Domanda:
Quali fattori influenzano la capacità di una chitarra di sostenere una nota?
Michael Slade
2012-04-30 17:02:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono effetti e gadget che possono creare una nota lunga e sostenuta, ma per quanto riguarda la chitarra stessa?

Ho una stratificazione standard più squallida che non posso fare a meno di sentire potrebbe lasciare che le note risuonino più a lungo, ma sono un principiante assoluto e non saprei quanto tempo è abbastanza lungo. Mi sono guardato intorno e ho ottenuto molte, molte risposte.

Ho sentito che queste possono influenzare la durata di una chitarra per tenere una nota:

  • il tipo di sistema tremolo se esiste
  • il materiale utilizzato per il blocco tremolo
  • se il tremolo è bilanciato o poggia sul corpo della chitarra
  • il tipo di corde utilizzate
  • le molle di tensione del tremolo
  • la qualità dei pickup e che vengono utilizzati
  • la qualità del dado
  • la qualità dell'accordatura pioli
  • la presenza o l'assenza di alberi di corda
  • il corpo - se è solido o cavo, qualità del legno ecc.

Quale dei sono vere e in che misura?

Qualcosa relativo: qui http://music.stackexchange.com/questions/5854/how-can-i-create-a-long-sustained-note-on-an-electric-guitar/5856#5856
Tua madre li colpisce ... perché se ti dice di smetterla di giocare smetti!
Hai anche dimenticato di aggiungere la tua abilità ... perché se non hai le mani non puoi giocare e quindi non emetti suono! Bene, puoi usare i tuoi piedi, ma questo è barare!
Procurati un ** ampli valvolare ** e non preoccuparti del sustain naturale della chitarra. L'amplificatore valvolare suonerà in modo molto più sostenuto di un amplificatore a stato solido o digitale. Finché hai una chitarra abbastanza buona, è una perdita di tempo concentrarti sulle infinite cose che influenzano fisicamente il sustain della chitarra. Il problema è, come fai a saperlo? Diciamo che ho due chitarre, una Squier e una Epiphone. Uno di loro sembra avere un sustain leggermente più lungo. Ma come faccio a sapere cosa sta dando questo risultato? Potrebbe essere una cosa, o 13, o una combinazione di tutte. Morale della favola: non perdere tempo, diventerai matto di spirito
@LuigiPati - con questo argomento potresti anche dire, _get a compressor pedal_. Sicuramente ci sono modi per post-processare il segnale in modo tale che il sustain suoni più a lungo, ma generalmente ha un prezzo. Con un amplificatore a valvole è un overdrive ad ampia gamma (che ovviamente è spesso _ desiderabile_, ma non sempre), con un pedale del compressore si perde la gamma dinamica. E anche con molta compressione, una chitarra con un sustain più intrinseco può funzionare meglio per note lunghe perché le note indentate originali risaltano più chiaramente sul rumore di fondo.
Sei risposte:
#1
+15
slim
2012-04-30 20:03:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il dottor Mayhem dà una buona risposta, ma penso che valga la pena aggiungere qualcosa sulla fisica.

Quando estrai una corda dalla sua posizione di riposo, le stai dando energia potenziale allungando la stringa. Quando lo rilasci, converte quell'energia potenziale in energia cinetica (cioè movimento). Quando passa la posizione centrale, tutta l'energia è cinetica e, quando rallenta per raggiungere l'altro lato della vibrazione, diventa di nuovo energia potenziale. Al momento cambia direzione, è tutta energia potenziale.

Quindi la corda va avanti e indietro, convertendo l'energia da potenziale a cinetica e viceversa. Questo è chiamato moto armonico . In teoria questo potrebbe durare all'infinito - sustain infinito. La seconda legge della termodinamica dice che nella conversione da una forma di energia a un'altra, ne perdi sempre un po 'sotto forma di calore, quindi la vibrazione alla fine decade, ma potresti ipotizzare sistemi in cui quella perdita è minuscola .

Ma una corda che vibra nel vuoto non è di alcuna utilità per un musicista. Abbiamo bisogno di un po 'dell'energia in quella corda vibrante per essere trasferita nell'aria in movimento, perché è così che il suono arriva all'orecchio dell'ascoltatore.

Su una chitarra acustica, il percorso principale per trasformare una corda vibrante in l'aria vibrante serve al ponte per trasportare il movimento nella tavola armonica.

