Domanda:
Canto: è vero che tutto il tuo potere dietro il canto dovrebbe provenire dal tuo diaframma?
DarthVoid
2015-11-12 08:46:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono sicuro di poterlo fare qui, ma ho una domanda sulla tecnica di canto. Il mio insegnante una volta mi ha detto che tutto il tuo potere dietro il canto dovrebbe provenire dal tuo diaframma e che non dovresti sentire dolore / tensione alla gola. L'ho interpretato come "cerca di non sentire nulla in gola". È questo il modo corretto per capire questa parte del canto? Questa idea non mi è mai stata spiegata completamente ...

Sembra una buona interpretazione. Fondamentalmente, vuoi che la gola sia rilassata. Potresti ottenere i migliori risultati dal non pensare affatto alla tua gola. Invece, potrebbe essere utile concentrare i tuoi pensieri sul diaframma.
Otto risposte:
#1
+9
Rockin Cowboy
2015-11-12 11:57:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È vero che la maggior parte del tuo canto dovrebbe provenire dal tuo diaframma. Il diaframma è in grado di spingere grandi volumi d'aria attraverso le corde vocali con poca o nessuna tensione sulla gola, riducendo al minimo qualsiasi tensione sulle corde vocali.

AGGIORNAMENTO: In realtà, (da un punto di vista puramente tecnico) non controlli effettivamente il diaframma stesso quando canti, ma può essere controllato dall'intercostale interno muscoli e muscoli addominali. Secondo il Dr. John Messmer, MD , Direttore medico - Penn State Geisinger Health Group ( http://chanteur.net/contribu/index.htm#http://chanteur.net/ contribu / cJMdiaph.htm) "Per espirare completamente, è necessario contrarre i muscoli della parete addominale e i muscoli intercostali (tra le costole) poiché i nostri diaframmi non possono muoversi più in alto che completamente rilassati . " Ma è più semplice dire" usa il diaframma ".

Dovresti cercare di evitare sempre di cantare con la gola. Molti cantanti stringono i muscoli della gola per cantare note più acute. Se lo fai, diventerai rauco, la gola irritata e le corde vocali si infiammeranno. Se stai stringendo troppo la gola, le corde vocali si sforzeranno di spingere il suono attraverso le vie aeree ristrette nella tua gola serrata. In una certa misura, stringere la gola irrigidirà i muscoli che circondano le corde vocali e le costringerà a lavorare di più per vibrare.

Prova questo esercizio. Canta una nota che si trova all'estremità più alta della tua gamma. Se sei come molte persone, potresti sentire un nodo alla gola mentre canti le note più alte. Quindi prova a cantare quella nota mentre fai uno sforzo consapevole per spingere l'aria dal diaframma e mantenere la gola rilassata. Ci vuole pratica per imparare a cantare senza stringere la gola, ma se prevedi di cantare molto senza sforzare la tua "voce" sarà necessario imparare a farlo.

Non dimenticare di riscaldarti sempre con semplici esercizi vocali a basso stress e rimanere idratato.

Buona fortuna.

