Domanda:
"∞-TET": C'è musica che non usa note discrete?
Geremia
2016-05-10 02:54:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è musica che non usa note con altezze * discrete, ma piuttosto strumenti che suonano frequenze che cambiano continuamente?

So che ci sono accordature microtonali fino a 72-TET, ma c'è musica composto in quello che potrebbe essere chiamato "∞-TET"?

* in contrapposizione a continuo (non "discreto")

Puoi andare molto più in alto di 72-TET / 72-EDO. Un progetto su cui sto lavorando in questo momento utilizza 196608-EDO (il limite che il MIDI può gestire). Con quell'accordatura non puoi sentire la differenza tra una nota e l'altra. In ogni caso, controlla il theremin. Non conosco la sua risoluzione ma sono sicuro che sia piuttosto alta. Quello strumento è stato utilizzato in molta musica classica del XX secolo e in molti film horror.
196.608 è effettivamente ∞ per quanto l'orecchio può dire, certamente.
Su questo sito piuttosto scientifico, le persone hanno maggiori probabilità di conoscere la discrezione che la discrezione - solo per dire!
Molta musica non è realmente composta con l'intenzione di essere resa in un particolare sistema di accordatura fissa. Forse il più ovvio è il blues, che dipende completamente dal pitch-bending libero delle varie [note blu] (https://en.wikipedia.org/wiki/Blue_note). Anche negli stili classici, c'è molto dibattito sul miglior compromesso tra accordature pitagoriche e tolemaiche. In entrambi i casi, l'aspetto della continuità è improvvisato piuttosto che composto, anche se IMO non ha davvero senso fare sempre una chiara distinzione.
Il termine "atonale" è stato utilizzato per descrivere ciò che sto chiedendo?
@topomorto Sì, forse sono stato inutilmente chiaro ... ☺
@leftaroundabout "free pitch bending" è un termine musicale tecnico? Se è così, allora la mia domanda è: "C'è musica che è interamente composta da 'pitch-bending libero'?" Aggiornamento: Ah, sì, sembra essere; si chiama "portamento".
_Atonal_ significa semplicemente che non stai usando una sorta di chiavi di derivazione pitagorica e di senso occidentale. In realtà, la musica atonale tende a fare più affidamento su una precisa quantizzazione dell'altezza rispetto alla musica tonale, sebbene in entrambi i casi ci siano casi del genere. - _Interamente_ composto da pitch-bending libero? Ebbene, alcune delle opere di Stockhausen potrebbero ben adattarsi a quel conto. Studie II certamente _ sembra_ consistere solo di altezze piuttosto fluttuanti (anche se penso che in realtà non sia così casuale).
@leftaroundabout Sì, "* interamente *" potrebbe essere un ideale irrealizzabile, poiché non significherebbe che la musica sarebbe priva di ritmo? (Ovviamente battere tra altezze ravvicinate produrrebbe comunque battito e quindi ritmo.)
@topomorto È bello vedere che qui ci sono molti nerd dell'acustica. ☺ (Ho una formazione in fisica.)
http://music.stackexchange.com/questions/42946/continuous-music-theory potrebbe essere di interesse.
@topomorto Sì, quella domanda potrebbe anche essere un mio duplicato.
Un esempio importante è [Threnody for the Victims of Hiroshima di Krystoff Penderecki] (https://youtu.be/HilGthRhwP8?t=34s), mostrato qui con tracciamento audio insieme alla partitura. Puoi vedere e sentire che LA) ci sono solo alcune altezze specifiche annotate e suonate e B) viene usato l'uso continuo di frequenze tra e sopra e sotto certe altezze "limite".
@ToddWilcox interessante. Ha usato una notazione speciale e un'indicazione di tempo "in tempo reale".
Cinque risposte:
#1
+12
topo Reinstate Monica
2016-05-10 06:06:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una risposta banale: sì. Quando ero molto giovane ho scritto un programma per computer per sputare una successione di "bip" a frequenze casuali non correlate a nessuna scala musicale; Sospetto che molte persone che hanno un computer e un po 'di interesse per la musica abbiano fatto lo stesso. In pratica quanto vicino potresti arrivare all'infinito (!) Sarebbe limitato dalla risoluzione alla quale il computer potrebbe rappresentare l'altezza, ma concettualmente è un caso di frequenze che cambiano continuamente.

Il fatto è che, una volta che hai deciso che hai tutte le frequenze a tua disposizione, cosa ne fai? Se hai ascoltato compilation come Computer Music Journal sound anthology , Computer Music Currents o Cultures Electroniques , probabilmente avrai sentito pezzi composti da grani o gradienti non scalari (scusate, non ricordo i titoli di nessun esempio!). Alcuni di questi sono divertenti, ma per qualcuno con gusti musicali abbastanza convenzionali possono suonare come variazioni sul suono dell'impianto idraulico rotto di qualcuno; molti ascoltatori tendono a desiderare l'armonia, il che significa formare relazioni tra le altezze, il che ci riporta di nuovo verso le scale.

