Domanda:
Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un'accordatura per chitarra a quattro quarti?
Randy Zeitman
2018-05-13 09:51:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un'accordatura per chitarra in quattro quarti essendo Mi, La, Re, Sol, Do, Fa (le corde Mi acuto e Si si alzano di mezzo passo rispetto all'accordatura standard).

Una ragione per farlo è che la tastiera ora segue una simmetria del cerchio delle quinte.

Di conseguenza un secondo vantaggio è che gli accordi possono essere più facilmente tradotti in altri strumenti a tasti accordati in quarti (banjo tenore, mandolino, ukulele, ecc.)

Pensavo che i mandolini fossero sintonizzati in quinte? E c'è almeno un'accordatura popolare dell'ukulele che è essenzialmente identica alle quattro corde più alte della chitarra (RE SOL SI MI MI), quindi ci sono due quarti e una terza maggiore in quella accordatura.
Confermato, dovresti mettere insieme un set di corde personalizzato per accordare un mandolino in quarti, anche se sembra che poche persone lo facciano. L'accordatura standard del mandolino è SOL RE LA MI, dal più basso al più alto, le stesse identiche note del violino (ho sempre pensato che un mandolino fosse un violino con tasti con doppie portate che è strimpellata in modo da avere un profilo di corde piatte).
E sembra che l'accordatura più comune dell'ukulele sia GCEA, che è solo le prime quattro corde della chitarra trasposte su una quarta, tranne che di solito la corda G è di nuovo un'ottava più alta (cioè, è un intero gradino sotto la corda La aperta su l'ukulele).
Intendevi davvero un mezzo passo avanti rispetto alla "sintonizzazione aperta" come hai detto? O intendevi un'accordatura "regolare"?
Whoops, E A D G è Ukulele, Bass.https: //en.wikipedia.org/wiki/Stringed_instrument_tuningsE per quanto riguarda i quarti o i quinti li paragoniamo perché uno è lo specchio dell'altro.
Quando si suona effettivamente uno strumento a corde, accordare le quarte contro le quinte è un enorme cambiamento, anche se uno è l'inversione dell'altro. Puoi prendere le forme degli accordi dalle quattro corde più basse di una chitarra, capovolgerle e usarle sul mandolino, ma ci sono due problemi: primo, (non è un grosso problema) la nota più bassa cambia quindi è un'inversione diversa. In secondo luogo, le nostre lancette non sempre riescono a far sembrare le forme degli accordi capovolte. Quindi, in pratica, in genere devi (o * ottenere *) utilizzare forme di accordi completamente diverse nel mandolino rispetto alla chitarra.
L'accordatura standard è solitamente descritta come "MI, LA, RE, SOL, SI, MI". La prima corda è quella più spessa. Quindi intendi "E, A, D, G, C, F", giusto?
@ToddWilcox: OP sta davvero parlando di quarti. L'ordine delle stringhe non è invertito AFAICT.
Tutte le fonti che ho visto affermano che la corda più sottile è la prima e posso facilmente ipotizzare il motivo - perché la chitarra è ORDINATA in quinte che iniziano da F (corda alta) ... le corde sono F, C, G, D, LA , E. Come variante di questo è Open (accordatura "Standard") che è E, B ... GDAE. Quando qualcuno accorda una chitarra, in genere lo fa dal basso verso l'alto, quindi se l'intento è che le corde siano in quinte, dall'alto al basso, l'accordatura, dal basso all'alto, è "All-Fourths".
Anche se la corda accordata più sottile e più alta è la "prima corda" e la corda accordata più spessa e più bassa è la "sesta corda", quando si specificano le altezze su cui è accordato uno strumento a corda, è quasi universale specificarle dal basso in alto. Chitarra: E A D G B E, Basso: E A D G; Mandolino e violino: SOL RE LA MI, ecc. Le frasi "in quarti" o "in quinte" si riferiscono sempre all'accordatura dal basso all'alto. Quindi violini, viole, violoncelli e mandolini sono accordati in quinte, mentre i bassi sono accordati in quarti.
@RandyZeitman Ukulele è GCEA, non EADG.
"Ukulele, Bass" ... ho anche lasciato un link.
Nota che ** nessuno ** degli strumenti di esempio che hai nominato (banjo tenore, mandolino, ukulele) è accordato in quarti. Gli unici strumenti a corda che conosco che sono accordati interamente in quarti sono i bassi, inclusi i bassi e le viole contrabbasso, i contrabbassi AKA.
Otto risposte:
topo Reinstate Monica
2018-05-13 12:00:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho provato un bel po 'di accordatura per tutti i quarti. Per me, rende decisamente più istintivo il suonare puramente monofonico (anche essendomi abituato all'accordatura standard): qualsiasi forma di scala di un'ottava che impari può essere spostata ovunque sul manico.

