Domanda:
Termine per due accordi con nomi diversi che contengono le stesse note
S. Imp
2018-08-17 03:13:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Esiste un termine musicale per due accordi diversi che contengono le stesse note?

Ad esempio, Bdim7 è B D F A ♭ e Ddim7 è D F A ♭ B. Entrambi hanno le stesse note ma i loro nomi sono diversi.

Per quel che vale, personalmente trovo l'aggettivo "enarmonicamente equivalente" molto più comune di qualsiasi sostantivo che metta in relazione questi accordi.
Due risposte:
#1
+9
Heather S.
2018-08-17 07:44:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono solo tre accordi completamente diminuiti rispetto all'altezza effettiva. Possono essere scritti in modi diversi a seconda della chiave. Il tuo esempio per Ddim7 è effettivamente digitato in modo errato. Dovrebbe essere D F Ab Cb. Il Cb è ciò che mostra la qualità del dim7, non un B. Sarebbe solo un M6 sopra D.

Schoenberg ha chiamato questi accordi accordi vaganti come "un accordo del genere non appartiene esclusivamente a nessuna tonalità; piuttosto, può appartenere a molti, praticamente a tutte le chiavi senza cambiarne la forma (non è necessaria neppure l'inversione; è solo per assumere una relazione con una radice.) p.195 della sua Teoria dell'Armonia.

_Accordi vaganti_ - Non l'ho mai sentito prima, ma è un bel termine.
@heather-s In realtà, ci sono solo 3 accordi completamente diminuiti. Inoltre, non credo che mi abituerò mai a cose come Cb o Abb. Yucko!
@S.Imp, sì, hai ragione sui tre. Mi ero confuso. Modificherò la mia risposta.
#2
+8
Dom
2018-08-17 03:50:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In genere, sono solo considerate inversioni con nome.

Gli accordi completamente diminuiti e le triadi aumentate come nel tuo esempio hanno concetti molto specifici legati alla natura simmetrica che rende possibili più nomi. Questi accordi sono noti come accordi simmetrici perché sono costruiti utilizzando un solo tipo di intervallo. Se costruisci un accordo salendo in terza minore ottieni una settima completamente diminuita e se costruisci un accordo salendo in terza maggiore ottieni una triade aumentata.

Questi accordi sono stati informalmente chiamati accordi enarmonici sul sito, ma non è un termine formale.

Questo è un tipo di passo impostato con più nomi. Dobbiamo anche considerare Am7 / C6, Bm7b5 / Dm6 ...
@LaurencePayne Ecco perché la prima frase fa la distinzione sulla categoria più ampia e l'ultima frase dà loro un nome informale.
Non sono sicuro che vedrei C6 come un'inversione di Am7. Sì, contengono le stesse note / altezze, ma verrebbero chiamate come ciascuna, a seconda della loro funzione, sicuramente?
In realtà, pensavo che "accordi enarmonici" * fosse * il termine corretto quando l'ortografia degli accordi è diversa, ma non ho riferimenti per confermarlo. È un'estensione logica delle * note * enarmoniche, ovviamente.
Vorrei vedere C6 e Am7 come * due nomi diversi per lo stesso accordo, * non "due accordi diversi". L'unica ragione per i due nomi è la * teoria * dell'armonia che attualmente usiamo. Nell'era barocca, quando gli accordi venivano nominati dagli intervalli che contenevano non da qualche supposizione sulle loro "radici", C6 e Am7 avevano lo * stesso * nome usando la notazione di basso figurato, e né i compositori né gli esecutori avevano problemi con questo! Il primo libro che introdusse le idee di * inversioni di accordi * ecc. Fu pubblicato nel 1744 e all'epoca era ampiamente considerato "teoria d'avanguardia" non "mainstream".
@alephzero Bene, solo intonazione, probabilmente avresti ** 16: 9 ** per la nota G in Am7. Tuttavia, se prendi una terza minore e costruisci C6 su di essa, la nota G sarà (3: 2) * (6: 5) = ** 9: 5 **. Quindi bisogna stare molto attenti quando si dice "lo stesso accordo", perché concettualmente sono lontani dall'essere la stessa cosa, e non solo in un modo. Quindi tutto dipende da dove guardi.
Giusto per essere del tutto chiari, stavo cercando un termine che descriva accordi che potrebbero non essere identici, ma che contengono le stesse altezze. Cioè, questo termine si applicherebbe ad A C E G e anche C E G A. È questo che enarmonica intende descrivere?


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...