Domanda:
Come posso migliorare la mia tecnica di vibrato per chitarra classica
Noel Walters
2015-05-11 14:49:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho imparato da solo a suonare alcuni pezzi classici con la mia chitarra con corde di nylon e voglio migliorare la mia tecnica di vibrato; in particolare quando si tengono più note.

Mi riferisco alla tecnica di applicare il vibrato allungando la corda lungo la sua lunghezza invece che lateralmente.

Sto usando il pezzo "Romance" (AKA "Romanza" o "Romance d'amour", ecc.), Dal Libro 2 degli assoli progressivi di Ben Bolt del '39 per chitarra classica ', come studio a questo scopo. Qui è riprodotto magnificamente da Peo Kindgren ->

Nelle sezioni in cui ci sono arpeggi su corde aperte con melodia suonata sulla prima corda posso applicare il vibrato abbastanza bene , ma nelle sezioni più complicate faccio fatica a ottenere qualsiasi vibrato.

Ho avuto un certo successo pensando in termini di scuotere il pollice sulla parte posteriore del collo invece di scuotere le dita, ma non viene naturale.

Quindi sto cercando consigli generali sulla tecnica e / o esercizi specifici per aiutare a sviluppare questo aspetto del mio modo di suonare.

Conclusione: ho accettato la risposta di @amalgamate per l'intuizione che il movimento dovrebbe provenire dai muscoli delle braccia. Questa è esattamente l'informazione che stavo cercando.

Puoi menzionare da quale libro o edizione proviene il pezzo? "Romanza" potrebbe essere qualsiasi cosa! ... oh aspetta "sezioni in cui ci sono arpeggi su archi aperti con melodia suonata sulla prima corda" - ok. Io so cos'è Proseguire.
@luser - buona idea, ho aggiunto un riferimento al libro e un video di uno dei miei chitarristi preferiti.
Cinque risposte:
amalgamate
2015-05-11 19:58:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Inizia dando a te stesso il massimo vantaggio:

  • Posizione su una corda: inizia con tutte le dita che premono le note sulla stessa corda al centro del collo. Più ti avvicini al 12 ° tasto, più è possibile spostare la nota.
  • Selezione della corda: inizia con una corda in cui puoi ottenere una buona presa sulla corda (una corda avvolta). Consiglio la 4a corda, in modo da non dover allungare più del necessario.
  • All'inizio usa tutte le dita: ad esempio metti il ​​primo dito sul 7 ° tasto, il secondo sull'ottavo tasto , il tuo terzo sul nono tasto, il quarto sul decimo tasto della stessa corda. Spingi e tira con tutte le dita che afferrano la corda.

Ora sposta la mano verso il ponte e il capotasto, indietro e quarto con l'obiettivo di afferrare la corda e spingerla e tirarla con tutto il tuo dita che lavorano come una squadra. In altre parole: muovi il braccio che muove la mano che muove le dita che allunga e allenta la tensione delle corde. Dovresti essere in grado di produrre un effetto vibrato abbastanza pronunciato in cui l'intonazione si sposta sia più alta che più bassa della vera intonazione dei tasti. Sarai in grado di discernere un cambio di intonazione senza un accordatore. Man mano che diventi sempre più a tuo agio con questa tecnica, provala con sempre meno dita e in condizioni meno ideali (come su una corda srotolata o più vicino al capotasto). Di solito riesco a usare due dita, anche se padroneggiare l'uso del singolo indice è del tutto possibile. Nella performance effettiva, continuo a trarre vantaggio dall'uso di più di un dito, quando la diteggiatura suggerisce di utilizzare un dito che non è il mio primo come scelta ottimale.

Si noti che questa tecnica di vibrato spesso assomiglia al tecnica impropria di rotolare semplicemente il dito. Se suoni uno strumento a corde come il violino, è esattamente così che si esegue il vibrato, ma non funziona con gli strumenti a tasti.

Inoltre, puoi ottenere un effetto abbastanza pronunciato con questa tecnica. A volte l'effetto desiderato è più sottile, quindi una volta che padroneggi la tecnica nella pratica, capisci che spesso puoi e talvolta dovresti fare di meno nelle prestazioni.

Inoltre, la chiarezza dell'effetto sembra essere meno pronunciata sui vecchi stringhe per qualsiasi motivo.

Proverò sicuramente questo approccio, anche se posso già ottenere un buon vibrato con un solo dito, sospetto che forse sto facendo qualcosa di oscillante piuttosto che un puro movimento push / pull. esercitarsi con più dita sulla stessa corda, come suggerisci, potrebbe anche aiutare con il mio problema principale, che è convincere la mia mano a fare questo movimento tenendo diverse note ..
Sebbene possa sembrare lo stesso a un osservatore, è diverso da quello che suggerisce Tim. È un movimento che dovrebbe provenire dal tuo braccio, e all'inizio potrebbe essere scomodo farlo rapidamente, iniziare lentamente. È imbarazzante perché questa tecnica utilizza muscoli più grandi che non sono abituati a fare movimenti fini, ma è più che possibile trasformarlo in una tecnica potente che ha un effetto di cambio di tono misurabile che manca al suggerimento di Tim. Nota che non è necessario avere una presa salda con il pollice, infatti può intralciare se stringi troppo forte.
Consideralo come un tiro alla fune.
Troppa tensione e riluttanza a lavorare su ciò che sembra imbarazzante sono probabilmente alla radice del mio problema. si tende a dimenticare che tutto ciò che si fa con la chitarra è sembrato imbarazzante / impossibile contemporaneamente
Noel Walters
2015-05-12 13:21:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Da quando ho posto la domanda ho scoperto un'eccellente serie di tutorial sulla tecnica del vibrato per chitarra classica di Douglas Niedt. Ecco un link al primo video.

