Domanda:
Qual è il nome del fenomeno in cui sentendo ripetutamente lo stesso suono, si comincia a sentire un ritmo?
Teusz
2015-02-22 18:46:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando effettuo registrazioni non musicali, a volte ascolto ripetutamente uno snippet di tre secondi e dopo alcuni ascolti non posso fare a meno di sentire un ritmo o una certa musicalità. Come si chiama questo fenomeno e chi lo studia?

Vedo alcune buone risposte - sono d'accordo con te che, poiché è un fenomeno così riconoscibile - dovrebbe avere un nome. Forse se non in inglese - in qualche altra lingua.
Questo fenomeno è molto utile quando si inizia a scrivere una canzone: se ho una frase (poche parole, non una frase musicale) che mi fluttua in testa, cerco di identificare qual è il ritmo naturale. La stessa cosa accade nelle rare occasioni in cui qualcuno mi regala un testo completo e si aspetta che io scriva la musica: leggo i testi e immagino il loro ritmo.
Tre risposte:
Caleb Hines
2015-02-23 01:17:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Suona simile (ma più generale del) al cosiddetto effetto Speech-to-Song , un'illusione musicale scoperta e descritta dallo psicologo musicale Dott. Diana Deutsch, per cui una frase ripetuta suona come musica. Penso che l'effetto di cui parli sia un effetto più generale, poiché coinvolge qualsiasi suono ripetuto e non prende necessariamente in considerazione l'altezza (poiché stai chiedendo specificamente dei ritmi). Il Dr. Deutsch descrive questa illusione (e molte altre) in un'intervista sul podcast Composer Quest qui (questa particolare illusione è descritta a partire dalle 9:45 circa).

In nel caso specifico dei ritmi, direi che questo è in realtà ciò che viene chiamato Beat Induction , che è una forma di trascinamento:

L'induzione del battito è il processo in cui viene attivato un impulso isocrono regolare mentre si ascolta la musica ... L'induzione del battito può essere vista come un'abilità cognitiva fondamentale che consente la musica. Possiamo sentire un impulso in uno schema ritmico mentre potrebbe anche non essere esplicitamente dentro: L'impulso viene indotto (da cui il nome) durante l'ascolto - come una prospettiva può essere indotta guardando una disposizione di oggetti in un'immagine.

Per quanto riguarda chi studia questi tipi di effetti? Musicologi e psicologi percettivi / cognitivi. Sembra essere una questione aperta in psicologia se l'induzione del battito è un'abilità biologica innata o un'impresa culturale appresa. Secondo questo articolo su Psychology Today, prove recenti (confrontando scansioni cerebrali di adulti e bambini durante l'ascolto di vari tipi di musica) supportano l'idea che sia innata.

topo Reinstate Monica
2015-02-22 19:24:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un ritmo è essenzialmente una relazione ricorrente tra gli intervalli di tempo in cui si verificano "eventi" notevoli in un'onda sonora. Questi "eventi" possono essere di molti tipi, tuttavia, potrebbero essere un battito di batteria o l'inizio di una nota che viene suonata, oppure potrebbe essere un cambiamento improvviso nel timbro di un suono o persino un suono che si interrompe.

Pensa a cosa succede quando un lettore CD non riesce a leggere un CD. Inizia a riprodurre il suono nel suo buffer in tondo, in genere uno snatch di mezzo secondo o giù di lì. Immaginiamo che questo strappo inizi subito dopo che qualcuno ha iniziato a pronunciare la parola "così". Per prima cosa, ci sarà un rumore dal suono sibilante 'S', quindi le corde vocali inizieranno a vibrare, quindi ci sarà un suono acuto ... poi tornerà di nuovo all'inizio del loop, e otterrai di nuovo un improvviso scoppio di rumore - lo scoppio di rumore potrebbe suonare un po 'come un piatto che viene colpito; il suono della tonalità che aumenta lentamente potrebbe suonare come l'inizio di una nota di violoncello o di organo ad ancia.

Continuando questa linea di pensiero, se ci sono altezze forti nel suono che viene ripetuto, potresti sentire una melodia che si ripete. Può essere che questo corrisponda alle note della scala musicale a cui siamo abituati, ma anche in caso contrario, il fatto stesso che si ripeta gli darà un'identità musicale.

Quindi non c'è quasi nessun fenomeno da spiegare - è solo quella ripetizione è ritmo. Ripetendo uno snippet di suono, puoi trasformare un suono non musicale in uno musicale. Un compositore molto interessato a esplorare questo aspetto è stato Steve Reich: un esempio della sua musica è It's Gonna Rain :

Bene, direi che c'è una base neurologica. Come ha commentato alcuni MD in un articolo sui fastidiosi jingle pubblicitari, "al tuo cervello piace la ripetizione". In qualche modo "forziamo" le cose in schemi.
Il nostro cervello è incentrato sul riconoscimento degli schemi: troverà anche schemi dove non esistono (motivo per cui quando le cose accadono casualmente, riusciamo comunque a convincerci che i nostri calzini fortunati siano la causa). Nel caso di uno snippet di suono ripetuto, tuttavia, c'è davvero un vero e proprio schema ricorrente da riconoscere.
Laurence Payne
2015-02-25 18:55:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci piacciono i modelli. Le nostre menti e il nostro cervello bramano l'ordine, l'organizzazione. Se scrivi musica dodecafonica abtrusa senza alcuna base tonale, gli ascoltatori si sforzeranno (spesso con successo) di trovare un tonico. Non iniziamo una lotta, ma questo potrebbe aiutare a spiegare perché alcune persone sono più contente del design che dell'evoluzione.

La risposta a questa domanda specifica è molto più semplice. Se ripetete ripetutamente qualcosa, c'è un pattern ripetuto, sicuramente di ritmo, probabilmente anche di altezza. Chi sei tu per decidere che qualcosa è "non-musica"? :-)



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...