Domanda:
Com'è che 12 ottavi di nota si adattano a una misura etichettata come tempo comune?
KJ Price
2016-02-04 02:54:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto guardando Consolation S.172 No.3 di Franz Liszt. Ho controllato due diverse partiture musicali della stessa composizione ed entrambe hanno la stessa indicazione di tempo (standard), tuttavia la linea di base include 12 ottavi (rendendola un'indicazione di tempo 3/2?). La mia domanda è: come è possibile? Come dovrei confrontare la linea di base con la linea degli acuti quando sembrano essere su firme diverse?

Sono ancora relativamente nuovo nella teoria musicale e apprezzo qualsiasi critica costruttiva sul mio approccio o sul mio vocabolario.

Ecco uno snippet di ciò di cui sto parlando. Le prime due misure della composizione: First Two Measures

Più avanti vedrai che questo diventa ancora più confuso quando gli alti sono certamente divisibili per 8 ottavi e il basso è facendo le sue cose:

enter image description here

Nota che questo è ancora il tempo standard. Si noti inoltre che la seconda misura qui utilizza le ottave sia per gli acuti che per i bassi, ma le otto note degli acuti occupano chiaramente più "spazio" all'interno della misura (quattro ottavi sono chiaramente diverse tra i due pentagrammi).

Se posso affermare l'ovvio. A volte le persone infrangono le regole. Modificare temporaneamente il tempo in chiave senza dirtelo. Di solito si torna subito dopo a un "uno" molto chiaro. Qui sembra che abbiano infranto le regole usando terzine e non te ne hanno parlato. C'è qualcosa in testa al foglio che potrebbe indicarlo?
Mi piace la teoria, ma c'è qualcosa che suggerisce che sia vero qui. Scusa @AJFaraday!
Ho detto che in questo caso sembrano essere terzine implicite.
Scusa, non volevo screditare la tua osservazione. Semplicemente rispondendo alla tua domanda se qualcosa in se ci fosse qualcosa in testa al foglio per indicare la tua teoria. Non che io possa dirlo almeno. Scusa per essere stato troppo veloce con la mia risposta :)
Quattro risposte:
#1
+23
Dom
2016-02-04 03:01:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In realtà sono terzine di ottavi anziché ottavi. La notazione alternativa a questo sarebbe raggruppare le otto note e le pause in tre e mettere un 3 su di esse come una terzina standard, ma è abbastanza facile vedere che stai adattando 12 note equidistanti in una misura che finisce per essere ottava terzine che rovinerebbero il flusso legato del passaggio.

Un'altra cosa da notare è che è molto comune se ti aspetti di suonare in 4/4 con quasi esclusivamente terzine suoneresti in 12 / 8 in modo da non dover mettere terzine su ogni serie di tre ottavi, si risolveranno solo con 12 ottavi per misura. Questo pezzo prende questa idea, ma mantiene il pezzo in 4/4 ed è semplicemente implicito che le otto note siano terzine.

Non sono sicuro di essere d'accordo sul fatto che sia "facile" da vedere, tranne che una volta che si confrontano le mani destra e sinistra nell'ultima battuta citata diventa l'unica spiegazione che ha senso.
@ToddWilcox quando hai 4 semiminime per misura e stai inserendo 12 ottavi, è la cosa che ti viene in mente per prima.
Beh, non è stato per me (o per il richiedente, a quanto pare), forse in questo caso sono più l'eccezione.
Li ho immediatamente riconosciuti come terzine non contrassegnate, ma questo potrebbe riflettere la mia mooooolto esperienza nel suonare musica :-)
Una nota interpretativa: se la annotate con terzine, implicherebbe un po 'di enfasi sulla prima nota di ogni terzina. Piuttosto che essere una scorciatoia, Liszt probabilmente voleva che tutte le note di basso suonassero con una forza uniforme con tutta l'enfasi sul D. sostenuto Le note dovrebbero fluire come una coda morbida e fluente verso un re profondo (è come un "tre voci-due mani "parte). Immagino che volesse che l'esecutore si concentrasse su un flusso legato uniforme, non sulla correttezza matematica.
Facile da vedere o meno, la notazione è semplicemente sbagliata. Da un punto di vista teorico, semplicemente non è valido.
@AustinHaskew il compositore sceglie la notazione per il suo pezzo come vuole che non sia lo standard. Può omettere completamente un tempo in chiave come si è visto nel secondo movimento di _Quartet for the End of Time_ o rendere la partitura [completamente grafica] (http://music.stackexchange.com/questions/23725/how-do-you-read -graphic-score).
@AustinHaskew Dovrò andare con Liszt, Rachmaninoff et al. qui e dì che sei eccessivamente pedante.
@AustinHaskew I secondo Dom e Kyle qui. Questo genere di cose accade sempre, rientrando nella categoria delle "convenzioni che tutti capiscono". Simile all'uso di Bach di 8 ° -16 ° puntato per indicare un ottavo terzetto più un sedicesimo.
@Dom Vorrei sottolineare che se lo scriveste in 12/8, allora dovreste mettere un 2 sull'ottava nota duple nella mano destra o lasciare che siano impliciti come doppi. Penso che, dato lo stile del * bel canto *, la melodia debba essere controllata per quanto riguarda l'indicazione del tempo, che penso sia il motivo per cui l'ha lasciata nel tempo comune.
#2
+19
MattPutnam
2016-02-04 03:02:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le otto note nella mano sinistra sono tutte terzine. Quelli nella mano destra sono normali. Nota come le teste delle note si allineano verticalmente nella misura 4.

