Domanda:
Esiste una larghezza standard per i tasti del pianoforte?
Bob Broadley
2014-06-16 20:56:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Esiste una larghezza standard per i tasti del pianoforte?

In caso contrario, quanta variazione c'è?

Altri strumenti a tastiera hanno larghezze di tasti significativamente diverse?

Questo mi rende davvero curioso, ispirandomi a misurare la larghezza sul mio Steinway Model M del 1915 rispetto al sintetizzatore Yamaha S08 del 2002 con azione pesata a 88 note ... quindi +1 per l'ispirazione, ricordati di farlo presto e ottenere indietro da te.
Qualsiasi variazione della larghezza di tastiere per pianoforte simili è probabilmente dovuta allo spazio tra i tasti, rispetto alle dimensioni dei tasti stessi, guardando i cataloghi per le parti di pianoforte di ricambio, non ho trovato nessuna offerta in vendita di chiavi di larghezza variabile .
@LeeKowalkowski, in realtà sospetto esattamente il contrario. Per rendere suonabili le tastiere, la spaziatura dei tasti dovrebbe essere fissa, la larghezza del tasto / spazio può variare all'interno di essa.
@Benjol pensa a come sono attaccati allo chassis, se hai tolto tutti i tasti e li hai sostituiti con quelli leggermente più sottili o più spessi, stai influenzando gli spazi, non la larghezza della tastiera stessa, quindi misurare la tastiera non lo è il modo per determinare la larghezza delle chiavi, in quanto tali.
C'è una variazione significativa nella distanza tra i tasti neri tra le marche di pianoforti digitali.
Sei risposte:
#1
+30
Karen
2014-06-17 06:27:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa domanda mi ha incuriosito, quindi ho iniziato a cercare su Google. La dimensione della tastiera non è ufficialmente standardizzata (non esiste un comitato che crei e imponga gli standard), ma in pratica ci sono pochissime variazioni.

Navigando tra gli argomenti del forum su www.pianoworld.com, le persone hanno misurato 88 tastiere da qualsiasi parte tra 48 pollici e 48 1/2 ". Wikipedia ( http://en.wikipedia.org/ wiki / Musical_keyboard) descrive la larghezza di un'ottava su una tastiera moderna come 164-165 mm, il che lascia quasi un centimetro di variazione in larghezza sull'intera tastiera.

C'è anche l'opzione di acquisto di una tastiera più piccola prodotta deliberatamente, come descritto su http://www.smallpianokeyboards.org/keyboard-history.html. Avrebbe una larghezza di appena 141 mm per un'ottava o più di 2 cm più piccolo di uno standard. Non suono il piano, ma come donna dalle mani minuscole, suona piuttosto attraente.

Storicamente, sia dai siti wikipedia che da smallpianokeyboards.org, gli strumenti più vecchi avevano l'ottava larghezze fino a 125 mm, ma non i pianoforti moderni.

Per strumenti simili a un pianoforte, come i controller midi e le tastiere elettroniche economiche, i tasti più piccoli sono comuni quando i produttori hanno obiettivi diversi dalla produzione di un pianoforte standard.

#2
+14
filzilla
2014-06-17 22:16:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche se non vedo alcun motivo per contestare le risposte già presentate, ho pensato di proseguire pubblicando le misure che ho proposto nel mio commento sotto la domanda.

Misurando diversi tasti vicino al Do centrale con un C calibrato calibro digitale:

1915 Steinway Model M (New York) con azione originale:

da 22,1 a 22,9 mm (leggera variazione), +/- frazioni di 0,86 pollici

2002 Yamaha Model S08 sintetizzatore ad azione ponderata a 88 note:

22,8 mm o 0,89 pollici

Sospetto che la variazione della larghezza sullo Steinway sia dovuta al 1915 tooling vs. produzione assistita da computer della Yamaha 2002.

Per ottenere una risposta più autorevole ho contattato un tecnico autorizzato Steinway che sintonizza il mio Steinway e ripristina anche loro (vorrei potermelo permettere) per rivedere questo . In attesa della sua risposta via email, pubblicherò un aggiornamento più tardi.

AGGIORNAMENTO 30 giugno 2014:

Ho notato che la seguente risposta sarebbe più preziosa per la comunità se Dovevo accreditare correttamente la mia fonte. Sono stato riluttante a rivelare la mia fonte in questi ultimi giorni perché non volevo che fosse sottoposto a distrazioni inutili (spam) o molestie da punti di vista contraddittori. Come ho affermato chiaramente la scorsa settimana "proteggi la mia fonte".

