Domanda:
Perché un mezzo passo melodico si risolve sulla nota più acuta?
kbitikofer
2014-07-14 22:03:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cosa c'è di così speciale in un semitono melodico che fa "desiderare" di salire (come nel tono principale della tonica). Perché non c'è tanta risoluzione in un mezzo passo melodico verso il basso?

A un settimo cordale piace risolvere gradualmente verso il basso (metà o tutto il passo a seconda della nota).
E in frigio il 2 bemolle vuole disperatamente ridursi a 1 come un tono principale inverso.
Grazie per i controesempi che hai fornito. Forse stavo pensando troppo alle comuni cadenze ioniche. È bello sapere che questo effetto non è così universale come immaginavo.
Anche in ionio, la quarta in un accordo sus4 vuole risolvere un mezzo passo verso il basso alla triade maggiore. Non penso che sia un caso chiaro di risolvere sempre come dici tu; si tratta più di voler risolvere il più vicino dei tre toni di base nel sistema occidentale, essendo il tonico (radice), sottodominante (quarto) o dominante (5 °).
Quindi penso che la tua domanda sia in realtà "Perché il tono principale vuole risolvere un mezzo passo verso il tonico?"
Quattro risposte:
#1
+7
leftaroundabout
2014-07-15 12:52:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo non è certamente accettato universalmente, ma dico che un mezzo passo non è realmente un'entità fissa; piuttosto ci sono un paio di "mezze" fasi diverse di dimensioni diverse che possono servire a scopi diversi.

Quel particolare passaggio vii - I iniziale, secondo alcuni artisti - Pablo Casals è stato forse il propagatore più radicale di questa idea - dovrebbe essere estremamente stretto, cioè il vii così alto da non poter formare una resa armonicamente "stabile" della dominante V (anche se nessuno suona quell'accordo, l'ascoltatore potrebbe dedurlo). Questa sorta di nota già troppo acuta quindi, secondo la sua ipotesi di "gravitazione", suggerisce una forza ascendente che naturalmente richiede che la nota venga risolta nella vicina tonica I pura.

Quindi fondamentalmente non è la nota vii stessa che richiede una risoluzione verso l'alto, è il suo contesto armonico dissonante. Ci sono un paio di modi in cui questo può essere ottenuto, anche suonando una nota vii di carattere equilibrato. La dominante può essere un settimo accordo, il cui tritono crea certamente una certa tensione dissonante, tra i passaggi IV e vii . Infatti, non solo "spinge" il vii verso l'alto risolvendo in I , ma spinge anche il IV verso il basso, risolvendo verso il basso un mezzo passo alla iii della tonica maggiore o un intero passo alla III della minore. Anche queste risoluzioni inferiori sono certamente importanti, ma poiché la iii è una nota finale un po 'meno soddisfacente di I (in particolare se resa in 12-edo, dove questa terza è troppo alto rispetto alla sola intonazione come il vii all'interno della dominante), sarà più solitamente implementato in una voce centrale piuttosto che nella melodia principale.

#2
+4
Joel Derfner
2014-07-15 16:43:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Bene, la risposta riduttiva è che non c'è niente di speciale e che l'unica cosa che fa sì che un tono principale "voglia" risolversi in tonica sono centinaia di anni di convenzione musicale, poiché questa tendenza esiste su scala occidentale non necessariamente su altre scale.

La messa a punto della scala occidentale è cambiata molto nel corso di quelle centinaia di anni. Storicamente, ad esempio, i bemolle tendevano ad essere più alti dei diesis (è una grossolana semplificazione ma andrà bene - da Leopold Mozart, per esempio: "secondo i loro rapporti appropriati, le note con i segni bemolle sono una virgola più alte di quelle nel stessa posizione con un segno diesis. Ad esempio Re bemolle è più alto di Do #, La bemolle più alto di G #, Sol bemolle di F # e così via "), ma ora, con" intonazione espressiva ", i diesis tendono ad essere più alti dei bemolle (di solito circa un settimo di tono). Per una discussione più completa potresti dare un'occhiata al libro How Equal Temperament Ruined Harmony (discusso in modo più completo qui): non sono d'accordo con tutto ciò che dice ma è una buona introduzione alle idee coinvolte.

#3
+1
user2691
2016-04-16 02:31:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono ragioni teoriche per cui questo accade che non sono risposte condizionate.

La serie armonica è l'espressione fondamentale della "musica". Cioè, la serie armonica è un evento naturale a causa del modo in cui è progettato l'universo. Non entrerò nel perché qui, ma fondamentalmente è fisica. Posso spiegare di più se necessario.

La serie di armoniche del pitch C è CCGCEG Bb CDEF # GAB C. Quella di F è FFCFAC Eb FGABCDE F. (ognuna di queste non sono tecnicamente altezze ma frequenze sinusoidali , Non farò distinzione qui)

Questi vengono dalla natura e il nostro orecchio è abituato a sentire queste relazioni prodotte dalla serie armonica è tutto. La maggior parte delle armoniche superiori sono sottili ma siamo stati condizionati dall'evoluzione a sentire le relazioni nella serie armonica come "naturali". (poiché la serie OT è di per sé naturale)

Ora, nella serie OT abbiamo diverse osservazioni:

  1. La P5 in basso è una relazione fondamentale per il movimento tra i suoni. Perché? Perché C ha entrambe la propria serie di armonici e la successiva serie OT più forte di cui fa parte è F, un P5 sotto. Troviamo anche il P5 nella serie OT al primo nuovo tono. Il P4 è derivato da questo attraverso la relazione inversa.

