Domanda:
A che serve sapere quanti diesis o bemolli ha una tonalità?
Wossname
2014-06-18 04:17:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I libri e gli articoli che ho letto sull'apprendimento delle armature in chiave sembrano concentrarsi su mnemonici che ti dicono quanti diesis o bemolli ha la chiave, ma non capisco come sapere che B Major ha 5 diesis ti aiuti a suonare in B Maggiore - non hai ancora bisogno di sapere quale diesis?

Certo, devi sapere quali diesis se vuoi giocare. OTOH, se vuoi solo _conoscere la chiave_ velocemente guardando degli spartiti, contare è più veloce e abbastanza sufficiente.
Quando guardi un dado che ha raggiunto il 5, non conti i punti. Lo schema ti dice. È lo stesso con # o b. Alla fine sai solo (e quali sono).
"non hai ancora bisogno di sapere * quale * diesis?" Sì, ma iniziano da F # e continuano per quinte, quindi è sempre F #, C #, G #, D #, A #. Quindi c'è un certo grado di "memorizzare il risultato" rispetto a "memorizzare abbastanza del processo per ricostruire il risultato". Naturalmente, le chiavi * anche * progrediscono in questo modo. Do (0 diesis), G (1 diesis), Re (2 diesis), ecc., In modo da poter ricostruire anche quanti diesis dovrebbe avere B. La memorizzazione è raramente strettamente necessaria * se * sai perché qualcosa è così com'è. [La risposta di Bob Broadley] (http://music.stackexchange.com/a/20317/7294) copre bene questo.
Lo mnemonico che usi non ti dice quale diesis? Impari 'F C G D A E B.' Non "G = 1, E = 3"
Sei risposte:
Bob Broadley
2014-06-18 05:10:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I diesis e i bemolli vengono sempre "aggiunti" in un ordine particolare. Quindi, se sai quanti ce ne dovrebbero essere per una chiave, puoi capire cosa sono. Gli elementi mnemonici a cui fai riferimento possono aiutarti a ricordare l'ordine in cui vengono aggiunti diesis e bemolle.

Ad essere onesti, però, dico ai miei alunni di musica che l'apprendimento delle tonalità in chiave usando i mnemonici è solo parzialmente utile. Alla fine la maggior parte dei musicisti conoscerà tutte le firme in chiave. Quindi, un altro modo per impararli è nello stesso modo in cui impari fatti individuali. Potresti impararli nello stesso modo in cui impari, diciamo, le capitali dei paesi (la capitale del Perù è Lima; la capitale di "questo" è "quello"); nessun mnemonico ti aiuterà in questo.

Quindi…

  • Giorno 1: impara che C Major non ha diesis o bemolle nella tonalità; G Major ha un F #; Fa maggiore ha un si bem.
  • Giorno 2: controlla cosa hai imparato il giorno prima; impara che Re maggiore ha due diesis, F # e C #; impara che Bb Major ha due bemolle, Bb e Eb.

E così via, fino a 7 diesis (C # Major) e 7 flat (Cb Major). (Naturalmente, non è necessario che questi vengano appresi in una settimana! Avrei potuto dire, Settimana 1: impara ... Settimana 2: impara ...)

Ci sono, ovviamente , schemi e regole per i diesis e i bemolli usati in diverse firme di chiave, ma se hai imparato le chiavi di chiave, puoi cercare e capire questi schemi e regole.

A proposito, non sto certo sostenendo l'apprendimento meccanico senza comprensione. Ma questo approccio nasce dall'esperienza. Spesso ho cercato di spiegare il ciclo delle quinte e come si possono elaborare le tonalità di chiave, agli alunni che hanno appena iniziato a imparare la teoria musicale, e poi ho capito che è più facile per loro imparare prima alcune tonalità di chiave e poi applicare le regole in seguito, per aiutarli a imparare il resto.