Su una chitarra elettrica, il percorso principale è indurre una corrente in un pickup, producendo il segnale che l'amplificatore gestisce.

In ogni caso, ciò che influenza il sustain è:

  • La velocità con cui il componente che produce il suono sottrae energia alla corda.
  • A quali altri componenti sottrae energia la stringa.

Un potente pickup, ad esempio, otterrebbe un segnale molto forte da una data vibrazione della corda, ma il costo sarebbe che richiederebbe molta energia dalla corda. Producendo un segnale più debole e assorbendo meno energia, il pickup potrebbe consentire alla corda di sostenersi più a lungo. L'equivalente acustico di questo è una tavola armonica relativamente rigida, per meno volume ma più sustain.

Una chitarra elettrica "ideale" sarebbe completamente rigida in modo che solo il pickup prenda energia da la stringa. Tuttavia, oltre ad essere un'impossibilità fisica, probabilmente non è del tutto desiderabile, poiché alla maggior parte delle persone piacciono le caratteristiche acustiche del corpo per aggiungere tono al suono.

Allo stesso modo una chitarra acustica "ideale" sarebbe completamente rigida , a parte il montaggio di plancia e tavola armonica; l'unica perdita di energia della corda va a far vibrare la tavola armonica. Ma anche se fosse possibile, potrebbe non dare il tono che le persone vogliono veramente.

Anche nel mondo elettrico, hai alcuni modi in più per ottenere il sustain.

Puoi sfruttare al massimo la fine della coda tranquilla della nota, con molta amplificazione. Ottieni questo se alzi il guadagno - se non ti dispiace tonnellate di distorsione all'inizio più forte della nota - oppure puoi ottenerlo usando un compressore.

Puoi persuadere un po 'di più vibrazione dalla corda applicando il vibrato e raschiando la corda contro un tasto.

Puoi aggiungere energia alla corda colpendo, scuotendo o flettendo la chitarra.

Puoi fare uso di feedback, alzando il volume di un amplificatore e trovando il punto ideale in cui risuona il tuo strumento.

Puoi utilizzare un gadget come Fernandez Sustainer , che è una sorta di -circuito di feedback dello strumento, utilizzando l'uscita del pickup per indurre la vibrazione nella corda.

[Longevità delle note indotta dal feedback. :)] (https://www.youtube.com/watch?v=0szuhkWgIpQ)
#2
+13
Doktor Mayhem
2012-04-30 18:11:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prendendo il tuo elenco, ho aggiunto una breve nota a ciascuno:

il tipo di sistema tremolo, se esiste

  • Sì, qualsiasi tremelo dissiperà parte dell'energia in una corda vibrante, quindi il miglior sustain dovrebbe provenire da un ponte fisso. Esistono diversi tipi, quindi alcuni funzionano meglio di altri.

il materiale utilizzato per il blocco tremolo

  • In modo più appropriato - la massa del tremelo. Meno vibra, meno energia viene trasferita e dissipata nelle molle.

se il tremolo è bilanciato o poggia sul corpo della chitarra

  • Sì, riposare contro il corpo fornirà un sostegno maggiore. Vedi il primo punto.

il tipo di stringhe utilizzate

  • Sì, le stringhe più spesse dovrebbero danno un sustain più lungo poiché hanno una massa maggiore, e quindi una maggiore energia.

  • Inoltre, le corde flatwound tenderanno ad avere più sustain rispetto a roundwound perché producono meno armoniche armonici, concentrando l'energia nelle parziali fondamentali e inferiori. [droog]

le molle di tensione del tremolo

  • Più o meno, ma non tanto quanto l'effetto massa del tremelo avrà

la qualità dei pickup e quali sono in uso

  • Sì, insieme al tipo del preamplificatore che stai utilizzando. Una migliore ripresa e un migliore amplificatore possono dare un miglior sustain

la qualità del capotasto

  • LA il dado di bloccaggio dovrebbe fornire il miglior sustain, poiché riduce la quantità di energia dissipata oltre il dado.

la qualità dei piroli di accordatura

  • Non proprio, anche se se vibrano dissipano energia

la presenza o l'assenza di alberi di corde

  • Più o meno: possono aiutare a tenere le corde ben salde nel capotasto, il che ti porta in qualche modo verso un equivalente del dado di bloccaggio.

il corpo, che sia solido o cavo, qualità del legno, ecc.

