Domanda:
È possibile scrivere una melodia che non può essere annotata?
Featherball
2016-06-10 00:47:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È possibile avere un brano che non può essere annotato utilizzando le note musicali che abbiamo attualmente?

Molto tentato di rispondere semplicemente "no" ... Qualche tempo fa ho assistito a una conferenza tenuta da Harrison Birtwistle in cui ha affermato che la notazione classica occidentale è così versatile da essere praticamente illimitata. Inoltre, il modo in cui può incorporare nuovi elementi come richiesto significa che è in qualche modo "a prova di futuro". Questa domanda potrebbe forse essere troppo ampia per qui?
@ChristopheLynch ha menzionato qualcosa che potrebbe essere una risposta al punto di Rockin Cowboy sull'uso di scale che non sono un sottoinsieme della scala cromatica? Sicuramente il fatto che possa rappresentare solo quel particolare insieme di note (per quanto grande insieme di note sia) lo fa naufragare per qualsiasi altra cosa, oltre a variazioni minori come diversi temperamenti ecc.?
@topomorto Questo è il motivo per cui penso che la domanda sia più una questione di opinione (ottima domanda però!). La risposta di Zeugitai mostra che ci sono modi accettati di annotare i microtoni, e ci sono state discussioni precedenti sui battiti 'irrazionali' su questo sito [link] (http://music.stackexchange.com/questions/16376/1-√π-√ ⅔-come-segnatura-tempo). È il genere di cose in cui per ogni esempio di notazione classica inadeguato c'è un controesempio. È affascinante pensare che una registrazione elettronica potrebbe non richiedere mai un sistema di annotazione, ma sono sicuro che qualcuno ci proverà, per il bene della performance
@ChristopheLynch controllerò quel link e quello di Zeugitai (che è apparso dopo il mio commento). Per quanto riguarda la musica elettronica che non viene eseguita da un essere umano da una partitura, suppongo che potresti pensare a fogli di patch, file MIDI, codice programmatico (ad esempio C ++ o CSound) e persino dati PCM come tipi di notazione, a seconda delle tue definizioni .
Puoi chiarire cosa intendi con "le note che attualmente ** abbiamo **"? Chi è "noi" e cosa intendi per "avere"? Intendi le 12 note di accordatura occidentale di uguale temperamento? Perché c'è stata molta musica composta ** e scritta ** al di fuori di questo. Non ho mai sentito musica che non potesse essere scritta * in qualche modo *, quindi la cosa che devi chiarire sulla tua domanda è: quali metodi di notazione includi nella tua domanda? Se invento un sistema di annotazione solo per una melodia e includo una spiegazione del sistema con la melodia annotata, non ho annotato la melodia?
La votazione per chiudere non è chiara - è necessario specificare cosa c'è dentro / fuori "le note musicali che abbiamo attualmente" - la risposta dipende da questo dettaglio.
Interessante l'uso della parola "scrivi" nel titolo della domanda, che la rende paradossale. Volevi dire "comporre"?
@200_success Immagino che intendesse "annotare", "scrivere".
Nove risposte:
#1
+16
Rockin Cowboy
2016-06-10 02:05:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se vuoi dire che si può comporre una melodia utilizzando note che non sono definite in nessuna forma riconosciuta di notazione musicale, allora la risposta è certamente!

E se componi un'opera musicale che utilizza toni che non sono definiti in diciamo 12 Tone Equal Temperament o altri comuni sistemi di accordatura o notazione, non esiste un modo universalmente accettato per trascrivere quei toni in una rappresentazione scritta che altri potrebbero seguire.

Secondo Wikipedia Articolo sulla musica microtonale

La musica microtonale o microtonalità è l'uso nella musica dei microtoni: intervalli più piccoli di un semitono, chiamati anche "microintervalli". Può anche essere esteso per includere qualsiasi musica che utilizzi intervalli non presenti nella consueta accordatura occidentale di dodici intervalli uguali per ottava.

L'avvento della tecnologia del tipo utilizzato per creare Electronic Dance La musica (EDM) è in grado di istruire (tramite il codice del computer) uno strumento con capacità MIDI per suonare un numero infinito di note che si trovano tra due note di uso comune. Tuttavia, esiste un limite al numero di note diverse che le nostre orecchie possono distinguere come suoni unici. Ma è sicuro dire che potrebbero esserci dieci o più toni unici distinguibili tra due note comuni.

