Domanda:
Metodi alternativi o più avanzati per il conteggio dei ritmi
Zalman Stern
2017-10-11 06:57:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un modo standard per contare il ritmo tra le battute è scegliere un conteggio per i battiti in una misura e quindi utilizzare il primo battito come conteggio delle battute. Quindi in 4/4, contando le note da un quarto, uno conta:

  One Two Three Four | Due Due Tre Quattro | Tre Due Tre Quattro | ...  

Quando vengono aggiunte suddivisioni, in genere vengono utilizzate sillabe al posto dei numeri, come "e" per le ottave note. Quindi:

  Uno e due e tre e quattro | Due e due e tre e quattro | ...  

Per il metro tripletto, uno conta "Uno e due e a" ecc. E per i sedicesimi uno schema tipico è "Uno e e Due e e a" ecc.

Si può anche immaginare di aggiungere al conteggio qualche indicazione di dove ci si trova nella forma, ecc. modo per tenere un conteggio mentale che rende difficile sbagliare dove mi trovo nella forma.

Questo metodo riutilizza sia il numero che alcune sillabe per più di uno scopo. Per esempio. "Due" può significare sia la seconda misura che il secondo movimento mentre "e" può essere l'ottavo fuori tempo o la prima parte di una terzina. Di solito questo non è un problema, ma trovo che sia un po 'faticoso poiché le cose si complicano. Per esempio. a tempi veloci conto "Tre" e poi penso "era che la terza battuta" Tre "o la terza battuta" Tre "?" Sono arrivato per lo più al punto in cui questo non mi sbalordisce, ma sembra che stia richiedendo uno sforzo. Contare un ritmo di terzine in cui c'è anche qualcosa esattamente nel mezzo è piuttosto irritante.

Ho parlato con musicisti che usano uno schema di suoni, ad es. "dig ga da" per terzine, e poi o solo sapere dove si trovano nella canzone o usare la progressione di accordi e il testo per tenere traccia. Per schemi specifici ci sono dispositivi mnemonici per usare parole o frasi per ottenere la sensazione del ritmo, ad es. il ritmo di insegnamento con l'approccio al cibo. Nessuno di questi sembra uno strumento davvero robusto.

Ora sono abbastanza sicuro che qualcuno da qualche parte abbia pensato a questo e abbia progettato un sistema che cerca di risolvere questi problemi. Non voglio davvero pensarci troppo e sono ben consapevole che molto è solo pratica, ma mi piacerebbe sentire come gli altri si avvicinano al conteggio più complicato o, idealmente, leggere un articolo di un sistema davvero ben congegnato per contando schemi complessi.

Le ricerche qui e su Google sono risultate relativamente poche, ma forse sto solo usando le parole sbagliate. Qualcuno ha pensieri o suggerimenti?

Modifica: per la risposta di xerotolerant, il termine di ricerca che stavo cercando è "solfeggio ritmico". In realtà c'è una buona pagina Wikipedia, che sono sorpreso di non aver trovato originariamente.

One-trip-let, two-trip-let, three-trip-let, four-trip-let?
Tre risposte:
#1
+4
xerotolerant
2017-10-11 09:22:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Takadimi rhythmic solfège suona come quello che stai cercando. Mi è stata insegnata una variazione da un insegnante di pianoforte. I battiti sono suddivisi utilizzando sillabe predeterminate. Ta - ka - di e mi. Un singolo battito sarebbe solo ta.

Un battito diviso in due parti uguali sarebbe ta - di.

Quattro parti ta - ka - di - mi.

I battiti composti sono divisi ta - ki - da.

