Domanda:
Suonare le note di un accordo non proprio simultaneamente
Mr. Boy
2015-06-05 15:50:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando suono un accordo sul pianoforte, sto aumentando la tendenza a 'rollare' l'accordo, cioè suonare le note in una sequenza molto veloce piuttosto che contemporaneamente - troppo velocemente per essere veramente segnate. È più simile a suonare un accordo leggermente lentamente sulla chitarra in cui le 6 corde vengono pizzicate in sequenza.

Questa tecnica ha un nome ed è considerata tecnica buona / scarsa? Lo lo lo faccio anche in alcuni brani con partitura in cui la partitura ha due scritte come suonate contemporaneamente - probabilmente come un gap di sedicesimo battito o anche meno - perché a me suona semplicemente più bello, ma io ' Non sono sicuro in questo contesto se si tratta di suonare il pezzo "sbagliato" o entro i limiti dello stile di gioco personale?

Voglio dire "arpeggio" ma non sono sicuro che sia esattamente la cosa che stai cercando
Non è questo strimpellare?
@TheodorosChatzigiannakis - nel mio dizionario strimpellare è suonare le corde - con noncuranza ...
@TheodorosChatzigiannakis Non al pianoforte.
Otto risposte:
#1
+11
Tim
2015-06-05 16:15:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"Roll" è un termine usato, ma l'arpeggio è migliore. Un arpeggio può essere veloce da un'estremità all'altra a piacere o lento. La stessa cosa può essere fatta con gli accordi sulla chitarra, solitamente indicati sui punti da una linea verticale ondulata prima delle note stesse, che mostra l'accordo, e una punta di freccia che indica in che direzione va la pennellata; su, o più spesso, giù (in direzione, piuttosto che intonazione).

Per quanto riguarda la personalizzazione di una canzone, fai quello che vuoi con essa. Il compositore può o meno essere felice, dopo tutto, ha scritto ciò che voleva suonare. Il vecchio adagio: se suona bene ...

Esattamente quello che avrei scritto se non mi avessi battuto.
A volte al pianoforte viene chiamato "quasi-arpeggio" poiché "arpeggio", in senso stretto, significa suonare ciascuna nota distintamente alla maniera di un'arpa. Il termine "arpeggio" deriva dalla parola italiana "arpa", che significa "arpa".
@Mr.Boy Un'ulteriore nota sul fronte stilistico: sebbene rientri nei tuoi diritti di rollare accordi in una canzone come scelta stilistica, tieni presente che le tecniche stilistiche possono essere soggette a * un uso eccessivo *. Un accordo arrotolato attira l'attenzione su di sé, proprio come un accento, ma se la maggior parte degli accordi viene arrotolata, può perdere la sua unicità speciale e potenzialmente diventare banale o addirittura fastidioso. YMMV.
È possibile che le note vengano scritte come appoggiature / gracenotes?
#2
+6
BobRodes
2015-06-16 22:21:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono sicuro in questo contesto se si tratta di suonare il pezzo "sbagliato" o entro i limiti dello stile di esecuzione personale?

La risposta breve è "dipende da a chi chiedi, "come spesso accade. Confronta l'inizio di queste due esecuzioni della Ballata n. 3 di Chopin. La prima è Rubinstein e la seconda è Paderewski, entrambi pianisti polacchi (Rubinstein era solito ridacchiare al" accento straniero "della maggior parte degli interpreti di Chopin) ed entrambi considerati ottimi interpreti di Chopin.

Vedrai che Paderewski è abbastanza felice di eseguire accordi (e sì, li chiamiamo "accordi arrotolati" così come "accordi arpeggiati"), ogni volta che ne ha voglia, anche se non sono annotati come tali (Rubinstein sta suonando la partitura come annotata), dove Rubinstein evita di farlo. (In effetti, Rubinstein spesso non rotolava accordi che erano annotati con un segno di arpeggio; aveva mani enormi e poteva bloccare accordi che la maggior parte delle persone non poteva. Mettersi in mostra un po ', direi. :) Per vedere di persona, confronta la sua esecuzione del primo concerto di Brahms, secondo movimento, con quella di altri.)