Inoltre molti strumenti possono facilmente suonare le note tra quelle comunemente usate. Qualsiasi strumento a corde senza tasti come un violino o un basso senza tasti, un trombone (attraverso la posizione della diapositiva), fiati come clarinetto e sassofono tramite imboccatura, o anche una chitarra con tasti attraverso l'uso della piegatura delle corde può suonare note che non abbiamo modo di annotare usando sistemi di notazione standard universalmente compresi.

Prima dei computer e della capacità di registrare musica, la trascrizione di un'opera musicale su carta in una forma riconoscibile di notazione musicale scritta era il modo migliore in cui un compositore poteva comunicare la sua creazione musicale agli altri.

Oggi è molto semplice memorizzare una composizione musicale attraverso una registrazione digitale che può poi essere diffusa in tutto il mondo con pochi clic del mouse sul tuo computer. Questo fatto, insieme al la tecnologia che facilita la creazione di musica elettronica, sta dando impulso a una tendenza verso la composizione di musica microtonale. E dato che è più facile registrarlo che trascriverlo, e dato che un computer può convertire la registrazione in codice, è improbabile che vedremo mai un nuovo sistema di notazione per la musica che utilizza note che non sono già definite nella musica esistente sistemi di notazione.

Forse vale la pena chiarire che l'uso dei microtoni non è limitato agli strumenti elettronici: puoi farlo più o meno su qualsiasi cosa. Ad esempio, il trombone può farlo semplicemente dalla posizione della diapositiva e cose come clarinetto e sassofono tramite imboccatura e "diteggiature non documentate". Almeno questa è la mia comprensione, di certo non sono un esperto.
Ho l'impressione che ci siano modi ampiamente accettati per annotare la musica microtonale.
Voglio dire ... puoi sempre disegnare la forma d'onda su un pezzo di carta molto lungo ...
@Oxinabox Fai un buon punto. Ho aggiunto le tue osservazioni alla risposta per migliorare il contenuto perché spesso i commenti vengono eliminati. Grazie per i vostri suggerimenti.
@ToddWilcox La domanda posta "utilizzando 'note' che attualmente abbiamo?" Non ho familiarità con i modi ampiamente accettati di annotare la musica microtonale, ma il mio punto era che è possibile produrre toni che forse nessuno nella tua città, stato o persino paese ha mai sentito prima - quindi perché attualmente dovremmo avere un modo per annotare un tale tono "usando le" note "che abbiamo attualmente"? Quando l'OP dice "note che attualmente abbiamo", la parola note si riferisce a un modo per annotare non il tono effettivo. E molto probabilmente OP significava una delle note che esiste nella notazione ET standard a 12 toni della musica occidentale.
Molto probabilmente, sì, ma non chiaro al 100%. La mia prima lettura della domanda fu se fosse possibile che ci fosse musica per la quale nessun sistema di notazione esistente o concepibile potrebbe rappresentare. Non sono ancora sicuro che sia una lettura errata, anche se sono d'accordo che un'altra lettura probabile sia se la "notazione occidentale standard" (supponendo che potremmo effettivamente definire una cosa del genere a sufficienza) possa essere utilizzata per tutte le melodie riproducibili.
@ToddWilcox "concepibile potrebbe rappresentare" è tutta un'altra cosa rispetto a "usare le note che abbiamo attualmente". Anche se vedo che non sei l'unico che ha portato il processo di pensiero a quell'estensione. Molte delle risposte sembrano affrontare l'estensione "concepibile potrebbe rappresentare". Ho tentato di affrontare ciò che sentivo che l'OP stava effettivamente chiedendo, ma non c'è niente di sbagliato nel rispondere alle domande che potrebbero essere correlate.
Da qui la necessità di chiarimenti. "Abbiamo" note microtonali? Certamente possiamo suonarli e annotarli. "Abbiamo" * Threnody per le vittime di Hiroshima * e una notazione simile a quella del nostro "canone" (per così dire) per le puposes di questa domanda? Oppure "avere" significa "avere la capacità di suonare in termini di creazione di suoni", intendendo potenzialmente qualsiasi suono? La risposta dipende da questi dettagli.
Suppongo che per annotare le curve su una chitarra con tasti, potresti usare la tablatura e le frecce che indicano la piega.
@Jamerack Le frecce che usiamo per le curve possono dirci approssimativamente quanto piegare la nota ma non è esatto. Ma se la tua mezza curva è da qualche parte tra la mia mezza curva e la mia curva 3/4, non fa molta differenza in una situazione in cui stai "piegando una nota", il che equivale a un aumento graduale e incrementale del tono applicato in qualche modo un continuum vs. suonare una singola nota da un quarto da qualche parte tra due note notabili note.
@RockinCowboy è vero, immagino volessi dire se fossi stato irrealisticamente preciso nello scrivere quanto pieghi e assicurandoti di replicarlo esattamente
#2
+13
Amanda Ellaway
2016-06-10 11:20:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Si potrebbe sostenere che qualsiasi registrazione digitale della melodia in questione è una notazione di quella particolare esecuzione:

