Domanda:
Modi migliori per memorizzare gli spartiti
random10101010
2015-08-08 16:38:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi chiedevo se qualcuno avesse un modo veramente buono e pratico per memorizzare gli spartiti stampati. Se sono presenti tipi specifici di cartelle o armadi che utilizzano per memorizzare i loro spartiti. Vorrei conoscere i modi per memorizzare la musica per un uso successivo e la memorizzazione per gli spartiti di uso frequente. Voglio che il sistema contenga una grande quantità di fogli.

Ho segnato questo punto: sembra una domanda eminentemente ragionevole. Gli spartiti hanno proprietà diverse dalla maggior parte delle categorie di materiale pubblicato.
Esistono tipi specifici di cartelle che le persone usano per archiviare pezzi di carta persi ma poi essere in grado di usarli sul palco (intendo una cartella in cui è possibile aggiungere o rimuovere le buste).
Potete fornire più contesto? Ero un bibliotecario musicale incaricato di alcune revisioni che penso siano andate bene, ma ciò che ha funzionato per noi potrebbe non funzionare affatto per te. Che tipo di spartiti? Quali fonti? Chi / quanti musicisti? Quante esibizioni? Che tipo di performance?
@mkingsbu Solo una persona normale a casa con spartiti stampati.
Probabilmente fuori tema ma: ho scansionato tutto e l'ho messo su un grosso tablet. Posso portare con te un gran numero di canzoni facilmente, le trovo velocemente e non ho mai problemi con la cattiva illuminazione del palco. Anche lo scorrimento è abbastanza semplice (dopo un po 'di pratica, cioè)
Potrebbe essere utile se hai indicato in che modo le varie risposte già fornite non soddisfano le tue esigenze.
Potrebbe essere utile conoscere i piedini lineari approssimativi.
Per gli oggetti con solo poche pagine che non reggono facilmente, i vittoriani avevano armadi musicali speciali. Ne ho uno che ho trovato in un negozio di antiquariato. Quando si estrae un cassetto, il frontale e le sponde cadono (ci sono cerniere ai lati dei singoli cassetti) lasciando fuoriuscire solo il fondo del cassetto e facilitando il sollevamento dei fogli.
Tredici risposte:
#1
+7
Karen
2015-09-12 00:28:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi concentrerò sull'archiviazione per la raccolta di musica del musicista medio, non sulla musica di un collezionista che conserva preziosi manoscritti.

Quando immagazzino musica, le considerazioni più importanti sono che 1) non la danneggio e 2) posso trovare la musica particolare di cui ho bisogno con facilità e 3) che non sto sprecando spazio .

I libri di musica possono spesso essere conservati su una libreria di tutti i giorni, se hai scaffali alti. Ho scoperto che la maggior parte della musica è profonda quanto i miei scaffali. Questa è una buona opzione economica se hai un budget limitato. Usa dei fermalibri per evitare che la musica si pieghi lateralmente e si pieghi se lo scaffale non è pieno.

Gli schedari sono migliori per gli spartiti sciolti, ma potresti dover mettere la musica nel cabinet nel senso più lungo se non si adatta alle dimensioni più corte del cabinet. Metti la musica in cartelle di file etichettate correttamente. Se il cabinet non è molto pieno, la musica tenderà a piegarsi se le cartelle dei file si allargano. Puoi acquistare blocchi per evitare che le cartelle scivolino troppo: funzionano in modo molto simile ai fermalibri.

Il problema con gli scaffali e gli schedari è che la maggior parte della musica non ha il nome scritto lungo il dorso: è troppo stretta. Per risolvere questo problema, in genere è necessario creare etichette personalizzate. Le etichette delle cartelle di file o un pezzo di cartone più profondo della musica risolveranno il problema. Attacca il cartone nello scaffale tra la musica all'inizio di un nuovo compositore e scrivi il nome del compositore alla fine.

Quindi ottieni musica di dimensioni extra grandi, che si attacca ben oltre il bordo del tuo scaffale o richiede cartelle così lunghe da non stare nello stesso armadietto dell'altra musica. Puoi acquistare armadietti musicali dedicati che si adattano anche a manoscritti musicali di grandi dimensioni, ma se il denaro o lo spazio sono importanti, potrebbe essere più facile impilarli in una scatola sopra uno schedario o sopra uno scaffale, dove non lo farà essere facilmente danneggiato.