  • Sì, i corpi cavi e risonanti dovrebbero avere il miglior sustain. Per i corpi solidi, i legni duri tendono ad avere il miglior sostegno.
L'unico modo in cui il tuo punto finale ha senso per me è se coinvolge il feedback acustico tramite l'amplificatore a cui i corpi cavi sono più sensibili. In assenza di ciò, l'energia delle corde => vibrazioni del corpo (comporta la dissipazione) => energia acustica (persa nell'ambiente) in un corpo cavo (ecco perché emettono più suono quando vengono pizzicate senza amplificazione). Corpi solidi ben progettati dovrebbero essere in grado di evitare molte di queste perdite.
#3
+5
user1044
2012-05-01 20:00:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La linea di fondo è che se desideri il sustain acustico più naturale, non suonare una chitarra progettata secondo le linee di una Fender Stratocaster. Ottieni una chitarra progettata sulla falsariga di una Gibson Les Paul. Questo è il motivo per cui molti chitarristi possiedono uno di ciascuno; sono adatti a produrre diversi tipi di timbri.

In particolare, una chitarra con ponte fisso (hardtail) avrà più sustain di una chitarra con ponte tremolo. I tremoli sono ottimi per il vibrato e le bombe da sub e altri effetti espressivi, ma tutto questo va a scapito del lungo sustain. Non puoi avere entrambi. Quindi, quando vuoi più sustain, prendi una seconda chitarra che non abbia un ponte tremolo.

Il modo più semplice per esaminare le differenze che contribuiscono al sustain è guardare le differenze tra la classica costruzione Fender e la classica Gibson Les Paul.

Fender e Gibson

Per cominciare, una chitarra che non ha un ponte tremolo avrà molto più sustain di una chitarra che lo ha un ponte tremolo. Ma ci sono anche altri aspetti.

Ogni componente di una chitarra contribuisce al suo suono acustico. A parità di condizioni, tuttavia, la maggior parte dei costruttori di chitarre ha associato più sustain a più massa e densità, nei legni del corpo, nel peso del ponte, nel tipo di metallo utilizzato e nel modo in cui è ancorato al corpo, e anche in il peso della paletta e dei metalli utilizzati nelle meccaniche e negli accessori.

I parafanghi hanno il loro suono molto accattivante, ma molti aspetti del design Fender sono stati creati non per le proprietà acustiche ma per progettare una chitarra che fosse la più facile da produrre in serie. I parabordi comportano le procedure di intaglio del legno più semplici. Il design del corpo, il modo in cui il manico è collegato al corpo e il design della paletta (leggi sotto) su una Fender Stratocaster sono tutti progettati per richiedere la minor abilità possibile di intaglio del legno e per facilitare lo scambio di parti dopo che la chitarra è stata costruita. In secondo luogo, c'è il ponte tremolo flottante con molle, che riduce il sustain. Inoltre, i Fender, classicamente, hanno corpi fatti di ontano o frassino poco costosi, che hanno proprietà acustiche interessanti ma non sono noti per la produzione di un ottimo sustain.

Tuttavia, i Fender hanno certamente il loro suono che è molto popolare-- sostenere non è tutto.

Il design classico Gibson Les Paul è stato creato per fornire il massimo sustain. Il suo corpo è scolpito da una lastra di mogano massiccio dell'Honduras (raro e costoso, e ora in via di estinzione) con una lastra di acero duro incollata alla parte superiore. Questi legni sono densi e selezionati per la loro massa e qualità di sostegno. La chitarra è scolpita con una parte superiore ad arco per fornire il massimo spessore, massa e densità direttamente sotto il ponte, e si dice che questo aumenti il ​​sustain. Il manico in mogano è intagliato utilizzando tecniche che richiedono molta più lavorazione del legno e abilità rispetto ai manici Fender più facili da produrre in serie. Significativamente, il manico Gibson ha una paletta angolata scolpita più complicata e il tallone del collo è incollato nel corpo, piuttosto che imbullonato . Infine, il design classico della Les Paul utilizza un sistema a ponte fisso (o "hardtail"), non un ponte tremolo.