  • È qualcosa che può essere seguito per riprodurre la performance originale.
  • Può essere annotato (qualsiasi registrazione digitale è composta da bit che possono essere codificati come inchiostro su carta, se necessario).
  • Chiunque abbia la formazione e l'attrezzatura giusta può utilizzare quella notazione per ricreare la melodia.
  • La musica può essere "reinterpretata", ad esempio, riproducendola a una velocità maggiore, aggiungendo effetti speciali o in uno qualsiasi dei migliaia di altri modi in cui i DJ remixano le registrazioni.

Una persona particolarmente esigente potrebbe affermare che la codifica digitale di una registrazione non contiene tutti i suoni dell'originale, a causa della larghezza di banda limitata, ma questo è vero anche per la notazione musicale classica vecchio stile: "Largo" o "piano" sono termini molto approssimativi.

In realtà è abbastanza difficile trovare una caratteristica distintiva che separa una registrazione digitale dalla musica classica notazione cal.

Infine, nota che la "notazione classica" è molto flessibile in quanto i compositori spesso creano nuovi simboli e segni, che di solito sono descritti nella prefazione della partitura. A volte questi segni diventano abbastanza popolari da diventare parte della notazione classica standard, ed è così che è nata la notazione classica che usiamo. Puoi vedere alcuni esempi particolarmente stravaganti qui.

Mi piace molto questa risposta. Va al cuore di ciò che sta realmente accadendo nella domanda: "Cosa consideriamo * notazione *?"
Mi piace anche la risposta per il suo contenuto informativo e provocatorio, ma non sono d'accordo con la proposta. Una notazione (se ha un qualche senso) è una rappresentazione sintetica che consente la riproduzione con mezzi umani o intermediati dall'uomo (cioè, una performance), entro certi limiti di tolleranza, a condizione che si conosca la convenzione utilizzata. Una registrazione di per sé solo in circostanze molto limitate lo consente, quindi in generale è proprio quello, una registrazione (non annotata).
La notazione musicale classica è molto più compressa rispetto alle registrazioni digitali di solito. :)
#3
+10
user19146
2016-06-10 02:43:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Certo. Ecco alcuni esempi di colonne sonore di John Cage, Steve Reich, Brian Eno, Krzysztof Penderecki e Cornelius Cardew - tutti riconosciuti compositori "mainstream" del XX secolo.

http://www.smithsonianmag.com/arts-culture/5-12-examples-of-experimental-music-notation-92223646/?no-ist

Divertente, vedo questi pezzi come prova che * qualsiasi cosa * può essere annotata, dal momento che .. beh, ** sono ** annotati! Non lo sono?
Beh, non so se la domanda sia stata aggiornata dopo il commento sopra, ma la domanda chiede "le note che abbiamo attualmente" che non credo includa la notazione sperimentale / grafica.
#4
+8
Zeugitai
2016-06-10 05:47:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le melodie della classica turca, dell'arabo e dell'Hindustani hanno tutte fatto i conti con vari mezzi per annotare i loro toni e intervalli microtonali e non occidentali, il Makam turco è, probabilmente, uno dei migliori di tali sistemi. Tuttavia, tutta la notazione è solo una linea guida. Strumenti che suonano glissando facendo scorrere su archi o con qualsiasi altro mezzo ovviamente si incrociano senza problemi tra toni discreti, e sebbene esistano mezzi approssimativi per rappresentare questi transiti in tutti i sistemi di notazione, ascolta un maestro che suona il sarangi indiano e dimmi se può essere annotato. Il turco Ney o l'arabo Nay non solo suonano toni e glissando non occidentali, ma possono essere sotto e sopraffatti per riprodurre vari transienti e spettri armonici insieme a note nominabili proprio come Hendrix faceva con il feedback. Come altri hanno sottolineato, le "melodie", se riconoscibili come tali, dovrebbero essere soggette a qualche forma di notazione. "Musica", tuttavia, è un concetto più ampiamente compreso della melodia e quasi ogni tipo di suono può diventare un elemento della musica. Invece della notazione, alcuni tipi di "musica" potrebbero essere comunicati solo come performance dal vivo, registrazioni o descrizioni verbali.

