Domanda:
Scoring for timpani
badjohn
2017-10-11 20:44:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho una mini-partitura dell'Eroica Symphony di Beethoven (edizione Eulenburg).

Nel primo movimento, la linea dei timpani specifica Mi bemolle e si bemolle, il che non sorprende poiché il brano è in Mi bemolle. La cosa sorprendente è che non viene utilizzata alcuna tonalità di chiave, quindi sembra indicare E e B naturali. Immagino che prima dello sviluppo dei timpani a pedale, la precisione fosse considerata ridondante, ma agli occhi moderni sembra piuttosto strana.

Non ho partiture per brani più recenti che richiedono timpani a pedale. Presumo che verranno utilizzate le firme chiave.

La domanda: questa mancanza di tonalità in chiave standard o comune e cosa è normale nella musica più recente?

Il secondo movimento dell'Eroica richiede C e G. Quindi, mi aspetto che timpani pre-pedale, quattro sarebbero necessari. Cosa sarebbe normale oggi?

Modifica: a beneficio dei futuri lettori, ho corretto la mia frase originale "timpani cromatici" in "timpani a pedale".

I timpani dell'era classica hanno richiesto tempo per risintonizzarsi, quindi cambieresti il ​​loro suono solo tra i movimenti. E poiché (prima di Beethoven) erano invariabilmente usati sulla tonica e sulla dominante, non c'era bisogno di indicare l'altezza precisa con le alterazioni - tutti lo consideravano ovvio. In effetti, in passato non notavi nemmeno l'altezza giusta: molti compositori scrivevano semplicemente C e G, aspettandosi che il musicista sapesse che avrebbero effettivamente suonato, ad es. D e A se il movimento è in Re maggiore.
In realtà non ** deve ** essere dominante tonica. Ad esempio, Beethoven a volte accordava i timpani in ottave o tritoni, mentre Bruckner a volte suonava all'unisono o seste minori.
@MaikaSakuranomiya Non credo che qualcuno lo stia dicendo. Kilian ha detto: "prima di Beethoven" e ho fatto solo un esempio che era dominante tonico. Ho anche la colonna sonora di Beethoven 9, quindi ho visto altri esempi. Non ho visto gli esempi di Bruckner ma non lo ascolto molto.
Come vengono fuori le note allo spartito? Appare con i nomi delle note, come "in C-G"? O con note disegnate sul pentagramma, come "in (due note su un pentagramma)"? Come appare il 2 ° mvt del 9 ° di Beethoven?
@MaikaSakuranomiya Appare su un normale rigo di 5 linee con le note posizionate come ci si aspetterebbe per E e B. L'unica stranezza è che non c'è un'armatura di chiave, quindi sembrerebbero rappresentare Mi naturale e Si naturale piuttosto che Mi bemolle e Si bemolle . Alcune delle risposte seguenti lo spiegano. Sono felice che la domanda abbia ricevuto una risposta completa.
"Ho appena controllato il mio punteggio per il nono di Beethoven. Il primo movimento specifica D e A, il secondo specifica F e F, il terzo F e Bb, e nel quarto siamo di nuovo su D e A." - Hai ragione! Tuttavia, in modo ** formale **, sarebbe ** [Timpani in D, A] [Timpani in F3, F2] [Timpani in B ♭, F] [Timpani in D, A] **.
Due risposte:
#1
+7
Laurence Payne
2017-10-11 21:34:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È anche peggio di così! Guarda una sezione della partitura della prima edizione (disponibile su IMSLP http://hz.imslp.info/files/imglnks/usimg/e/e2/IMSLP46066-PMLP02581-Op.55.pdf

enter image description here

Ai timp (sono sulla prima riga della partitura) viene dato solo un pentagramma di 3 righe, e la notazione no ' Non vado molto oltre l'indicazione di "quello acuto" e "quello basso". Una convenzione leggermente successiva era quella di scrivere i timp come C e G, qualunque fosse la tonalità. Ovviamente non poteva durare a lungo! L'ottava e la nona sinfonie di Beethoven la convenzione "tonica e dominante" era stata infranta, usava l'accordatura per ottava.

Il timpanista di Beethoven non avrebbe avuto 4 bollitori. Ha 8 misure di 2/4 lenti in cui risintonizza per il 2 ° movimento. Abbondanza! L'indicazione è semplicemente "Timpani in C". Si sarebbero presunti C e G.