Spingere verso l'alto con il diaframma aiuta anche a mantenere aperta la cavità toracica per mantenere le risonanze toraciche.
Il tuo diaframma è un muscolo involontario: non puoi controllarlo indipendentemente dagli altri muscoli. Non puoi controllare il tuo diaframma più del tuo cuore. Sì, puoi influenzare il tuo cuore a battere più velocemente muovendoti di più, nello stesso modo in cui puoi influenzare il tuo diaframma inspirando ed espirando, ma * non * puoi cantare "dal diaframma". È un esercizio di visualizzazione che ha lo scopo di far riflettere i cantanti sul loro core: i muscoli addominali. * Quei * muscoli che puoi controllare e * fare * influenzare il tuo respiro / canto.
@jjmusicnotes sì hai ragione, ho sempre pensato diaframma = muscoli dello stomaco !!
@RockinCowboy cosa cambia il tono ?? È a questo che serve la gola?
@DarthVoid la gola può alterare il tono, ma non è quello per cui è e non dovrebbe essere usato. Le tue corde vocali fanno la maggior parte del cambio di intonazione cambiando la lunghezza. Puoi canticchiare le squame senza muovere la gola oi muscoli facciali.
Per informazioni sul rafforzamento dei muscoli che supportano il diaframma che, come sottolinea @jjmusicnotes, è un muscolo involontario, vedere la mia risposta a questa domanda [http://music.stackexchange.com/a/39076/16897]
@jjmusicnotes Ho imparato di più sul muscolo del diaframma negli ultimi due giorni di quanto non avessi mai avuto la minima idea. Sembra che molte ipotesi comuni da parte dei cantanti non siano esattamente fisiologicamente e anatomicamente accurate. Ma nello schema generale - i tecnicismi non sono importanti quanto il concetto meglio espresso dalla frase (forse scientificamente imprecisa) - "canta dal tuo diaframma". Grazie per il tuo contributo alla mia migliore comprensione.
@ToddWilcox quando il diaframma si contrae, si abbassa. Non è possibile spingere verso l'alto il diaframma.
#2
+6
dwoz
2015-11-13 04:21:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il meglio che posso offrire sono un paio di analogie: la pallina più lunga che abbia mai colpito, nel baseball E nel golf, non sembrava NIENTE sulle mani. Come se avessi oscillato in aria. Ovviamente c'era molta potenza nelle mie mani, come hanno dimostrato sia la palla da baseball (più di 400 piedi) che la pallina da golf (più di 300 yard).

Lo stesso vale per la voce. Se lo senti in gola, allora stai dissipando energia lì, e questo non aiuta. Le corde vocali non dovrebbero essere il luogo in cui l'aria in movimento viene convertita in energia sonora ... dovrebbero essere il luogo in cui si formano la frequenza e il tono.

Allora cosa cambia il tono? Posso fare la voce del petto e sento che proviene dallo stomaco, ma quando cerco di andare più in alto è quando mi sforzo la gola.
@DarthVoid - Si prega di non sforzare le corde vocali. Possono essere danneggiati così facilmente.
400 piedi, 300 iarde. Wow, sono impressionato! Ma fai un'ottima osservazione. Una tecnica corretta fa sentire la potenza quasi senza sforzo e usare i muscoli corretti è più efficace che usare i muscoli sbagliati con più forza! Più uno per aver chiarito questo punto.
@RockinCowboy, se potessi colpire DI NUOVO quelle distanze, sarebbe qualcosa degno di menzione !!! Ma basti dire che è un concetto simile al canto ... dove stai "lavorando sodo" e dove stai permettendo all'energia di trasmettere.
@dwoz Non puoi certo credere a tutto ciò che leggi online. Apparentemente ci sono molti muscoli diversi in grado di far muovere il diaframma. Sembra che la maggior parte dei movimenti del diaframma siano causati da risposte involontarie (riflesso del vomito, respirazione, molti altri). Sembra esserci incertezza anche nella comunità scientifica sulla possibilità di controllare in modo indipendente il movimento del diaframma stesso o solo di altri muscoli che lo fanno muovere. Quindi la verità è che potremmo non saperlo con certezza.
@dwoz Ecco un articolo che afferma che il diaframma è un muscolo involontario (https://innovativeperformanceandpedagogy.wordpress.com/2011/05/06/de-mystifying-support-and-the-diaphragm/)
#3
+3
user1044
2015-11-13 16:19:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devo aggiungere alle risposte precedenti affermando: Il diaframma è decisamente NON un muscolo involontario .

Il diaframma è l'unico muscolo del corpo umano (e dei mammiferi) che ti consente di respirare. Quando il diaframma si abbassa o si alza, i polmoni si riempiono d'aria o ne espellono. Ci sono altri muscoli che hai nel torace e nell'area costale che usi per aiutare il diaframma quando fai un respiro più profondo del normale, ma il diaframma è il muscolo solitario richiesto per respirare (se sei un mammifero).

