Domanda:
Le viole suonano spesso le stesse parti dei violini in un'orchestra?
Z0mbiePenguin
2015-04-06 09:43:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le viole fanno sempre parte di un'orchestra? Come vengono utilizzati tipicamente? Suonano spesso le stesse parti dei violini per creare una trama più ricca?

Sono nuovo dell'orchestrazione e me lo chiedevo.

Se stai studiando orchestrazione, non dovresti fare questo tipo di domande, perché il tuo primo lavoro era studiare spartiti classici e VEDERE come facevano i vari compositori. Inizia con alcune sinfonie di Mozart e Beethoven. Ce ne sono molti disponibili gratuitamente su http://imslp.org/.
La ragione principale per cui abbiamo sia viole che violini nell'orchestra è che a un certo punto dell'educazione musicale, gli insegnanti iniziano a scegliere quali bambini non saranno mai in grado di maneggiare uno strumento grande e potente come la viola. Quei ragazzi sono relegati a cigolare e raschiare il violino.
Wow! Una barzelletta sulla viola inversa. Ben giocato, signore.
Quattro risposte:
#1
+23
Caleb Hines
2015-04-06 10:47:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una sezione di archi standard di un'orchestra avrà:

  • 1 ° violino
  • 2 ° violino
  • Viole
  • Violoncelli
  • Bassi

Un modo molto tipico di pensare a questo è paragonandolo a un coro SATB in quattro parti (soprani, contralti, tenori e bassi). In questo schema, i primi violini avranno la linea melodica, come la parte soprano di un coro. I violoncelli avranno la linea di basso (raddoppiata di un'ottava più in basso dai bassi). Questo lascia che i secondi violini e viole suonino le cosiddette "parti interne", rispettivamente contralti e tenori. Le viole ricoprono essenzialmente il ruolo dei tenori per la sezione degli archi. Se sei veramente interessato, studiare l'armonizzazione standard in quattro parti ti darà un'idea di come sono costruite queste parti interne. Esistono vari tipi di linee guida per la direzione della voce, come le regole su quali note di un accordo dovrebbero essere raddoppiate e così via.

Ovviamente, questa non è l'unica opzione materica, specialmente quando arrivano altri strumenti in gioco. A volte la viola rinforza la linea di basso con i violoncelli. Oppure potresti trovare violoncelli e bassi che cadono, lasciando la linea di basso da suonare solo sulla viola (questa tecnica, chiamata bassetto, era popolare nelle sezioni soliste di alcuni concerti barocchi). Potresti decidere di dare la melodia alla viola, con una contro-melodia nei violini più acuti, oppure i violini potrebbero abbandonare completamente, lasciando le voci interiori a una sezione di violoncello divisi, e solo i bassi sulla linea di basso. Oppure potresti volere che l'intera sezione degli archi (tranne forse i bassi) riproduca una singola linea melodica in più ottave contemporaneamente, prestando un suono "grande" che può essere ascoltato, anche su una rumorosa sezione di ottoni.

Ogni volta che si tratta di questioni di orchestrazione, è sempre una buona idea studiare ciò che hanno fatto gli altri, leggendo una partitura mentre si ascolta. Ci sono tonnellate di punteggi disponibili su IMSLP e ci sono anche molti video di YouTube che includono un punteggio a scorrimento. Notare che quando si legge la parte di viola, di solito verrà scritta usando la chiave di contralto che pone il Do centrale sulla linea centrale; questo può richiedere del tempo per abituarsi alla lettura. Per iniziare, ecco l'apertura di Eine Kleine Nachtmusik di Mozart, che contiene un'eccellente scrittura di archi. Prova a scegliere e seguire le viole.

#2
+2
user19821
2015-04-07 15:39:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Al di fuori dei passaggi unisono in cui tutti suonano allo stesso modo (a parte la scelta dell'ottava e forse qualche quinta inserita per la lezione), i violini e le viole non suonano quasi mai allo stesso modo: sarebbe sprecare la differenza di consistenza distintiva tra questi due strumenti . Per i passaggi veloci, le viole in realtà non forniscono lo stesso tipo di risposta e / o chiarezza che può essere in parte causato dal loro corpo relativamente sottodimensionato (essere una quinta sotto un violino implicherebbe un aumento delle dimensioni di un fattore 3: 2 che è sicuramente meno anche se variabile, ed essere un'ottava sopra un violincello implicherebbe un aumento di dimensione di un fattore 2 che è decisamente più). Una viola tenderebbe ad essere proporzionata più in linea con gli altri strumenti ad arco.

Quindi c'è una sonorità, un carattere e un'agilità decisamente diversi in una viola rispetto a un violino e un buon compositore farebbe usarlo per dare a una composizione più complessità e plasticità di quanto fornirebbe un raddoppio unidimensionale di una parte di violino.

Mentre alcune orchestrazioni più semplici usano raddoppi di strumenti e / o cantanti, questi sono solitamente scelti da diversi gruppi di strumenti.

#3
  0
Sophie
2016-04-01 22:59:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, fanno sempre parte di un'orchestra. Un'orchestra tradizionale avrà

  • violini
    • Secondi violini
  • viole

  • violoncelli

  • bassi Non sempre hanno la stessa parte dei violini.
Questa risposta sembra incompleta. Interpreto la domanda come se la parte di viola raddoppi sempre la parte di violino e, in caso contrario, che tipo di parte suonerebbero normalmente le viole.
#4
  0
Neil Meyer
2016-04-01 23:50:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I quattro tipi di archi dell'orchestra trascorrono la maggior parte del loro tempo in parti diverse del registro generale. Se pensi a come funzionano le chiavi diventa evidente. Pensa a dove si trova il Do centrale nelle varie chiavi degli strumenti ad arco

Middle C for Violin

Ora, come puoi vedere la notazione per il violino in generale speakling è sopra middleC. Il violino può effettivamente andare solo in basso come il G sotto il Do centrale Quindi, in generale, tutto sopra il Do centrale

La viola, d'altra parte, è annotata nella chiave alt con il Do centrale qui.

Middle C for VIola

Ora puoi vedere che la viola può andare piuttosto acuta, ma più del violino centrato attorno al Do centrale. La nota più bassa è la Do sotto il Do centrale

Il violoncello usa la chiave di basso e in questa chiave centrale, il Do è qui.

Cello Middle C

Anche in questo caso il violoncello può suonare abbastanza alto ma gira molto di più sull'ottava sotto il Do centrale La nota più bassa è due ottave sotto il Do centrale

Il contrabbasso è annotato nella stessa chiave del violoncello ma è, in effetti, uno strumento di trasposizione. Il suono che produce è, in effetti, un'intera ottava sotto le note come annotato.

La nota più bassa come annotata è quella sotto il rigo sulla chiave di basso, ma in realtà ciò che senti quando suona il contrabbasso quella nota è un'intera ottava più bassa.

COSÌ in chiusura non c'è nulla che vieti al musicista di suonare molto alto in quella che è considerata l'estensione degli altri strumenti ma sì, come regola generale, ognuno ha la propria parte nelle varie ottave in cui operano.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...