Sì, le regole e gli schemi sono importanti, ma alla fine un musicista ha bisogno di conoscere le tonalità chiave senza dover recitare un mnemonico, quindi perché non impararle in questo modo per cominciare? Un altro esempio simile di aspetti dell'apprendimento della musica è la mnemonica per l'apprendimento delle note sul pentagramma (ad es. Every Good Boy Deserves Fruit ). Questo potrebbe essere utile quando hai appena iniziato, ma rende la lettura a prima vista molto lenta!

Come riferimento, questo è l'elenco delle principali firme chiave:

  • Do maggiore (senza diesis o bemolle)

Tasti "diesis":

  • Sol maggiore (1 diesis - F #)
  • Re maggiore (2 diesis - F #, C #)
  • La maggiore (3 diesis - F #, C #, G #)
  • Mi maggiore (4 diesis - F #, C #, G #, D #)
  • Si maggiore (5 diesis - Fa #, Do #, Sol #, Re #, La #)
  • Fa # maggiore (6 diesis - Fa # , C #, G #, D #, A #, E # - enarmonicamente uguale a Gb Major )
  • C # Major (7 diesis - F #, C #, G # , D #, A #, E #, B # - enarmonicamente uguale a Db major )

Tasti "bemolle":

  • Fa maggiore (1 bemolle - Si bemolle)
  • Si bemolle maggiore (2 bemolle - Si bemolle)
  • Mi bemolle maggiore (3 bemolle - Si bemolle , Eb, Ab)
  • Ab maggiore (4 bemolle - Sib, Mib, Ab, Reb)
  • Reb maggiore ( 5 bemolli - Si bemolle, Mi bemolle, Ab, Re b, Sol maggiore)
  • Sol maggiore (6 bemolle - Si bemolle, Mi bemolle, Mib, Solb, Dob - enarmonica come strong> F # Major )
  • Cb Major (7 bemolle - Bb, Eb, Ab, Db, Gb, Cb, Fb - enarmonicamente uguale a Si maggiore )

E, naturalmente, ogni tonalità maggiore ha una tonalità minore relativa, che condivide la sua tonalità. Puoi facilmente calcolare il minore relativo di qualsiasi tonalità maggiore; la relativa minore è una terza minore (tre semitoni) inferiore alla relativa tonalità maggiore:

  • La minore è la relativa minore di Do maggiore (entrambi non hanno diesis o bemolle)
  • Mi minore è la relativa minore di Sol maggiore (1 diesis)
  • Si minore è la relativa minore di Re maggiore (2 diesis)
  • F # Minor è la relativa minore di A Major (3 diesis)
  • C # Minor è la relativa minore di Mi maggiore (4 diesis)
  • Sol # minore è la relativa minore di Si maggiore (5 diesis)
  • D # Minor è la relativa minore di F # Major (6 diesis)
  • A # Minor è la relativa minore di C # Major (7 diesis)
  • D Minor è la relativa minore di F Major (1 flat)
  • G Minor è la relativa minore di Bb Major (2 flat)
  • C Minor è il la relativa minore di Mi bemolle maggiore (3 bemolle)
  • Fa minore è la relativa minore di Ab maggiore (4 bemolle)
  • Bb Minor è la relativa minore di Db Major (5 bemolli)
  • Eb Minor è la relativa minore di Gb major (6 bemolli)
  • Ab Minor è la relativa minore di Cb Major (7 bemolle)

(Di nuovo, esistono le stesse relazioni enarmoniche delle chiavi maggiori.)

Infine, invece di usare mnemonici, puoi combinare l '"apprendimento fattuale" e approcci di "apprendimento del modello":

  • salendo di una quinta da Do maggiore, ogni nuova tonalità di tonalità aggiunge un diesis, e questo diesis è la nota un semitono sotto la nuova tonalità; per esempio. G Major aggiunge un F #; D Major aggiunge un C #…
  • scendendo di una quinta da Do maggiore, ogni nuova tonalità di chiave aggiunge un bemolle, e questo bemolle è la nota che è la stessa della successiva chiave di quinta; per esempio. Fa maggiore aggiunge un si bemolle; Bb Major aggiunge un Eb; Mib maggiore aggiunge un Ab ...

