Domanda:
Tenere il conto in un trillo solista
lioness99a
2019-01-18 18:25:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto lavorando per il mio clarinetto di grado 8 e ho alcune occasioni in cui devo suonare un lungo trillo non accompagnato (stiamo parlando di una battuta o 2). Ho sempre faticato a contare i trilli, tuttavia tutti quelli che ho dovuto suonare prima hanno un accompagnamento di pianoforte che mi aiuta a contare (crome nel basso o qualcosa di simile) o posso individuare alcune note nell'accompagnamento che mi avvisano alla fine del trillo. Tuttavia sto lottando per contare con precisione quando l'accompagnamento del pianoforte suona una nota a lunga tenuta sotto il mio trillo o si ferma completamente.

Trovo che battere il piede o suonare con un metronomo si traduca invece nel mio trillo che si trasforma in crome o semicrome, il che non suona proprio bene. Posso contare perfettamente la lunghezza della nota indipendentemente dall'accompagnamento se non trillo, il trillo sembra buttare via il mio "ritmo interno".

Ci sono altre tecniche che posso usare per provare e tenere il conto durante un trillo da solista?

Possibile duplicato di [Quante note in un trillo?] (Https://music.stackexchange.com/questions/78701/how-many-notes-in-a-trill)
@CarlWitthoft Non è quello che sto chiedendo, né ci sono risposte che aiutano in questa domanda ... Sto cercando consigli su come mantenere un battito interno stabile mentre suoni un trillo
Quattro risposte:
#1
+3
Brian THOMAS
2019-01-18 18:49:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Buona fortuna con l'esame!

L'ultima risorsa sarebbe fare due chiacchiere con il tuo accompagnatore. Potrebbero essere in grado di "guidarti" con i loro sottili movimenti della testa.

Inoltre, hai provato a fare quei movimenti te stesso mentre ti esibisci? Quando suono un trillo lungo (sono un suonatore di tromba), potrei effettivamente muovere sottilmente la mia campana in uno schema di 4/4 o qualsiasi altra cosa. Lo trovo utile.

Suggerirei anche di esercitarsi con i trilli con un metronomo. Può darsi che ti stia concentrando sul trillo il più velocemente possibile fisicamente, quindi tutto il tuo sforzo mentale sta andando su questo. Significa anche che stai trattando il trillo come aritmico. Ma se sei in grado di considerare il movimento del trillo come un ritmo veloce, sarai più in grado di tenere traccia di dove ti trovi nella barra. Ti aiuta anche a prepararti se hai qualche decorazione alla fine del trillo prima di colpire la nota trattenuta.

La mia accompagnatrice è la mia insegnante e sta cercando di incoraggiarmi a imparare a contarlo correttamente, piuttosto che fare affidamento su di lei, quindi non credo che sarebbe d'accordo con il primo! Potrei provare la direzione sottile, anche se ha anche cercato di impedirmi di farlo in altre parti della musica dove fa sembrare le cose un po 'troncate! Proverò di nuovo con un metronomo e vedrò se riesco a smetterla di finire a suonare solo semicrome. Grazie :)
#2
+3
MMazzon
2019-01-19 06:44:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Interiorizzare il ritmo in situazioni non banali è in realtà una delle cose più difficili che un musicista deve acquisire.

Si è anche visto che individui diversi sviluppano strategie interne diverse per raggiungere questo obiettivo. Ad esempio, alcune persone dicono di sentire il battito come un battito nello stomaco, per altri è una sorta di proiezione visiva, come se stessero visualizzando movimenti ritmici o un direttore d'orchestra, e altri ancora possono sentire internamente qualcosa come un ticchettio di metronomo. / p>

E a peggiorare le cose, non esiste un modo consolidato e affidabile di insegnare che, di conseguenza, a parte alcuni suggerimenti, la maggior parte dei musicisti è più o meno lasciata a capirlo da sola.

In realtà ho passato un bel po 'di tempo a studiare proprio questo problema, al fine di progettare possibilmente un sistema di formazione per questo tipo di abilità, e potrei parlarne molto di più, ma per essere altrettanto utile quanto più possibile nel più breve tempo possibile, ti darò due punti da considerare, sperando che tu possa ottenere qualcosa di utile da loro.

1

Renditi conto che puoi solo prestare attenzione alla musica in un modo alla volta. Ci sono molti modi per prestare attenzione alla musica (segui il ritmo, segui la melodia, segui l'armonia, segui i meccanismi di gioco, ecc.) Ma puoi farne solo uno alla volta e ogni volta che sposti la tua attenzione su uno ( ad esempio, la meccanica di suonare un trillo) inevitabilmente perdi la maggior parte di te attenzione cosciente a qualsiasi altra cosa.

Nel tuo caso specifico questo significa che hai essenzialmente due modi principali per raggiungere il tuo obiettivo:

A) Mantieni la tua attenzione sul trillo, dopo aver interiorizzato il battito a un livello così forte da non perderlo anche se non gli presti attenzione. In sostanza, è come se avessi un metronomo che ticchetta vividamente nella tua testa, e anche se non gli presti attenzione consapevolmente, puoi fare affidamento sulla sua presenza implicitamente.

