Domanda:
Cerchi un accordo dopo aver sentito la melodia insolito?
RichN
2011-09-18 20:01:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La maggior parte delle persone che incontro sembra ritenere che il modo definitivo sia prima di avere gli accordi e poi "scherzare" con le note di armonia fino a trovare una successione desiderabile di note, cioè "melodia".

D'altra parte, di solito ho già un po 'di melodia in testa e quindi cerco di trovare un'armonizzazione accettabile per essa. Tuttavia, altri di solito mi criticano e insistono sul metodo di cui sopra (l'accordo prima).

Cercare l'accordo dopo aver sentito la melodia è strano insolito? Ho pensato che fosse naturale dato che molte persone lo fanno comunque con la musica esistente ed è persino testato negli esami di teoria musicale.

Ho cambiato la formulazione da "strano" a "insolito" per chiarire che personalmente lo trovo come niente di strano.
Dieci risposte:
M. Werner
2011-09-18 20:09:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che "ascoltare" prima una melodia e poi elaborare una struttura di accordi adeguata sia il metodo utilizzato da un gran numero di cantautori.

Non esiste un "libro di regole" per queste cose. Alcuni scrittori molto famosi elaborano prima la musica e poi trovano i testi, alcuni scrivono i testi interamente e poi elaborano un accompagnamento.

Lo stesso per i brani strumentali.

Questa domanda ha finito per sembrare più una discussione che una domanda poiché probabilmente non esiste una risposta corretta. Ho comunque accettato questo sulla base del voto.
Doktor Mayhem
2011-09-19 12:42:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A volte è più facile avere una sequenza di accordi e poi lavorare su una melodia attorno a essa, ma molto spesso è la melodia che puoi creare per prima e poi capire quali accordi si adattano a quella melodia.

La cosa della musica che mi affascina è che non esiste un metodo "da fare" per comporre o suonare. Ciò che funziona per te in questo momento è il modo giusto per farlo.

Per me, scrivo quasi sempre prima la linea della melodia, poiché spesso le scrivo nella mia testa mentre corro o in palestra, o guida. Dopo averle trascritte o registrate, riesco a capire cosa potrebbe andare bene, a volte modificando la linea melodica se trovo un suono "migliore".

user1217
2011-09-18 20:51:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Storicamente, c'erano anche famosi esempi di "ricerca dell'accordo dopo aver ascoltato la melodia". JS Bach ha armonizzato centinaia di corali che esistevano prima di lui e puoi ottenere alcune delle impostazioni corali di Bach qui (secondo wikipedia, "A corale era originariamente un inno cantato da un cristiano congregazione. ... I corali all'inizio erano brani monofonici (solo melodia). ...).

Quindi, no, non penso affatto che "cercare un accordo dopo aver suonato la melodia" sia strano .

andreasdr
2011-09-20 02:33:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non capisco per la vita di me perché le persone ti criticano per aver iniziato da una melodia quando scrivi musica. Penso che la musica possa essere creata in molti modi e che la migliore musica provenga da autentici "lampi di ispirazione". Se il metodo che funziona per te è immaginare prima la melodia, poi mantienila!

A proposito, melodia -> scala -> accordi sarebbe probabilmente la strada da percorrere.

È qualcosa che anche io non capisco. Ogni volta che chiedevo un'opinione a un insegnante, gettava via qualunque cosa avessi e poi forzava quel metodo.
@RichN: se un insegnante lo fa, buttalo via. Se non ne trovi uno che accetti ** il tuo processo **, allora ... beh, meglio nessun insegnante che avere la tua creatività danneggiata o addirittura distrutta. Il fatto che alcuni siano o si definiscano insegnanti non impartisce l'infallabilità ...
Intendi il metodo melodia -> scala -> accordi? Sicuramente non intendevo che fosse scolpito nella pietra, solo che probabilmente è il metodo "da manuale". Come dice Jürgen, non permettere a niente / nessuno di soffocare la tua creatività! Le persone sagge sottolineano che la musica è imparare le regole e poi infrangerle :).
Hubert Czerski
2011-09-22 12:46:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per me:

  • quando inizio con gli accordi, questo è per me un terreno sicuro. Compongo dei bei progressi, e mi è più facile trovare una melodia adatta. (Anche se a volte questo metodo produce melodie lievi o equilibrate)
  • quando inizio con la melodia, spesso ho difficoltà ad armonizzarla e cercare gli accordi giusti è più doloroso per farlo bene

Tuttavia, penso che le mie composizioni con "primo approccio alla melodia" sembrano essere più interessanti, fresche e gratificanti.