L'ordine per aggiungere diesis è: F # C # G # D # A # E # B #

L'ordine per aggiungere bemolle è lo stesso al contrario: Bb Eb Ab Db Gb Cb Fb

Impara le chiavi in ​​chiave come "fatti". Impara i modelli all'interno delle firme chiave come "fatti". Usa solo i mnemonici (se ne hai davvero bisogno) per iniziare ...

Questo è uno dei motivi per cui impariamo le scale. Per esempio. per suonare Mib maggiore, INIZIAMO su Mib, e cambiamo (dalle 'note bianche' di default) ogni Bb Eb e Ab in arrivo. Allora suona bene! In altre parole, iniziamo ad associare quei 3 bemolli a quella chiave.
usato per suonare roba da big band scritta a mano dove lo scrittore metteva 2 # ovunque, sul pentagramma, per il sig chiave. Non aveva molta importanza, poiché si sa che due diesis possono solo significare Dmaj. (o Bmin.) e gli diesis possono essere solo F # e C #.
Tu o qualcun altro vi siete imbattuti nella pratica di firmare le chiavi in ​​chiave, come in Mib - 3 dita rivolte verso il basso, SOL - 1 verso l'alto? Molto utile per i musicisti di strada e per i deps che non hanno grafici, ecc.
Per curiosità, ho imparato a memoria le sequenze di diesis (#) e bemolle (b) usandole come password ... :-) Per prima cosa ho attaccato i diesis con una password simile a questa ma con qualche chicco in più di sale ... :-) FaDoSolReLaMiSi (i paesi di lingua francese non usano la notazione FCGDAEB) e dopo una o due settimane l'ho cambiata per affrontare le flat con SiMiLaReSolDoFa. Ha funzionato molto bene. :-)
Non devi nemmeno memorizzare l'intero ordine. Solo i primi due. Per i diesis, inizi con F # e C #. Quindi vai uno _up_ in sequenza per le seguenti coppie (il terzo è uno su da F # => G #, il quarto è uno su da C # => D # ecc.). Per i bemolle, inizi con Bb e Eb, poi vai uno _down_ in sequenza per le seguenti coppie.
@Tim, Penso che il mio vicino continua a dirmi di suonare in re maggiore ...
Sembra che succeda anche quando sto improvvisando ...
Questo è il pignolo, ma il relativo minore si impara meglio scendendo un tono intero e poi un semitono più in basso da quello a un'altra lettera. Quindi, per pensare che il C # Majors minore relativo è Bb.
Il relativo minore di C # è in realtà A # minore. Bb minor è il parente di Db. # eb tendono a non confondersi. QUESTO è pignolo !!
@Tim: mio figlio suonava il basso in un combo jazz di bordo. Il leader ha usato quella cosa gestuale ed è stata molto utile per la band.
@NeilMeyer, Mi dispiace essere mega-triple-pignolo, ma sarebbe meglio trovare un relativo minore scendendo di un semitono e poi un intero per ottenere un relativo minore da un maggiore, poiché una scala maggiore ha una settima maggiore (semitono sotto tonico) e una sesta maggiore (qualunque sia sotto la settima maggiore).
@PSU - grazie. Mi chiedo se sia una cosa universale: lo uso in Gran Bretagna, ma dovrebbe essere inequivocabile ovunque. Sembra essere un segreto ben custodito ...
@Tim Comincerò a usare quella cosa del "linguaggio dei segni per la chiave"! Soprattutto quando il posto è troppo rumoroso per sentire quale tonalità o quale canzone ... Grazie!
@user45266 - credimi, funziona a meraviglia - a condizione che gli altri capiscano! È troppo semplice da non usare, ed è un po 'meglio di quello che ottengo a volte "È in LA" mentre il ragazzo suona un accordo di LA come se avessi bisogno di sapere dove si trova e come suona ..!
Eichhörnchen
2014-06-18 09:53:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Personalmente, suono il basso. La lettura a prima vista con chitarra e basso (e altri strumenti a corda simili) può essere davvero complicata perché abbiamo così tanti posti sullo strumento per suonare la stessa nota. Riuscire a vedere due bemolle all'inizio del pezzo e dirmi velocemente "Ok - tonalità di Si bemolle e mi bemolle" mi permette di trovare la mia posizione e andare avanti senza troppi pensieri.