... ma molte le cose relative agli accordi diventano più difficili. Nell'accordatura standard, le corde D, G e B facilitano molte triadi maggiori e minori - barrate, costituiscono un accordo maggiore da sole:

enter image description here

e da questo, un martelletto a due dita può essere utilizzato per ottenere un accordo di una quarta su (come per la forma standard a C), che è un movimento che si trova in molti riff rock:

enter image description here

c'è una forma minore riproducibile che si estende su un solo tasto (come nella forma standard La minore), che si estende su due tasti in un tutto -fourths tuning:

enter image description here

C'è anche una forma maggiore che si estende su due tasti (come si trova nella forma standard di Mi maggiore) che si estende tre tasti in un'accordatura a quattro quarti:

enter image description here

... come sarebbe la forma minore simile:

enter image description here

Un'altra cosa che rende gli accordi alla sbarra molto più facili nell'accordatura standard è che con una sbarra completa, le stringhe E, B e Mi superiore costituiscono la radice e la quinta ( di una sbarra a forma di F).

Nell'assolo rock, il modo in cui questa terza minore enter image description here suonava sul sol e le corde di SI possono essere facilmente piegate a una terza maggiore piegando la corda di SI è uno dei suoni archetipici del suonare blues - e ciò sarebbe più difficile in tutti i quarti.

Soggettivamente, quando "masticando" con l'accordatura di tutti i quarti, direi anche di essermi imbattuto in molti meno "incidenti felici" in termini di inciampare in forme di accordi e riff dal suono interessante. L'accordatura standard può sembrare illogica, ma molte cose buone sembrano "cadere"!

Di conseguenza un secondo vantaggio è che gli accordi possono essere più facilmente tradotti in altri strumenti a tasti accordati in quarti (banjo tenore, mandolino, ukulele, ecc.)

Andrebbe bene se fossero accordati in quarti, ma spesso non lo sono: i mandolini sono normalmente quinte (come i violini), l'ukulele ha tipicamente un rientrante accordatura con lo stesso nodo di accordatura della chitarra, e i banjo spesso usano accordature aperte. Tuttavia, l'accordatura a quattro quarti rende la chitarra più simile all'accordatura del basso. (Nota che potrebbe avere più senso accordare i bassi, anche a 5 o più strumenti a corda, su tutti i quarti se ti stai concentrando sulla riproduzione monofonica, che potrebbe essere più comune con il basso).

Potresti trovare qualche altra informazione in Perché la chitarra è accordata così com'è?, anche se non credo che sia stato chiesto o risposto esattamente dalla stessa prospettiva di questa domanda.

Che ne dici di usare tutti i quarti esclusivamente per imparare la tastiera?
@RandyZeitman immagino che impareresti solo la tastiera "tutti i quarti". Ogni nuova accordatura richiede di riapprendere la tastiera in una certa misura. Per i bassisti, ovviamente, tutti i quarti sono di solito tutto ciò di cui hanno bisogno per imparare ...
Imparare tutti i quarti renderebbe più facile adattarsi alla messa a punto standard rispetto al contrario, perché è una versione semplificata della messa a punto standard.
@RandyZeitman Forse, ma allo stesso modo potresti sostenere che una volta che hai imparato l'accordatura standard, hai * già * imparato tutti i quarti (ad es. Attraverso le quattro corde inferiori di una chitarra). Anche le possibilità di forma degli accordi dello standard sono più ampie.
Vorrei aggiungere molte cose da fare con gli accordi che diventano anche più facili nell'accordatura di tutte le quarte. In particolare, il numero di forme di accordi che devi imparare è ridotto drasticamente (di 2/3 se consideriamo di spostare un voicing senza stringhe aperte attraverso gli insiemi di corde vedi http://www.keith.bromley.name/sitebuildercontent/ sitebuilderfiles / p4_guitar.pdf). Questo abbassa davvero le barriere all'ingresso di un genere come il jazz in cui è necessario conoscere molti voicing.
Todd Wilcox
2018-05-13 10:04:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Fin dall'inizio, gli accordi della sbarra sono praticamente rovinati. Alcuni degli accordi aperti sono ancora ok, ma altri dovresti disattivare le corde superiori in alcuni casi in cui attualmente non devi. Alcuni accordi aperti (la forma di Do maggiore, ad esempio) liberano un dito da una delle corde ma poi devi usare il dito su un'altra corda, quindi è un lavaggio (ad esempio, per la forma di Do maggiore puoi lasciare la seconda stringa aperta ma devi premere il secondo tasto sulla prima corda, o disattivarlo).