Come il manico è attaccato al corpo

Un manico può essere :

  • imbullonato al corpo ("imbullonato")
  • incollato ("collo fissato")
  • il collo corre per l'intera lunghezza del corpo ("neck-thru")

La saggezza convenzionale è che il design imbullonato ha meno sostegno rispetto alla costruzione a collo fisso. Tuttavia, vari produttori di chitarre contestano questo e affermano che una costruzione del manico imbullonato correttamente costruita può avere tanto sostegno quanto un design con manico incastonato. Tutti concordano sul fatto che il maggior sustain proviene dal design neck-thru, ma questo non è comune nelle chitarre perché è un metodo di costruzione molto più costoso.

enter image description here

Manico imbullonato

enter image description here

Manico fisso. L'ultimo design di Gibson, che mostra come il blocco del manico, o tenone , si inserisce nel corpo. Il manico è incollato al corpo.

enter image description here

Design neck-thru in un basso. Notare che il manico è costituito da pezzi di legno che percorre l'intera lunghezza della chitarra, paletta, manico e corpo. Il "corpo" è semplicemente due pezzi di legno incollati su entrambi i lati del blocco del manico.

Angolo della paletta

Un altro fattore che non hai menzionato può essere l'angolo della paletta. Le chitarre in stile Fender hanno una paletta la cui superficie è parallela alla tastiera. Le chitarre in stile Gibson hanno una paletta che si inclina indietro di diversi gradi, e questo è generalmente considerato come un contributo più sustain. I liutai parlano dell '"angolo di rottura" della corda sul capotasto e anche sulla sella del ponte come un contributo al sustain.

enter image description here

La paletta in stile Gibson si inclina all'indietro e si ritiene che contribuisca a un maggiore sostegno. [Intagliare un manico in questo modo da un unico blocco di mogano costoso e raro richiede molto lavoro e la maggior parte del legno viene scolpito e perso. Oggi molte copie del design Gibson, inclusa la loro Epiphone Les Pauls, utilizzano due pezzi di legno incollati insieme ad angolo in una giunzione a sciarpa per ridurre la quantità di intaglio e la quantità di legno richiesta, e per migliorare la durata.]

enter image description here

Le palette in stile parafango sono piatte e l'angolo di rottura delle corde è piuttosto basso. Si pensa che ciò crei meno sustain. [Tuttavia, è necessario molto meno legno e procedure di lavorazione del legno più semplici per scolpire un manico in questo design rispetto al design Gibson. Inoltre i manici Fender sono realizzati in acero duro, che non è sempre più minacciato come il mogano.]

Ho 1 pidocchio minore da scegliere con questa risposta, che altrimenti è ben pensata e completa. Un tremolo in stile Kahler non ha effetti molto sostenuti. Ha molle molto piccole e strette e il blocco è molto pesante.
C'è un trucco che puoi fare per aumentare il sustain dei colli imbullonati. Metti a punto, quindi allenta i bulloni che fissano il collo al corpo di mezzo giro, quindi stringi di nuovo. La tensione della corda dovrebbe tirare il collo più stretto nella tasca, il che dovrebbe aiutare a sostenere. Più la chitarra diventa piatta quando lo fai, più hai spostato il manico. Mi sembra di capire che questo è lo standard per le chitarre G&L.
Credo ci sia qualche disinformazione in questo post. Impostare i colli con più sustain è un mito di vecchia data, che è stato sballato molte volte. Le Stratocaster con tremelo fluttuante non sono le uniche famose chitarre (o anche Stratocaster) prodotte da Fender (vedi Telecaster). E gli archi sono solo un modo diverso di fare la stessa cosa di una testa ad angolo: controllare l'angolo di rottura delle corde. La linea di fondo è che ci sono molti fattori che entrano nel sustain generale, inclusi setup, amplificatori e persino tecnica. Dividere l'argomento per marca (o costruzione generale) è falso o, per lo meno, fuorviante.
Inoltre, gli angoli della sciarpa non sono usati solo dai cloni Gison o dagli Epiphones, Gibson li usa spesso nella loro stessa costruzione in quanto rende l'articolazione del collo angolata molto più forte (il cui design è intrinsecamente fragile). Ho una Gibson Flying V con un'articolazione della sciarpa visibile.
La risposta di Wheat è robusta, riguarda le proprietà fisiche tra il dado e il ponte, e oltre dove conta. Mentre i pickup possono ridurre il sustain a causa dello smorzamento magnetico, ci sono aiuti elettronici che possono migliorare il sustain; vale a dire compressore / limitatori. Il compressore del tubo ottico Effectrode PC-2A è nella * mia * lista della spesa.
#4
+3
Hilmar
2013-01-10 00:04:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è molto se mito e si sente dire sull'argomento. Ecco uno studio che tenta di sfatare l'intero angolo "come il collo è attaccato". http://liutaiomottola.com/research/sustain.htm

Non è nemmeno vero che il pick up risucchia energia meccanica dalla corda. Il meccanismo fisico richiesto per farlo è chiamato "forza elettromagnetica posteriore" o in breve EMF inverso. È proporzionale alla corrente attraverso la bobina. Per i pick up delle chitarre questi sono al massimo alcuni micro Amp, quindi è completamente trascurabile.

