Domanda:
Perché i tasti neri su alcuni antichi fortepiani ora sono bianchi sui pianoforti moderni?
Sandra-Émilie
2016-02-11 16:00:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi chiedo cosa sia successo nella storia del fortepiano che ha fatto cambiare i colori della tastiera (perché i tasti neri su alcuni antichi pianoforti sono ora bianchi sui pianoforti moderni).

Ecco un'immagine di un fortepiano barocco con una tastiera del genere.

Baroque pianoforte (taken from http://hubpages.com/entertainment/Piano-in-the-Baroque-Period)

Tutti i pianoforti avevano questo colore pattern prima?

Questo è un clavicembalo, non un pianoforte.
Una risposta:
user1044
2016-02-11 16:10:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Puoi trovare esempi di combinazioni di colori e altri nel corso della storia. Tutto dipende da ciò che era popolare all'epoca e da ciò che un cliente desiderava ordinare.

All'inizio, in Europa, le chiavi "naturali" erano realizzate in ebano o impiallacciatura di ebano, mentre le "chiavi accidentali" erano di acero semplice.

In seguito, divenne possibile ed economico importare avorio di elefante dall'Africa e costruire impiallacciatura avorio per laminare su chiavi di legno. Qualcuno ha avuto l'idea di fare le chiavi accidentali di ebano in contrasto con l'avorio sui tasti naturali.

Ovviamente è solo una maniera di stile. Non ha nulla a che fare con il suonare lo strumento.

Alcuni strumenti a tastiera erano semplici nel loro aspetto, mentre altri erano molto fantasiosi e usavano legni decorativi costosi e impiallacciature di legno, oltre a dipinti e opere d'arte elaborate.

In ogni momento della storia, come oggi, si poteva ordinare uno strumento semplice o elaborato come si era disposti a pagare.

enter image description here

Un clavicembalo Ruckers della metà del 1600 con ornamenti di lusso personalizzati

enter image description here

Una replica contemporanea di un modello Ruckers della metà del 1600 senza tutti gli ornamenti e con chiavi naturali bianche e chiavi accidentali nere

L'ebano era più costoso dell'acero, l'avorio più costoso dell'ebano - come la maggior parte delle cose del tempo, molti cercavano di mostrare la loro ricchezza e il loro status il più possibile. Le chiavi naturali sono più grandi: renderle di qualsiasi materiale più costoso e alla moda dell'epoca era probabilmente una delle motivazioni principali di tale cambiamento.
Stavo per scherzare sulle curve di domanda e offerta di Ebony e Ivory. Poi ho letto questa risposta ricercata e informata e ho capito che non era uno scherzo ...
Nota a margine: attualmente è illegale vendere o trasferire avorio negli Stati Uniti, anche su strumenti antichi. È anche illegale viaggiare con strumenti contenenti avorio attraverso il confine degli Stati Uniti. Ad esempio: http://americanorchestras.org/advocacy-government/travel-with-instruments/endangered-species-material/ivory-ban-impact-on-orchestras.html
Grazie per la tua risposta. Ma mi chiedevo da quando (approssimativamente) è diventato comune avere la maggioranza dei tasti bianchi (come nel pianoforte moderno)? È da quando l'era romantica è più moderna?
La mia ipotesi è che le tastiere bianche siano diventate più comuni dopo l'epoca di Mozart.
Nota a margine: il Bösendorfer Imperial è famoso per avere più degli 88 kez standard nel registro dei bassi, e quelli aggiuntivi sono * completamente neri *, in modo da non interferire con l'orientamento periferico del pianista. Questi sono gli unici strumenti che conosco con tonalità naturali miste.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...