Organizzazione :

Se hai molta musica, essere in grado di trovare un particolare brano è una parte importante della memorizzazione. Per me, separo la musica per strumento e poi la arrangio alfabeticamente, per compositore o titolo, a seconda di quale sia più memorabile. (Vivaldi's Gloria è sotto V per Vivaldi, ma la canzone pop Four Leaf Clover è sotto F per Four. Significa che posso trovare tutta la mia musica cercando solo in due o tre possibili posizioni. Non avere alcuna organizzazione significa cercare attraverso un piede un mucchio di spartiti o peggio se ne hai di più.

Musica preziosa:

se sei preoccupato di far durare la musica tanto possibile (hai una composizione originale di Mozart scritta a mano, ad esempio), ti consigliamo di conservarla in uno spazio asciutto e climatizzato, lontano dalla luce solare diretta o più scura, e ridurre al minimo il contatto della tua pelle con essa come quanto più possibile.

#2
+3
Sandy
2017-04-02 14:21:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Di recente ho iniziato a organizzare il mio spartito per i molteplici strumenti che suono. Ho acquistato alcune protezioni per fogli di musica standard e raccoglitori, organizzandole nel raccoglitore secondo necessità. Per più compositori utilizzo divisori generici e per spartiti non standard dipende dalle dimensioni, ma di solito è conservato in una cartella tascabile all'interno del rispettivo raccoglitore a meno che non lo stia usando sul palco - in bocca al lupo a tutti coloro che cercano di capire come organizzare :)

#3
+2
Nachmen
2016-02-04 04:04:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uso cartelle tascabili economiche. Sono due tipi di cartelle tascabili in cartone e c'è la plastica. Sono fatti per crescere con quello che metti dentro, ha una tale piega che si allarga. se si inserisce la partitura dei conduttori con tutte le parti potrebbe diventare piuttosto densa. Quindi pieghi la patta su e giù, la patta laterale e ci sono delle corde che la tengono chiusa. Poi l'ho messo come un libro su uno scaffale.

#4
+2
Simon White
2016-02-04 19:48:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Puoi utilizzare un iPad che esegue un'app chiamata "Scanner by Readdle" (circa $ 10) per memorizzare una quantità quasi illimitata di spartiti.

Lo scanner utilizza la fotocamera dell'iPad per convertire i tuoi spartiti (o qualsiasi documento) in un PDF. Tutto quello che devi fare è centrare ogni pagina all'interno della finestra dell'iPad e farà il resto automaticamente. Molto più veloce e più facile da usare e risultati migliori rispetto a uno scanner piano.

Tieni presente che non si tratta solo di scattare una foto. Elimina la carta e memorizza solo le righe in modo da ottenere PDF piccoli e funzionali.

Quindi prendi la versione cartacea dello spartito e la metti in una scatola per tenerla al sicuro. Non avrai bisogno di accedervi di nuovo perché puoi leggerlo dall'iPad, che ha anche un giro di pagina più facile della carta e una luce incorporata. L'iPad può anche essere montato su un leggio in modo che non si muova o non cada.

Se perdi l'iPad, devi semplicemente acquistare un nuovo iPad e gli spartiti vengono ripristinati dal backup di iCloud. Non perdi i tuoi preziosi spartiti.

D'altra parte, se le tue scatole di spartiti si danneggiano a causa di un'alluvione o di un altro incidente, le hai ancora sia sul tuo iPad che nel backup di iCloud di quell'iPad.

Quindi non stai solo archiviando i tuoi spartiti in un piccolo iPad che puoi facilmente portare ovunque e utilizzare facilmente, ma stai anche proteggendo il tuo investimento in spartiti.

Capisco la motivazione alla base di questo suggerimento: non esiste archivista più grande del cloud digitale. Ma un iPad è piccolo (anche il Pro è solo 10 "o qualcosa del genere) e la musica è generalmente grande. Non è la soluzione migliore per qualcosa in cui la leggibilità è un obiettivo primario.
#5
+1
Ben
2015-08-08 19:39:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Al college avevo un insegnante che raccoglieva la maggior parte della sua libreria musicale in uno schedario laterale simile a questo, e sembrava funzionare abbastanza bene. Era in grado di organizzare la musica e consentiva l'uso di musica rilegata e cartelle per la musica a fogli mobili.

