Domanda:
Accordi e intervalli - Unisono
James Jeffery
2013-12-09 17:49:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto solo cercando di capire gli intervalli ma sono confuso da Unison.

Se suono un accordo su un piano, come si suona un accordo Unison se non è possibile premere due volte lo stesso tasto contemporaneamente? Qual è lo scopo di Unison ?

Cinque risposte:
#1
+12
Édouard
2013-12-09 18:29:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Bene, prima di tutto, l'unisono è un intervallo; in quanto tale, ha senso voler designare è, come faresti con qualsiasi concetto.

Soprattutto perché è utilizzato nella vita reale. A volte giochi con altre persone. In un'orchestra, ad esempio, gli accordi vengono solitamente suonati in più parti. Diverse parti potrebbero benissimo suonare la stessa nota in un accordo, e devi designare l'intervallo tra queste note in qualche modo.

In un coro, a volte ogni voce canta la stessa altezza allo stesso tempo. Il coro canta all'unisono .

#2
+4
dumbledad
2013-12-09 20:24:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sul violino spesso interrompiamo due volte la stessa nota, ad esempio suonando una corda aperta di LA mentre contemporaneamente suoniamo la stessa altezza sulla corda di RE (tipicamente con un quarto o un secondo dito). diverso.

Tuttavia ci sono ancora ragioni pratiche per suonare la stessa nota con dita diverse sul pianoforte come notano queste risposte:

E oltre alla pratica, il concetto di accordo all'unisono ha valore teorico anche se non ne suoni mai uno.

#3
+1
Alexander Troup
2013-12-09 22:07:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hai ragione sul fatto che non puoi premere un tasto del piano due volte allo stesso tempo. Di solito nei casi in cui un non appare due volte nello stesso punto, è un punto in cui le parti si incontrano. Ad esempio, c'è un pezzo che sto suonando proprio ora in cui un punto basso negli acuti e un punto alto nel basso sono la stessa nota allo stesso tempo. Viene visualizzato con 2 gambi per sottolineare che fa parte di entrambe le melodie, ma in termini pratici è la stessa nota.

È un po 'strano descrivere qualcosa come un accordo all'unisono, perché generalmente un accordo prende in considerazione solo un'occorrenza di una nota. Quindi, ad esempio, se violino e viola suonassero entrambi la stessa nota di un accordo, il nome dell'accordo non cambia.

Lo scopo dell'unisono dipende dalla situazione. Ad esempio, una nota può essere suonata da più strumenti in modo che le qualità di entrambi i suoni si combinino per creare qualcosa di nuovo, o in termini di composizione potresti essere costretto a usare unisono perché nessun'altra nota nella sequenza si adatterà.

#4
+1
Tim
2013-12-09 22:49:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Unisono spesso significa le stesse note di altezza suonate su strumenti diversi, ma musicalmente può significare le stesse NOTE suonate o cantate insieme in ottave diverse: quando i soprani e i tenori cantano all'unisono molto probabilmente canteranno un'ottava (forse due ) a parte. Si chiama ancora cantare all'unisono.

Le chitarre possono essere suonate usando note su corde adiacenti, a uno o due tasti a parte, con la parte inferiore piegata verso l'alto in modo che corrisponda a quella acuta. Si chiama curvatura all'unisono. Ovviamente, dal punto di vista del pianoforte, suonare all'unisono non suonerà diversamente dal suonare note separate: due dita su un tasto suonano come una sola. Suona le stesse note contemporaneamente con un altro strumento: all'unisono!

#5
  0
user8740
2013-12-11 19:23:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

non puoi suonare all'unisono al pianoforte. Inoltre, non esiste un "accordo all'unisono", unisono significa due suoni che sono alla stessa altezza. È ovvio con due strumenti, ma con uno solo, anche se non puoi suonare all'unisono al pianoforte, se il compositore lo ha ancora scritto, lo ha fatto per considerazioni sulla scrittura delle parti.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...