Ogni insegnante / professore di canto nel mondo ti dirà che cantare implica imparare a portare il muscolo del diaframma sotto il controllo volontario e controllarlo precisamente con ogni respiro che inspiri ed espiri mentre canti. (Sentirai anche che il diaframma è il muscolo più potente dell'intero corpo umano; è solo che le persone che non cantano o suonano uno strumento a fiato spesso non sono consapevoli del proprio diaframma e di come controllarlo. Poiché questo muscolo è interamente interno, non è visibile a te, il che è un altro motivo per cui le persone potrebbero non esserne consapevoli.)

Puoi certamente controllare quando respiri e quanto spesso respiri, e lo fai alzando e abbassando il diaframma. Puoi anche controllare se fai respiri superficiali o profondi.

Il canto è controllo del respiro e controllo del respiro significa controllare consapevolmente e volontariamente il movimento del diaframma.

Tutti, che cantino o meno, sanno come trattenere deliberatamente il respiro. Quando si esegue questa operazione, si impedisce volontariamente al diaframma di muoversi ed è sotto il proprio controllo. Tuttavia, ovviamente, se trattieni il respiro troppo a lungo, il tuo cervello prevarrà sulla tua forza di volontà e ti costringerà a respirare per impedirti di morire. E quando dormi, il tuo cervello farà alzare e abbassare automaticamente il diaframma in modo che tu continui a respirare quando sei incosciente. La respirazione involontaria, che tutti fanno durante il giorno, è la ragione per cui alcune persone potrebbero erroneamente presumere che il diaframma sia un muscolo involontario, come quelli del cuore. Ma in senso stretto, non lo è.

Ma niente di tutto questo significa che il controllo del diaframma è involontario. Il controllo del diaframma è qualcosa che puoi fare e fai per brevi periodi di tempo quando ti concentri sul compito. Il resto del tempo le funzioni automatiche del tuo cervello si attivano e ti fanno respirare quando non ti concentri sulla funzione.

Se il diaframma fosse un muscolo involontario, non potresti cantare con alcun controllo.

Al contrario, imparare a cantare implica imparare a controllare e manipolare e diventare molto consapevoli del tuo diaframma e di come lo controlli.

Articolo di Wikipedia su "Respirazione diaframmatica" ecco come un essere umano controlla volontariamente i movimenti del diaframma.

Articolo di Singingbelt.com su "Respirazione e canto"

Un estratto:

Per capire la relazione tra il canto e il respiro, è prima importante vedere come appare il diaframma e imparare come funziona. Il diaframma è una grande guaina muscolare ... che si estende sul fondo della gabbia toracica, ... separando gli organi inferiori dal cuore e dai polmoni. Durante la normale respirazione, il diaframma si appiattisce naturalmente attirando aria nei polmoni, quindi si rilascia in una posizione a forma di "paracadute" lasciando l'aria fuori dai polmoni. "Sostenere la voce" e "cantare dal diaframma" significa appiattire il diaframma leggermente di più che durante la normale respirazione e quindi, mantenere il diaframma in quella posizione per controllare il rilascio dell'aria e la pressione dell'aria che scorre attraverso le corde vocali quando canti . Per cantare meglio, un cantante deve imparare a preservare quella riserva d'aria aspirata nei polmoni quando il diaframma si appiattisce.