Il mio metodo attuale prevede di impilare la musica su molti scaffali larghi. Sfortunatamente, trovo che il metodo non sia scalabile bene.

Il mio solito metodo è sempre stato quello di ammucchiarlo sul pavimento finché non cade, quindi iniziare una nuova pila. Ora ho 46 pile, distribuite su 4 stanze. [Almeno è più o meno cronologico, a parte quelli vecchi che ho tirato fuori e messo sopra] Vuoi dire che c'è un modo migliore? ;)
#6
+1
Brian Chandler
2015-08-08 21:19:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi piace tenere i volumi rilegati in posizione verticale su uno scaffale: questo rende davvero facile trovare le cose. Ma per vari pezzi di copie fragili e / o antiche e disintegrate, per non parlare di sempre più cose scaricate da IMSLP, stare a terra è l'unico modo. Come parte del mio più recente tentativo di organizzare le cose, ho acquistato un armadio da pavimento con 10 cassetti in formato B4 come questo:

http://www.amazon.co.jp/ JEJ-Aplos-% E3% 83% AC% E3% 82% BF% E3% 83% BC% E3% 82% B1% E3% 83% BC% E3% 82% B9B4-% E6% B5% 85% E5% 9E% 8B10% E6% AE% B5-AP-B4-A10IV / dp / B00148WJZ6

Funziona bene. B4 (non ho idea di cosa sia in americano, mi dispiace) è abbastanza grande per la maggior parte degli spartiti. (Questo è in realtà JIS B4, che è una variante errata del vero B4, perché sospetto che Old Farts non capisse la progressione geometrica. Ma vicino alla cosa reale.)

Sì, non abbiamo B4. È di circa 10 x 14 e abbiamo una dimensione di 11 x 14. Wikipedia dice che la differenza tra le dimensioni B giapponesi e "reali" è dovuta all'arrotondamento: JIS usa 1.5 come fattore invece di sqrt (2).
#7
+1
gina
2017-07-15 05:44:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho conservato tutta la mia musica per pianoforte in armadi HON a 4 cassetti di dimensioni legali. Ogni libro viene inserito in una cartella di file di dimensioni legali. La prima cartella è etichettata con il cognome del compositore e i file che seguono contengono tutta la musica di quel compositore in ordine alfabetico ma non etichettati. Ho usato le etichette di plastica fornite dalle scatole. Le finestrelle sui cassetti contengono le lettere dell'alfabeto per una facile ricerca. Questo metodo funziona molto bene per me. Spero che questo aiuti, Gina

#8
+1
KateH
2017-09-17 08:42:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho visitato questo sito circa 2 mesi fa e sono andato online alla ricerca di qualcosa che mi aiutasse (un musicista medio, non un professionista) a ordinare e archiviare molti pezzi di musica sciolta, insieme a una serie di libri di musica. Su Amazon ho trovato il portariviste grande IRIS, confezione da 8, nero, per un prezzo molto ragionevole (meno di 10 dollari senza contare le spese di spedizione) quindi l'ho comprato. La spedizione è stata rapida e con mia grande gioia (e un po 'sorpresa) questi erano PERFETTI! Sono robusti ma leggeri, il design è abbastanza aperto da rendere facile sfogliare la musica ma progettati per essere forti, abbastanza flessibili da renderli facili da lavorare e aperti nella parte anteriore per rendere più facile la rimozione della musica. Sono pubblicizzati come grandi portariviste, ma penso che siano meravigliosi per riporre gli spartiti in posizione verticale su uno scaffale di libreria. Inoltre la plastica è liscia sul fondo (controlla quando arrivano per essere sicuro, se c'è un piccolo punto rimuovilo, non ne ho trovato nessuno) quindi spostarlo non graffierà il tuo ripiano di legno. Ho risolto il mio problema di archiviazione degli spartiti letteralmente dall'oggi al domani con questi, e con il paio di supporti in più li sto usando per le riviste che conservo.

