Domanda:
Algoritmi per la composizione musicale
coderboy
2012-11-04 16:39:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono un principiante nella musica, ma mi piace anche scherzare con semplici programmi per computer. Quindi ho trovato una piccola libreria Python per generare file MIDI. Quindi quello che faccio ora è che ho alcune firme ritmiche o ritardi di tempo che ho inserito insieme ad alcune scale come il maggiore, il minore, il blues. Quindi passo a caso sulle scale al passo con le firme del ritmo pre-alimentate. Sto solo cercando alcuni consigli da voi ragazzi su dove posso andare da qui, quali tecniche posso usare. Inoltre, se ci sono errori o sviste nel mio approccio attuale. Questa è la mia prima domanda qui, spero che voi ragazzi non chiudiate questa domanda perché è troppo aperta o vaga.

EDIT: questa pagina fa per un lettura affascinante ma a corto di dettagli tecnici http://www.psmag.com/culture/triumph-of-the-cyborg-composer-8507/ Ho cercato per alcune settimane sulla computer music e la pagina ha anche alcune tracce di esempio. Questo è il meglio che è stato ottenuto nella composizione algoritmica al meglio delle mie conoscenze.

EDIT 2: Questa risposta è stata molto utile. Grazie jadarnel27! ​​
Come posso generare nice- suoni progressioni di accordi casuali?

MODIFICA 3: Questa è una dimostrazione piuttosto impressionante di composizione algoritmica
http://computoser.com/ Ecco il documento cartaceo + il codice sorgente.

Beh, temo che la domanda * sia * un po 'troppo aperta. Questo sito funziona con un formato di domande e risposte, come forse saprai. Poiché questa domanda è così aperta, nessuna risposta è più * giusta * di un'altra. Ciò non lo rende adatto al formato di questo sito. Tuttavia, se hai domande obiettive, sentiti libero di chiedere!
Penso che questo dovrebbe rimanere aperto. Si tratta di tecniche per comporre musica, che mi sembra rientrare nelle nostre linee guida per la pratica e l'esecuzione musicale.
Potresti essere in grado di mitigare la * indeterminatezza * in qualche modo riducendo la * vaghezza *. Mostra un po 'di più di quello che stai facendo. Quali sono le tue firme di ritmo? Che tipo di risultati stai ottenendo? ... Prova diversi generatori di numeri casuali (in particolare quelli * cattivi *) ed espandi i "passaggi" in cifre di due o tre note selezionate casualmente.
Qualsiasi algoritmo utile dovrebbe essere adattabile a diverse scale e tempi in chiave. Forse potremmo renderlo un wiki della comunità un algoritmo per risposta?
il mio problema con la domanda è che la parola "casuale" non definisce obiettivi, vuoi produrre musica storicamente o sperimentale? le scale sono solo alcuni strumenti come la matematica non fanno molto da sole, le tecniche non sono musicali .. definisci il tuo obiettivo .... vuoi imparare le scale nella musica occidentale?
Martin, ho scaricato alcuni libri sulla teoria musicale e li sto imparando nel mio tempo libero. Voglio anche acquisirne una più profonda comprensione utilizzando quella conoscenza per creare programmi che compongono musica. È importante che sia storico o sperimentale.
Questo è in qualche modo correlato e potrebbe essere interessante per te: [Come posso generare progressioni di accordi casuali dal suono piacevole?] (Http://music.stackexchange.com/questions/3788/how-can-i-generate-nice- progressioni di accordi che suonano casuali)
Anche il programma [Ludwig 3] (http://www.write-music.com/) sembra fare qualcosa di simile alla composizione.
@coderboy Ho aggiunto i dettagli per il computer al tuo post. È open source e ho scritto un articolo a riguardo
Ti sei imbattuto in http://jukedeck.com? Usano l'intelligenza artificiale per creare basi musicali, non sono sicuro di come funzioni.
Sei risposte:
#1
+23
user1044
2012-11-05 00:06:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Max

esiste da 20 anni.

Max ti fornisce le parti per creare suoni unici, immagini straordinarie e coinvolgenti contenuti multimediali interattivi. Queste parti sono chiamate "oggetti": riquadri visivi che contengono piccoli programmi per fare qualcosa di specifico. Ogni oggetto fa qualcosa di diverso. Alcuni fanno rumore, altri producono effetti video, altri fanno solo semplici calcoli o prendono decisioni. In Max aggiungi oggetti a una tela visiva e li colleghi insieme con patchcord. Puoi usarne quanti ne vuoi. Combinando oggetti, crei un software interattivo e unico senza mai scrivere alcun codice (puoi farlo anche tu se lo desideri).