C'è un altro senso in cui "∞-TET" è forse più vicino alla musica comunemente ascoltata che noi si potrebbe pensare, in quanto molti stili usano glides / bends / portamento in un modo che è parte integrante del suono della musica, ma non tende necessariamente ad essere annotato con precisione. Il blues è l'esempio più ovvio, anche se tende ad essere più libero in alcune gamme di ottava rispetto ad altre. Sto anche pensando ad alcuni stili vocali orientali e un bel po 'di violino (anche nella tradizione classica).

I musicisti si allontaneranno anche dall'accordatura ET verso un'intonazione "Just" più pura, ove possibile, quindi questo è un altro senso in cui la musica non è realmente ancorata a un insieme fisso di altezze.

In un certo senso, forse stai descrivendo un tipo di atonalità che non si limita a una scala di 12 toni; d'altra parte, il concetto di atonalità è solitamente associato all'evitamento di un ovvio centro tonale, il che non dovrebbe essere il caso solo perché la musica è intonata liberamente.

Ottime osservazioni e ben articolate!
#2
+6
Andy
2016-05-10 16:42:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"Harmonies" di Gyorgy Ligeti è un interessante esempio di musica microtonale.

È scritta per l'organo, ma è pensata per essere suonata con aria ridotta e manipolazione dei registri, quindi le canne no suonare alla frequenza progettata. Con (principalmente) cambi di accordi lenti e voci ampie, l'effetto complessivo è un'armonia e una dissonanza che evolvono lentamente attraverso il pezzo.

Non tutti adoreranno il pezzo in sé, ma ho scelto questo come esempio perché ha un suono innegabilmente "impressionante" e il metodo per modificare lo strumento è interessante.

#3
+5
user28503
2016-05-10 12:55:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Allora, che ne dici dell'assolo iniziale di clarinetto in "Rhapsody in Blue" di Gershwin? È passato quasi un secolo. Certo, fare il glissando continuamente nella sua ultima parte non è stato scritto nella partitura originariamente, ma è stato piuttosto un trucco improvvisato del clarinettista che il compositore ha poi insistito per incorporare nella prima, ma da quel momento in poi è stata una pratica obbligatoria. / p>

#4
+2
José David
2016-05-10 18:08:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

John Luther Adams ha creato una sonificazione per dati meteorologici, astronomici e geologici in tempo reale, chiamata The Place Where You Go to Listen

I parametri del suono (principalmente intonazione, penso anche ad altri) cambiano "continuamente" (tra le virgole, poiché ovviamente stiamo parlando di eventi digitali discreti che cambiano in modo incrementale nel tempo) secondo alle effettive condizioni esterne. Tuttavia, la maggior parte delle volte i cambiamenti sono così lenti da sembrare più un suono continuo che uno in continuo cambiamento.

Sulla stessa linea di "esperienza uditiva", il progetto 9 Beet Strech presenta la nona sinfonia di Beethoven: il tempo è durato 24 ore. La cosa interessante (e forse rilevante per questa domanda) è che gli eventi "istantanei" in tempo reale si trasformano in presentazioni che cambiano lentamente e continuamente nel tempo.

#5
-2
Scott Wallace
2016-05-10 20:12:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vado controcorrente qui e dico di no, non c'è (o pochissima) musica che non usi altezze discrete, almeno come risoluzioni. Il blues più bendioso arriva ancora su accordi molto solidi - scorre molto, ma la scala è lì. Certo, c'è sicuramente roba senza scala discreta implicita, ma quanti di voi possono canticchiarne una melodia? La musica è quasi sempre impiegata con discrezione, almeno implicita.

C'è ** sicuramente ** della musica che utilizza un tono continuo. Quello che non ho determinato da solo è se penso che ci siano abbastanza esempi per giustificare un voto negativo di questa risposta. Come ho commentato sopra, * Threnody for the VIctims of Hiroshima * è un'opera molto importante che utilizza altezze continue, incluso un sistema di notazione per altezze continue.
Hmmm, Todd, "molto importante" è ovviamente soggettivo, considerato soprattutto rispetto, per esempio, a Bach o Charles Mingus. Direi che le piazzole discrete sono la regola.
Almeno abbastanza importante da essere frequentemente insegnato in vari corsi legati alla musica presso università accreditate. Penderecki è considerato uno dei maggiori compositori del XX secolo e * Threnody ... * è una delle sue opere più famose, se non la più famosa. È un ottimo esempio di innovazione notazionale nel 20 ° secolo e molte antologie di spartiti includono almeno un estratto.
Vorrei comunque difendere la mia affermazione che c'è poca musica senza toni discreti. Forse avrei dovuto semplicemente dire che il blues non è un buon esempio di musica senza toni discreti.
La domanda non riguarda ciò che la musica usa più comunemente.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...