Domanda:
Gli adesivi per tasti per pianoforte sono buoni o cattivi?
Maziar Aboualizadehbehbahani
2018-01-31 00:26:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È utile utilizzare Adesivi per pianoforte per tasti con note stampate complete per memorizzare le note sul foglio e la loro corrispondenza con i tasti del pianoforte? Funziona? O è meglio non farlo?

Il punto principale della domanda è la mappatura tra le note sul foglio di valutazione e le chiavi. A, B, C, ... sono come un ponte per me.

Sarebbe come guardare la tastiera del computer mentre digiti. Chi lo farebbe ?! ;)
@LightnessRacesinOrbit, dopo diversi mesi puoi farlo. Ma all'inizio non puoi. La domanda è: è meglio usare una tastiera senza lettere per digitare? Non sono sicuro che possiamo applicare facilmente la tastiera del computer al pianoforte.
Dirò solo quello che diranno tutti gli altri - NO, NON FARLO. Gli adesivi non dovrebbero mai toccare un pianoforte, nemmeno digitale. È una terribile stampella. Sospetto che non hai un insegnante di pianoforte se stai pensando a questo. Questo è il primo lavoro nell'apprendimento del pianoforte.
@LightnessRacesinOrbit: su una qwery board (azera in Francia), ci sono circa ** 50 diverse ** chiavi. Ben diverso dal ** 12 ** diverso che ha un pianoforte. La digitazione tattile esiste da anni - ancora non so perché ai bambini a scuola non viene insegnato - ma non è certo un confronto.
@Tim Un pianoforte ha molti più di 12 tasti.
@LightnessRacesinOrbit - manca un po 'il punto. Su una lavagna qwerty, c'è il doppio di quello che ho detto: ognuna ha almeno due usi! Su un pianoforte, dopo un'ottava, la successiva su o giù ha esattamente le stesse note. Cioè tra ogni coppia di chiavi nere c'è una D. Nient'altro - uguale ovunque. Non è un buon confronto.
@Tim: Penso davvero che tu stia prendendo troppo sul serio il mio commento. Indipendentemente da ciò, una volta che hai capito che ogni ottava è la stessa e che un'ottava può essere identificata da uno schema ripetuto di spaziatura bianco / nero, non hai più bisogno di adesivi sui tasti .. che _ è_ il punto in qualche modo .
@LightnessRacesinOrbit - Pensavo davvero che fossi serio! 'Non hai bisogno di adesivi * comunque *', piuttosto che * non più * ...
Cinque risposte:
#1
+20
Todd Wilcox
2018-01-31 03:30:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non riesco a trovare alcuna ricerca sull'argomento, solo vari aneddoti di diversi insegnanti. Ci sono alcuni fili comuni:

  • Uno svantaggio segnalato da alcuni insegnanti è che le etichette possono diventare una stampella senza la quale gli studenti hanno difficoltà a imparare a giocare.
  • Lettera effettiva -etichette nome (ad esempio, "A", "B", ecc.) non sono ampiamente ritenute (dagli insegnanti) per aiutare a imparare a leggere la musica.
  • Invece di nomi di lettere, colori, forme e altri simboli grafici sono ciò che preferiscono gli insegnanti che sostengono le etichette. Tali insegnanti hanno spesso libri speciali di spartiti di facile lettura con codici colore o forme corrispondenti.
  • Invece di etichette, gli insegnanti a cui piace l'etichettatura in generale sembrano spesso preferire una carta che si trova in cima alla tasti ed è in fila prima di suonare. In questo modo la scheda può essere facilmente spostata su altri pianoforti o rimossa quando non è più utile.
  • Si ritiene che i bambini piccoli, di età inferiore a 8 anni circa, abbiano il massimo da guadagnare dalle etichette. La maggior parte degli insegnanti non sembra nemmeno provare le etichette con gli studenti più grandi.

Sembra che se hai più di 8 anni o giù di lì, il tuo cervello è più in grado di usare il modello del bianco e tasti neri insieme a mnemonici di spartiti (ad esempio, FACE e Every Good Boy Deserves Fudge) per imparare i nomi delle note e leggere la musica al pianoforte.

Su una nota personale, per me imparare i nomi delle note non è in realtà molto utile durante la lettura, il gioco e la lettura a prima vista. Idealmente, una forma sulla pagina sarebbe associata nella mente al movimento della mano, e almeno per un po 'con un tasto specifico sulla tastiera che sarebbe stato verificato visivamente. È meglio andare direttamente da quella forma significa quella chiave piuttosto che pensare che quella forma sia una C e C significa quella chiave . I nomi delle note sono più utili per parlare di musica e analizzarla, ma non durante la riproduzione.