Questo faceva parte dello stile più aperto del diciannovesimo e dell'inizio del ventesimo secolo, e cadde in disgrazia in seguito, quando la pratica della performance iniziò a sottolineare la fedeltà alla partitura rispetto all'interpretazione personale. Più recentemente, le cose sono tornate verso il centro: dopo tutto, se sottolinei troppo il punteggio, perderai traccia della tua ispirazione e la tua performance suonerà poco ispirata.

Quindi, come puoi vedere, Paderewski almeno era sicuramente nel campo "entro i limiti dello stile di gioco personale". Per quello che vale, lo sono anch'io.

#3
+4
user28
2015-06-07 21:37:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Fare qualcosa involontariamente è sempre segno di scarsa tecnica, debolezza muscolare o qualche problema correlato. Se non puoi evitare di rotolare gli accordi, è probabile che tu stia suonando troppo velocemente o in anticipo rispetto al tuo livello di abilità: stai iniziando con l'accordo prima che la tua mano abbia assunto completamente la posizione corretta per premere semplicemente.

Potresti provare a suonare le inversioni di accordi, ad esempio Do maggiore in posizione fondamentale, fino alla prima inversione su Mi, fino alla seconda su Sol, fino all'ottava di nuovo in posizione fondamentale, quindi invertire. Assicurati di suonare tutte le note in modo chiaro e allo stesso tempo e sii lento quanto è necessario. Aumenta lentamente la velocità man mano che migliori.

Se desideri essere accurato rispetto all'intenzione del compositore, dipende dallo stile di musica che stai suonando, ma in generale, se un arpeggio non è contrassegnato, probabilmente non lo stai incontrando. Ad esempio, il Preludio in Do minore di Chopin non dovrebbe assolutamente essere suonato con questo tipo di rollio; distrugge la potenza e la presenza degli enormi accordi di forte multi-ottava a 7 note. Ci sono indubbiamente molte altre canzoni simili.

Per chiarire: è voluta non una limitazione del mio modo di suonare (per una volta!)
@Mr.Boy Buono a sapersi. Sicuramente gioca nel modo in cui vuoi giocare! Lascio questo consiglio qui per chiunque altro si imbatta in questa domanda.
@MatthewRead: "in generale, se un arpeggio non è contrassegnato, probabilmente non lo incontrerai" Tendo a non essere d'accordo. Ci sono molte prove che i compositori del 19 ° secolo si sentissero completamente liberi di improvvisare sulle proprie partiture, oltre a non preoccuparsi quando lo facevano gli altri artisti. C'è ovviamente l'aneddoto di Chopin che ammoniva LIszt a suonare i suoi Studi così come erano scritti, ma poi Liszt probabilmente ha esagerato, trasformando tutto nello spettacolo di Franz Liszt. Il fatto che i contemporanei di Liszt abbiano notato che suonava le Sonate di Beethoven così come erano scritte suggerisce che questa era una pratica insolita all'epoca.
@MatthewRead Inoltre, ai tempi di Bach era molto comune suonare gli accordi, e non era affatto comune contrassegnarli. Detto questo, non farei nemmeno gli accordi nel Preludio in Do Minore!
Questa risposta mi ha aiutato perché * lo * faccio involontariamente, quasi sempre.
@Flounderer aha. Se hai problemi a suonare contemporaneamente tutte le note degli accordi, un buon esercizio è semplicemente suonare le triadi di quattro note con entrambe le mani, salendo in modo inverso. Ad esempio, iniziando con il Do centrale nella mano destra e un'ottava più in basso nella sinistra, suona CEGC, EGCE, GCEG, CEGC (un'ottava più alta di quanto hai iniziato), quindi torna indietro sugli stessi accordi. Puoi lavorare fino a farlo su tutte e dodici le note della scala, senza cambiare le diteggiature. Quindi puoi fare le versioni minori. (cont.)
... Fai l'esercizio lentamente (un senso di maestà non fa male) e se le note di un accordo non colpiscono esattamente nello stesso momento, fallo di nuovo finché non lo fanno. Impara a collegarli in un legato con il pedale allo stesso tempo, uccidendo due piccioni con una fava.
Grazie @BobRodes! Lo proverò. Il mio insegnante mi ha fatto un esercizio simile. Però non ho il pedale. Ma sono sicuro che sarà ancora utile senza.
Discutibile se fare qualcosa involontariamente su uno strumento sia sempre un segno di cattiva tecnica. La maestria e persino la grande tecnica stessa sembrano "accidentalmente" produrre grandi cose a volte su uno strumento (stato di flusso, idea di dita intelligenti, ecc.). Probabilmente si riduce alla tua definizione di "involontariamente".
#4
+2
Sy_UK
2015-06-08 14:46:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Potresti classificare questo effetto come un flam. Dove le note vengono suonate insieme ma a pochi passi di distanza. Personalmente mi piace questo suono che ha una sensazione unica.

