Domanda:
Quando vibrare al violino
Sen
2020-05-30 09:50:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Recentemente, ho iniziato a esercitarmi e ad imparare la teoria musicale e ho scoperto che c'è "Vibr" scritto nel foglio quando il pezzo - o qualsiasi suo aspetto - deve essere suonato con il vibrato, ma poi ho cercato questo pezzo per principianti chiamata "Au Claire de la Lune" (che credo sia una sorta di ninna nanna francese) suonata con il vibrato. Non è questo che mi preoccupa. Quello che mi preoccupa è che lo spartito non afferma che deve essere suonato con il vibrato. Quindi, come fai a sapere se qualcosa deve essere suonato con il vibrato se non è indicato nello spartito ma i professionisti usano il vibrato o il vibrato è usato come qualcosa in più a volte per aggiungere stile?

Due risposte:
#1
+4
topo Reinstate Monica
2020-05-30 12:11:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È fantastico che tu ti stia ponendo questa domanda! È sempre deludente (IMO) quando un violinista aggiunge più vibrato possibile a un brano senza pensare se sta davvero migliorando la performance.

Il vibrato aggiunge un'altra dimensione di espressione alla performance: puoi usare l'aggiunta di vibrato per enfatizzare determinate note e variare anche la velocità e la profondità del vibrato per aggiungere interesse alle note lunghe. Se più suonatori di archi stanno suonando insieme, un po 'di vibrato può dare un piacevole effetto di' coro 'all'insieme.

D'altra parte, troppo vibrato può (di nuovo IMO) rovinare l'armonia di un pezzo - dopo tutto, stai deliberatamente suonando meno "in sintonia". E sfortunatamente, molti violinisti sembrano usare il vibrato per nascondere il fatto che non possono produrre un suono ricco e soddisfacente senza vibrato - o (peggio ancora) che la loro intonazione è disattivata!

Una cosa da considerare è se ci si aspetta un vibrato prominente nello stile in cui si suona. Come enorme generalizzazione, le musiche barocche e precedenti sono spesso suonate con poco vibrato, mentre ci si può aspettare che le esecuzioni di musiche successive introducano un vibrato più prominente. Alcuni stili di musica folk, come la musica britannica e celtica, tendono anche a evitare il vibrato.

Un altro motivo per cui i solisti possono scegliere di utilizzare il vibrato è quello di "proiettare" la loro performance sugli artisti che li accompagnano.

Uno schema comune è quello di utilizzare più vibrato ai climax, su note che sarebbero considerate particolarmente emozionanti. E ovviamente hai sottolineato che potrebbe essere diretto nello spartito.

A mio parere, "Au Claire de la Lune" è un pezzo così noto che è del tutto accettabile suonare il tuo la propria interpretazione, utilizzando il vibrato e altre tecniche espressive puramente secondo il proprio gusto. E penso che la migliore attitudine al vibrato sia che è solo una delle tecniche espressive nella tua cassetta degli attrezzi, insieme a dinamiche, variazioni timbriche, portamento, rubato e così via.

#2
+2
Brian Towers
2020-05-30 15:53:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se utilizzare o meno il vibrato e, in tal caso, quanto sono questioni di gusto e interpretazione musicale.

Primo, poiché il vibrato aggiunge enfasi a una nota, la quantità che viene utilizzata può essere variata per modellare un musical frase. Augustin Hadelich lo spiega e lo dimostra molto bene in questo video di YouTube.

Ci sono spesso indizi nei segni dinamici. Nel brano romantico che ogni violinista intermedio ama suonare per praticare il proprio vibrato, The Meditation from Massenet's Opera Thais, le battute 20 e 21 sono entrambe contrassegnate in diminuendo. La battuta 19 è di quattro semiminime, 20 è di due mezze note e 21 è una nota intera. Il tempo sulla battuta 21 è 54. Con le note che si allungano sempre di più la tentazione è quella di usare sempre più vibrato ma questo è l'esatto opposto di quanto suggeriscono i segni.

Ecco Anne-Sophie Mutter che suona le semiminime con abbondanza di vibrato, le mezze note con pochissimo vibrato e l'intera nota senza alcun vibrato! Piuttosto uno shock per me la prima volta che l'ho visto. Al contrario, ecco Janine Jensen che riduce il suo vibrato sulle stesse battute ma mantiene comunque un po 'di vibrato su tutta la nota. Anche per i migliori professionisti è una questione di gusto personale e interpretazione anche se entro certi limiti.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...