Modifica: ogni bravo ragazzo * va bene *.
@JohnDoe Le ragazze desiderose comprano prima i diamanti. Early Grackles Beat Dose Falcons. Eyeball Gunk assalisce furetti assonnati. Ey Guys Blowup Dat Football! Easy Greasy Breezy Darned Freezy.
Anche etichettare solo la C centrale è un'idea. Lo studente può imparare a riconoscere lo schema in bianco e nero vedendo dove inizia e finisce lo schema.
#2
+7
Tim
2018-01-31 01:24:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non preoccuparti! c'è uno schema per i tasti: guarda i due tasti neri, il bianco a sinistra è C, il destro è E. Guarda i tre tasti neri, il bianco a sinistra è F, a destra è B. contrassegnato senza segni!

Cerchi, ad esempio, una lettera C contrassegnata? Perché preoccuparsi, è sempre la sinistra dei due neri! Se diceva C, carota, cetriolo, concubina, è ancora nello stesso punto e sarà sempre C.

EDIT: Mi chiedo se abbiamo perso un punto. L'OP chiede informazioni su "note stampate complete", che potrebbe significare un'immagine delle 5 righe, con un punto (nota) appropriato su una riga o uno spazio. Non l'ho visto, ma inizialmente non è una cattiva idea.

Questo non risponde esattamente alla domanda, che sembra essere se gli adesivi con le lettere aiutano o fanno male o non hanno alcun effetto.
@ToddWilcox: è inequivocabile. Non preoccuparti fondamentalmente traduce come ... beh, lo risolvi. Ti aspetti davvero che dica di sì, no, non lo so? Segnalo di nuovo, se aiuta la causa ...
È chiaro che li vedi come non ** necessari **, ma per me è diverso dal fatto che siano utili o offensivi. La risposta di John Doe implica almeno che lui crede che faranno male a lungo termine.
Per inciso, trovo che pensare alle firme in chiave in termini di pattern chiave bianco / nero sia anche più utile che pensarle in termini di note di lettere e poi doverle tradurre in posizione. I taglienti vengono aggiunti da sinistra a destra all'interno di ogni blocco, iniziando con il blocco di 3 e alternando. Gli appartamenti si alternano allo stesso modo, ma vengono aggiunti da destra a sinistra.
#3
+5
John Doe
2018-01-31 02:45:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non lo farei. Potrebbe essere d'aiuto a breve termine, ma a lungo termine vuoi il minor numero di stampelle possibile quando impari un nuovo strumento. In effetti, dovresti lavorare raramente, se non mai, anche guardando i tasti, almeno per le canzoni più semplici.

#4
  0
Tama
2018-02-01 03:52:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Adesivi per pianoforte per chiavi con note stampate complete

Non lo farei. La stampa di spartiti abbastanza piccoli da stare sul tasto lo renderebbe irriconoscibile durante la riproduzione. Anche le tue dita le copriranno e dovresti prenderti il ​​tempo per muovere le dita, avvicinarti e identificare la nota, quindi guardare la pagina per ricontrollare. Sono un bel po 'di passaggi.

Se davvero pensi di aver bisogno di etichettare le chiavi (cosa che non c'è da vergognarsi nel fare), sceglierei la strada dell'arpa. Cioè, sulla maggior parte delle arpe con corde di nylon (sia che si tratti di un'arpa da concerto o di un'arpa a leva) tutte le note di Do sono contrassegnate in rosso tingendo la corda, mentre tutte le note di F sono contrassegnate con una tintura blu o nera. Usando del nastro isolante rosso / blu puoi segnare le estremità dei tasti C e F che ti darebbero una buona base per trovare ogni altra chiave, e poiché sono di colore così audace non sarà difficile guardali. Quindi potresti avere uno speciale foglio di scala che enfatizza queste note, evidenziandole in rosso / blu. Alla fine non dovresti averne bisogno e il nastro isolante è molto facile da rimuovere e pulire i residui.

#5
  0
Athanasius
2020-04-23 00:41:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Molte risposte danno già buoni punti. Non credo che ci sia una sola risposta a questa domanda: dipende dal contesto e in particolare dallo studente. Penso che se uno studente sembra essere in grado di fare buoni progressi inizialmente senza le etichette, forse è meglio evitarle. Ma ...