  2. Troviamo che il b7 ° si presenta molto più da vicino dell'n7 °.

  3. L'n7 ricorre nel contesto della scala maggiore che si trova negli armonici superiori. La serie OT può essere pensata come una scala C7 # 11 + C maggiore. In questo caso l'n7 è dissonante sia con F che Bb nella serie OT, essendo il Bb naturale perché F è correlato ad esso attraverso la propria serie OT.

  4. Poiché il n7 è altamente irregolare nella serie OT, cioè ha poca relazione con gli altri toni, quando è usato come scala, la nostra mente deve risolvere l'uso incoerente. Ci aspettiamo un Bb ma otteniamo un B, che è molto vicino a C.

  5. Le nostre "orecchie" e la nostra mente devono / provare a dare un senso a ciò che ascoltiamo e utilizzare la build in OT come "regole" per dargli un senso. La B deve spostarsi in Bb o C, e poiché la nostra tonica è C, la nostra mente vuole che la B sia una tonica. Il Si suona come un Do "stonato" più di qualsiasi altra cosa (non nel senso di battiti ma di dissonanza psicologica).

Anche se ci sono alcune ipotesi , sono molto naturali e probabilmente come sono andate le cose. Solo perché altre culture non si adattano a questo stampo non dice nulla in quanto possono essere sbagliate proprio come potrebbero avere ragione. Non entrerò in questa discussione qui, però, poiché le persone tendono a essere coinvolte emotivamente ...


Immagina un organismo vivente in crescita che cresce da una singola cellula. L'ambiente fisico che lo circonda è costituito da "suoni". Molti di questi suoni producono un "colore" molto specifico, la serie OT. Con il procedere dell'evoluzione, l'organismo si evolve lentamente per percepire questi colori e altri colori nel suo ambiente. Poiché la maggior parte delle cose vibranti produce suoni approssimativamente come la serie OT, è naturale e corretto aspettarsi che l'organismo sviluppi i sensi per riconoscere la serie OT e nel corso di milioni di anni la serie OT diventerà fondamentale per come "sente" il suono. / p>

Questo è effettivamente quello che è successo, più o meno. La serie OT è integrata per tutte le creature viventi proprio come la gravità, la temperatura, ecc. Quindi, adattare la musica "naturalmente" alla serie OT crea musica naturale. L'armonia occidentale è più naturale in questo senso perché molte delle regole che usa derivano dalla serie OT. Non si tratta di giusto e sbagliato, quindi non mettere le mutandine in un batuffolo;)

Altre culture che sono meno "raffinate" armonicamente (che è praticamente tutta "musica non occidentale") di solito hanno si sono attaccati a relazioni più basilari che si trovano nella serie OT e non hanno incorporato alcune delle relazioni più distanti ... di solito sono avanzati in altre aree come il ritmo o l'ornamento, ecc.

Alla fine, man mano che la musica umana si evolve, si evolverà su molte dimensioni. Il ritmo, ad esempio, ha una propria base nella realtà analoga a come l'armonia e la melodia si basano nella serie OT. La cultura occidentale si è generalmente attaccata alle relazioni ritmiche più basilari. Generalmente ciò è dovuto alla "teoria dell'informazione" e alla "teoria della complessità". Man mano che le relazioni armoniche diventano più complesse, si sacrifica la complessità in altre aree, altrimenti il ​​tutto è troppo complesso per essere compreso in primo luogo. Sembra che culture diverse equilibrino l'equazione in modo diverso e ottengano risultati diversi. Questa è una buona cosa IMO, ma non dovremmo fingere che siano tutti ugualmente validi sotto gli stessi aspetti, altrimenti perdiamo traccia di ciò che hanno effettivamente ottenuto.

Ci sono molte informazioni errate in questo. Per cominciare, una buona parte di musica non occidentale sfrutta la microtonalità che utilizza toni che si troverebbero più in basso nella serie armonica. Anche la distanza dall'armonico non è affatto il motivo per cui il tono principale ha l'effetto che fa specialmente nel temperamento equabile e anche se avesse senso, useremmo il semitono sopra la radice per ricondurlo ad esso non sotto di esso poiché è più in basso dell'armonico poiché si verifica per la prima volta sul 17 ° parziale dove quello che conosciamo come tono principale appare sul 15 °.
Anche un altro grande punto tralasciato in questo è che il sistema di temperamento equabile che la maggior parte dei musicisti occidentali è abituata a suonare in __non__ usa le note esatte definite dalla serie armonica. In effetti, il 7 °, l'11 °, il 13 ° e il 14 ° parziale della serie armonica suonati contro le note effettive che usiamo suonerebbero molto stonati l'uno con l'altro se suonati insieme. La serie armonica è molto importante nella musica, ma non ha senso dire che la posizione del tono principale nella serie armonica è il motivo per cui la usiamo.
@Dom Non è corretto solo perché c'è una discrepanza. La microtonalità dice poco sulla serie OT. Stai confondendo naturale con sintetico. Solo perché qualcuno fa qualcosa che è innaturale non significa che il naturale sia sbagliato o incompleto. Dici che non ha senso spiegare il LT. È come dire che fa zero poiché l'armonia occidentale risolve la dominante una quinta in giù, o perché la I IV e la V sono gli accordi primari. Puoi scegliere di ignorare ciò che dice la realtà ma non sei corretto. Mentre la cultura gioca un ruolo estremo, le decisioni che le persone prendono non sono arbitrarie
#4
  0
Laurence Payne
2017-01-09 04:54:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non c'è una forza speciale in un mezzo passo ascendente. C'è una forza speciale in una nota principale che si risolve in una tonica, in particolare quando è rafforzata dalla nota un tritono interful sotto. Quindi hai le ossa nude di un accordo di settima dominante e le dominanti tendenti ai tonici sono il motore di tutta la musica di Common Practice. Non è l'unico modo per creare musica, ma è molto potente!



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...