Domanda:
Su un sassofono, qual è la differenza tra un armonico e un altissimo?
ogerard
2011-04-29 14:13:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Conosco toni armonici veri o falsi su vari strumenti ma non capisco cosa sia un altissimo. Solo note molto alte? Puoi riprodurli su ogni tipo di sassofono? Puoi suonare una melodia con loro?

Una risposta:
#1
+10
Andrew
2011-04-29 17:17:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Altissimo è solo un nome per le note al di sopra di ciò che è (o almeno era usato per essere) considerato più alto della gamma "normale" dello strumento. La maggior parte dei sassofoni può suonare fino alla scritta F o F-diesis sopra il rigo degli acuti normalmente semplicemente usando i tasti laterali che aprono i fori dei toni più in alto nel sassofono per rendere la colonna d'aria più corta insieme all'apertura dello sfiato dell'ottava. Le note più alte di quella sono considerate "altissimo". Altissimo può essere suonato su qualsiasi sassofono (di qualità sufficiente), ed è ancora chiamato altissimo indipendentemente dal fatto che venga suonato su contralto, soprano, tenore, ecc. In generale, i sassofoni inferiori hanno più note altissimo disponibili rispetto a quelli alti, ed è più facile suonare l'altissimo sui sassofoni inferiori rispetto a quelli alti. Le diteggiature per le note altissimo non sono le stesse su tutti i sassofoni.

Gli overton possono essere, ma non sono necessariamente, nel registro altissimo. Con la diteggiatura per la scrittura si bemolle appena sotto il rigo degli acuti, la nota più bassa sulla maggior parte dei sassofoni (tranne il baritono, che di solito ha il LA un semitono più basso sui modelli professionali), è possibile manipolare la lingua (principalmente) e l'imboccatura (leggermente se non del tutto) per produrre note nella serie armonica sopra la fondamentale scritta B-flat. Lo stesso può essere fatto con altre diteggiature "note basse", sebbene all'aumentare dell'altezza fondamentale, aumenta la difficoltà di produrre gli armonici e gli intervalli che comprendono gli armonici diventano un po 'meno "corretti" a causa degli effetti dei buchi di tono aperti.

L'altissimo è ora previsto da tutti i sassofonisti professionisti e molte opere per sassofonisti avanzati usano l'altissimo proprio come userebbero qualsiasi altra nota in una melodia. Le sovratoni come ho descritto sopra sono raramente specificate in un pezzo, sebbene alcuni compositori le usino occasionalmente come "effetto speciale". I sassofonisti tendono a praticare gli armonici come esercizio per imparare a controllare la posizione della lingua all'interno della cavità orale, il che può aiutare a produrre note nella gamma altissimo.

Grazie mille per questa spiegazione dettagliata. Quando parli del caso del baritono, se ho capito bene, c'è solo un tasto speciale supplementare per produrre la bassa, ma la diteggiatura corrispondente alla lettura di un si bemolle basso è la stessa? La differenza nella diteggiatura altissimo tra i sassofoni è dovuta alle dimensioni (baritono, tenore, contralto, soprano, ...) o al produttore e modello?
I sassofoni baritono @ogerard con LA basso hanno un tubo più lungo con una chiave extra normalmente azionata con il pollice sinistro. La diteggiatura in si bemolle è la stessa, sì. Le differenze nelle diteggiature altissimo sono dovute alle dimensioni (principalmente) ma anche a produttore, modello, musicista, ecc. Ad esempio, una diteggiatura per altissimo G su contralto sarebbe tipicamente insolitamente piatta su tenore, quindi il tenore ha una diteggiatura diversa.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...