A livello puramente tecnico, questa è una notazione errata. Ma è qualcosa che può essere capito abbastanza facilmente, quindi immagino che a Liszt non importasse o lo scrisse così per motivi artistici.

Puoi per favore spiegare il fatto che le otto note nella mano destra sono normali? Ti riferisci a quelli della base? Sembrano essere le stesse delle otto note a sinistra. O ti riferisci alle note acute a destra?
@KJPrice Le note degli acuti (mano destra) nella seconda metà dell'ultima misura sono ottavi regolari. 1) Sono trasmessi in un gruppo di quattro. 2) Si sommano insieme alla mezza nota in una misura di 4/4. 3) Sono spaziati nella misura come le note dell'ottavo. Le terzine / 12 gemelli nella mano sinistra * non * sono spaziate come sono le note dell'ottavo, motivo per cui non sono allineate con le note dell'ottavo "reale". Anche le note della mano sinistra (basso) sono tutte trasmesse in un gruppo che non sarebbe stato fatto con le normali note di 8 °. Infine, non si sommano a una misura di 4/4 (che è ciò che ha spinto la tua domanda, ovviamente).
Questa notazione lassista non è in realtà insolita per Liszt (e alcuni dei suoi contemporanei come Chopin). Molte volte, si vedrà una sequenza con un numero arbitrario di note che non si divide ritmicamente nella misura in alcun modo, come 17 note o qualcosa del genere. In genere era più interessato al flusso melodico delle note che alla loro precisione matematica.
Inoltre, è abbastanza comune che la prima battuta sia annotata come terzine, quindi scrivi "simile" sulla battuta successiva e il lavoro è fatto per il resto del pezzo.
#3
+12
user1044
2016-02-04 04:23:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A sostegno delle altre risposte qui, ho ribadito questo passaggio nel tuo esempio per enfatizzare le terzine. Questo è lo stesso identico passaggio di musica (a meno che io non abbia fatto uno o due errori di battitura) ma utilizzando simboli extra per renderlo più esplicito.

Nota che nella misura 4 devi suonare "due contro tre" : la tua mano destra è in un ritmo duplice mentre la tua mano sinistra è in un ritmo triplo. È complicato!

enter image description here

Questo è perfetto! Grazie @wheat! Sì, continuo a scegliere canzoni che penso saranno semplici e poi ricevo uno schiaffo in faccia all'epoca romantica!
Sei d'accordo che l'originale dia una migliore impressione di un flusso musicale continuo?
@LaurencePayne, Sono d'accordo. L'originale è come Franz Liszt o il suo editore volevano che apparisse. Ho creato la mia versione solo per analizzarla - per mostrare chiaramente le terzine per dimostrare come contare le suddivisioni del ritmo. Questo è tutto.
@KJPrice, Non credo che "semplice" e "Liszt" possano esistere nella stessa frase. Nemmeno "semplice" e "Chopin". Non sono un pianista ma sono sicuro che ci sono altri compositori dell'era romantica che sarebbe un punto più facile per iniziare.
Lol. Vivere e imparare.
Fai attenzione anche a Debussy e Brahms.
A mio avviso, la prima misura dovrebbe avere una notazione 12- [tuplet] (https://en.wikipedia.org/wiki/Tuplet) attraverso di essa, con un segno * simile * all'inizio della misura 2. Problema risolto con eleganza * e * accuratezza.
@AakashM E la domanda mostra uno snippet che inizia con la misura 3. È possibile che il punteggio lo faccia effettivamente.
Le misure più alte sono le prime due misure (che iniziano con la parola "Piano").
#4
+1
Neil Meyer
2016-02-05 13:07:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Avrei un'opinione leggermente diversa da quelle già fornite e direi che la notazione corretta è 12 nel tempo di otto, che viene suonato come quattro terzine, ma ancora questo è 12 nel tempo di otto.

La persona che ha fatto la trascrizione probabilmente ha sentito che la marcatura per dodici nel tempo di 8 sarebbe stata troppo dura e ti ha lasciato invece grattarti la testa.

enter image description here



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...