Domanda:
Come evitare che un errore faccia deragliare un intero pezzo?
Selvek
2018-02-14 02:41:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando pratico un brano, trovo che fare un errore a volte rovina la mia memoria muscolare e mi butta completamente fuori di testa. Ciò è particolarmente vero per i brani memorizzati.

Questo accade più spesso se, diciamo, colpisco un accordo spostato di un tasto, ma può accadere con una varietà di errori diversi, incluso il colpire l'inversione di accordo sbagliata perché il pezzo usa inversioni diverse in versi diversi. E tende ad accadere in posti diversi, non ripetutamente nello stesso posto.

La ripetizione per consolidare la memoria muscolare sembra essere l'unico modo per imparare e memorizzare un brano che è troppo difficile da leggere a prima vista. Tuttavia, il lato negativo è che, se vengo espulso dalla modalità di memoria muscolare e in "modalità di pensiero attivo", il mio cervello attivo non ha idea di quale sia l'accordo o la nota successiva e il pezzo cade a pezzi.

I musicisti di alto livello semplicemente non commettono errori abbastanza gravi da liberarsi della memoria muscolare per il pezzo? O hanno tecniche per il recupero? In ogni caso, quali tecniche pratiche sono utili per ridurre il rischio che un errore faccia deragliare l'intera performance?

Tre risposte:
#1
+30
Todd Wilcox
2018-02-14 02:51:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devi esercitarti nell'abilità di continuare a giocare dopo aver commesso un errore. Potresti dover iniziare avendo la musica di fronte a te, trovando il punto in cui hai commesso l'errore nella musica e leggendo la misura successiva finché non riesci a riprenderti. Quando ti eserciti, non tornare indietro e suonare correttamente le note degli errori. Lascia lì l'errore e concentrati su ciò che viene dopo.

Un altro modo è esercitarti con i pezzi iniziali nel mezzo, in punti diversi. Di nuovo, lavorare con gli spartiti ti aiuterà in questo. Potresti iniziare suonando subito dopo un cambio di tonalità o un altro cambiamento importante nel pezzo, per poi passare a una misura casuale.

Un'abilità correlata è essere in grado di ascoltare (ascoltalo nel tuo mente) l'intero pezzo mentre lo suoni. Se riesci a immaginare come dovrebbero suonare le note successive, dovrebbe essere più facile riprendere dove dovresti essere. Puoi esercitarti nello stesso modo in cui impari il pezzo con le dita. Immagina dall'inizio e vai il più lontano possibile, possibilmente canticchiando all'inizio se questo ti aiuta.

L'ultima sfida è avere un metronomo che riproduca un suono diverso al primo movimento di ogni misura e tu suoni insieme a quello, stare al passo con dove saresti nella musica se non avessi mai commesso un errore. Se riesci a smettere completamente di suonare, ascolta insieme al metronomo e poi torna di nuovo dove saresti se non ti fossi mai fermato, sai che sei pronto a tutto. Nota che quest'ultima abilità è praticamente richiesta per suonare in un insieme di qualsiasi dimensione.

Alcuni trucchi che ho imparato suonando il piano e insegnando le percussioni: 1) impara le parti difficili all'indietro: inizia con l'ultima misura e procedi fino alla prima misura. In questo modo sei meno stressato per quello che sta per succedere e puoi preoccuparti di quello che stai suonando in questo momento. 2) Suona all'interno di un ensemble per costringerti a imparare ad andare avanti dopo aver commesso un errore. Potrebbe essere solo un'altra persona, oppure potresti suonare insieme a una registrazione se non è disponibile nient'altro. L'aspetto importante è la sensazione di essere su un treno che si muoverà con o senza di te.
Sì, ho chiesto a un direttore di coro di usare quella tecnica quando avevamo bisogno di un pezzo memorizzato al più presto. L'ho provato al pianoforte ma solo pagina per pagina o verso per verso, non misura per misura. Imparare un brano in questo modo misura per misura sembra un buon modo per esercitarsi a essere in grado di riprendere il brano ovunque.
* audiate * +1. La memoria muscolare non ti dice solo come suonare gli accordi e cosa no? Hai ancora bisogno di sapere come suona, soprattutto se è "troppo difficile da leggere a prima vista".
#2
+11
Tim
2018-02-14 04:28:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non puoi "annullare" un errore. Se e quando ne fai uno, è imperativo che tu continui, come se non l'avessi fatto. Se non puoi, allora il pezzo non è stato imparato abbastanza bene. È necessaria molta più pratica.

Una strategia è conoscere il pezzo così bene da poterlo prendere letteralmente da qualsiasi luogo. Ma perché questo accada, non è sufficiente giocarlo meccanicamente. Dovrai sapere cosa sta succedendo. "Ora stai suonando la sub-dominante nella prima inversione, seguita dalla fondamentale con un'ottava per la mano sinistra".

Mentre ci sono ancora dei singhiozzi nel pezzo, rallenta tutto - con metronomo se necessario, in modo da poter leggere continuando al tempo scelto. Se ciò non può essere fatto, rallenta ancora!

Un'altra idea è giocare, quindi saltare di proposito una battuta o due, lasciando il divario appropriato nel gioco e riprenderla, in tempo . La parte mancante ti passerà ancora per la testa, semplicemente non verrà riprodotta. Ciò dimostrerà quanto bene conosci il pezzo.

Anche quando puoi suonare qualcosa in modo meccanico, la tua mente dovrebbe essere al lavoro - pensando al futuro, ma anche pensando a come interpreterai la parte successiva - più velocemente , rubato, più forte, decrescendo, ecc., quindi c'è solo un elemento di automatico al riguardo.

E se suoni una diversa inversione di un accordo, o inserisci una nota in più o ne lasci una fuori - quanto è davvero importante? Certamente non vale la pena fermarsi! E, a meno che non sia per un esame, è davvero così importante? A condizione, ovviamente, ogni volta che suoni ancora bene.

Suonare una diversa inversione dell'accordo non è un problema di per sé - è solo un problema perché improvvisamente la mia mano si trova in un posto diverso da quello che mi aspetto che sia e vengo deragliato. Cercherò di esercitarmi a riprendere letteralmente da qualsiasi luogo - so che tendo a iniziare a suonare solo da certi punti.
_Una strategia è conoscere il pezzo così bene che puoi prenderlo letteralmente ovunque_ - Esattamente. Devi essere in grado di recuperare da qualsiasi errore all'inizio della battuta successiva, ovunque tu sia nella melodia. Buona pratica tattica: suona con qualcosa e poi spostalo improvvisamente in un punto diverso e casuale della melodia - premi rapidamente il pulsante avanti o indietro e, ovunque accada, dovresti essere in grado di riprenderlo da quel punto senza esitazione.
#3
-1
happyhacker
2018-02-14 15:03:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono praticamente un principiante e ogni volta che mi siedo suono alcune scale e poi pratico i pezzi che sto imparando. Ho suonato ognuno letteralmente centinaia di volte e sono appena arrivato al punto in cui sto iniziando a farlo senza la musica davanti a me. È una buona idea leggere la musica inizialmente che trovo poiché inizia anche a imprimersi nella mente. Riesco a sentire la memoria muscolare al lavoro. Per me è solo pratica con la potenza di n.

La fase successiva è impostare un ritmo di sottofondo e tentare di seguirlo.

PS Trovo che la scansione della musica come un PDF e poi utilizzando il pedale BT per girare le pagine del mio iPad davvero utili. Ciò fornisce anche un ulteriore allenamento nell'uso del piede (pedale) contemporaneamente a entrambe le mani.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...