Sono stato in contatto e abbiamo esaminato le nostre opzioni in questo post.

Quindi, senza ulteriori chiacchiere, lo farei vorrei presentarvi John Callahan di Callahan Piano nella San Francisco Bay Area, uno specialista del restauro Steinway.

http://www.callahanpiano.com/

Sii gentile con lui, lo fa bene ogni giorno, dalla messa a punto al restauro e oltre.

"Hai ragione, i tasti di un pianoforte di 100 anni possono variare leggermente in larghezza. Alcuni di questi sono gli utensili e il taglio originali (i tasti del pianoforte sono tagliati come pane da un pezzo di materiale) e alcuni possono essere dovuti all'usura . I tasti all'estremità della tastiera saranno un po 'più larghi su uno strumento più vecchio e suonato pesantemente rispetto ai tasti al centro della tastiera, dove si suona di più. "

" Nessuno standard larghezza. Puoi misurare molti pianoforti diversi e, sebbene rientrino tutti in una gamma abbastanza standard, noterai delle differenze. Lo stesso vale per gli diesis.

Questo vale anche per molte altre dimensioni di pianoforte. spessore, lunghezza della testa (distanza dall'estremità del musicista della chiave naturale al ritaglio per il tagliente), lunghezza della coda, altezza del blocco della tastiera dal pavimento, altezza dei pedali dal pavimento, ecc. "

"I tasti alle estremità della tastiera saranno un po 'più larghi su uno strumento più vecchio e suonato pesantemente rispetto ai tasti al centro della tastiera, dove si suona più spesso." Penso che sia una (buona) risposta alla domanda che hai posto, ma non quello che l'OP voleva sapere. La spaziatura ** tra ** le chiavi è stabilita dalla costruzione della base della chiave, che non può "usurarsi" poiché è un pezzo di materiale solido. La larghezza dei tasti stessi non è troppo importante tranne che per l'aspetto visivo, purché non siano così larghi da sfregare l'uno contro l'altro quando vengono suonati.
#3
+4
ouchjars
2014-06-20 12:42:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Altri strumenti a tastiera hanno larghezze di tasti significativamente diverse?

Gli organi sembrano avere la stessa larghezza di tasti ma non posso verificarlo. Le fisarmoniche variano: posso raggiungere un decimo con un pianoforte ma posso facilmente ottenere almeno un dodicesimo con una fisarmonica.

#4
+3
Tim
2014-06-17 11:42:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

7/8 "sembra essere lo standard del settore, ma occasionalmente c'è una leggera differenza (2 o 3%). Alcune tastiere penso siano leggermente più piccole, ma non riesco ad accedere alla mia per un po ', quindi non posso Non sto parlando di mini-schede qui, che sono fatte per i bambini o per l'uso in studio professionale. Ho una tastiera Yamaha qui con tasti da 7/8 ". Penso che le differenze principali, che influenzano sottilmente le cose, siano la lunghezza dei tasti e la quantità di pressione che vengono premuti. Questo, e la diversa sensazione di `` equilibrio '', renderanno ogni piano diverso, ma in termini di larghezza, non molto.

#5
+3
Caleb Hines
2014-06-17 23:23:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Altri strumenti a tastiera hanno larghezze di tasti significativamente diverse?

Posso dire per esperienza che i tasti della melodica sono significativamente più stretti dei tasti del piano. Dove non riesco a raggiungere comodamente più di un'ottava su un pianoforte, penso che la mia estensione sia più simile a una decima sulla melodica. È stato sorprendentemente difficile riprogrammare le mie dita per la scala più corta.

Posso solo immaginare che una fisarmonica avrebbe una tastiera accorciata in modo simile.

Inoltre, Karen ha menzionato tasti più piccoli su alcuni controller midi. Ecco un esempio di uno di questi dispositivi, progettato per la portabilità.

#6
  0
Magnus Johansson
2015-06-24 16:33:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La mia tastiera per pianoforte mini USB Evolution e-Keys ha colori naturali larghi 17 mm con uno spazio di 1 mm tra loro, quindi la misura da centro a centro è di 18 mm, 5 mm in meno rispetto a quella normale un pianoforte. La distanza dal bordo anteriore dei naturali alle alterazioni è di 30 mm mentre su un pianoforte è di 50 mm e sugli organi spesso di 46 mm.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...