Per quanto riguarda le scale, non sono sicuro che ci sia un chiaro vantaggio o svantaggio perché cambia solo il modello e per una data scala, alcune parti del collo diventano più facili e altre più dure.

La mia esplorazione mentale di questo (per arrivare davvero in fondo, penso che dovrei effettivamente provare tutti i quarti sintonizzazione per un giorno o due) non mi mostra un solido vantaggio e la perdita degli accordi alla sbarra è uno svantaggio piuttosto significativo, ed è probabilmente per questo che l'accordatura standard per chitarra ha quella terza maggiore in primo luogo.

Giusto, gli accordi bar sono davvero un incubo con qualsiasi accordatura a spaziatura uguale. Anche se sarei interessato a provare tutti i quarti su una chitarra con tasti a ventaglio, il che farebbe passare in diagonale un accordo di battuta dritto su un tasto in modo da finire di nuovo con un'ottava tra le corde più esterne. (In realtà ho la mia chitarra fretless impostata in questo modo, ma gli accordi di battuta non funzionano affatto su fretless.)
@leftaroundabout: Mi sono chiesto se sarebbe pratico avere una chitarra in cui alcune corde sono più corte di mezzo tasto di altre e hanno il proprio set di tasti. Se le corde fossero accordate a una quarta perfetta, ma la corda superiore fosse più corta di 1/2 tasto, un dito barrato sulle corde potrebbe suonare due note che erano una terza maggiore o una quarta perfetta, a seconda che fosse posizionata solo davanti o dietro il tasto superiore. Non ho idea se funzionerebbe davvero, però, e mi manca il budget per ottenere una chitarra su misura per provarla.
Tim
2018-05-13 10:46:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Simile all'accordatura sulla maggior parte dei bassi a 6 corde. Uno dei punti per suonare un basso a 6 corde è che gli accordi possono essere suonati, anche se accordi a 3 o 4 corde, poiché molto di più diventa confuso. E spesso non strimpellate, come si farebbe con una chitarra. Ma singole corde con singole dita / pollice. Questo funzionerebbe per una chitarra accordata in modo simile, e ogni pattern in ogni tonalità sarebbe identico, ovviando all'intervallo M3 tra la terza e la seconda corda. Quindi, suonare singole sequenze / scale sarebbe più facile da imparare e da trasporre.

Lato negativo? Principalmente il fatto che gli accordi alla sbarra non sarebbero così efficaci. Ci dovrebbero essere cambiamenti nella diteggiatura, ma principalmente perderebbe la doppia ottava della corda inferiore / superiore. Come accennato al basso, qualsiasi lavoro da solista sarebbe molto più facile da trasporre sugli archi. Tuttavia, poiché la chitarra è uno strumento con accordi (immagino che l'80% della maggior parte delle chitarre suonino accordi) lo svantaggio supererebbe il vantaggio.

supercat
2018-05-14 00:06:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se si vuole suonare una triade con un'ottava ripetuta su quattro corde accordate in quarti, l'ultima corda inferiore dovrà essere suonata tre tasti sopra la corda superiore. Questa situazione si applica alle quattro corde inferiori dell'accordo G e funzionerebbe bene quando si suonano accordi su quattro corde. Suonare una triade radicata su cinque corde senza saltare le note, tuttavia, aggiungerebbe un altro tasto all'allungamento richiesto, il che lo metterebbe appena oltre la gamma di praticità. Ridurre il divario tra G e B di un tasto riduce la portata richiesta per suonare un accordo maggiore a cinque corde, rendendolo molto più pratico.

Usando un'accordatura a quattro quarti (ad es. EADGCF) ce ne sono alcuni modi in cui si potrebbe provare a suonare un accordo a barre di cinque corde che ha saltato una nota dalla triade. Si potrebbe provare A-C # -E-A-E (5-4-2-2-4) che sarebbe suonabile, ma avere l'unica terza più di un'ottava sotto la nota più alta probabilmente non suonerebbe bene nella maggior parte dei contesti. Provare A-C # -E-C # -E (5-4-2-6-4) richiederebbe una portata eccessiva. Provare A-C # -A-E-A (5-4-7-9-9) richiederebbe una portata ancora peggiore. AEAC # -E (5-7-7-6-4) sarebbe praticabile, ma l'unica opportunità per premere due corde con un dito sarebbe sul settimo tasto, dove sarebbe scomodo.