Tutta la notazione è solo una linea guida.
hendrix l'ha fatto anche con il tono, ascoltalo mentre suona nato sotto un brutto segno, completamente microtonale (non rilevabile in nessun sistema che io conosca)
#5
+6
Justin Benfield
2016-06-10 07:57:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Certamente la notazione musicale corrente non è in grado di gestire le durate delle note che non sono multipli razionali l'una dell'altra. Ad esempio, se avevi una melodia in cui uno dei toni lunghi era pi volte la durata di uno dei toni brevi, non c'è modo di annotarlo esplicitamente (è possibile ottenere un'approssimazione più vicina come si desidera).

Non c'è nemmeno modo di eseguirlo esattamente, quindi questo è un po 'inutile.
Ci sono brani annotati in cui le durate delle note sono specificate nella durata effettiva del tempo (ad es. Numero di secondi), quindi questo torna a ciò che il richiedente intende per "notazione".
@CarlWitthoft Non c'è nemmeno modo di eseguire esattamente un ritmo variabile. Potresti suonare otto note dritte e, in una certa prospettiva, stai suonando ogni radice quadrata di due tempi.
#6
+5
anatolyg
2016-06-10 02:22:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non ho esempi, ma ci sono melodie (forse estendendo un po 'la definizione di "musica") composte principalmente o esclusivamente da "effetti", come "un vetro che si rompe", "uno sparo", "a telefono che squilla "," un gemito sommesso "," il suono di un gatto "ecc. Potresti adattare la notazione standard, ma gran parte della tua musica sarebbe nella" leggenda "(che effetto corrisponde a quale "strumento a percussione").

Inoltre, in tali melodie, è possibile utilizzare la distorsione digitale degli "effetti", come il pitch shift (per effetti extra, abbassare l'intonazione fino a inferiore a 20 Hz), riproduzione inversa, modulazione creativa dell'ampiezza, ecc.

Se lo rendi sufficientemente complesso, solo una registrazione digitale (o un'esibizione dal vivo) può rappresentarlo.

Quelli non sono toni: sono timbri o sonorità. Un C # suonato su un piano, oboe e tuba suonerà completamente diverso, ma è ancora annotato come C #
Qualsiasi effetto / campione sonoro può essere annotato semplicemente usando un rigo di percussioni con una guida all'inizio che spiega quale combinazione di linea / spazio e testa di nota indica quale campione deve essere suonato in quel momento. Ho già visto questa cosa esatta in precedenza nelle partiture per i musical moderni, dove la musica con licenza include anche floppy disk che contengono campioni effettivi e patch di programmazione per vari sintetizzatori / software compatibili.
#7
+3
TangledUpInBlue
2016-06-10 17:29:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non proprio, perché i sistemi di annotazione si sono sempre evoluti per adattarsi alla musica che i compositori stanno scrivendo. I compositori barocchi, in particolare quelli francesi, hanno escogitato tutti i tipi di strane notazioni, alcune delle quali uniche per il compositore.

Un esempio: La Sylva di Forqueray (pag. 37 di questo documento), scritto nel XVIII secolo. Le informazioni su ciò che significa la notazione dispari sono nella prefazione.

Allo stesso modo, se componi musica e poi tiri fuori una notazione aggiuntiva nel nostro sistema attuale per aiutare a indicare il tuo intento, hai partecipato a quell'evoluzione.

#8
+1
Some_Guy
2017-01-15 17:26:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono sicuro che "non possa" essere annotato, ma se prendi la domanda come "c'è musica per la quale non esiste un sistema di notazione, allora certamente. La risposta è sì, e non solo oscura musica, o musica "mondiale", o anche musica di alto livello. In questa risposta userò l'esempio di Elvis Presley, che ci crediate o no.