enter image description here

Grazie. Quindi, la mia partitura è parzialmente modernizzata. Nella mia partitura, Eb e Bb sono indicati all'inizio dei movimenti 1, 3 e 4. C e G sono indicati all'inizio del movimento 2.
Ho appena controllato il mio punteggio per il nono posto di Beethoven. Il primo movimento specifica D e A, il secondo specifica F e F, il terzo F e Bb, e nel quarto torniamo a D e A. In tutti i casi, le note sono sulle linee previste ma il bemolle non è indicato per il Bb.
Requiem di Verdi: 1 Requiem specifica E e A, 2 Dies Irae non specifica ma G e D sono usati e hanno senso, 3 Offertorio non ha timpani, 4 Sanctus F e C,
Il secondo movimento della terza di Beethoven è accordato in Do-Sol invece che in Mi-Sib perché è scritto in Do submediante invece che in Mi maggiore.
La sesta di Beethoven è molto insolita perché solo il quarto movimento contiene la parte dei timpani, in cui richiede un'accordatura di DO-FA.
A partire dalla metà dell'era romantica, la regola di accordatura standard tonico-dominante (o dominante-tonica) è stata praticamente abolita. Čajkovskij era un utente di spicco che era insensato sull'accordatura dei timpani. Non solo questo, ha usato TRE invece di due. Nel suo sesto, ad esempio, il primo movimento richiede un'accordatura in Mi-Mi-La che poi cambia in Mi-Re-Do, in cui cambia in Mi-Si-Fa #. Il secondo richiede E-D-A. Il terzo richiede B-G-F # in cui si trasforma in D-A-G e poi in D-C-G. Il quarto richiede D-C-F #, che cambia in E-C-F # e poi in E-B-F #.
Elencherò le accordature dei timpani in tutte le sinfonie di Beethoven. Sinfonia 1: CG, CG, CG, CG // Sinfonia 2: DA, GP, DA, DA // Sinfonia 3: Mib-SIb, CG, Mib-SIb, Mib-SIb // Sinfonia 4: Bb-FA, Mib -Bb, Bb-F, Bb-F // Symphony 5: CG, CG, CG, CG, // Symphony 6: GP, GP, GP, CF, GP // Symphony 7: EA, EA, FA, EA // Symphony 8: CF, GP, CF, FF // Symphony 9: DA, FF, F-Bb, DA.
#2
+5
user19146
2017-10-11 21:22:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando erano in uso gli ottoni senza valvolina, i timpani erano spesso raggruppati con gli ottoni nella partitura completa. Ciò significava che l'intero gruppo di righi non aveva firme chiave. Infatti nella prima edizione dell'Eroica, il rigo dei timp nel primo movimento è ridotto a sole 3 righe, per risparmiare un po 'di spazio verticale.

La pratica moderna è raggruppare i timp in modo autonomo o con il resto delle percussioni.

Non erano richiesti quattro timp. Verrebbero risintonizzati a mano tra i movimenti, il che non richiede molto tempo a un professionista. In effetti, i timbri "non cromatici" venivano spesso risintonizzati durante un movimento nelle opere del XIX secolo - questo può essere fatto abbastanza silenziosamente da essere impercettibile. Se ci sono quattro timp sulla pedana di fronte al musicista, di solito saranno di quattro diverse dimensioni (coprendo diverse gamme di note), e quindi non adatti a "evitare la risintonizzazione" nella musica dell'era di Beethoven.

Nel periodo barocco, i timpani erano spesso scritti come strumenti di trasposizione come il resto della sezione degli ottoni, con note scritte C e G. In effetti, non ci sono parti di timp scritte sopravvissute prima del XVI secolo - a quanto pare, il musicista imparato ciò che era richiesto "a orecchio".

Fino a quando i compositori non iniziarono a scrivere musica che poteva essere suonata solo sui timp dei pedali (il termine corretto per il tuo "timp cromatico") cioè a partire dalla fine del XIX secolo) tutto ciò che era richiesto era una dichiarazione testuale di cui note dovrebbero essere accordate le percussioni, con pochissime esecuzioni (ad esempio, l'uso di 16 timp di Berlioz nel suo Requiem).

Intendi davvero "non cromatico"?
Grazie. Nella pratica moderna, le linee dei timpani hanno le chiavi in ​​chiave? Quindi, nell'Eroica, il timpanista avrebbe dovuto risintonizzare tra i movimenti 1 e 2 e di nuovo tra 2 e 3. Ho visto timpanisti accordarsi mentre il resto dell'orchestra suonava, ma presumo che stessero verificando l'accordatura.
Tutti i timp sono cromatici e possono anche suonare i quarti di tono o qualsiasi altra intonazione. Il problema è quanto velocemente puoi risintonizzarli. Questa distinzione è tra * i timp del pedale * ei vari sistemi di sintonizzazione manuale. Ho usato "non cromatico" (tra virgolette) per essere coerente con la terminologia (errata) dell'OP.
Molte partiture moderne non hanno firme chiave per nessuno strumento, quindi la domanda non si pone. Ma la notazione standard ora sembra essere "nessuna tonalità di chiave, ma alterazioni sulle note come richiesto".
@alephzero Capisco. Ovviamente con non cromatico intendevo i vecchi timp senza pedale; Non mi ero reso conto che fosse un termine inappropriato. Tuttavia, in quel senso un pianoforte potrebbe anche suonare i quarti di tono; potrebbe volerci un po 'più di tempo per risintonizzare.
Penso che la tua partitura utilizzi la convenzione "C e G, anche se siamo in Mib". Questo non è lo stesso di quello moderno di scrivere le altezze effettive, con alterazioni se necessario, ma non usando una tonalità.
@alephzero Avrei dovuto dire "dopo che i timpani a pedale sono diventati generalmente disponibili" piuttosto che moderni. Qual è stata la prima opera famosa a richiedere timpani a pedale? Nessuno dei punteggi che ho lo faccio.
@LaurencePayne Viene utilizzata una chiave di basso e nei movimenti 1,3 e 4 le note sono E e B non C e G. Nel movimento 2, sono C e G.
Possibile "Otello" di Verdi (1887) dove scrive un rullo su un tamburo, e il suonatore deve risintonizzare contemporaneamente gli altri due tamburi. (Nota, il rotolo in sé non è un glissando). Il meccanismo del pedale è stato inventato nel 1881.
Il motivo per cui 2nd mvt usa C-G è perché è in do minore.
@MaikaSakuranomiya Me ne sono reso conto.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...