come esempio. Prendi il pollice e fai in modo che il tuo pollice rappresenti questa C. Quando arriviamo a un quarto dito (anello) ne abbiamo un quarto. Quindi C = 1 = Pollice. D = 2 = Indice E = 3 = Medio e quindi otteniamo F = 4 (Quarto).

Quindi C a qualunque tipo di F è un quarto. Se conti fino a cinque con questa metodologia pedagoga brevettata a 8 dita, puoi anche ottenere un quinto. Da C a qualunque tipo di Sol sia una quinta.

Quando hai un intervallo perfetto come le quarte e le quinte e avvicini l'intervallo l'uno all'altro alzando la nota inferiore o abbassando la nota superiore, allora questo è perfetto l'intervallo diventa un intervallo diminuito.

Se questo intervallo viene tolto l'uno dall'altro alzando la nota superiore o abbassando la nota inferiore, l'intervallo perfetto diventa un intervallo aumentato

C- F # e C - Gb possono essere equivalenti enarmonici l'uno dell'altro MA NON SONO LO STESSO INTERVALLO !. L'uno è un quarto e l'altro è un quinto o, per essere più precisi, è un quarto aumentato e l'altro è un quinto diminuito.

Spero che questo aiuti.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...