Una tecnica che descrive (che non sapevo fosse possibile) è l'aggiunta di vibrato su corde aperte e armoniche premendo la stessa nota, magari in un'ottava più bassa, su un'altra corda e applicandovi il vibrato ma senza suonarla.

Tim
2015-05-11 15:26:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo vibrato fa rotolare il dito lungo la lunghezza della corda su un particolare tasto. Non provare a farlo scorrere. Per farlo in modo efficace, la punta del dito si sposterà dalla parte posteriore a quella anteriore dello spazio del tasto. Con il pollice stretto sulla parte posteriore del collo, limita i movimenti, quindi è meglio liberare il pollice. Tendo a portare il pollice fuori al livello delle dita abbastanza spesso. Per me, il suono cambia di tono piuttosto che di intonazione - provalo con un accordatore - c'è molto poco o nessun cambiamento di intonazione. Tirare il corpo della chitarra verso l'interno con il gomito destro e piegare le dita in modo che il braccio sinistro possa tirare leggermente contro il manico della chitarra.

Il tono dovrebbe cambiare, non stai eseguendo un vibrato per chitarra classica corretto. Su uno strumento a tasti è necessario afferrare la corda e spingere e tirare per ottenere un vibrato in stile classico adeguato che sposta il tono più in alto e più in basso.
Se il tono cambia, è estremamente sottile rispetto alla curva laterale. Prova con un sintonizzatore, per favore, per controllare. Non è tanto una presa e una trazione quanto un movimento rotolante lungo la corda all'interno del tasto. Mi attengo a quello che ho detto!
Neil Meyer
2015-05-11 15:28:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Puoi sempre iniziare a fare esercizi di vibrato. Fai le tue scale con il vibrato. Puoi eseguirli con le tre principali tecniche di vibrato.

  1. L'armamento del movimento del polso.
  2. Il vibrato nelle dita della mano sinistra che piegano le note su e giù
  3. e il vibrato nella sinistra mano dito che piega le note verso destra (lungo il collo)

La maestria si ottiene quando si possono ottenere tutte e tre le note senza problemi. Fanno cose molto simili ma in certi momenti potresti volerlo usare sopra l'altro.

Quello che usa il polso come perno è nella mia esperienza il migliore per un vibrato ampio ma ci vuole molto tempo a sinistra movimento della mano per ottenere, quindi non è sempre appropriato.

Il vibrato delle dita lungo il collo è il migliore per un vibrato più morbido e delicato

E il vibrato che usa le dita in un su e giù il movimento è il miglior vibrato universale.

Non pensavo che i chitarristi classici usassero lo stesso vibrato su e giù che usano i musicisti elettrici, se è quello che intendevi nell'ultimo paragrafo.
Sulla chitarra classica si ottiene un risultato minimo piegando le corde (a causa della bassa tensione delle corde?) Ad eccezione della corda G (per qualche motivo) che può essere piegata per ottenere un effetto ragionevolmente buono, ma allungando lungo la bell'effetto musicale che aggiunge molta forza espressiva ai passaggi lenti. Non è così profondo come il vibrato che ottieni piegando una corda d'acciaio da un lato all'altro.
Tuttavia mi piace l'idea di esercitarmi sulle scale con il vibrato. - Ti voterei ma il sistema non lo permette.
Il tuo numero 3. Come si può piegare una corda muovendo un dito longitudinalmente lungo la corda? Puoi espandere, per favore?
MatFarley
2015-05-25 06:39:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La tecnica che ho usato e quella insegnata dall'insegnante di chitarra Tom Hess è quella di suddividere la tecnica in 3 parti e di esercitarle in isolamento. Queste parti sono: intonazione, tempo e contorno.

Praticare l'altezza si riferisce a un bending coerente (il vibrato è un leggero bend) a un tono più alto e poi di nuovo al tono originale. Piegare di mezzo passo e indietro di nuovo si ottiene un vibrato ampio ma consente di verificare facilmente che i cambiamenti di intonazione siano intonati e coerenti.

La pratica del tempo ti allena ad avere un vibrato coerente piuttosto che irregolare . Prova a esercitarti con il vibrato su un metronomo come terzine di note da 1/8, 1/16 e 1/16 di nota.

L'esercizio del contour si riferisce a come stai alzando il tono e tornando. Questo non è lo stesso del tempo, perché potresti spostarti gradualmente su un tono e tornare indietro o aspettare fino all'ultimo istante prima di piegarti ed essere ancora in tempo. Esercitati a eseguire il vibrato in modo graduale e fluido (immagina una forma d'onda) e anche più velocemente e più nitido (^^^^^). Entrambi hanno applicazioni.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...