Domanda:
Come scegliere una tonalità di chiave per una canzone che modula spesso?
Duncan Malashock
2014-06-30 07:29:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel jazz, diciamo, come si sceglierebbe un'armatura di chiave per scrivere un foglio di piombo per una canzone in cui le chiavi cambiano ogni poche misure o più velocemente? Scrivere le modifiche chiave in modo esplicito sarà utile o distrae? E se non è utile, dovresti semplicemente scegliere C e etichettare solo le alterazioni man mano che si presentano? Qual è la cosa migliore da leggere per un giocatore?

Sei sicuro che la chiave stia cambiando? Se cambi le chiavi ogni poche misure, mi sembra che potrebbero essere semplicemente cambiamenti di accordi, non modulazioni. Ma so anche che il jazz può coinvolgere qualche teoria musicale insolita ...
Sì, utilizza tonicizzazioni e modulazioni effettive.
Quattro risposte:
#1
+10
Grey
2014-06-30 09:24:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dipende dalle circostanze, ma suggerirei che è più comune non scrivere alcuna tonalità (o la migliore corrispondenza più vicina come "F" se tutto B tende ad essere Bb.) specialmente nel caso di modifiche che durano solo poche misure. Ecco le mie ragioni:

1) Non è normale che la musica jazz includa molte modifiche di tonalità scritte come nuove firme di tonalità. Ciò accadrà se un'intera sezione (composta da 8 misure o più, ad esempio) è in una chiave diversa, ma penso che sia l'eccezione piuttosto che la regola.

2) Scrivere un'armatura in chiave non è solo una questione di facilità e comodità per visualizzare le note nel modo più semplice. Fondamentalmente, scrivere una tonalità in chiave comunica che la tonalità del pezzo è cambiata e nella musica jazz c'è un'elevata tolleranza per gli aggiustamenti temporanei di tonalità che non vengono interpretati come cambiamenti di tonalità.

3) Molti lettori a prima vista saranno più confusi da molti cambiamenti chiave che da molti incidenti.

Se guardi il libro reale o le trascrizioni di assoli jazz, questo potrebbe aiutarti a capire quali sono le convenzioni. In generale, tuttavia, non ci sono regole rigide e potrebbero esserci più soluzioni tecnicamente corrette. Penso che sia meglio attenersi alla norma e anche a ciò che i tuoi giocatori si aspettano. Se scrivi la musica in un modo che trovano inutilmente difficile, preparati ad ascoltare alcune lamentele da parte loro. :)

#2
+5
user28
2014-06-30 08:28:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Direi di scrivere tutte le modifiche chiave. I lettori medi dovrebbero essere in grado di guardarlo, riconoscerlo e riposizionarlo immediatamente. Se stai scrivendo alterazioni, devono controllarle tutte. Non è un problema per i lettori esperti, ma è ancora più lavoro.

#3
+2
Eichhörnchen
2014-07-01 13:32:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In questo caso, poiché qualcuno che legge a vista il jazz, sarei sicuramente d'accordo a iniziare con la prima tonalità e scrivere i cambiamenti di tonalità all'interno della canzone, a meno che non sia molto spesso. ci sono certamente alcune canzoni che sono scritte tutte in accidenti a perché semplicemente non c'è la chiave per la canzone.

se i cambiamenti chiave aiutano i preparativi fornendo una visione chiara di ciò che sta accadendo, scrivi i segnali chiave. se le modifiche danneggiano il lettore perché il grafico è ingombro di un cambio di chiave ogni poche barre, lascialo fuori. Usa il tuo miglior giudizio per avere il grafico più pulito, più ovvio e più chiaro possibile.

#4
+1
Tim
2014-06-30 11:52:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dipende da quanto e con quale frequenza si sposterà il "centro chiave". Ogni brano avrà quello che la maggior parte chiamerebbe un "centro chiave" come all'inizio o alla fine suona come a casa. Questo quindi stabilirebbe la chiave del pezzo. Una firma in chiave sarebbe quindi utile. Per i cambi di una o due battute, di solito vengono utilizzate le alterazioni: dicono al lettore che qualcosa si è spostato, ma a un certo punto tornerà alla chiave. Se la modulazione è per, diciamo, 4 o più battute, allora è probabilmente necessario un cambio di chiave, quindi il lettore può `` cambiare cappello '' per un momento confortevole.Vorrei anche dire che le modifiche alle note per una o due battute sarebbero meglio accettato se hanno seguito la chiave originale, come all'inizio con i bemolli, prova a usare i bemolli. Ma ci sono alcuni lettori che preferiscono la notazione "corretta" con diesis in questo caso, perché vedono meglio dove sta andando la musica.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...