Domanda:
Qual è il motivo per cambiare le dita su queste stesse note?
John
2020-05-06 23:18:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

enter image description here

Questo è uno snippet di un libro di pianoforte exericse, vengono utilizzate dita diverse per le stesse note, come delineato dai cerchi di lettura.

Lo scopo è esclusivamente quello di addestrare l'interruttore manuale? Dopo tutto, questo è un quaderno per pianoforte.

Penso di aver letto anche da qualche parte che questo è usato anche in pezzi reali per l'articolazione o per scopi dinamici? Potrei sbagliarmi e semplicemente ricordarmi male.

Il libro non ha testo che discuta i vari esercizi e diteggiature?
Non proprio, il 99,9% del libro sono solo questi esercizi.
Quattro risposte:
#1
+6
clemcke
2020-05-07 00:41:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quel particolare esempio è un po 'artificioso, probabilmente perché è un quaderno. Ma ci sono molti vantaggi nell'usare dita diverse per suonare la stessa nota:

  • Posizionamento / Articolazione - Questo è solitamente il motivo per cui è scritto nella maggior parte dei libri. Guarda i 2 posizionamenti delle dita di & 4 sulla prima misura. Questo è un punto in cui suonare la nota con il dito medio potrebbe essere meno comodo dell'indice. Essere in grado di avere comodamente diversi modi per accedere a una nota può davvero migliorare la tua capacità di suonare.
  • Dinamiche - Hai menzionato questo e anche questo è sicuramente un buon motivo. L'uso di più dita rende molto più facile variare le dinamiche sulla stessa nota.
  • Sollievo per le dita: è più facile rimanere coerenti quando devi suonare quei sedicesimi al basso per un pezzo rock.
#2
+5
twosigma
2020-05-07 07:09:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'altra risposta ha espresso buoni punti. Vorrei evidenziare un motivo importante per praticare tale cambio di dito: Per allenare la destrezza, la versatilità e l'adattabilità delle dita.

Se si imposta sempre la posizione di una mano / dito, può essere più difficile suonare i passaggi velocemente o imparare rapidamente nuovi passaggi. In generale, suonare il piano ovviamente raramente coinvolge posizioni fisse per le stesse note. Ad esempio, la riproduzione ripetuta della stessa nota potrebbe essere eseguita alternando tra medio, indice e pollice (o anello, medio e indice); si dice che la triade DO-MI-SOL è solitamente eseguita con 1-3-5, ma DO-MI-SOL-DO sarebbe 1-2-3-5, quindi le dita per MI e SOL sono cambiate; e anche per un'ottava, che di solito viene suonata 1-5, a volte potresti preferire suonarla 1-4 (se puoi raggiungerla). E così via. Nel tuo esempio, stiamo osservando un intervallo di un quarto e poi un quinto.

Ma tutto questo non significa che devi obbedire a ogni diteggiatura che incontri. Alcune configurazioni funzionano bene per alcuni e non altrettanto bene per altri; ci possono essere risposte diverse. In effetti, ci sono molte edizioni di opere di compositori che hanno la diteggiatura data da altri musicisti, e ad alcuni questo non piace perché tali edizioni potrebbero non "essere in linea con l'intento originale del compositore". Questo è ciò a cui servono le edizioni urtext.

#3
+1
WillRoss1
2020-05-07 20:17:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il tuo esempio non è solo un esercizio arbitrario . Senza dubbio è stato progettato specificamente per aiutare ad allenare le dita, ma lo fa in un modo pratico che dimostra un possibile caso d'uso nel mondo reale .

Dai un'occhiata al secondo sezione. Dopo l'esecuzione della sedicesima nota, iniziando con la 1a dal LA, atterrate in MI con la 5a, esattamente come scritto. Ora immagina di ripetere il MI altre 3 volte con il tuo quinto prima di saltare per suonare il Sol con il tuo ... quinto? Ok, proviamo a ripeterlo due volte con il tuo 5 °, poi l'ultima volta con il tuo 3 °, poi saltando su G con il tuo 5 ° ... meglio, ma ancora un po 'imbarazzante. Invece spostiamo un dito alla volta e quando dobbiamo alzarci sul G, le nostre dita sono magicamente al posto giusto.

Questo diventa particolarmente importante se si considera il tempo Allegro del brano. Qualsiasi altra diteggiatura sarà goffa, goffa e lenta. Alcuni potrebbero essere fattibili, ma questo è probabilmente il modo più veloce e fluido per suonarli.

Cambiare le dita sulla stessa nota ripetuta (o anche senza rilasciare la nota) avviene abbastanza spesso nei brani per pianoforte avanzati (Chopin viene pensare). Questo esercizio fornisce anche un buon modo per praticare questa tecnica e farvi abituare le dita. Dopo che l'idea "stessa nota, stesso dito" è stata radicata in te per così tanto tempo, scambiare le dita, specialmente in rapida successione (ad esempio, Liszt, La Campanella) può sembrare davvero imbarazzante.

Anche il mio pensiero. Generalmente sul cambio delle dita per le note ripetute, ma anche sulla preparazione per raggiungere le note più alte. Se il dito dato all'inizio si sente a disagio, allenarlo finché non sembra naturale dovrebbe essere utile.
#4
  0
BobRodes
2020-05-08 09:06:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sebbene in generale sia una buona idea cambiare le dita su note ripetute, l'intera idea è stata portata a un estremo pedante all'inizio del XX secolo. Alcune delle diteggiature in alcuni libri per pianoforte aderiscono al principio fino a un punto che trovo assolutamente sciocco.

Userò sempre più dita per note ripetute molto rapide, ma non così tanto nei pezzi più lenti o se ci sono sono note intermedie come nei passaggi del tremolo. (Un'eccezione sono i trilli lunghi, che spesso suono con diteggiature come 132313231323, ecc.) Come regola generale, se cambiare le dita aiuta a evitare che si stanchino, è una buona idea. Altrimenti, complicherebbe troppo le cose.

Detto questo, se stai cambiando le dita solo per il gusto di allenarti a cambiare le dita, allora è ovviamente un'ottima idea.

Per un discussione abbastanza avanzata sull'argomento, potresti voler guardare questo post.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...