Questo video mostra un tipico esempio utilizzato dal dottor Dre. Effetto Flam

Tutte le definizioni flam che conosco lo considerano una sequenza di solo due note / colpi mentre i rulli di piano possono avere più di due note. Anche il flam è solitamente considerato un rudimento di batteria.
#5
  0
ArgoPete
2017-09-10 07:07:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi piace Stefani Trick che suona Boogie e ha le mani piccole, quindi ROTOLA gli accordi grandi come un 10, quindi non è una tecnica scadente. Si può anche suonare CLOSE, come fanno molti grandi pianisti, anche una nota 10 è un 3 nella scala pertinente, quindi suona le inversioni di un accordo per ottenere una diteggiatura fluida.

#6
  0
Areel Xocha
2017-09-10 13:43:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dato che non hai nominato uno stile particolare di pianoforte, questo tipo di arpeggio non sarebbe fuori limite. Dopo tutto, qualsiasi tecnica impiegata sia da Mozart (Rondo all Turca) sia da Chico Marx (A Night at the Opera) non può essere del tutto cattiva.

#7
  0
Laurence Payne
2017-09-10 16:40:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hai notato che l'arpeggio degli accordi è diventata un'abitudine. Sospetti di esagerare. Hai quasi sicuramente ragione! Prendi il controllo del tuo modo di suonare.

#8
-2
lobi
2015-06-06 00:29:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che ti stia riferendo a un glissando. Quando si suona un accordo annotato come glissando, si arpeggia l'accordo, ma in modo molto veloce rispetto a un arpeggio effettivo, quindi non è un arpeggio vero e proprio (poiché ciò richiederebbe "tempo"; cioè ritmo annotato).

Nota chopin g minor nocturne op 37 n. 1; la fine del tratto B ha un glissando. Personalmente, mi piace suonare questo brano in cui la "durata" della prima nota di F # è un po 'più lunga del resto, e poi (molto) velocemente suonare il resto, probabilmente alla stessa velocità che hai descritto. È così che a mi piace giocare, tuttavia non esiste un modo giusto o sbagliato.

End of B section

Anche se lo scopo di un glissando non è quello di separare le note completamente, lo scopo di un arpeggio È di separare completamente le note (pensa agli arpeggi quando si suonano le scale / arpeggi). <- Questa è la mia opinione e aperta all'interpretazione.

Glissando è qualcosa di diverso. È scritto come una linea ondulata che collega due note: http://en.wikipedia.org/wiki/Glissando. La linea ondulata verticale nel tuo esempio indica l'arpeggio, che è quello che credo stia cercando l'OP.
Ho semplicemente sbagliato, ho paura, Lobi. Questa è una notazione di arpeggio. Non ci dice nulla sulla velocità dell'arpeggio, un glissando è davvero qualcosa di diverso. Può essere indicato come una linea ondulata o diritta. L'etichetta "gliss." viene spesso aggiunto.
http://en.wikipedia.org/wiki/Arpeggio ha alcuni dettagli. È comune suonare rapidamente l'arpeggio con questo segno, ma penso che Laurence abbia ragione sul fatto che la velocità non sia denotata dal segno. Penso che la tua risposta sia fondamentalmente corretta a parte confondere le definizioni.
La parola "glissando" è un'italianizzazione del francese * glisser *: scivolare o scivolare. La parola "arpeggio" deriva dall'italiano "arpeggiare": suonare l'arpa. Queste origini dovrebbero chiarire la distinzione.
Sono d'accordo sul fatto che la velocità non è indicata dalla marcatura.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...