B) Mantieni la tua attenzione sul ritmo, contando il battito all'interno ed esegui il trillo con attenzione indiretta. Ciò richiede che tu abbia esercitato la meccanica del trillo abbastanza da poterlo fare con solo una frazione della tua attenzione totale.

Prendendo in prestito un concetto dalla meccanica della visione, dove abbiamo focalizzato la visione e la visione periferica , le due alternative sopra corrispondono a mettere un aspetto al centro della visione (o la meccanica del suonare o il mantenimento del ritmo) e gestire l'altro aspetto con la visione periferica, per così dire.

Entrambi gli approcci sono possibili ed entrambi possono funzionare bene con un po 'di pratica. Quale funziona meglio dipende dall'individuo e dalla situazione specifica.

2

Per migliorare la tua abilità nella modalità A sopra (ad esempio concentrati sull'esecuzione e senti il ​​ritmo con la tua consapevolezza periferica ) Trovo che il seguente esercizio possa dare buoni risultati.

L'esercizio consiste nell'ascoltare la musica su cui devi suonare (in questo caso sarebbe solo il pianoforte) e tenere il tempo battendo una superficie con un bastone, una penna, una bacchetta o qualcosa del genere. Vuoi raggiungere il punto in cui puoi tenere il tempo senza sforzo e in modo molto preciso, senza usare tutta la tua attenzione. In altre parole, dopo aver fatto abbastanza pratica, potresti guardarti intorno nella stanza, accarezzare il tuo gatto, sorseggiare un drink e la tua mano dovrebbe tenere il ritmo senza sforzo con una precisione molto buona.

Ovviamente, paga altrettanto l'attenzione di cui hai bisogno, soprattutto all'inizio, ma l'obiettivo dell'esercizio è quello di riuscire a tenere il tempo preciso con poca o nessuna attenzione diretta. (Ed è importante che il tuo movimento produca un ticchettio acuto, che puoi sentire chiaramente come preciso o meno. Agitare un dito in aria o battere un piede non è abbastanza acuto.)

Una volta raggiunto quel punto, quando suonerai di nuovo il tuo strumento su quell'accompagnamento, scoprirai che avrai un senso molto più forte del ritmo che scorre internamente. Può sembrare un ticchettio, o può sembrare un impulso cinetico di qualche tipo, o in qualche altro modo - non esiste un modo migliore e giusto - ma sentirai sicuramente il ritmo molto più vividamente di prima.

Si spera che questo ti aiuti a risolvere questa particolare sfida in modo soddisfacente, ma in ogni caso penso che sarà anche molto utile nel suonare in generale, e in situazioni ritmicamente difficili in particolare.

Questo è stato davvero interessante da leggere e spero di poterlo mettere in pratica :)
E se in fondo vuoi farci sapere come ha funzionato per te, ci piacerebbe leggerlo :)
#3
  0
Carl Witthoft
2019-01-18 19:35:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Idealmente, dovresti essere in grado di trillare e contemporaneamente ascoltare l'accompagnamento, e conoscere la parte del piano abbastanza bene da sapere cosa viene suonato alla fine del tuo trillo. È molto da affrontare, ma ti consiglio di provare a farlo, poiché è una grande abilità (ascoltare altre parti) in qualsiasi ensemble.

A proposito, potresti aver visto musicisti da camera usare tavolette elettroniche per visualizzare la musica. Ciò consente loro di vedere tutte le parti contemporaneamente, rendendo più facile il coordinamento proprio come stai cercando di fare qui.

So suonare bene un trillo quando c'è un accompagnamento. Tuttavia, come affermato nella domanda iniziale, il piano sta semplicemente tenendo una lunga nota sotto il mio trillo, o si ferma del tutto, e devo essere in grado di contare correttamente per terminare il trillo mentre il pianoforte ricomincia a suonare
Ahhh, in quel caso è compito dell'accompagnatore seguire la ** tua ** transizione fuori dal trillo. Anche se lo tieni un tempo troppo lungo o troppo corto, il pianoforte deve seguire il solista.
Sebbene ciò sia vero nell'esecuzione generale, ciò non aiuterà in un esame in cui l'esaminatore ti segnerà per aver lasciato che il ritmo scivoli (specialmente in un esame di grado 8)
#4
  0
Vincent
2020-02-28 06:33:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho una canzone che usa 8 beat trill circa 5 volte con un tempo veloce e una nota da un quarto alla fine, quindi è molto importante interiorizzare i beat della canzone con il trillo. Ho scoperto che il modo migliore per farlo è ottenere un tempo costante e trovare un battito sul trillo che accompagni il battito dell'alluce e il mio battito interno. Sono solo al secondo anno di gioco, quindi potrei dire tutto sbagliato. Tuttavia, trovo che interiorizzare il ritmo mi aiuti di più



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...