Domanda:
Differenza VST tra amplificatore valvolare, preamplificatore e saturazione del nastro
muffin
2015-05-12 15:17:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho imparato a padroneggiare le canzoni con alcuni tutorial e mi sono imbattuto in varie categorie di plug-in che vorrei poter distinguere un po 'meglio.

Molti di questi tutorial consigliano per usare i VST del preamplificatore durante il missaggio, così come un amplificatore a valvole e un saturatore a nastro VST durante il mastering (a volte, si consiglia anche un plug-in di amplificatore a valvole).

Ciò che mi confonde è che tutti questi tre tipi di plug-in sembrano avere lo stesso identico scopo, che è quello di rendere il suono più audace, più caldo e più forte. Inoltre, molti plugin sembrano simulare il tubo e il nastro allo stesso tempo ...

La mia domanda è, quali sono i diversi scopi di questi componenti nella vita reale, e come posso dir loro a parte quando usandoli VST?

Una risposta:
slim
2015-05-12 16:27:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una valvola e una valvola sono la stessa cosa: "tube" era originariamente più comune nell'inglese americano, mentre "valve" era più comune in Inghilterra. Un "tubo a vuoto" è uno qualsiasi dei numerosi tipi di componenti elettronici basati su una disposizione di elettrodi all'interno di un'unità di vetro sigillata, da cui è stata rimossa tutta l'aria.

Il tipo di tubo utilizzato in l'amplificazione è un triodo . Gli dai un'alta tensione costante su un ingresso e un ingresso a bassa tensione variabile (come l'uscita di una chitarra o di un ago di registrazione) sull'altro. L'uscita è l'alta tensione, variata in base al segnale a bassa tensione: questa è l'amplificazione.

Questo è lo stesso comportamento che si ottiene in un transistor, che è più piccolo, meno fragile e più facile da produrre in volumi elevati .

La cosa interessante delle valvole è cosa succede quando il segnale in ingresso è troppo alto.

Per un amp teoricamente perfetto, output = c * input dove c è una costante. Un amplificatore a valvole lo approssimerà per la maggior parte della sua gamma. Ma cosa succede se c * input è maggiore dell'uscita massima dell'amplificatore?

Potresti immaginare che l'uscita sia c * input o max_output , a seconda del valore inferiore. Se ciò accade, si ottiene un "hard clipping" come mostrato dalle linee rosse in questo grafico.

Clipping

I tubi, però, non rispondono così duramente. Man mano che ci si avvicina al massimo, il rapporto di amplificazione diminuisce gradualmente, quindi invece di tagliare semplicemente la parte superiore dell'onda, si ottiene una curva delicata, descritta come "soft clipping".

Quando viene utilizzato per la musica, il risultato è un effetto di distorsione che le persone tendono a descrivere come "caldo". Al contrario, i transistor tendono ad avere una curva più acuta, che le persone tendono a descrivere come "dura", sebbene ci siano transistor realizzati appositamente per la musica che hanno un suono più musicale.

Quindi si ritiene che un amplificatore realizzato con valvole aggiunga un suono accattivante quando viene premuto un po 'e fornisce anche una rete di sicurezza durante il missaggio: i picchi occasionali vengono gestiti con grazia.

Un amplificatore a valvole / valvole Il VST, come puoi immaginare, simula quelle curve di risposta, per creare un suono simile a quello che produrrebbe un amplificatore valvolare / valvolare.

Qui c'è un certo elemento di familiarità. Tutte le classiche registrazioni rock / pop sono state realizzate con preamplificatori valvolari, quindi abbiamo imparato ad amare l'effetto.


La saturazione del nastro è un effetto simile, ma con una storia diversa.

Quando l'audio viene registrato su un nastro magnetico analogico, il segnale elettrico variabile viene passato a un elettromagnete, che crea un campo magnetico variabile, che lascia il segno su un nastro in movimento.

Ancora una volta, il cose interessanti accadono quando il segnale in ingresso è troppo alto per una riproduzione accurata. Di nuovo, il modo in cui il nastro magnetico gestisce un segnale in eccesso consiste nell'appiattire delicatamente i picchi.

L'effetto è così apprezzato che ci sono accessori da studio di fascia alta contenenti un breve anello di nastro, una testina di scrittura e una lettura testina, in modo che la performance in fase di registrazione riceva una vera compressione del nastro applicata prima di essere digitalizzata e registrata sul disco rigido.

Il nastro ha anche una risposta in frequenza non lineare, quindi può essere paragonato a un certo set di EQ impostazioni.

Di nuovo, un VST simula questi effetti.


Sia il tubo che il nastro, quando sovraccarichi, sono tipi di compressione . Riducono la differenza tra parti silenziose e parti di carico, in questo caso amplificando di meno le parti ad alto volume e in un modo che distorce il suono in un modo che abbiamo imparato a godere.


Cosa fai con questa conoscenza? Bene, provali tutti e usa le orecchie. Se ti piace quello che senti, va bene. Se non lo fai, va male. Se non riesci a capire la differenza, è inutile.

Come per tutto il missaggio e il mastering, è un campo minato di superstizioni e percezioni psicosomatiche - e potresti non avere le "orecchie d'oro" per capire la differenza; molti di noi non lo fanno. Se ti interessa davvero, esegui test A / B alla cieca. Oppure scegli quello che ti suona bene, psicosomatico o no.

+1 ma due punti. 1St "Il tipo di valvola utilizzato nell'amplificazione è un triodo" è vero solo per i preamplificatori, ma la domanda riguarda probabilmente i simulatori del preamplificatore, quindi potrebbe scorrere. 2 "Se non riesci a capire la differenza, è inutile" molte persone hanno utilizzato apparecchiature al di sopra della loro capacità di discernere esattamente quale fosse la differenza e si sono sentite meglio per questo.
Risposta molto utile, la principale differenza tra tubo e nastro è stata spiegata abbastanza bene! Mi dà anche una maggiore comprensione del motivo per cui sto usando questi VST, grazie mille!


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...