Domanda:
Cos'è questa cosa elettrica nel mio pianoforte?
Scimonster
2014-11-25 19:13:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

enter image description here

Cos'è la barra con il cerchio rosso a mano libera? Puoi vedere che ha un cavo che esce a destra.

Non riesco a provare a collegarlo e vedere cosa fa perché è un cavo incompatibile con la mia localizzazione.

Il pianoforte è un Baldwin Acrosonic. Non so quanti anni abbia.

Da quello che riesco a raccogliere mentre sfoglio eBay e gli elenchi di alcuni negozi di pianoforti, non esiste un Acrosonic con l'elettronica. La mia scommessa è che sia un addon aftermarket o costruito in casa. La prima cosa da fare è darci una foto del cavo e della spina in modo che quelli di noi nel mondo dell'ingegneria :-) possano indovinare da quale locale e voltaggio proviene.
La forma e il posizionamento generali suggeriscono un riscaldatore.
Sì - non sembra un pick-up [imho], sembra più un riscaldatore anticondensa per il freddo - una versione più piccola delle cose che vedevi negli armadi. Ma come dicono @DaveEngineer e Carls, una foto ravvicinata del cavo / spina / presa ci darebbe una migliore possibilità.
Tre risposte:
Scimonster
2014-11-25 20:05:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un'ispezione più attenta ha rivelato le parole "DAMPP CHASER". Alcuni Google hanno rivelato che doveva essere un deumidificatore Piano Life Saver, realizzato da Dampp-Chaser.

Kevin_Kinsey
2014-11-26 00:00:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Esatto --- è un apparecchio deumidificante. Crea un po 'di calore per mantenere l'aria più secca all'interno del corpo dello strumento.

Ci sono anche "umidificatori", ma fanno la cosa opposta e in genere hanno tubazioni di plastica e un serbatoio d'acqua e si trovano più spesso su pianoforti a coda invece di console / modelli da studio.

Per una piccola precisazione, il suo scopo è proteggere un pianoforte conservato in condizioni in cui la temperatura e l'umidità possono circolare (ad esempio un edificio che viene utilizzato poche ore a settimana e non è riscaldato quando non viene utilizzato). Se l'aria era calda e umida quando il riscaldamento è stato spento, e poi si è raffreddata molto lentamente, quando la temperatura ha raggiunto il nuovo punto, l'umidità potrebbe condensare su tutto. La condensa sulle corde potrebbe provocare ruggine. L'aggiunta del riscaldatore farà in modo che ogni volta che l'aria è al punto di rugiada, il pianoforte sarà sempre un po 'al di sopra di quello, quindi la condensa si verificherà altrove.
Questo è un chiarimento utile, sebbene ci siano luoghi in cui l'umidità è abbastanza costante (come le regioni (sub) tropicali) dove questi potrebbero essere necessari nella maggior parte dei pianoforti.Ho anche visto questi dispositivi collegati ai pianoforti a coda, ma a causa del relativo apertura della custodia del pianoforte, non sono sicuro che siano altrettanto efficaci; se stai pensando di acquistare un pianoforte a coda, assicurati di avere un buon sistema HVAC che mantenga l'umidità relativa relativamente bassa (i refrigeratori di palude sono OK per le persone ma non per i pianoforti).
Ci possono essere luoghi in cui l'umidità non diventa mai molto bassa, ma questo non significa che sia "costante". Piccoli sbalzi di temperatura possono far sì che un certo livello di umidità assoluta passi da essere leggermente al di sotto del 100% di umidità relativa a leggermente superiore. Mantenere il pianoforte leggermente più caldo del suo ambiente garantirebbe che la sua umidità relativa sarebbe sempre leggermente inferiore a quella dell'aria circostante (e quindi inferiore al 100%). Potrebbe non essere possibile proteggere un pianoforte a coda * mentre è in uso *, ma potrebbe comunque essere protetto quando non è in uso.
Betty Barrow
2017-09-05 08:45:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho installato un Dampp Chaser nel mio pianoforte alla fine degli anni '70. L'intera cosa consisteva in una vasca rettangolare che si trovava sul fondo del pianoforte. Il serbatoio aveva una barra nella parte superiore che era riscaldata. C'erano degli assorbenti appesi a quella sbarra le cui estremità penzolavano nell'acqua. Mettevi l'acqua nella vasca, veniva assorbita dalle pastiglie e umidificava l'interno del pianoforte. La seconda parte era la barra di riscaldamento come mostrato nella foto. Questo è stato utilizzato per deumidificare il pianoforte. C'era un sensore che controllava quale funzione si verificava e quando. Bisognava mettere l'acqua nella vasca settimanalmente durante i periodi di siccità. Dicevo che stavo annaffiando la mia spinetta cercando di far crescere un grandissimo.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...