Alcuni punti che non sono stati evidenziati finora:

  • Gli studenti senza una conoscenza preesistente della notazione musicale probabilmente trarranno maggiori benefici dall'avere note nomi etichettati in qualche modo. La combinazione di cercare di imparare a decodificare la notazione musicale di base contemporaneamente all'apprendimento della tastiera del pianoforte può essere un po 'opprimente. Per coloro che sono già in grado di leggere la musica, c'è meno carico cognitivo iniziale: basta imparare a posizionare le note sulla tastiera.
  • I bambini più piccoli in particolare possono divertirsi con il "gioco di abbinamento" una chiave per una nota, in particolare se un libro iniziale ha nomi di note come parte della notazione. È più probabile che questo induca i principianti a sperimentare e provare i brani di un libro, anche se non fanno parte di una "lezione" ufficiale. Gran parte delle difficoltà con i bambini piccoli è tenerli interessati e non frustrati, quindi tutto ciò che consente loro di imparare cose, giocare o provare cose da soli è potenzialmente una buona cosa.
  • Il problema della frustrazione è anche un problema con gli studenti più grandi, in particolare quelli che cercano di autoapprendimento. I nuovi studenti di pianoforte stanno già cercando di imparare come far muovere le mani, come battere i tasti correttamente, ecc. E per di più, stanno cercando di decodificare la notazione musicale e imparare la posizione dei tasti. Per alcune persone, avere etichette per appunti più prontamente disponibili può alleviare almeno parte di quella frustrazione inizialmente. Soprattutto per gli autodidatti, creare una nuova abitudine e imparare da soli uno strumento è già un grande impegno. Può essere utile trovare modi per rendere più facile iniziare. Senza un insegnante che ti corregga, può essere più difficile verificare che stai usando le note giuste in primo luogo.

Inoltre, non sono sicuro di essere d'accordo con coloro che sottovalutano nomi di lettere per le note (o chi sostituirebbe i colori o le forme, tranne forse per i bambini molto piccoli che non conoscono ancora bene le lettere). La teoria sembra essere che si dovrebbe stabilire una connessione diretta tra la posizione visiva della nota sulla pagina e la posizione fisica sulla tastiera; il nome della nota è secondario.

Ma penso che possa essere il suo tipo di "stampella". Abbiamo un nome per la notazione musicale che mostra come disporre fisicamente le dita su uno strumento: si chiama tablature . C'erano intavolature per strumenti a tastiera, così come vari altri strumenti, anche se al giorno d'oggi è visto principalmente per chitarra. La notazione musicale standard del pentagramma che usiamo vuole essere un sistema in qualche modo universale (almeno per la musica occidentale), che può essere utile per qualsiasi strumento e musica in generale. Parte di ciò è associare i nomi astratti (cioè le lettere) a note particolari.

Ho visto troppe major di musica al secondo anno (anche junior) al college che avevano ancora bisogno di annotare i nomi delle lettere delle note accanto alle note per poter leggere la musica correttamente, anche se " ho suonato uno strumento o cantato per oltre un decennio. (Ho anche visto che gli studenti devono disegnare l'immagine di una tastiera su una pagina per decodificare quali note erano quali, prima di poter identificare un accordo o qualcosa del genere). Evitare i nomi delle lettere può crearne di propri. problemi a lungo termine, supponendo che lo studente voglia mai parlare di musica con qualcun altro, imparare qualsiasi teoria musicale o capire la musica scritta per qualcosa di diverso dal pianoforte. Se si desidera utilizzare forme o colori, penso che vada bene se combinato con nomi di lettere nella forma o nel colore in modo che gli studenti alla fine creeranno i collegamenti lettera-nome. Se tu userete una stampella, perché non renderla una stampella utile ed educativa ?

Sono anche d'accordo con tutti coloro che notano che etichettato può anche essere una stampella che può richiedere del tempo per svezzare uno studente. Ma a volte serve una stampella per superare la difficoltà iniziale. (Pensa a quanti giovani studenti di pianoforte smettono di suonare dopo uno o tre anni, molti perché hanno semplicemente difficoltà a decodificare la notazione musicale e ad abbinarla alla tastiera.) Non c'è un'unica risposta per quale sia meglio a lungo termine - penso che il i bisogni e la personalità del singolo studente dovrebbero essere presi in considerazione.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...