Domanda:
Effetti del tenere una chitarra in macchina
Jemjee
2012-05-01 06:42:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho un lavoro nelle vendite e sono in viaggio quasi tutti i giorni. Spesso mi ritrovo con del tempo libero tra un appuntamento e l'altro e vorrei approfittarne praticando la chitarra. Ho un'acustica di 3/4 che penso sarebbe abbastanza facile da suonare in macchina. La mia domanda è: quali effetti avrà su di essa la chitarra nell'auto calda (o fredda)?

Il legno potrebbe non andare bene; probabilmente dovrebbe cercare qualcosa di composito di carbonio. Un po 'elettrico con una pignose, forse?
Beh, lo rovinerà, ma alla fine tutte le chitarre si rovinano. Dico solo di tenerlo lì e riprodurlo, e quando si rovina, procuratene uno nuovo.
tengo un basso jazz nella mia piccola macchina, sia sotto la neve che sotto il sole - ha subito esattamente zero effetti collaterali o danni, ha vernice nitro quindi dovrebbe essere più vulnerabile alle fluttuazioni. Potrebbe essere utile se l'OP dichiarasse la sua posizione / situazione climatica in quanto ciò sarebbe sconsigliabile, ad esempio, in Alaska o nel Nuovo Messico. Controlla la tua assicurazione auto per eventuali condizioni speciali di stoccaggio.
Dieci risposte:
#1
+14
user1044
2012-05-01 19:44:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il mio consiglio è di trattare la tua chitarra come un passeggero umano. Se non lasci una persona nella tua macchina con i finestrini chiusi in un giorno particolare, non lasciare nemmeno la chitarra lì. Raccoglila e portala ovunque tu vada.

Evita di lasciare la chitarra in macchina quando fa caldo. Non esporre la chitarra a temperature elevate prolungate o cambiamenti di umidità che il tuo corpo fisico non sopporta. Ricorda che in molti climi d'estate se lasci la macchina parcheggiata fuori con i finestrini chiusi, l'auto, senza circolazione d'aria, diventa come un forno. L'aria nell'auto raggiungerà temperature abbastanza alte da uccidere persone e animali, superiori a 125 gradi Fahrenheit (52 gradi Celsius) quando fuori alla luce diretta del sole ci sono 100 gradi Fahrenheit. Inutile dire che questo affaticherà gravemente il legno della chitarra, ma causerà anche l'espansione e la contrazione del metallo nei tasti e nelle corde. Inoltre indebolirà la colla che tiene insieme le piastre di legno e le parentesi graffe, facendo cadere lentamente la chitarra.

Se vuoi che la tua chitarra suoni intonata con la corretta altezza delle corde (azione), ti ritroverai anche ad aver bisogno di frequenti regolazioni del truss rod poiché il manico e il truss rod in metallo si piegano o si deformano positivamente o negativamente ogni volta che è esposto a un grande sbalzo di temperatura.

Quando ho portato la mia chitarra classica ovunque in un'auto in estate ad Atlanta, in Georgia, ho spesso avuto a che fare con corde di nylon che si spezzavano per la fatica di tutte le espansioni e contrazioni dovute ai cambiamenti di calore.

Non vivo in un clima freddo, ma ho letto che nel nord degli Stati Uniti e in Canada, nel periodo invernale, le chitarre subiscono danni cumulativi (in particolare con finiture screpolate e impazzite) quando vengono estratte da un a casa, portato in una macchina quando fa freddo per essere trasportato, quindi riportato in una casa riscaldata e tirato fuori dalla custodia e giocato. Mi è stato detto che devi lasciare che la chitarra fredda rimanga non suonata nella custodia non aperta finché non si riscalda lentamente e raggiunge la temperatura ambiente. Dovresti anche de-accordare le corde della chitarra prima di tirarla fuori quando fa freddo perché le corde di metallo si contraggono al freddo.

Con l'esposizione ripetuta a caldo o freddo estremi, la tensione sul manico e sul corpo delle corde aumenterà e diminuirà poiché il metallo si espande e si contrae con i cambiamenti di temperatura molto più del legno. Il ponte, la parte superiore, il corpo e il manico sono già sotto una notevole tensione controllata dalle corde; ampi sbalzi di temperatura nel tempo indeboliranno tutto ciò che è nel legno e la colla. In casi estremi con un'esposizione prolungata, la piastra del ponte potrebbe staccarsi o semplicemente strapparsi dalla parte superiore, oppure la paletta potrebbe spezzarsi o il blocco del manico, dove il manico è incollato nel corpo, potrebbe staccarsi, modificando l'angolo del manico e rendendo la chitarra ingiocabile.

Sono venuto a postare questa risposta ed è già qui. Il consiglio che ho sempre ricevuto è che se ti senti a disagio in una particolare temperatura o umidità, anche la tua chitarra sarà scomoda. La mia pratica personale è quella di non lasciare mai uno strumento acustico in una macchina (anche se di tanto in tanto lo rompo nelle notti calde dopo il tramonto quando ho una cena post concerto).
#2
+5
Doktor Mayhem
2012-05-01 14:25:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A volte devo farlo, con l'impianto elettrico e l'acustica. Hai alcuni problemi che possono verificarsi:

Quando fa freddo, la condensa è il tuo più grande nemico: otterrai umidità sugli elementi metallici e sulle aree di legno denso. Per una chitarra elettrica, questo alla fine danneggerà le tue parti elettriche, ma su entrambi i tipi arrugginirà le tue corde più velocemente.