Sei consapevole che la composizione algoritmica è qualcosa che è iniziato secoli fa, in una forma o nell'altra? Negli ultimi anni, la composizione algoritmica ha ricevuto molti studi accademici.

C'è un articolo di Wikipedia sulla composizione algoritmica. L'articolo stesso fornisce una rapida panoramica di questo campo. Non ha molte informazioni pratiche ma ha una bibliografia che potresti usare per cercare maggiori informazioni.

L'articolo di Wikipedia fornisce anche un lungo elenco di app di software musicali commerciali e open source per composizione algoritmica. Varrebbe la pena provare alcuni di questi e vedere cosa puoi imparare da loro. Alcuni di essi servono per creare musica sperimentale avant-garde e altri, come Band in a Box, per comporre jazz mainstream riconoscibile. Esiste un toolkit modulare per la composizione algoritmica con un'interfaccia utente grafica chiamata Max che è in uso in tutto il mondo, in particolare negli ambienti accademici.

Per inciso, Wolfgang Amadeus Mozart pubblicò un sistema musicale algoritmico nel 1787, chiamato Musical Dice Game . Si trattava di arrangiare frasi musicali (composte dallo stesso Mozart) in diverse combinazioni secondo il lancio dei dadi e una serie di regole. Questo rientra nella categoria di ciò che viene chiamato composizione stocastica . Puoi Google "Mozart gioco di dadi musicali" per ulteriori riferimenti. Ecco un riferimento che vale la pena leggere.

Altri argomenti da esaminare dall'era pre-computer sarebbero la composizione aleatoria (sostenuta dal XX secolo compositore John Cage) e la composizione seriale a 12 toni (sostenuta dal compositore del XX secolo Arnold Schoenberg e da allora esplorata da molti altri compositori). Molti brani (la maggior parte dei quali estremamente dissonanti e atonali) di questi compositori fanno ora parte del repertorio standard della musica classica del XX secolo.

Risposta affascinante. Non avevo idea che fossero fatte così tante ricerche sulla composizione algoritmica prima che esistessero i computer, e sono entusiasta di provare il gioco dei dadi di Mozart!
I frattali sono buoni? Non trovo che il loro output sia migliore di quello casuale. Il gioco dei dadi di Mozart è davvero sorprendente.
Thelonious Monk a volte suonava qualcosa di casuale e poi lavorava per risolverlo e renderlo parte del suo assolo.
Da quello che ho letto, il gioco dei dadi di Mozart coinvolge diversi pezzi (simili a minuetti) con la stessa lunghezza e all'incirca la stessa progressione di accordi, strappati in singole misure e messi insieme da rotoli di dadi. Ho anche sentito parlare di un gioco di dadi Haydn.
#2
+8
Stephen Hazel
2012-11-04 23:55:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

beh, quello che ho fatto finora (sto prototipando in perl e se è utile, spostandolo in c ++) è fare progressioni di accordi seguendo questo: http://mugglinworks.com/chordmaps/part5 .htm

Dando agli accordi un certo numero di battute,

E inserendo gli accordi in determinati arrangiamenti ritmici che si adattano comunque a un vero paio di mani. Come in http://www.scribd.com/doc/102512170/Playing-Pop-Ballads#

Questo è quanto ho. Ma c'è un mondo di possibilità se me lo chiedi.

#3
+6
mrkva
2012-11-05 21:28:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Consiglio anche di esaminare Supercollider

SuperCollider è un ambiente e un linguaggio di programmazione per la sintesi audio in tempo reale e la composizione algoritmica. Fornisce un linguaggio interpretato orientato agli oggetti che funziona come un client di rete per un server di sintesi sonora in tempo reale all'avanguardia.

È open source, con un buon supporto della comunità e un potente e metodi di sintesi.

#4
+2
Adam
2015-02-16 17:08:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hai detto che sei davvero impressionato da http://computoser.com/, ma che non conoscevi le tecniche dell'autore. Ecco il codice sottostante (non mio) su Github: https://github.com/Glamdring/computoser

#5
  0
Ivar
2017-10-07 04:38:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Aggiunta all'elenco di strumenti per aiutare i nuovi arrivati ​​a sentirsi a proprio agio con l'idea della composizione: dai un'occhiata a SonicPi! È uno strumento completo di composizione e performance utilizzato da musicisti che si esibiscono, ma con l'obiettivo principale di essere una piattaforma straordinaria per insegnare ai bambini (> = 10 anni) come programmare!

