Domanda:
Pianoforte iniziale: quale strumento scegliere?
Dynde
2012-01-30 12:55:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Suono la chitarra da un paio d'anni ormai e voglio cimentarmi con il pianoforte, per così dire.

Sono un po 'perplesso su quale sia lo strumento migliore per io scegliere è, dato che ho esaminato questi due:

PSR-E423

NP-31

Una è una tastiera con un sacco di funzioni e l'altra è un pianoforte digitale con più tasti e "tocco graduato".

Ora, capisco che il tocco graduale fa i tasti più chiaro verso le note più alte, e viceversa, ma non so davvero se è necessario.

Allo stesso modo, non so se i tasti extra varranno la pena rispetto a tutte le funzionalità di la tastiera?

Sospetto che suonerò PER LA MAGGIOR PARTE i suoni di piano, quindi immagino che in un certo senso si possa dire che forse tutti i suoni e le caratteristiche della tastiera potrebbero essere eccessivi?

Ma poi di nuovo - se la qualità del suono è migliore nella tastiera? Non che probabilmente sarei in grado di capire la differenza, dato che non sono esattamente un professionista :)

Il prezzo è lo stesso, rendendo la scelta molto più difficile :)

Se qualcuno potesse darmi un consiglio, sarebbe molto apprezzato!

possibile duplicato: [Cosa cercare quando si acquista un pianoforte digitale per un principiante?] (http://music.stackexchange.com/q/3290/28)
Tre risposte:
#1
+4
slim
2013-01-21 16:54:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devi decidere qual è il tuo obiettivo.

Se il tuo obiettivo è diventare un tastierista generico, una tastiera più generica potrebbe essere la scelta migliore. Una tastiera del genere:

  • Potrebbe avere meno tasti di un pianoforte
  • Potrebbe avere tasti più piccoli di un pianoforte
  • Potrebbe non avere tasti ponderati
  • Avrà suoni non di pianoforte come funzionalità di "prima classe", non solo un ripensamento
  • Avrà funzionalità di input che i pianoforti non hanno, come aftertouch e pitch bend
  • Potrebbe non avere pedali

Niente di tutto questo significa che non è uno strumento musicale serio. I musicisti professionisti fanno buona musica usando tastiere corte e non ponderate, a volte con tasti più piccoli di un pianoforte.

Tuttavia, se il tuo obiettivo è diventare un suonatore di piano , allora dovrai essere trattenuto da qualsiasi cosa sulla tastiera che non cerchi di imitare un pianoforte acustico. Supponendo che la tua intenzione sia quella di poter suonare un giorno su un pianoforte acustico, vuoi che il tuo strumento di apprendimento / pratica sia il più simile possibile.

  • 88 tasti è l'ideale. 61 tasti saranno abbastanza limitanti. 76 chiavi potrebbero essere un compromesso accettabile.
  • Le chiavi a grandezza originale sono essenziali.
  • Chiavi ponderate o per lo meno "semi-pesate" sono essenziali
  • I tasti sensibili alla velocità sono essenziali (qualsiasi tastiera pesata sarà sensibile alla velocità)
  • Più accurato è il suono del piano, meglio è.
  • I pedali sono essenziali.

Un modo per risparmiare è acquistare una tastiera controller MIDI / USB e utilizzare il computer come sorgente sonora.

#2
+4
Josh Darnell
2012-01-30 23:09:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Risponderò alla domanda generale in modo che questa non sia una raccomandazione per lo shopping di per sé (tastiera con 61 tasti non ponderati con molte funzioni contro 76 tasti con tasti graduati "soft touch" con funzionalità minime).

Argomenti per una tastiera a 61 tasti, non ponderata (PSR-E423 nel tuo caso):

  • È semplice e facile da suonare, grazie al fatto che:
    • Ci sono meno tasti, e
    • I tasti sono completamente non pesati (non è necessario sviluppare la forza delle dita per suonarlo).
  • Ha altre funzioni divertenti oltre ad essere un semplice pianoforte.
    • So di essermi divertito a giocare con le capacità di registrazione / sovrapposizione, che sono ancora presenti in questo modello ( e probabilmente molto più avanzato ora).
    • Ci sono "beat" / ritmi di canzoni predefiniti con cui suonare, il che è ottimo per esercitarsi con nuove tecniche o ad-libbing.
  • Le voci non di pianoforte saranno probabilmente di qualità superiore rispetto a quelle sull'altra tastiera menzionata ed
    • Nella mia esperienza, le tastiere con 76-88 tasti pesati sono più focalizzate sul suono del pianoforte. Il pianoforte suonerà alla grande, le altre voci di solito suoneranno un po 'sdolcinate.

Argomenti contro il 76 tasto, graduato " tastiera "soft touch" (NP-31 nel tuo caso):

  • Ha solo 76 tasti (invece di un 88 completo). Sebbene questa sia più dell'altra scelta, non credo valga la pena di perdere le altre funzionalità nel tuo caso.
  • Utilizza un'azione "soft touch" graduata (piuttosto che i tasti ponderati più naturali) . Ancora una volta, questo non è un vero aggiornamento e probabilmente non è necessario per quello che stai cercando di fare.
  • Non è così versatile come la PSR. Tutto ciò che ottieni è un suono di pianoforte (e probabilmente alcune altre voci non eccezionali).