Non mi interessa davvero cosa diranno le persone del mio metodo, o se vogliono sminuirmi. Questa è la mia musica (come processo e come ultimo prodotto / effetto)

Penso che le tue risposte chiariscano i problemi che ho effettivamente: prima gli accordi e poi la melodia è, proprio come hai detto, più facile ma spesso personalmente non sono soddisfatto del risultato. La melodia prima è quello che voglio fare, ma poiché è difficile, ho cercato di trovare un aiuto dai libri, da Internet e, infine, dagli insegnanti. E così è iniziata la questione. Se potessi fare le cose come voglio, allora non mi interessa l'opinione degli altri. Purtroppo, non è così.
Davvero non sono sempre in grado di ottenere i risultati che desidero. Ho delle belle melodie, che devono ancora diventare bianche per l'armonizzazione, principalmente perché non ci sono riuscito nei tentativi precedenti. Ma non lascio che qualcuno mi abbatta perché ho fallito in questo. Ti auguro buona fortuna. E ricorda che non c'è mai un altro musicista come te là fuori, e questo è ciò che conta, anche se non sei sempre in grado di ottenere ciò che desideri. Ancora una volta ti auguro buona fortuna e divertimento con la tua musica :)
Grazie per il tuo incoraggiamento, ma lascia che ti assicuri che non mi lascio abbattere, solo che mi sono perso perché non so dove altro andare.
user21896
2015-08-08 11:50:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando scrivi una poesia, ti vengono in mente le parole o la struttura metrica e rima?

Cercare di far rispettare un ordine particolare mi sembra strano. La composizione è un processo incrementale senza un ordine fisso intrinseco.

Se provi a scomporre il modo in cui Bach ha lavorato all'offerta musicale, ovviamente ha iniziato con un frammento melodico, il motivo. E poi ha seguito il processo

Motivo-> controparte-> armonizzazione-> controparte -> ...

diverse volte, spesso basando le controparti sul motivo e di nuovo su altre controparti. Naturalmente, un buon compositore è abbastanza esperto in queste tecniche che il processo creativo diventa piuttosto organico e non si possono distinguere più definitivamente i vari passaggi.

Non esiste un modo giusto e uno sbagliato. Ma ci possono essere modi più e meno probabili per bloccarti quando sei a un certo livello di abilità. Ma ovviamente sfide più difficili possono portare a soluzioni più interessanti.

finnw
2011-09-20 00:23:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È possibile che tu non stia facendo quello che pensi di fare e che fai davvero gli accordi in mente quando ascolti la melodia, ma solo inconsciamente?

Quindi la mia ipotesi è sì, probabilmente è insolito.

Alcune volte, ma non sempre.
Jürgen A. Erhard
2011-09-21 15:26:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono d'accordo con gli altri, non credo sia insolito.

Potrebbe sembrare così se la maggior parte delle persone con cui parli, come dici tu, pensa che lo sia. Ma: in un commento dici che sono gli "insegnanti" a dirlo. Forse c'è il problema: gli insegnanti (soprattutto) avrebbero una laurea in musica, no? E l '"istituzione" musicale accademica (per mancanza di una parola migliore) sembra (dalla mia esperienza con persone a cui sono state insegnate queste cose invece di imparare per lo più da sole) essere focalizzato su un approccio piuttosto intelligente.

Lunga invocazione abbreviata: accademicamente, inizi con "struttura", con "pensa a ciò che costruisci", e poi inserisci i dettagli (la melodia è solo un dettaglio); inizi con la teoria. Mentre tu vuoi / tendi a iniziare con una ... sensazione? Un'intuizione? E poi costruisci la struttura intorno e sotto di essa. Pratica -> teoria. Mentre gli insegnanti sono "indottrinati" a fare teoria -> pratica. Puoi sostituire la teoria con il cervello e la pratica con il cuore. Stessa cosa.

Penso sempre a una citazione famosa: "Suono quello che mi sento di suonare. Che le altre persone pensino e analizzino esattamente cosa sto suonando, se è quello che gli piace. non importa ". Molto parafrasato da un famoso blues-man che non ricordo in questo momento.

(L'aneddoto personale di essere l'unica persona con un background teorico nella musica in un gruppo di persone con una mentalità teorica è eliso .. . ;-))

Beh, per tua informazione, ho detto "insegnanti" nel senso che insegnano musica, ma le loro qualifiche variano, alcuni non hanno alcuna laurea in musica.
dwoz
2015-08-08 04:22:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Suggerire che un qualsiasi metodo di scrittura sia "il" metodo sarebbe ridicolo.

La melodia e l'armonia sono, dopo tutto, le due facce della stessa medaglia (per modo di dire). Le melodie implicano armonie e le armonie implicano melodie.

ttw
2017-12-22 00:40:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A volte, inizio con un'idea melodica e talvolta con uno schema di accordi. O sembra OK. Quello che è importante, almeno per me, è che posso revisionare entrambi mentre compongo la musica. Cambio tonalità, ritmo, linee di basso, melodia, ecc. Come necessario per suonare bene (o almeno quello che penso suoni bene.) Direi che la revisione è più importante di ciò con cui si inizia.

Non buttare via le idee inutilizzate, prenderne nota da qualche parte. Quando sei bloccato per qualcosa da fare, è un bel elenco di cose che sembravano una buona idea contemporaneamente.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...