#6
-4
martin rudowski
2012-11-10 20:35:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La mia opinione è che non sia possibile utilizzare la teoria musicale per la composizione musicale per creare alcuni algoritmi che producano musica comprensibile dagli esseri umani. La mia opinione (opinione) è che non dovrei guardare alla composizione musicale come un programmatore; un programmatore fa un lavoro molto diverso. Come nelle teorie sui numeri, puoi creare pattern con gli algoritmi, ma suona bene? un arpeggiatore suona alla grande? Certo, ma sta componendo qualcosa? Perché alcuni pianisti sono bravi e altri meno se suonano le stesse note? La musica funziona su così tanti livelli che fino ad ora nessun costruttore di strumenti musicali ha sviluppato un approccio simile a una macchina di Turing come nell'informatica.

Penso che la composizione di algoritmi sia lo strumento sbagliato per questo lavoro.

  1. Musica sperimentale

Non vuoi fare musica basata su qualcosa che non è nuovo o noto a noi e un algoritmo potrebbe funzionare solo con soluzioni note (problema del determinismo ).

Non puoi provare qualcosa nella musica; la musica non ha uno stato giusto o sbagliato. Qual è lo stato giusto nella musica? Come può un algoritmo dimostrare di aver prodotto un buon brano musicale quando il problema è più profondo? La musica è un'esperienza senza significato; è come sentire qualcosa. Fino ad ora, non abbiamo qualcosa come l'IA. Tutto ciò che abbiamo sono alcuni algoritmi di riconoscimento dei modelli che possono vedere i modelli; non puoi fare musica senza Consciousness.

  1. Musica storica (pattern di musica pop, rock, techno, barocco, ecc.)

Ci sono modelli noti per questa musica. La teoria musicale non è qualcosa che crea questi schemi; la teoria musicale è più un approccio analitico.

Forse posso consigliarti il ​​libro di Roger Penrose, " The Emperor's New Mind"

Penrose presenta l'argomento che la coscienza umana non è algoritmica, e quindi non è in grado di essere modellata da un computer digitale tipo macchina di Turing convenzionale.

Penso che la coscienza sia una precondizione per creare musica comprensibile per l'uomo o non puoi produrre Cultura senza il fattore umano.

Beh, non sono sicuro che tu possa ottenere il mio punto.

Per accorciarlo:

La teoria musicale è più un approccio analitico, ma devi avere alcuni dati da analizzare (limiti della teoria musicale -> mancanza di creatività)

Conosci i limiti di un algoritmo (come http://en.wikipedia.org/wiki/Entscheidungsproblem)

Se conosci questi limiti, puoi ottenere buoni strumenti per produrre.

Per favore leggi questo http://www.psmag.com/culture/triumph-of-the-cyborg-composer-8507/ e dimmi se hai ancora la stessa opinione
La mia opinione non cambia dopo aver letto questa pagina e ho usato i generatori di note -> http://www.youtube.com/watch?v=YfcHbr087xs e http://soundcloud.com/elektronisches-schaf/mathekunst, mi piace anche le cose di karma-labs ma questo non cambia la mia opinione su questo argomento, dato che ho letto le intruzioni in c di terry riley (http://petrucci.mus.auth.gr/imglnks/usimg/4/47/IMSLP00899-TerryRiley -InC.pdf) e gli scritti di stockhausen e i dischi di Iannis Xenakis sono un simpatico fan delle regole e degli ordini nella musica ma questo non riduce il fattore umano che necessita di coscienza
cattivo esempio di algoritmi per la composizione musicale http://tones.wolfram.com/generate/
Come programmatore che impara a comporre, il punto centrale dell'esplorazione della composizione algoritmica non è sostituire il compositore, ma comprendere meglio la musica, la percezione umana, le regole di base e alcuni dei principi e dei flussi di lavoro utilizzati dai compositori per creare musica. che guida le regole usate dai compositori per esplorare, potrei finalmente essere in grado di trovare la mia comprensione di ciò che funziona e cosa no, e forse essere in grado di ideare i miei flussi di lavoro e principi di composizione.
-1 Anche se sono d'accordo sul fatto che la musica è arte e che i compositori non possono essere sostituiti dalle macchine, la creazione di un algoritmo per generare musica è essa stessa una forma di composizione e, come le altre risposte possono testimoniare, sta ricevendo un po 'di attenzione.
La maggior parte della musica è algoritmica per definizione. Ciò non significa che le più grandi opere d'arte siano prodotte meccanicamente, ma gli algoritmi sono i mattoni della musica, quindi Sir Penrose è irrilevante per la discussione. Gli algoritmi da soli non creeranno buona musica, ma possono fornire un buon inizio ed essere utilizzati per generare musica ascoltabile e piacevole. _ ** Tutti i musicisti sono inconsciamente matematici ** _ - Thelonious Monk


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...