Avere la corda B sintonizzata su un tasto rende gli accordi a barre a cinque e persino a sei corde molto più pratici. In effetti, l'accordatura standard è in qualche modo matematicamente ottimale dal punto di vista di consentire un numero massimo di voicing di accordi a cinque e sei corde pratici e utili da suonare con un dito alla sbarra più altri tre che si trovano entro tre tasti.

Personalmente, utilizzo un'accordatura diversa che pone le corde superiori molto più vicine tra loro (terze minori) in modo che quando si suonano note consecutive di un accordo le corde più alte vengano suonate con le dita più alte sulla tastiera anziché più basse. Tale accordatura, tuttavia, non consente di saltare le note degli accordi tra le corde superiori come fa l'accordatura standard (le corde inferiori sono molto più distanziate, quindi le note degli accordi vengono saltate automaticamente lì). L'aver sviluppato ed esplorato la mia messa a punto, tuttavia, mi ha dato un maggiore apprezzamento per Standard.

Ziltoid
2018-05-18 19:05:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho iniziato a suonare tutti i quarti un paio di anni fa e ho subito notato che la mia capacità di costruire accordi da intervalli era migliorata, poiché ero in grado di visualizzare gli intervalli molto più facilmente. Ha anche migliorato la mia capacità di suonare in registri diversi, poiché ora ho solo bisogno di memorizzare una singola forma di accordo mobile per un dato accordo piuttosto che diversi a seconda del set di corde utilizzato.

Molte delle risposte menziona gli accordi a barre, e questo è sicuramente uno svantaggio se stai suonando il tipo di musica che richiede accordi a sei corde lussureggianti. Se la musica può convivere con accordi a quattro corde, potresti prendere in considerazione tutti i quarti.

Infine ... logica Come ho detto Ziltoid, l'Open Tuning è per OPEN PLAYING. Se uno sta strimpellando accordi folk pop o suonando composizioni di altri, passerai a Open Tuning. Open Tuning è l'accordatura secondaria Le persone che vogliono comporre o diventare almeno musicisti semi-seri * e imparare la teoria musicale * dovrebbero imparare a suonare la chitarra in tutti i quarti. Diresti che è più facile passare a suonare Open Tuning quando necessario una volta che hai impara All-Fourths o viceversa.
Sono d'accordo con le altre risposte sul fatto che gli accordi alla sbarra sono resi più difficili usando l'accordatura all-quarti, ma per me il motivo principale per evitare questa sintonizzazione è che limita le opzioni di diteggiatura in generale rispetto all'accordatura standard. Suono molti voicing di quattro note e ci sono voicing di quattro note ravvicinate sulle quattro corde superiori che sono più facili lì. Drop-2 major 7th voicing nella prima inversione sono un po 'più facili da suonare sulle prime quattro corde; Li adoro e li suonerò ovunque, ma sono più facili sulle prime quattro corde.
ggcg
2018-05-23 21:34:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La "simmetria" di tutti i quarti nell'accordatura della chitarra è un'enorme falsa pista. Probabilmente nessuno suonerà lo stesso tipo di accordo in una canzone. Infatti l'accordatura della chitarra consente effettivamente di utilizzare la STESSA DITTA ESATTA per tutti gli accordi in minore ii V7 i (ad es.B-7 (b5) -> E7 -> A-7) in una posizione. Non puoi davvero diventare più simmetrico di così.

Non fornirò schemi di accordi, ma prendo in considerazione la progressione di cui sopra nella tonalità di Re minore (Fa maggiore) suonata al 5 ° tasto (modo La phygian, C-form per Fa maggiore). Suonando Mi-7 (si5) nella sua prima inversione (terza in basso), la diteggiatura è equivalente al Re-7 ma suonando sul gruppo di archi (Re, Sol, Si, Mi). La stessa diteggiatura funziona per D-7 con gruppo di archi (LA, RE, SOL, SI), e infine per LA7 con gruppo di archi (MI, RE, SOL). La maggior parte dei chitarristi non suonerebbe la progressione esattamente in questo modo, ma (1) funziona armonicamente e (2) rende l'assolo sulla progressione molto semplice e fluido poiché gli arpeggi di quegli accordi si collegano molto bene. La stessa idea funziona per molti altri raggruppamenti a tre e quattro corde in quanto strutture geometriche comuni sono incorporate in tutti gli accordi di una progressione tipica. Pensa alla storia della chitarra, al tipo di musica tradizionalmente suonata su di essa e ai tasti e alle progressioni più comuni per quei brani. La messa a punto così com'è è abbastanza ottimale.