#9
  0
Leah
2015-08-12 21:30:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

  • Come ogni libro, gli spartiti dovrebbero essere conservati e archiviati solitamente in un armadietto. Consiglierei di mettere verticalmente tutti gli spartiti in modo organizzato, a meno che non utilizziate la musica. In tal caso, impilarlo su un pianoforte o un tavolo.

  • Fai attenzione quando lasci gli spartiti sui tavoli. Le cose si rovesciano, i gatti / cani si graffiano e annusano e lo spostamento costante dei libri potrebbe farli strappare o danneggiarsi. Se vuoi che la musica duri per un po ', non piegare o gettare i libri.

  • Non lasciare la musica fuori al sole o in zone umide. Un luogo ideale per la musica sarebbe un luogo buio e asciutto dove nessuno sarà in grado di accedere al libro a meno che non ne abbia davvero bisogno.
#10
  0
Angus Malarkey
2019-03-24 04:08:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nella mia stanza della musica ... ho messo una tenda da doccia nell'armadio e ho comprato anelli extra per tende da doccia nei negozi dell'usato, ecc. Ho praticato un buco nelle mollette, ho fatto passare l'anello della tenda della doccia attraverso il foro e i vestiti hanno appuntato le lenzuola in ordine alfabetico. / p>

#11
  0
Heather S.
2019-03-24 07:13:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Conservare la musica in modo piatto è il miglior uso dello spazio, secondo me. Metto la musica in cima, e metto i miei vari libri e musica sciolta in pile in base a categorie, come ad esempio: pianoforte solo classico, musica per pianoforte jazz / popolare, musica per pianoforte sacro, vari assoli strumentali con accompagnamento di pianoforte, assoli vocali con accompagnamento al pianoforte, musica da camera con pianoforte. Se ho un pezzo che è tutto fogli sciolti, metterò i fogli in una cartella o li inserirò in un proteggi foglio prima di metterlo nella pila. Questo non include le centinaia di canzoni che ho raccolto finora come accompagnatore per gruppi corali. Questi octavo non vanno nemmeno sullo scaffale. Li metto in scatole di cartone ed etichetto le scatole "festa anche patriottica" e "non festività inclusa sacra". Ho altre cartelle con cartelle sospese che utilizzo per le mie composizioni, una per i lavori in corso, l'altra per i lavori completati.

I libri che ho per studio (teoria, storia, biografie, spartiti completi di capolavori, ecc.) sono trattati come libri normali e stanno in piedi sugli scaffali.

#12
  0
Jane Scott
2019-04-18 18:20:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho acquistato una cassettiera a sei cassetti per riporre i miei spartiti. Dove possibile, ho messo un adesivo sulla parte anteriore del pezzo o del libro delle collezioni. Ho una cartella a fogli mobili che uso come catalogo. I titoli del libro e il suo numero sono elencati all'inizio e poi una pagina per ogni compositore. Elencho i brani sotto ogni compositore e in quale libro trovarli. La musica viene quindi mantenuta in ordine numerico e posso trovare facilmente qualsiasi brano. I pezzi che utilizzo regolarmente li fotocopia in modo da non danneggiare l'originale. Questo è per una collezione accumulata in 30 anni.

#13
-1
Michael Curtis
2016-02-04 02:57:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa potrebbe non essere la soluzione che stai cercando, ma se hai pagine sciolte come fotocopie o stampe PDF, puoi farle rilegare a spirale in un negozio come FedEx Office. Ho persino tagliato la rilegatura con la colla delle edizioni Dover economiche e sostituita con una rilegatura a spirale. Le pagine si aprono facilmente con la rilegatura a spirale, ma può darti altre opzioni di archiviazione invece di utilizzare molte cartelle e file box.

Personalmente, utilizzo due di questi semplici selezionatori di file sopra il mio pianoforte. http://amzn.com/B0033UJ6HW Fanno un buon lavoro nel reggere sottili album di pianoforte, perché ci sono solo tre pollici tra i divisori e posso afferrare rapidamente le cose. Il rovescio della medaglia è che ovviamente non può contenere una vasta collezione e non c'è protezione da polvere, umidità, ecc.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...