In realtà sono stati condotti studi scientifici, anche se quelli che conosco sono commerciali e non pubblici. Sembra che si riduca principalmente al legno del ponte e del corpo che sono i due principali meccanismi di perdita meccanica per l'energia delle corde.

#5
+3
jay winter
2014-08-19 22:57:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Metterei in dubbio anche l'affermazione che le corde più pesanti, di per sé, aumentano il sustain. In effetti hanno più massa, il che implica una maggiore inerzia per mantenere la corda in movimento. Ma questo ignora o sconta la forza di trazione opposta del materiale della corda stessa che resiste allo stiramento dalla posizione di riposo a quella estesa mentre la corda vibra. Quindi, aumentando la massa si deve aumentare anche la forza di trazione opposta, sebbene la forza proporzionale di queste forze sia certamente oggetto di ulteriori indagini.

Sono d'accordo che questo meriti ulteriori indagini. Forse un confronto multivariabile, calibro * vs * metallo avvolgente * vs * forme di filo (nucleo esagonale e non esagonale, avvolgimento tondo e piatto). Ma io non credo che nessuno ignora la forza di trazione, dal momento che è essenziale per il movimento vibratorio.
#6
+2
Vodkaman
2013-01-08 17:13:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'intero argomento è pieno di prove aneddotiche e saggezza ricevuta. Per quanto ne so, non ci sono stati test di laboratorio fianco a fianco di metodi di costruzione diversi, testando un fattore contro un altro a parità di tutte le altre cose.

È opinione diffusa che le Gibson Les Paul abbiano più tempo sostenere rispetto alle Fender Strats. Ma le Les Paul sono spesso dotate di corde di calibro più pesante a causa della lunghezza della scala più corta e accoppiate con amplificatori a guadagno più elevato. Gli Strati tendono ad essere preferiti per i suoni con guadagno inferiore.

In superficie sembrerebbe logico pensare che un manico incastrato trasmetta più vibrazioni al corpo rispetto a un bullone sul manico. Tuttavia, ho sentito dire che il collo è unito da una colla spugnosa, non risonante e smorzante, mentre nonostante la loro superficie più piccola i bulloni trasferiscono più vibrazioni. C'è ancora un'altra scuola di pensiero che dice che il legno non ha comunque alcun effetto reale sul suono amplificato, quindi set, through o bolt-on non ha conseguenze reali. Non sto affermando che tutto ciò sia vero, sto solo dicendo che ci sono argomenti convincenti a favore dei diversi metodi di costruzione.

Angolo della paletta. Quando una nota è fretted, o è adeguatamente fretted per dare una nota pulita o si strozza. Non è forse vero che questa è una soglia da oltrepassare e una volta varcata non si riesce a pulire la nota? Ebbene, la stessa cosa non si applica al dado. Ho sicuramente sentito dire che il materiale di cui è fatto il dado è molto più importante dell'angolo di rottura. L'angolo di interruzione dovrebbe influenzare solo le note aperte? Presumibilmente sono note frettate che aggiungi anche il vibrato che ti interessa sostenere? Di nuovo, non sto affermando nulla, sto solo dimostrando che ci sono controargomenti.

un paio di punti che probabilmente devi considerare: "collo fisso unito da colla spugnosa"? Non proprio - se guardi la costruzione, questi sono generalmente molto aderenti e sotto la tensione delle corde sono rigidi. e mentre il dado è importante, questo viene in primo piano principalmente per chiarezza quando viene usato con un trem. L'angolo della paletta aiuta a fornire il trasferimento della vibrazione: un angolo basso può finire per far vibrare l'estremità della paletta della corda, cioè sulle meccaniche
Sono confuso Una volta che una nota è suonata e suonata, come può una vibrazione passare indietro verso il dado / la testa / gli accordatori? Anche se lo facesse, sarebbe una frequenza diversa dalla nota suonata, contrastando così ogni potenziale sustain extra. vermi?


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...