Il tuo punto fondamentale è che la simmetria mitiga le possibilità di diteggiatura inversa?
Affatto. Il post originale faceva appello alla simmetria per supportare la quarta accordatura.
Allora non capisco. Dici che è una falsa pista (cattiva) e poi dici che non puoi diventare più simmetrica di quella (buona).
No, è una falsa pista pensare che, ad esempio, tutti gli accordi principali dovrebbero avere la stessa simmetria o che tutti i modelli di scala dovrebbero avere lo stesso aspetto. La critica che sento da shredder e chitarristi rock è come lamentano che le forme E, A e D sono tutte diverse. Il mio commento non riguarda quella simmetria. Si tratta dell'invarianza delle forme in una tonalità di chiave. È vero che ho fatto l'affermazione "non puoi diventare più simmetrico di così", che era una specie di colpo nel tentativo di imporre una simmetria che non ha bisogno di essere presente.
Ma il mio punto è che la quarta accordatura sacrifica una bellezza naturale delle forme degli accordi all'interno di una chiave per una simmetria che non è davvero molto utile (dal punto di vista delle prestazioni).
Non è esattamente quello che ho detto a cui hai risposto "per niente". Non può esserci alcuna messa a punto che non abbia alcuno svantaggio. Keith Richards non suona come nessun altro in molte canzoni di pietra perché ha scelto di aprire il D come in Heartbreaker. Quindi cosa si dovrebbe dire ... che non useranno mai la D aperta perché ora non possono giocare da protagonista? Il vantaggio dell'accordatura per tutti i quarti è che imita il ciclo delle quinte ... è l'accordatura per inculcare e comprendere la tastiera nella teoria musicale. Qualsiasi chitarrista che vuole essere modestamente abile non dovrebbe avere così paura di cambiare accordatura.
Ora sembra che ti stia mettendo sulla difensiva e stiamo parlando l'uno dell'altro. "Imita il ciclo delle quinte" è un'opinione. Il ciclo è lì per la messa a punto standard. Per essere abili non bisogna aver paura di una singola messa a punto.
Non sono del tutto sicuro di come sia un'opinione che EADGCF non sia quinte e che EADGBE sia ... e che questa sia un'ottimizzazione standard (aperta). E sembra che anche tu abbia appena ripetuto quello che ho detto almeno due volte ... che le persone non dovrebbero aver paura di una messa a punto.
È tua opinione che questo sia vantaggioso.
user1447786
2020-04-13 21:23:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che @Tim abbia dato la risposta migliore, ma aggiungerei che l'analisi costi-benefici dipenderà dal genere di musica che suoni.

L'analisi costi-benefici è diversa per i generi in cui

  1. voicing di 5 o 6 note (con o senza archi aperti) sono rari, con 3 o 4 -nota i voicing la norma e
  2. c'è un ampio vocabolario di voicing e linguaggio melodico da imparare.

In questo caso, non avere grandi accordi alla sbarra non è una grande perdita a causa di (1), ed essere in grado di imparare le forme per i voicing e il linguaggio melodico su tutto il collo è più veloce un grande professionista grazie a (2).

Questi sono veri per i generi jazz e jazz adiacenti, e tutti i chitarristi che conosco che usano l'accordatura P4 suonano jazz o jazz fusion. (Allan Holdsworth una volta disse che avrebbe usato l'accordatura P4 se avesse imparato di nuovo a suonare la chitarra).

(Inoltre, la risposta che afferma "nessun solido vantaggio" è semplicemente sbagliata. Nell'accordatura P4, ci sono meno distinti modi per diteggiare una linea o per formare la forma per un intonazione di un accordo quando consideri ogni posizione sul manico. Non penso che questo sia controverso. Ciò significa che è più veloce imparare a suonare tutto sul collo perché ci sono meno diteggiature da imparare.)

user45266
2018-10-28 10:39:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devo dire una cosa che diventa molto più facile? Accordi quartali! :) Scherzi a parte, puoi ottenere dei suoni fantastici da questa accordatura, soprattutto se ti piace quel suono aperto e sospeso.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...