In un'auto, le temperature possono variare in un ampio intervallo: questo può deformare la tua chitarra e dividere il legno, poiché legni diversi si espandono e si contraggono a velocità diverse, e può causare il cedimento delle colle.

L'accordatura ne risentirà: ogni cambiamento di temperatura cambierà le tensioni, ecc., Ma può andare bene.

Un'acustica soffrirà più di un'elettrica, in quasi tutti i casi. Come ha detto @luser nel suo commento, un'elettrica economica sarà probabilmente una scommessa migliore.

#3
+4
Hilmar
2012-05-01 14:22:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Tenerlo in una custodia con un'adeguata umidificazione aiuterà in qualche modo, ma alla fine si consumerà. Aspettatevi manici deformati, parti superiori divise e molte accordature. Eventuali temperature estreme e rapidi sbalzi di temperatura sono assassini sul legno. Consiglio di acquistare una chitarra davvero economica con una costruzione pesante e solida e accetto che si consumerà in un anno o due. Evitare il gelo e il parcheggio alla luce diretta del sole. Se fa caldo non lasciarlo nel bagagliaio ma sul pavimento del sedile posteriore al riparo dal sole con un finestrino un po 'aperto.

#4
+2
Ali
2012-05-01 18:44:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come ha commentato Luser Droog, il legno potrebbe incontrare alcuni problemi. Le auto tendono a subire fluttuazioni piuttosto ampie di temperatura e umidità, il che significa che le parti, in particolare il collo e il corpo, si espandono o si contraggono, rovinando la messa a punto.

Anche l'umidità e l'umidità possono causare problemi, deformando le parti in legno o causare spaccature, oltre ad accelerare l'arrugginimento delle corde.

Inoltre, tieni presente che lasciare una chitarra fuori dalla custodia in un'auto la espone alla luce solare, provocando lo sbiadimento di legni e vernici tempo se prolungato.

#5
+1
MdaG
2012-05-06 03:34:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vorrei sconsigliare di mettere una chitarra in legno che ti piace nella tua auto.Rainsong costruisce chitarre in grafite in grado di sopportare colpi e sbalzi di temperatura / umidità. http://rainsong.com/

#6
+1
arlomedia
2013-12-10 06:18:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che tutti i rischi sopra indicati siano corretti. Personalmente ho visto una finitura laccata incrinata dal freddo in un'auto e una tavola armonica incrinata dall'aridità in una casa.

Ma potresti comunque voler correre quei rischi a seconda di quanto sia preziosa la chitarra, perché il vantaggio di suonare potrebbe superare il costo di una chitarra da viaggio o di un battitore poco costoso. Ho un Martin Backpacker che ho portato in campeggio con tempo freddo e umido, poi ho suonato accanto a un fuoco da campo caldo. L'ho anche prestato a un amico che l'ha lasciato cadere e ha rotto la tavola armonica. Serve ancora al suo scopo. Se fossi nella tua situazione, prenderei solo le precauzioni di base di lasciarlo nel bagagliaio per evitare il caldo più estremo e portarlo dentro durante la notte durante qualsiasi tempo estremo.

Il consiglio più conservativo in questa pagina sicuramente si applica a qualsiasi chitarra di valore significativo. Dovresti anche considerare il rischio di furto, poiché uno strumento musicale lasciato in vista è un buon invito per un'irruzione.

#7
+1
P-Dub
2017-02-15 01:15:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono nella stessa situazione. Ho scelto di acquistare un pezzo di acustica da svendita di garage spazzatura per $ 40 e tenerlo nella mia custodia Tacoma nel mio furgone. La quantità di pratica che faccio durante una pausa pranzo fa sì che valga facilmente $ 40 all'anno o comunque spesso (entro limiti ragionevoli, ovviamente). Fallo!

#8
  0
user21767
2015-08-02 10:35:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Trattalo come tuo figlio, portalo con te e amalo come se fosse la tua causa è! Quindi si siede accanto a te a cena, e allora! Pochi minuti in macchina sono una cosa ma un'ora o due è un'altra! Lasceresti tuo figlio in macchina per un'ora o due? Sicuramente prendi un humidefier! Lì come 10 dollari online! Oaisis ne fa una buona!

#9
  0
Michael
2018-04-07 07:20:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oggi ho lasciato la mia Martin 000x1ae nel camion. Faceva freddo questa mattina. Tuttavia, qui nella Carolina del Sud, si è alzato fino a circa 85 gradi e una crepa si è presentata proprio al centro del fronte. Mi piace comunque.

#10
  0
skinny peacock
2019-01-28 20:36:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Alcuni accorgimenti che possono aiutare ad alleviare i rischi quando si lascia uno strumento nel veicolo sono parcheggiare all'ombra in una giornata calda e coprire lo strumento con una coperta nel tentativo di moderare la velocità dei cambiamenti di temperatura. Una chitarra da 3/4 avvolta in una coperta all'interno di una custodia per chitarra a grandezza naturale ha molte più possibilità di evitare gravi danni da caldo e freddo, ma ci sono anche limiti alla protezione fornita e l'esposizione prolungata a temperature estreme è sicuramente rischiosa.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...