Questo articolo di Wikipedia contiene anche una sezione sull'uso del controllo del respiro nello yoga e nella meditazione. Non posso fare alcun commento su questo. Quello di cui sto scrivendo è la fisiologia del canto.
Il riquadro all'inizio dell'articolo Wiki che citi contiene questa affermazione: "L'accuratezza fattuale di questo articolo è contestata". Singingbelt.com (un sito di marketing per un prodotto) contiene "i muscoli intercostali e laterali sono tenuti in posizione, il diaframma appiattito risultante sosterrà il respiro". Molti articoli non contestati in linea affermano che il diaframma è un muscolo involontario. Può essere appiattito o espanso più vigorosamente attraverso l'uso dei muscoli intercostali e laterali, ma il diaframma stesso non può essere contratto coscientemente con 2 numerosi articoli scientificamente fondati.
@RockinCowboy puoi citare qualcuno di questi articoli nello specifico?
@phoog Ho pubblicato quel commento più di 4 anni fa quindi no - non ricordo quali articoli ho letto. Se hai accesso a Google o Bing, dovresti riuscire a trovare articoli simili cercando "diaframma umano" o qualcosa del genere.
@RockinCowboy ho guardato. Non ho trovato nessuno. Forse ho bisogno di guardare più attentamente. Dato che la respirazione è soggetta al controllo cosciente e avviene anche senza tale controllo durante il sonno e l'incoscienza, dubito che sia effettivamente vero che l'azione del diaframma è involontaria come il cuore o l'intestino.
#4
+2
user24655
2015-11-15 04:55:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un canto potente deriva da una connessione diretta del diaframma alla maschera, la parte anteriore del viso senza coinvolgere la laringe che si trova aperta e immobile in una posizione bassa e rilassata nel collo, come puoi verificare toccandola leggermente.

Anatomicamente, quella descrizione è un carico di toro. Ma è così che ci si sente quando non si restringono inutilmente le vie aeree e quindi si tagliano le camere di risonanza in pezzi o si prende l'elasticità della colonna d'aria tendendo inutilmente i msucoli (come gli intercostali). Questa elasticità è sia ciò che raccoglie l'energia dalle corde vocali vibranti e la trasmette sia ciò che le ammortizza. Se impedisci quel flusso di energia sonora, le corde vocali ansimano senza smorzamento senza che il suono arrivi effettivamente agli ascoltatori.

I percorsi aperti e la percezione delle risonanze e dell'attività nella maschera e nel diaframma sono fondamentali per un canto efficace e sano . "Tutta la tua potenza proviene dal diaframma" potrebbe non essere la descrizione migliore, è più come se fosse lì il tuo punto di ancoraggio e devi restare in contatto con esso.

Un cantante "canta completamente dal diaframma" sarà comunque ostacolato da costole rotte e altri problemi nel percorso dell'aria.

A proposito, un buon aiuto mentale è indossare una cintura e assicurarsi di cantare contro la sua resistenza.

#5
+2
FThorne
2019-07-10 12:41:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il canto NON viene dal tuo diaframma. Il tuo diaframma regola il tuo respiro. Il canto utilizza la laringe, lo sfintere dell'epiglottide e il muscolo laringeo intrinseco ed estrinseco e la cartilagine. Fai più ricerche sulla laringe e troverai la tua risposta.

Sono uno specialista vocale con una laurea e un master in questo campo e insegno da 8 anni oltre a lavorare come vocalist professionista. Per favore ignora tutti quelli che dicono "canta dal diaframma". Stanno rovinando le giovani voci nei bambini ovunque incoraggiando questo "modo di cantare a diaframma", che a sua volta porta a noduli, polipi, cisti e vari altri cattivi. Ti auguro il meglio.

#6
+2
Dan
2019-12-06 03:37:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho visto molto parlare del diaframma involontario, il che è quasi vero. Quasi? Sì, perché a volte puoi ingannarli a lavorare. Ad esempio, farti venire l'acquolina in bocca. Succede solo quando è necessario, ma se “pensi” di succhiare un limone MOLTO acido, senza bisogno, sbaglierai più pesantemente. Per usare il diaframma a comando, devi semplicemente pensare a una verbosità diversa. Di nuovo, ad esempio, quando canto è molto alto, pensa A o eh per ammorbidirlo e non strillare. (Questo non è un esercizio di diaframma, ma solo una differenza di suoni). Leggi I ma PENSA A o eh e noterai il cambiamento. I bambini piangono per ORE con il loro diaframma senza stancarsi o diventare rauco. Sii un bambino grande ...