Se hai bisogno di suddividere ulteriormente, pensa alle note più brevi come ta - ka - di - mi. Quelle più lunghe si allungano semplicemente come ta - ah - ah - ah. (tanti ah quanti sono necessari)

enter image description here Nel frattempo, ecco il PDF ufficiale. Spiegazione di Takadimi

Dovrò controllare questo. Ho letto vari pezzi sulla musica carnatica, ma sono giunto alla conclusione che per riuscirci davvero avrei dovuto aspettare finché non avessi avuto molto più tempo. Non mi ero reso conto che esiste un Takadimi separato dall'intero sistema Konnakol.
Il mio insegnante era indiano. Non avevo nemmeno realizzato che ci fosse un nome più ampio per tutto questo me stesso. Ma davvero non riuscivo a capire i ritmi di lettura quando c'erano solo numeri. Quando ho imparato questo, tutto si è riunito.
#2
+3
Ye Dawg
2017-10-11 09:49:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per cominciare, puoi usare parole con il giusto numero di sillabe per contare le suddivisioni. Queste sono solo parole che rientrano in una suddivisione. Ci sono molti ottimi esempi in finlandese, ma l'unico che mi viene in mente è tri-o-li-tri-o-li, trioli che in realtà significa terzina in finlandese, e len-to-a-se-ma per quintine, che significa aeroporto. In inglese potresti usare lo stesso approccio e contare tri-pa-let. Un altro che ho trovato è ba-na-na per terzine. Inoltre ho trovato un pdf con più materiale e un thread del forum che ne discute.

Tuttavia esiste un sistema che penso mi avvicinerei a quello stai cercando. È un sistema che utilizza sillabe indiane come Ta-ka-di-mi. Molti esempi vengono visualizzati solo cercando Takadimi , uno che ho trovato è takadimi.net. C'è una pagina di wikipedia sull'argomento. Ricordo anche che il video di Ben Levin era abbastanza buono, con un focus sui misuratori composti di grandi dimensioni.

Questo potrebbe essere giusto per te, ma io stesso non ho problemi a contare 1-2- 3-4 anche a tempi veloci (suggerimento: non pronunciare l'intera parola) e pronunciando l'1 un po 'più forte. Il mio sistema per i metri dispari sta semplicemente contando e se è troppo veloce puoi saltare ogni altro conteggio, in questo modo:

  • 1-2-3-4-1-2 -3-4 diventa 1 - 2 - 1 - 2

  • 1-2-3-4-5-1-2-3-4-5 diventa 1 - 2 - 3 1 - 2 - 3

Pronuncia gli esempi ad alta voce per confrontare l'efficienza. Nota come nel secondo esempio, l'ultimo e il primo conteggio sono più vicini di tutti gli altri. Questo è vero per qualsiasi conteggio dispari. Trovo che questo sia un buon indicatore per tenere traccia di "uno". Per contatori più grandi semplicemente ricomincio il conteggio (cioè divido in gruppi più piccoli) da qualche parte, ad esempio:

  • 1-2-3-4-5-6-7 diventa 1-2 -3-4- | 1-2-3 o qualsiasi combinazione di uno 1-2-3 e due 1-2

  • 1-2-3-4-5- 6-7-8-9 diventa 1-2-3-4- | 1-2-3- | 1-2 o talvolta 1-2-3- | 1-2-3- | 1-2-3

  • 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12 diventa tre 1-2-3-4 o quattro 1-2-3, teoricamente potrebbe diventare qualcosa come 1-2-3- | 1-2- | 1-2-3-4 | -1-2-3

Riavviando il conteggio dividi il misura, così hai un'idea di dove si trova il centro (se lo dividi a metà). Adatta questo metodo al ritmo che stai cercando di suonare se decidi di usarlo.

Un pensiero che ho avuto è stato quello di usare le parole per i numeri di lingue diverse. Ad esempio: un-due-tre-quattro du-due-tre-quattro tra-due-tre-quattro qua-due-tre-quattro. Con un po 'di pratica ho smesso di cadere nel mescolarli - ad es. un-du-tre-quattro :-)
#3
+1
Pat Davey
2018-06-24 04:24:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La melodia è forma. Sono un batterista jazz e suono forme a volte semplici e talvolta complesse. Tutto quello che sto suonando dovrebbe servire alla melodia. Quindi, se ho interiorizzato la melodia e la canto internamente mentre improvviso non mi perdo mai. Nessuno vuole sentire un musicista suonare in base ai numeri. È uno strumento utile in sala prove ma per la libertà di espressione attraverso l'improvvisazione non lo è. Solo la mia opinione.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...