Altre risposte hanno sottolineato che la musica hindustana , la musica turca e la musica persiana, ad esempio, seguono tutte divisioni diverse dell'ottava che non possono essere annotate in notazione occidentale: ascolta i cantanti di una qualsiasi di queste tradizioni e sentirai melodie che non puoi trovare su un pianoforte. Questo perché , per divisioni occidentali, sono "microtonali", cioè usano distinzioni di note più piccole di un semitono.

Tuttavia, ci sono esempi che sono molto più vicini a casa. La musica blues alle sue radici contiene melodie che sono fondamentalmente microtonali. Spesso questo è descritto nel senso che il blues aggiunge "note piegate" o "note blu" alla traditio tavolozza occidentale finale. Tuttavia, spesso queste "note blu" sono così fondamentali per la melodia stessa, che non è tanto che la musica sia basata su una scala occidentale con "note piegate" aggiuntive, e più che la scala occidentale è completamente assente. Le persone ovviamente tentano di analizzarlo usando termini familiari, ma quando si proiettano le note A, Bb, B, C ... ecc. Sulla musica, il risultato è qualcosa che, con la sua risoluzione di "nota più vicina disponibile", perde del tutto la melodia .

Detto questo, la musica blues, che ha avuto origine come canzoni di lavoro non accompagnate e urla di campo, è stata poi suonata con strumenti occidentali. Per lo più questi strumenti possono suonare al di fuori della scala di 12 note, ma devono essere indotti a farlo (come la chitarra e l'armonica), e quindi questo diventa sempre più influente su come si sviluppa la musica blues (insieme alle altre tradizioni musicali che circondano il blues ovviamente).

Il blues, e in seguito la musica jazz, copre l'intera gamma dalla musica completamente impercettibile nella notazione occidentale, attraverso la musica con uno scheletro non microtonale su cui vengono cantate più melodie microtonali, alla musica che ha inflessioni microtonali nelle melodie qua e là, ma quelle melodie sono molto musicali all'interno della scala occidentale a 12 note.

Ad esempio, questa melodia di Louis Armstrong suona qua e là con note microtonali piegate, ma è fondamentalmente "in chiave". Potresti assolutamente scriverlo, lasciare le note piegate principalmente alla pratica dell'esibizione e darlo a 10 diversi musicisti che non avevano mai ascoltato il disco e finire con qualcosa di decente suonato ogni volta.

Smokestack Lightnin '- Howling wolf. Questo è molto più microtonale, ma si potrebbe comunque argomentare che questo è ancora fondamentalmente evidente. Potresti mettere alcune annotazioni sulle note piegate qua e là e sostenere che hai rappresentato correttamente l'originale.

Ma ce ne sono molte in cui non potresti discuterle con una faccia seria. Ad esempio, urla volanti non accompagnati e dischi blues come roll and tumble blues (1929).

Tuttavia, a causa dell'influenza pervasiva che il blues ha avuto sulla musica occidentale, ci sono alcune melodie piuttosto "tradizionali" che sono dannatamente microtonali; Ascolta Jailhouse Rock con orecchie sincere e troverai la sua melodia completamente fuori dalla scala occidentale tradizionale. Alcune persone lo considereranno in qualche modo non un modo "serio" di guardare la musica come se fosse solo una variazione stilistica e un ornamento su una melodia che è davvero composta da note "normali". Ma chiunque canta jailhouse rock a se stesso, o lo copre, canta una melodia con più o meno la stessa forma dell'originale; una forma che cade completamente al di fuori della notazione occidentale. In particolare, trascorre la maggior parte del tempo da qualche parte tra un secondo e un terzo (come tra D ed E quando si suona in C), con un paio di pattern diversi distintivi (e non rilevabili) in quello spazio. Probabilmente puoi cantare "jailhouse rock" a memoria, ma non puoi suonare quello che hai appena cantato al piano.

#9
  0
chirag pathak
2020-02-19 16:46:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono molte cose che non possono essere spiegate con l'aiuto delle notazioni, spiega solo la struttura di base della canzone o della composizione musicale, specialmente se parlo di composizioni classiche indiane o non strumentali che sono totalmente basate sull'improvvisazione dei raga, o composizioni a base di raga, ci sono cose usate come microtoni e scorrimento di note (meend), gamakam microtonali, oranmentations in cui una nota viene cantata in molti modi diversi, note passive con nota principale con quantità specifica di peso, sargam complessi (come il canto di solfa) e taan intricati che non possono essere annotati.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...