Sulla base della descrizione di ciò che desideri fare, suggerirei vivamente una tastiera a 61 tasti con più funzioni . Non stai cercando di essere un pianista professionista, quindi non hai bisogno di qualcosa che sia come un vero pianoforte. Nel complesso, penso che utilizzerai molto di più questa opzione rispetto all'altra.

Oh caro :) Sì, grazie per il tuo contributo. Sebbene quasi tutti gli altri di cui ho sentito parlare, anche su altri forum, mi dicano di lasciare la tastiera e ottenere la cosa più vicina possibile a un pianoforte a 88 tasti completo. Tuttavia, le tue argomentazioni hanno un senso, il che lo rende ancora più difficile. Ho esaminato altri due modelli più costosi di pianoforti digitali; lo Yamaha NP-V80, 76 tasti, ma con molte funzioni, e il Casio CDP-120, un pianoforte digitale completo a 88 tasti, ma ancora una volta con caratteristiche limitate. Probabilmente mi concentrerò molto sul suono pulito del piano, e probabilmente anche sul classico. Sembra una scelta difficile
@Dynde Oh Dio, spero di non aver complicato troppo la tua decisione. Se sei davvero * solo * interessato ai suoni di piano, potresti voler salire fino a un pianoforte digitale a 88 tasti completo. Stavo solo pensando che avresti ottenuto più chilometri da quello più piccolo e ricco di funzionalità. Solo un'opinione di ragazzi però =)
@jadarnel27 :) Non preoccuparti, era abbastanza complicato così com'è :) Penso di aver scelto uno Yamaha NP-V80, che per quanto posso leggere è simile a un NP-31, ma con quasi tutte le campane e fischietti di una tastiera. Anche se molti mi dicono che il pianoforte a 88 tasti è preferito, penso che starò bene con i 76 tasti, almeno per ora. E Casio vs. Yamaha, per quanto posso leggere, Yamaha è più un prodotto di qualità. Hai aiutato però, quindi segnerò la tua come risposta, grazie :)
_Meno chiavi_ non significa più facile da giocare. Significa raggio limitato
@bobobobo Volevo dire che i tasti più chiari rendono più facile suonare, non che meno tasti lo rendano più facile da suonare. * Penso *, tuttavia, che un principiante non noterà la gamma limitata e potrebbe essere meno intimidito dalla tastiera più piccola.
A proposito, @bobobobo, il tuo nome mi ricorda sempre il cattivo [Mojo Jojo] (http://powerpuff.wikia.com/wiki/Mojo_Jojo), dal cartone animato delle Powerpuff Girls.
[Chiamami bobobo. Ma è bobobobo bobobo!] (Http://www.youtube.com/watch?v=4_E9HrvqwEo#t=3m27s)
@bobobobo Hahaha, è bizzarro. Non ho mai visto questo spettacolo prima.
#3
+2
Mischa Arefiev
2012-01-30 15:00:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La tastiera della PSR-E423 è troppo piccola. Se stai iniziando il piano, non avrai bisogno di tutte quelle manopole e campane, solo i tasti, quindi mi concentrerei sulla qualità dei tasti. Inoltre, per l'apprendimento sono preferibili 88 tasti: sarebbe impossibile suonare e. g. Für Elise su una tastiera a 5 ottave. Se è possibile con NP31 collegarlo come ingresso MIDI a un computer, lo farei e lo userei tramite e. g. VMPK (software gratuito) più alcuni soundfont gratuiti o proprietari realizzati registrando un pianoforte fisico.

Avresti anche bisogno di un pedale sustain.

Grazie per il tuo contributo. Il pedale del sustain è davvero necessario per un principiante? In realtà non ho nemmeno un tavolo o un posto dove stare ma un supporto o altro, quindi imparerò con esso sulle ginocchia sul mio letto :)
Sì. Sì. La corretta tecnica del pedale è importante per quasi tutta la musica per pianoforte. (Ho visto alcuni studi che non richiedono un pedale, e anche la musica che è stata originariamente scritta per clavicembalo. Ma queste sono eccezioni.)
Consiglio vivamente anche di trovare una buona posizione seduta perché in una posizione sbagliata (altezza sbagliata, tastiera troppo vicina o troppo lontana) suonare è estremamente faticoso e forse anche dannoso per le mani. Se non hai un budget limitato, consiglierei una sedia o una panca regolabile per pianoforte. Se lo sei, un semplice tavolo IKEA da cucina e una sedia con vecchie riviste per la modifica dell'altezza andrebbero bene. Questo è un diagramma su come scegliere la posizione: http://www.pianoworld.com/Uploads/files/Benchheight.JPG
Grazie per l'input. Mi rendo conto che ci sono modi corretti di posizionamento e cose del genere, e forse dovrei prendere un pedale, ma dovresti sapere che questo è un hobby, ho imparato da solo a suonare la chitarra su YouTube e le schede, e probabilmente ci sono un sacco di cose che ho dovrebbe fare in modo diverso per farli correttamente. A questo proposito, penso che starò bene con un posizionamento meno che ideale, dato che non sarò il prossimo Beethoven :)
Il pianoforte è un po 'più complesso della chitarra e implica tecniche non ovvie, innaturali e controintuitive. Impararli da soli richiede tempo e comporta il rischio di acquisire invece cattive abitudini. (Le cattive abitudini sono molto peggiori di nessuna abitudine perché richiedono MOLTI sforzi per essere superate.) Non sono sicuro che sia possibile diventare un pianista semi-decente senza un buon insegnante.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...