A proposito, ero un maestro di coro per una compagnia lirica e ho aiutato molti a scoprire che quando cantiamo, non stiamo parlando, stiamo suonando uno strumento che NESSUN altro può suonare. Con quello strumento non cantiamo parole, produciamo suoni. Capire che i "suoni" sono più importanti delle parole è fondamentale. Se i suoni che produci non sono melodici, nessuno è felice. Cambia il suono. Gli editori di musica pubblicano musica ma la maggior parte scrive le parole e si separa lungo le sillabe grammaticali che NON è il modo in cui cantiamo, "Amazing Grace", che leggi A-maz-ing ma dovresti cantare a-may-zing ...
#7
+1
user1044
2015-11-14 00:40:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ritengo che il modo migliore per coprire queste informazioni pubblicate tra me e @RockinCowboy sia aggiungere un'altra risposta.

Tutti gli insegnanti di canto insegnano che cantare correttamente implica imparare a controllare il movimento del muscolo del diaframma. Ma questo è un modo abbreviato per superare un concetto più complesso, che coinvolge non solo il controllo del diaframma ma anche altri muscoli in congiunzione coordinata e volontaria. Quindi quando diciamo "canta dal diaframma" intendiamo un processo più elaborato che coinvolge molti muscoli.

Quindi praticamente parlando, e non strettamente fisiologicamente o clinicamente parlando, quando canti te pensa in termini di controllo del diaframma, il che è vero, ma in realtà è più complicato di così.

Vedo che @RockinCowboy ha appena aggiornato la sua risposta con la frase "Ma è più facile dirlo" usa il tuo diaframma "." Penso che io e lui siamo finalmente d'accordo qui.

Ricorda che la teoria segue la pratica. La tecnica del canto, e il modo in cui viene insegnata, è una combinazione della reale esperienza dei cantanti nel corso dei secoli, con riferimenti all'anatomia e alla fisiologia. Quindi un insegnante di canto descriverebbe tutto questo in termini diversi da quelli che userebbe un medico. Inoltre non c'è un accordo al 100% tra tutti gli insegnanti di canto su tutti i punti.

Ho trovato una pagina web sulla pedagogia vocale che spiega le cose dal punto di vista di un insegnante in particolare. Quello che ho incollato di seguito è una serie di frasi estratte dalle schede flash in quella pagina.

I muscoli e gli organi della respirazione (trachea, polmoni, bronchi, diaframma, costole e muscoli addominali e dorsali ) agiscono in modo coordinato.

Qual è il muscolo più grande del corpo? Il diaframma

Il diaframma è il muscolo o inspirazione o espirazione più importante.

Nella respirazione tranquilla, l'ispirazione richiede solo la contrazione involontaria e l'espirazione è un processo interamente passivo.

Qual è lo scopo principale dei muscoli intercostali? Per aiutare l'inspirazione e l'espirazione e aiutare a creare una pressione d'aria sottoglottica (sotto le corde vocali) per l'uso vocale.

Con l'uso dei muscoli intercostali, come viene creato l'uso della voce? Coordinare e bilanciare l'azione dei muscoli inspiratori ed espiratori e fornire un'azione di controllo al processo passivo della respirazione.

Qual è un malinteso comune sul diaframma? Il primo malinteso è che l'azione diaframmatica non può essere controllata consapevolmente, tranne indirettamente, come quando si è disposti a trattenere il respiro

#8
+1
Jake
2017-02-06 19:00:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che tutto questo concetto di cantare con il diaframma si riferisca all'inalazione non all'espirazione. Ma dovresti aspirare correttamente per cantare in modo decente. Quando contraete il diaframma durante l'inalazione, in primo luogo, assorbite un volume d'aria maggiore, in secondo luogo non espandete troppo la gabbia toracica. Non dimenticare quest'ultimo però. È anche molto importante per cantare. È perché una volta espansa, la gabbia toracica arbitraria, senza l'uso di alcun muscolo, ritorna alla sua dimensione e forma originale. Quindi, per mantenere il maggior controllo possibile sulla tua voce, dovresti ridurre al minimo l'espansione della gabbia toracica durante l'aspirazione.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...