Sapere esattamente quante non è la parte importante, poiché le alterazioni sono sempre nello stesso ordine secondo il circolo delle quinte / quarti. Vedere la marcatura coerente di due bemolle, o 4 diesis, e sapere cosa rappresentano immediatamente è ciò che aiuta una rapida comprensione e una lettura di successo. (Spero che avesse senso, lì).

Su chitarra / basso, non penso mai a nessun tasto / corda come se fosse un tagliente, piatto o naturale. Come probabilmente fai tu, metto la mano e le note appropriate (se sono fortunato!) Per quella scala / modo / arp. Sono pronte. Mentre sui tasti, i diesis / bemolle sono i segnali che mi aiutano a trovare la mia strada. D è sempre tra le due note nere. Su gtr / bass, non ci sono tali pattern, e in effetti la stessa identica nota può essere trovata in molti posti diversi. 2 #, 4b ecc. Aiutano in modi molto diversi dalle chiavi a gtr / bass, ma continuerò a esercitarmi !!
Pat Muchmore
2014-06-18 05:10:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Perché i diesis e i bemolle vengono sempre nello stesso ordine: F #, C #, G #, D #, A #, E # e B #, in quest'ordine. I bemolli sono esattamente l'opposto: Bb, Eb, Ab, Db, Gb, Cb, Fb. Quindi, se sai che ci sono cinque diesis, allora sai anche che quei cinque diesis devono essere F, C, G, D e A.

Parlando di mnemonici, l'ordine di diesis e bemolle può essere memorizzato con la frase invertibile:

Padre Charles va giù e finisce la battaglia

per i diesis e:

La battaglia finisce e va giù il padre di Charles

per appartamenti.

Hatebit
2014-06-19 12:33:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per alcuni strumenti, diciamo percussioni cromatiche, è utile sapere se una chiave ha un numero pari o dispari di diesis / bemolle, poiché potrebbe aiutare a risolvere il bastone, perché, con due mani, se una chiave ha un numero pari numero di diesis / bemolle, il cross-sticking (o la mancanza di) è simmetrico nella parte inferiore e superiore della scala.

user47047
2018-01-12 00:14:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Tasti "diesis":

  • Sol maggiore (1 diesis - F”#)
  • Re Major (2 diesis - F #, C”#)
  • A Major (3 diesis - F #, C #, G #)
  • Mi maggiore (4 diesis - F #, C #, G #, D”#)
  • B Major (5 diesis - F #, C #, G #, D #, A”#)
  • F # Major (6 diesis - F #, C #, G #, D #, A #, E # - enarmonicamente uguale a Gb Major)
  • C # Major (7 diesis - F #, C #, G #, D #, A #, E #, B # - enarmonicamente uguale a Db Major)

Posso vedere una relazione qui. Se vedessi degli spartiti con, diciamo, 3 diesis, potrei capire che era la maggiore. O se la musica fosse di 4 diesis potrei dire che era in mi maggiore.

Tuttavia, per la musica scritta con i tasti piatti; se vedessi un brano musicale scritto con tre bemolle, ad esempio, non saprei dirti in che tonalità si trovava.

Chiavi "bemolle":

  • Fa maggiore (1 bemolle - Si bemolle)
  • Si bemolle maggiore (2 bemolle - Si bemolle, Mib)
  • Mi bemolle maggiore (3 bemolle - Sib, Mib, Ab)
  • Ab Major (4 flat - Bb, Eb, Ab, Db)
  • Db Major (5 flat - Bb, Eb, Ab, Db, Gb)
  • Gb Major (6 flat - Bb , Eb, Ab, Db, Gb, Cb - enarmonicamente uguale a F # Major)
  • Cb Major (7 bemolle - Bb, Eb, Ab, Db, Gb, Cb, Fb - enarmonico come Bb Maggiore)
Reformer
2018-03-25 23:33:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il requisito per imparare questo set di scale incredibilmente complicato nasce solo perché usiamo un pentagramma che non contiene tutte le note e suoniamo su un pianoforte che è strutturato in modo illogico.

Ci sono 12 note in un '"ottava" non 8.

Una scala maggiore suona queste otto note 1/3/5/6/8/10/12/1.

Una scala minore suona queste otto note 1/3/4/6/8/9/11/1

Se abbiamo scritto musica con un pentagramma di 12 note non 8 e suonato un pianoforte con 6 tasti bianchi alternati a 6 tasti neri, non avresti bisogno di sapere quali bemolle e diesis c'erano perché non ce ne sarebbero (e suonare il concerto per pianoforte di Rachmaninov sarebbe possibile per le persone con mani piccole).

Diesis e bemolle non esistono davvero: sono solo un (cattivo) modo di riferirsi alle 12 note dell '"ottava". Il fatto che una nota sia chiamata ad es. Bb non significa che in qualche modo stai suonando B flat. Né all'orecchio una scala piena di diesis o bemolle suona in qualche modo più complicata.

Quindi, per prima cosa, non preoccuparti di diesis e bemolle. Non è colpa vostra. È colpa della storia della musica.

Ricorda solo quegli spazi vuoti sopra.
Una scala maggiore suona note 1/3/5/6/8/10/12/1.

La scala minore suona note 1/3/4/6/8/9/11/1

Se ritieni di dover imparare i diesis e i bemolli, scrivi semplicemente un 12 per 12 tabelle (il foglio di calcolo Excel è il migliore). Etichettare le colonne A, A # ecc. Colora le colonne 2/4/7/9/11 come note nere (OK colorale note di giallo per poterle leggere) e riempi le celle sulla prima riga che inizia con A, quindi A #, utilizzando i numeri / intervalli sopra. Quindi fai la riga successiva (A #) spostando la riga di numeri di una colonna a destra, ovviamente.

Prendi quell'immagine nella tua testa e la vita diventa molto più facile e inizi a vedere le scale delle note in bianco e nero.

Se stai suonando una scala con un "normale" nome (ad es. SOL), diverso da FA o diesis, le note nere sono chiamate diesis. Se stai suonando una scala "piatta" o F, le note nere sono chiamate bemolle.
Questo è fatto solo perché altrimenti finisci per perdere le lettere (ad esempio la scala D # è D #, F, G, G #, A #, C, D, D #; è più facile parlare invece della scala Eb come Eb F G Ab Bb C D Eb). Mostra quanto sia ridicola questa notazione musicale. Se dessimo alle dodici note nomi separati (ad esempio M, N, O, P, Q, R, S, T, U, V, W, X) il problema non si presenterebbe.

Un giorno , forse, qualcuno rivoluzionerà la notazione musicale. Probabilmente un robot. Sarà come passare dal pensare che il sole gira intorno alla terra alla terra gira intorno al sole: all'improvviso darai un senso alle tue scale invece di tutte queste sciocchezze su diesis e bemolle. L'altro lato della medaglia è che tutti dovrebbero imparare di nuovo la lettura a prima vista e il pianoforte. Ma non suonare il violino.

Non so se questo aiuta. Almeno ti dà qualcosa su cui discutere con il tuo insegnante.

"Se stai suonando una scala 'piatta' o F #" Intendi "o F"? Sono anche piuttosto turbato dalla tua affermazione che "diesis e bemolle non esistono davvero" ...
Tutte le tonalità maggiori o minori hanno 7 nomi di lettere e 12 note ciascuna a semitono a parte qui sul pianeta terra. Ci sono cose migliori da fare che discutere con il tuo insegnante.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...